per ridere   

Salvo si presenta da un impresario e gli propone il suo numero speciale: "Posso cantare l'inno d'Italia con il sedere: sono petomane". L'impresario gli chiede di fargli vedere". Salvo si abbassa i pantaloni, si sforza, ma non viene niente. Insiste, ma ancora niente. Poi all'improvviso PRRRRRT e ricopre l'ufficio dell'impresario di una bella chiazza immonda!. "Brutto porco..." urla l'impresario. E Salvo: "E insomma non ci si può neppure schiarire la gola...".

***

La maestra dà in classe il tema sul nonno. Luchino scrive: "Il mio nonno si alza al mattino alle sei e comincia con i suoi atti sessuali. A mezzogiorno siamo a tavola e mio nonno continua con i suoi atti sessuali. Il pomeriggio e la sera mio nonno prosegue con i suoi atti sessuali". La maestra rimane impressionata e gli chiede: "Ma quanti anni ha tuo nonno?". "Settantacinque". "Ed è in grado di compiere così tanti atti sessuali?". "Sì. Rompe i coglioni!".

***

Salvo, un uomo grande e grosso entra in farmacia e fa: "Aooh! Me daresti un rotolo de carta igienica per pulirmi er culo!". La farmacista lo guarda schifata e ironica ribatte: "Fine....eh?". "No, de quella a du' strati, senno' me smerdo i diti!".

***

Salvo dal dottore: "Lei sta bene. L'unica cosa... ha tre palle!". "Ma è grave?". "No, anzi! Lei è per così dire un super-maschio: solo 1 su un milione nasce così". Salvo esce. È su di giri e vorrebbe dirlo ai quattro venti. Sale sul tram, si siede vicino a un omino e gli dice tutto fiero: "Oh, ma lo sa che tra me e lei abbiamo cinque palle?". E l'omino: "Perché? Lei ne ha una sola?".

***

Al ristorante un signore si rivolge a una signora seduta al tavolo accanto. "Mi scusi, signora, le dà fastidio se fumo il sigaro?" "No, no! Se a lei non dà fastidio che io le vomiti addosso!".

***

Al circo stanno cercando un nuovo domatore di leoni. Si presentano 10 uomini e una bellissima donna. I primi candidati si rivelano assolutamente disastrosi; scoraggiato dalle esibizioni viste fino a quel momento, il direttore del circo decide di far provare la donna. Questa, con fare disinvolto, entra nella gabbia, si mette in mezzo ai leoni e ... si slaccia la tunica che la copriva, denudandosi completamente. Il più anziano dei leoni le si fa incontro, l'annusa, poi, leccandola e facendo le fusa, inizia a strusciarsi sulla donna, sedendosi ai suoi piedi. Il direttore del circo è entusiasta della prova! Prima però di mandare via i candidati, chiede a uno dei domatori rimasti: "Dica lei, saprebbe fare altrettanto ?". E L'uomo: "Beh, se manda via i leoni, anche meglio!".

***

Due cacciatori in Africa sono assaliti da un leone. Il primo spara ma il fucile si inceppa. Il compagno: "Cilecca!" e il primo: "No, ci mangia!"

***

Salvo a Luchino: "Luchino, per caso conosci un uomo con un braccio di nome Giuseppe?". "e Luchino, non saprei... Come si chiama l'altro braccio?"

***

Una sogliola a due totani: "Ma voi siete identici!". "No, siamo i totani!".

***

Salvo rientrato a tarda notte ubriaco si sveglia la mattina e chiede ad Enrica: "Cara, ma aprendo la porta del bagno la luce si accende automaticamente?". "No, caro, perché?". "Allora ieri sera devo averla fatta nel frigorifero!".

***

"Come è successo ?" chiede il dottore a Salvo, un contadino di mezza età che gli si è presentato con una gamba rotta. "Dottore, 25 anni fa...". "Non occorre partire da così lontano, mi dica semplicemente come si è rotto la gamba stamani". "Come stavo dicendo... 25 anni fa, quando avevo appena iniziato a lavorare alla fattoria, la prima notte, appena sono andato a letto, la figlia del fattore (ragazza stupenda, mi creda..) è entrata nella mia stanza e mi ha chiesto se volessi qualcosa. Io le risposi che no, andava tutto bene. "Sei sicuro Salvo?" - mi chiese di nuovo. "Sono sicuro" - le dissi. "Non c'è proprio niente che io possa fare per te ?" - continuò a chiedermi. "Credo proprio di no..." - conclusi. "Mi scusi," - chiede il dottore a Salvo il contadino - "ma cosa ha a che fare questa storia con la sua gamba?". "Beh, stamattina, quando mi sono finalmente reso conto di che cosa volesse dire quella ragazza, sono caduto dal tetto...".

***

Salvo e Luchino sono ormai due anziani signori che sono in giro in macchina. Entrambi fanno fatica a vedere oltre il cruscotto. A un certo punto, giungono a un incrocio. Il semaforo è rosso, ma loro vanno diritti, senza fermarsi. Luchino sul sedile dei passeggeri pensa tra sé e sé: "Mi sembrava ci fosse il semaforo rosso.. mah, mi sarò sbagliato...". Dopo un po' giungono a un altro semaforo: è rosso, ma loro sfrecciano come se niente fosse. Luchino ritiene di aver visto il semaforo rosso, e, anche se pensa di essersi di nuovo sbagliato, decide di prestare più attenzione in futuro. Dopo pochi minuti giungono a un altro semaforo ovviamente rosso. E anche qui non si fermano. Allora Luchino si gira verso Salvo che guida e fa: "Salvo, ti sei accorto che hai passato tre semafori rossi di fila? Potevamo ucciderci!". Salvo si gira e fa: "Oh, cielo! Ma sto guidando?!?".

***

Salvo e Luchino, due camionisti meridionali stanno attraversando la nebbia della val padana. Salvo che guida sveglia quello che stava dormendo: "Ehi, esistono i pinguini a Pavia in Dicembre?". "No di certo. Ma perché?"."Beh allora abbiamo investito una suora!".

***

Salvo si reca in un ospedale e al dottore espone il suo desiderio di effettuare una castrazione. Il dottore molto sorpreso per la decisione chiede a Salvo: "Ma lei è sicuro di quello che vuole fare?". E Salvo: "Sì certo, ne sono convintissimo". "Ma ne è proprio, ma proprio certo?". "Guardi, ne ho la certezza assoluta". Il giorno seguente all'operazione il medico si reca in corsia per le solite visite e al paziente ricoverato di lato di Salvo chiede: "Allora come è andata la circoncisione?". e Salvo nel sentire questo dice: "Ecco cosa volevo fare......, la circoncisione!".

***

Luchino la prima notte di nozze va in bagno per rinfrescarsi. È esausto e mancando l'acqua ha l'idea geniale di ricorrere al latte del frigo bar. Paola la sposa lo scopre proprio mentre infila la punta del pene in un bicchiere di latte e gli dice: "È il primo che vedo che si ricarica come una stilografica".

***

Salvo...."Enrica, è venuto il postino?". "No, ma ansima forte".

***

Una signora passeggia sulla spiaggia con la figlioletta di 4 anni. A un certo punto la bimba afferra la mano della mamma e le mostra un gabbiano morto che giace sulla sabbia. "Mamma cos'è successo a quel gabbiano?" chiede. "È morto ed è andato in cielo" risponde la mamma. La bimba ci pensa su un attimo e poi dice "E Dio lo ha rigettato giù?".

***

Salvo e Luchino sono due matti che camminano carponi sulle rotaie. A un certo punto quello più indietro fa all'altro: "Ma quanto è lunga questa scala?". E l'altro girandosi: "Tranquillo, non lo vedi che arriva l'ascensore?".

***

Salvo a Luchino.....Cosa direbbe mio nonno se fosse ancora vivo? Fatemi uscire dalla bara!

***

Al telefono: "Pronto?". "È il Sig. Salvo?". "Sì, sono tutto orecchie...". "Mamma, chissà quanto sei brutto!".

***

Gutch è noto per la sua avarizia ed è ospite di un amico per oltre un mese vivendo per tutto il tempo completamente "a sbafo". Arriva il giorno della partenza e l'amico lo accompagna alla stazione. Entrano in un bar per fare l'ultimo brindisi e, quando l'amico fa il gesto di pagare, Gutch l'avaro lo trattiene e dice: "Ah nooo! Per un mese ho vissuto alle tue spalle, ora basta! Questa volta tiriamo a sorte!".

***

Salvo dice al suo collega Luchino: "Mi piacerebbe provare a fare dello scambismo con te e la tua compagna... che ne dici?". E l'amico: "Certo mi interessa!". Le due coppie organizzano una serata, e dopo due ore di sesso sfrenato Salvo dice a Luchino: "Ma secondo te le nostre compagne si stanno divertendo quanto noi, nella stanza di fianco?".

***

Gutch e Riddle sono fratellino e sorellina e vanno a giocare nel parco. Quando tornano a casa e la mamma chiede loro com'è andata rispondono: "Guarda! Abbiamo trovato questi strani palloncini bianchi". La mamma impallidisce e urla alla vista dei palloncini di lattice, capendo cosa siano in realtà... e li manda subito a lavarsi le mani. Arrivati in bagno Riddle dice: "Sai, la mamma è davvero sconvolta!". "Già'" risponde Gutch "sono felice di non averle detto anche che abbiamo mangiato lo yogurt bianco che c'era dentro".

***

Gutch e Riddle  felici, festeggiano le nozze d'oro con una cenetta intima. Verso la fine lui le chiede qualcosa che lo tormenta da tempo: "Cara, mi hai mai tradito?". Lei: "Oh, caro, ma perché chiedi questo?". Lui: "È importante, lo devo sapere". Lei: "Allora, sì, ti ho tradito. Tre volte. La prima volta è stato quando avevi bisogno di tutti quei soldi per lavorare in proprio, e nessuno te li diede finché un giorno il direttore di banca venne da noi e li consegnò personalmente?". Lui: "Non avevo mai capito cosa fosse successo. E la seconda volta?". Lei: "Caro, ti ricordi quando avevi bisogno di quella operazione al cuore, ed era troppo rischiosa e nessun chirurgo voleva farla? E che poi improvvisamente uno di loro cambiò idea?". Lui: "Oh, cara, hai fatto questo per salvarmi la vita? Ah, mi sento risollevato dal vedere come ti sei sacrificata per me! E dimmi, quand'è stata la terza volta?". Lei: "Caro, ti ricordi quando eri in campagna elettorale, e ti mancavano 347 voti per essere eletto?".

***

Salvo ed Enrica a letto. Lei: "Fai l'amore come un coniglio!". Lui: "Superficiale! Come fai a giudicare uno uomo in 5 secondi".

***

Salvo sta parlando al telefono ed Enrica intanto gira per la casa canticchiando: "Icaro qua! Icaro là!". Quando Salvo finisce le dice: "Guarda che era Figaro!". E lei: "Ah sì, e che voleva?".

***

Gatch e Riddle durante un tour in Romania trovano una ameno villaggio che si vanta di possedere un pozzo dei desideri tra le attrazioni turistiche. Quasi per gioco raggiungono il pozzo e Gatch sorridendo lancia una monetina. Riddle per non essere da meno si sporge nel pozzo con la monetina in mano, scivola... e cade. "No! - dice Gatch - funziona davvero...!".

***

Un uomo corre disperato nell'appartamento del vicino: "Presto, aiutatemi! Mia suocera vuole buttarsi dalla finestra!". "Sì, ma noi cosa possiamo fare?". "Mi serve subito un cacciavite che si è bloccata la maniglia!

***

Salvo torna a casa stanco dal lavoro dopo aver sopportato Gutch e Riddle e trova Enrica a letto con il suo più caro amico. Lei salta giù dal letto tutta nuda ed esclama: "Caro, oggi è il tuo giorno fortunato, sei arrivato in tempo, non è ancora successo niente!".

***

Al Luna Park un ubriaco dalla mira infallibile colleziona centri su centri al tiro al bersaglio. Gli regalano una tartaruga. L'ubriaco va a fare un giro e un'ora dopo ritorna al tiro a segno e vince ancora un'altra tartaruga. Così via per altre 3-4 volte. All'ultimo giro vince ancora, ma le tartarughe sono finite, per cui il proprietario della bancarella gli vuole regalare un orsacchiotto di pelouche, ma l'ubriaco: "Non mi potrebbe dare un altro panino come prima?"

***

Una mamma scopre che sua figlia gioca al dottore con il figlio del vicino. Arrabbiata, afferra il ragazzo per un orecchio e lo porta dalla sua vicina. Ma la vicina ribatte: "È naturale che ragazzini e ragazzine esplorino la loro sessualità giocando al dottore alla loro età...". "Sessualità un corno!" urla la madre della ragazza "Le ha appena tolto l'appendice!".

***

Due ragazzini a scuola sentono la parola pene mentre giocano in cortile. Uno chiede all'altro se sa cosa sia il pene, ma il ragazzino non lo sa e si ripromette di chiederlo a Salvo, il papà appena torna a casa. Dopo pranzo, il piccolo chiede al padre "Papà, cosa è un pene?". Salvo padre risponde: "Minchia figlio mio, invece di dirtelo, te lo mostro". Così vanno nel bagno e Salvo s'abbassa i calzoni dicendo: "Figlio, questo è un pene, anzi è un pene perfetto". Il giorno dopo a scuola il ragazzo ritrova l'amico e vanno al bagno insieme. Si abbassa i calzoni e dice: "Vedi questo? È un pene... anzi se fosse stato cinque centimetri più corto, sarebbe stato un pene perfetto"

***

Salvo sul bus con una banana nell'orecchio....: "Signore, mi scusi, perché ha una banana in ogni orecchio?". "Per tener lontani gli orsi...". "Ma non ci sono orsi qui...."Vede che funziona?".

***

Un medico si reca in un ospizio per vecchi per fare il solito controllo mensile delle facoltà intellettive e della memoria degli ospiti. Il dottore chiede a Filippo,il primo: "Quanto fa tre per tre?" e quello risponde "274". Allora il dottore prova a fare la stessa domanda a Luchino, il secondo: "Quanto fa tre per tre?" e quello "Martedì". Ormai sconsolato il dottore riprova col Salvo, il terzo anziano: "Quanto fa tre per tre?". L'anziano risponde senza indugio "Nove". Una scintilla di felicità appare negli occhi del dottore. "Fantastico! Considerate le risposte che hanno dato i suoi predecessori, non me l'aspettavo. Come ha fatto a trovare la risposta giusta?". e Salvo "Semplice, ho sottratto 274 da martedì"

***

Salvo ormai vecchietto uscendo di casa, si accorge che gli hanno rubato la bicicletta. Sconsolato si siede mogio, mogio sui gradini di casa, mentre passa il corteo funebre di una vecchia appena deceduta. Uno dei parenti della vecchia morta, vedendo il vecchietto mogio e piangente, gli si avvicina e per consolarlo gli dice: "Su, non pianga, dopo tutto aveva una bella età". Salvo singhiozzante risponde: "E sì, vecchia era vecchia, ma una pompatina oggi, una pompatina domani, mi era molto utile".

***

Come si chiama il re del paese dei video games? RE PLAY.

***

Carabinieri: "Maresciallo Salvo, per fare un po' di spazio posso bruciare le pratiche vecchie?". "Splendida idea, appuntato Luchino, ma prima faccia una fotocopia!".

***

Salvo, il poeta , sta passeggiando amabilmente in un parco immerso in profonde riflessioni, quando, da dietro un cespuglio, vede sbucare all'improvviso una splendida ragazza: alta, mora, prosperosa... una Venere, insomma. Ne è subito colpito. Improvvisamente ispirato da cotale idilliaca bellezza, decide di dedicarle una poesia. Tuttavia non ha con sè nulla su cui scrivere, pertanto le si avvicina e sorridendo le chiede: "Mi scusi, gentile signorina, non avrebbe un foglio di carta?". "No guardi mi spiace... mi sono pulita anche io il culo con una manciata di foglie!".

***

Due anziane vecchiette sono ospiti di una casa di riposo, dopo un caldo giorno estivo escono in giardino per godersi il fresco della sera e fumarsi una sigaretta in pace. Improvvisamente comincia a cadere una leggera pioggia rinfrescante, una delle due con calma estrae un preservativo dalla tasca, poi con un morso ne strappa la cima e usa il resto per coprire la sigaretta. Vedendo che così l'amica può continuare la sua fumatina senza preoccuparsi della pioggia, la prima nonnina decide di provare anche lei quella semplice astuzia. Il giorno dopo si presenta così in farmacia e chiede al giovane dottorino: "Ragazzo dammi una scatola di preservativi, prego". Il farmacista è un poco stupito vista la veneranda età della donna, tuttavia pensa giustamente che non sono affari suoi, così si limita a chiedere quale marca la donna preferisca. "Figliolo, dammi quelli che vuoi, basta che non mi lascino il sapore di gomma in bocca e non si brucino se li uso troppo a lungo".

***

Salvo al ristorante con la minestra fa rumori indicibili, mastica rumorosamente la bistecca, si asciuga la bocca sulla manica, fa gargarismi col vino, termina il pasto con un fenomenale rutto e urla al cameriere che è dall'altro lato della sala: "Ragazzo, dov'è il cessooo?". Il cameriere gelido: "In fondo a destra c'è una porta con scritto 'signori'... ma non ci faccia caso".

***

Sentendo degli strani rumori provenire dalla camera da letto, Salvo corre al piano superiore e apre la porta della stanza trovando Enrica nuda sul letto, rossa in viso, sudata e ansimante. "Che cosa sta succedendo?" chiede preoccupato. "Aiutami caro, sto avendo un attacco di cuore" risponde la donna. Il poveretto si scaraventa al piano di sotto e afferra il telefono. Mentre chiama l'ambulanza arriva il figlio di cinque anni che gli dice: "Papà! Papà! Ma cosa succede? Ho visto lo zio Luchino nascondersi nel tuo armadio ed era tutto nudo!". Salvo, inferocito, sbatte giù il telefono e si precipita di nuovo di sopra. La moglie, ancora svestita, vedendolo tornare urla impaurita ma lui, senza degnarla di uno sguardo, vola verso l'armadio con violenza, lo apre e osserva allibito lo zio Luchino, completamente nudo, che cerca inutilmente di nascondersi dietro alcuni cappotti. "Non posso crederci, tu, caro zio, farmi questo!". "Ecco io... veramente... ". "Fortuna che sono arrivato in anticipo, Enrica sta avendo un attacco di cuore e tu invece di aiutarla, come un idiota, mi spaventi il bambino girando per casa svestito".

***

Salvo ed Enrica, due giovani fidanzati sono in macchina di sera. Mentre percorrono l'autostrada Salvo dice ad Enrica: "Se supero i 150 km/h ti spogli?". Enrica dice di sì e lui comincia ad accelerare. Appena il tachimetro supera i 150, lei si spoglia. Ovviamente Salvo si distrae così tanto a guardare Enrica che perde il controllo della vettura e finiscono fuori strada, capottando. La ragazza riesce a uscire dalla macchina, ma i suoi vestiti e Salvo sono intrappolati nella macchina. "Corri a chiedere aiuto!" - chiede lui. "Non posso, sono nuda!" - risponde lei. "Copriti con quella e vai a chiedere aiuto" - dice lui indicando una sua scarpa che è finita fuori dalla macchina. Enrica raccoglie la scarpa, si copre e corre fino alla vicina stazione di servizio, gridando verso il gestore: "Aiuto! Aiuto! Il mio ragazzo è rimasto intrappolato!". "Mi dispiace signorina, ma è andato a finire troppo in fondo..." risponde il gestore guardando la scarpa!

***

Salvo racconta a Luchino una sua avventura di tanto tempo fa....."Ci incontrammo, ci guardammo negli occhi, avvertimmo entrambi un incredibile trasporto, dopo un'ora eravamo a letto: ognuno nel proprio!"

***

Luchino va dal medico per sentire un suo parere: "Dottore, ho meno di 30 anni e quando mi guardo allo specchio vedo un uomo calvo dal colorito giallastro, con gli occhi spenti e i denti guasti. Che cosa ne pensa?". E il medico: "Io non lo so, ma quello che le posso dire è che la sua vista è perfetta".

***

Luchino e Salvo passeggiano in riva al mare. Il primo guardando in basso: "Oh guarda! Un gabbiano morto!". e Salvo guardando in alto: "Ah, sì? dove?".

***

Un aereo sta precipitando. Il comandante Salvo ai passeggeri: "Non preoccupatevi. Dovete solo seguire le mie istruzioni: prendete il passaporto, infilatevelo bene in bocca e stringete forte". La hostess: "Ma ha senso fargli fare tutto questo?". "Certo che ce l'ha! Sa poi il casino al momento di riconoscere le salme!".

***

Salvo, un importante produttore finanzia un film su Gesù. Assistendo a una scena nota Gesù circondato da 12 persone e chiede chi siano. "Sono i 12 apostoli" gli risponde il regista. E Salvo il produttore: "Eh, no! Questa è una grande produzione: io di apostoli ne voglio almeno 100!"

***

Luchino ha un problema: tutte le volte che si addormenta sogna uno gnomo che gli dice: "E fai pipì! E fai pipì!...". E allora lui Psssssss... si piscia sotto, a letto. Un giorno va dal dottore e gli dice: "Dottore, tutte le volte sogno uno gnomo che mi incita a pisciare, io me la faccio sotto...". E il dottore: "E lei gli dica NO, con sicurezza!". Quella notte di nuovo lo gnomo: "E fai pipì!", e lui: "NO!", e lo gnomo: "E fai pipì!", e lui: "NOO!", e lo gnomo: "E fai la pipì!!!" e Luchino: "NOOOOO!!!", e lo gnomo: "E allora vai a cagare!".

***

Durante un viaggio aereo Salvo si siede vicino di posto con una persona che dava l'idea di avere molta paura. Allora così per rompere il ghiaccio disse: come si chiama? e l'altro "Luchino"...e Salvo "È nervoso?". E lui: "Eh sì, molto". "Allora Salvo continuò è la prima volta?". e Luchino "No, sono stato nervoso altre volte".

***

Sul transatlantico Titanic il capitano dice ai passeggeri: "Ho una notizia buona e una cattiva". "Ci dica prima quella buona". "Vinceremo 11 premi Oscar".

***

Un rappresentante di vini una sera riceve una telefonata: "Ce l'ha una bottiglia di Chianti del 59? ". "Certo ". "Ma proprio del 59? ". "Certo, io le ho di tutte le annate! ". "Bene, allora se la infili dove dico io! ". Dopo di che il tipo riattacca e il rappresentante incavolato se ne va a letto bestemmiando. Dopo mezzanotte suona di nuovo il telefono: "Pronto? Qui è la stazione dei carabinieri. Per caso le ha telefonato un maniaco che le ha chiesto se aveva una bottiglia di Chianti del 59? ". E il rappresentante di vini: "Sì, certo, e mi ha anche detto 'se la infili dove dico io' !". Il brigadiere allora gli chiede: "E questo quanto tempo fa è successo? ". "Ma, circa 4 ore fa". E il tipo al telefono: "Beh, allora se la può togliere; ora è sicuramente a temperatura ambiente! ".

***

Qual è la città dove ci sono più galline? L'Aia!

***

Un tale entra in un negozio e chiede al commesso: "Gnio gnao gnero gnogno?". Il commesso, non capendo cosa voglia, si fa ripetere la richiesta, e il cliente replicando furiosamente dice: "Gnio gnao gnero gnogno!". Il commesso, rassegnato, chiama il direttore spiegandogli che non riesce a capire quello che desidera il cliente. Allora il direttore si ricorda che un altro commesso ha un simile difetto di pronuncia e dal magazzino chiama urgentemente Antonio. Questo chiede al cliente: "Gnosa gnegniniera?" e il cliente risponde: "Gnio gnao gnero gnogno". Antonio subito capisce la richiesta e dice: "Ah, gnogno!" prepara il pacchetto con lo scontrino e lo saluta. Il direttore, curioso dell'acquisto fatto, chiede ad Antonio: "Ma cosa voleva quel signore?". Antonio tranquillamente risponde: "Gnogno!", e se ne torna in magazzino.

***

Prima notte insieme...Paola: "Perché ti copri lì sotto col giornale?". Luchino: "Sai come sono i giornali... una cosa piccola la fanno diventare enorme... ".

***

È una grigia giornata d'autunno. I migliori cavalieri del regno stanno per partire per la Crociata. Uno di loro, Salvo si accomiata dal suo miglior amico Luchino: "Mia moglie è una delle donne più belle del regno. Voglio che nessuno la insidi. Pertanto, siccome tu sei il mio più caro e fidato amico, ti lascio la chiave della sua cintura di castità affinché tu la usi se io non dovessi tornare dalla Crociata". I cavalieri partono, ma non hanno fatto ancora un miglio che dalla cima della collina che sovrasta la città vedono arrivare al galoppo un uomo a cavallo. Quando questi si è avvicinato abbastanza il cavaliere nota che si tratta del suo migliore amico Luchino che con voce ancora affannata per la corsa gli grida: "Ehi, mi hai lasciato la chiave sbagliata!".

***

Luchino a Salvo..."Ho dovuto chiamare l'esorcista per i miei fiori...". "Perché?". "Erano tutti invasati...".

***

Al bar, un contadino dice: "Il mio vicino ha il gallo più pigro che si possa immaginare. Ogni mattina, puntualmente, il mio si mette a cantare per annunciare al mondo intero che sta iniziando un nuovo giorno, e quello del mio vicino si limita ad annuire, in segno d'approvazione!".

***

Luchino va dallo psichiatra: "Dottore, mi deve aiutare... è un periodo che sono sotto stress e perdo facilmente la pazienza con la gente...". "Mi parli del suo problema...". "Ma te l'ho già detto... brutto stronzo... testa di cazzo!".

***

Salvo trova la lampada di Aladino ed esprime 3 desideri: diventare famoso, lavorare una volta al mese e stare sempre in mezzo alle fighe. È diventato un TAMPAX!

***

Un prete e una suora che devono partecipare a un convegno di religiosi arrivano molto tardi presso l'albergo e trovano una sola stanza libera. Essendo molto tardi decidono di prendere ugualmente la stanza (tanto fra religiosi...). Entrano nella stanza e trovano un letto matrimoniale. Il prete decide pertanto di dormire sulla poltrona. La suora però, eccitata al pensiero di un uomo nella stanza con lei, dice: "Padre, ho molto freddo. Perché non viene qui nel letto con me?". "Va bene sorella... se è per fare un'opera buona vengo!". La suora sempre più eccitata al pensiero di un uomo nel suo letto dice al prete ammiccando: "Padre, ma io ho ancora freddo...". Il prete si alza, apre l'armadio, prende una coperta, copre la suora e si rimette a letto. La suora non demorde: "Ma padre, io ho sempre freddo. Perché non facciamo come marito e moglie?". "Allora VAFFANCULO e prenditele da sola le coperte!".

***

"Dottore, sto perdendo la memoria! Cosa mi consiglia?" "Faccia dei debiti!".

***

Luchino e Salvo due astronauti gay mangiano in un ristorante sulla luna. Uno dice: "Guarda, non è incredibile? Eccoci qui, che mangiamo in un ristorante sulla luna! Che te ne pare?". "Sì, è carino, e il cibo è decente, ma non c'è atmosfera".

***

Un dentista al suo cliente: "I soldi con cui mi ha pagato ieri erano falsi". Il cliente: "Perché i denti che mi ha messo erano veri?".

***

Felicemente concluso il primo trapianto di mano in Italia. L' unico problema è che avendo usato una mano di donna, quando il paziente fa pipì, l'arto non molla la presa...

***

I medici di un ospedale decidono di effettuare delle prove per stabilire se qualche pazzo possa essere dimesso. I matti devono tuffarsi in un bicchiere d'acqua. Si buttano tutti, tranne uno. I dottori si complimentano con il "guarito" e gli chiedono come mai non si sia voluto tuffare. Egli risponde: "Mica son matto: io non so nuotare!".

***

Luchino dall' oculista: "Dottore, faccio molta fatica ad andare di corpo!". "E io che c'entro?". "Mah, vede, ogni volta che spingo mi lacrimano gli occhi!"

***

Luchino, volendo a tutti i costi un figlio, si fa iniettare degli ormoni di scimmia nella speranza di mettere incinta la giovane e bella compagna. La cura riesce e dopo qualche mese la donna, felice, annuncia a Luchino che è in attesa di un bimbo. Arriva il giorno del parto e il padre, nervoso, passeggia nella sala d'attesa finché blocca un medico che sta passando e gli chiede: "Allora, dottore, è andato tutto bene? È maschio o femmina?". Il medico lo guarda ed esclama con tono burbero: "Beh, in effetti è andato tutto bene, ma non possiamo ancora dirle di che sesso è! Stiamo aspettando che scenda dal lampadario...".

***

Salvo si reca dal dottore per una visita di controllo. Il dottore: "Per farle degli esami accurati ho bisogno di un campione di urine, di feci, di sperma". Il paziente: "ok, posso lasciarle le mutande?".

***

La maestra chiede ai suoi scolari se sanno quale sia la cosa più veloce dell'Universo. Luchino: "Il suono, signora maestra!". La maestra: "Bravo, ma c'è qualcosa di ancora più veloce!". Giovanni: "La luce!". Maestra: "Bravo, è proprio la luce!". Sentendo ciò, Salvo perplesso si rivolge alla maestra: "Ma come? La luce? La cosa più veloce che ci sia è la merda!". Maestra: "Salvo, cosa dici!". Salvo: "Eh sì è proprio lei! Pensi che ieri sera mio nonno è andato al bagno, non ha fatto in tempo ad accendere la luce che se l'è fatta addosso!".

***

Luchino a Salvo mentre sta leggendo il giornale: "Salvo, è morto Tusi!". "Ma no è impossibile: è in ferie!". "Ma è scritto sul giornale: Incidente d'auto: 3 morti, 4 con...tusi!".

***

Filippo si reca a casa sua in compagnia di una ragazza. Lei va in bagno a prepararsi ma torna ben presto e con sguardo rammaricato spiega: "Mi dispiace caro ma ho il ciclo... ti va di bere qualcosa?". E Filippo: "Scusa! Ma per chi mi hai preso? Per Dracula?".

***

La compagna di Salvo il torero, scontenta delle sue prestazioni a letto, dice a Salvo: "Vedi Salvo, dopo ogni vittoria ti hanno dato: la coda del toro, le orecchie del toro, le corna del toro... e ogni volta, la cosa che ti serviva di più, se la sono tenuta!".

***

Salvo e Luchino si incontrano dopo molti anni. Uno è veramente mal combinato e ha un'aria depressa. "Salvo, come stai? Ti vedo depresso...". "Depresso? Ti ricordi mia moglie Enrica? Mi ha lasciato per andare con un rappresentante di commercio e mi ha vuotato il conto in banca". L'amico lo abbraccia: "Non te la prendere... in fin dei conti hai i tuoi figli...". "I figli? Mia figlia non la vedo da tre anni... mio figlio anche...". Luchino comincia a diventare imbarazzato: "Ma allora sei solo a casa?". "Casa? Quale casa?! Mi hanno sfrattato perché sono disoccupato e non pagavo l'affitto...". "Beh, direi che hai ragione a essere incazzato...". e Salvo "Incazzato... certo che lo sono... pensa che oggi un gatto nero mi stava tagliando la strada... mi ha visto ... si è fermato... e si è toccato le balle!".

***

Luchino e Salvo sono al cinema stanno guardando una scena di corse di cavalli. Il primo dice: "Punto 10 euro sul bianco". Il secondo: "OK". Luchino alla fine della scena: "Ho vinto io, comunque i soldi non li voglio perché il film l'ho già visto ieri". e Salvo: "Anch'io l'ho visto l'altro ieri". Luchino : "E allora perché hai puntato sul nero?". e Salvo: "Oggi mi sembrava più in forma!".

***

Luhino chiede a Salvo....Come si chiama uno che corre nudo in mezzo alla foresta? Robi Nud

***

Il Papa sta benedicendo tutte le persone in prima fila. Arriva da una signora molto bella con una scollatura esagerata. Allora il Papa, alza gli occhi al cielo e dice: "Gesù, pensaci tu!". E Gesù, dall'alto: "Grazie, sei un amico!".

***

Un bimbo giocava sempre col suo piccolo palloncino rosso. Dopo qualche mese, il padre, stufatosi di trovarsi il palloncino sempre tra i piedi, disse al figlio di smetterla, altrimenti gliele avrebbe date di santa ragione. Allora il bimbo cominciò a giocarci solo quando il padre non c'era. Un giorno, mentre il bimbo giocava allegramente nel corridoio, il babbo tornò a casa in anticipo. Mentre si apriva la porta, il bimbo disperato entrò in bagno e gettò il palloncino rosso nel water. Una volta entrato si diresse di corsa verso il bagno, chiuse la porta, si sedette sul water senza neppure guardarci dentro e dopo aver fatto una grossa cagata tirò un sospiro di sollievo. Dopo essersi sollevato, lanciò un'occhiata al WC e si accorse del palloncino che per l'occasione era diventato di un orrendo colore blu-marrone. L'uomo si spaventò moltissimo, pensò che facendola con tale sforzo gli fosse uscito un organo, forse il fegato, e chiamò la moglie. Quest'ultima, al vedere il supposto organo, si preoccupò anch'essa e chiamò urgentemente il medico, che arrivò poco dopo. Si diresse subito in bagno, osservò perplesso quella massa rossa e marrone e cominciò a toccarla con le sue pinzette appuntite, facendo esplodere il palloncino. Il babbo chiese al dottore cosa diavolo fosse, e questi gli rispose, pulendosi gli occhiali sporchi di merda: "Mi creda, è la prima volta che vedo una scoreggia col guscio".

***

Un tizio si presenta dal dottore per una visita completa dato che è un po' di tempo che non si sente bene. Dopo la visita il dottore si rivolge al paziente e dice: "Sono spiacente ma ho delle brutte notizie. Lei sta molto male e non le resta molto tempo". "Oh no, è terribile. Quanto tempo mi rimane?". E il dottore: "10..". E il paziente: "10 che cosa? Mesi? Settimane? Giorni?". E il medico: "9...8...7...6...".

***

La maestra in classe sta facendo lezione di anatomia. La lezione del giorno è in particolare sul sistema circolatorio. La maestra domanda: "Bambini, chi di voi è capace a disegnare un cuore?". Paolo alza subito la mano. "Bravo, Paolo! Allora vieni alla lavagna e disegna un cuore". Paolo diligentemente esegue. La maestra osserva attentamente il disegno e poi fa: "Ma Paolo... perché mai avresti disegnato un cuore con le gambe?". "Perché di notte sento sempre papà che fa alla mamma: "Vieni qui cuoricino mio... apri le gambe...".

***

Paolo ha appena imparato ad andare in bicicletta. Così mentre pedala dice alla madre: "Mamma, mamma, senza mano...". "Bravo, Paolo, bravo". Dopo poco...: "Mamma, mamma, senza piedi!". "Bravo, Paolo, bravo, ma stai attento a non cadere". A un certo punto da dietro la casa spunta Paolo che dice alla madre: "Mamma, mamma, senza denti!".

***

Che differenza c'è fra palle e coglioni? Palle sono quelle che si raccontano, coglioni sono quelli che ci credono!

***

"Mamma, mamma, a scuola dicono che sono un mostro!". "Ma no, caro, lo sai che non è vero. Ora però, da bravo, chiudi i tuoi tre occhietti e fai la nanna...".

***

Una signora è a passeggio col figlio. Incontrano una vicina, molto giovane e prosperosa. "Paolo, bacia la signora". "No, mamma". "Paolo, è un ordine". "No, mamma". "Ma insomma, perché non vuoi baciare la signora?". Perché ci ha provato ieri papà, e si è preso due sberle".

***

Quale occasione rende il cavallo arrabbiatissimo? Quando perde le staffe!!!

***

Un ubriaco bussa a un lampione. Un amico gli dice: "È inutile che bussi; non c'è nessuno dentro". E l'ubriaco: "Lo dici tu, non vedi che la luce è accesa".

***

Degli amici al bar facevano a gara per vedere chi l'aveva più lungo. E uno, due, tre, il quarto estrae una tartaruga dalla tasca e dice: "Questa è la piattola più piccola che ho...".

***

Cosa fa un morto in un campo? Il perito agrario!

***

Una coppia sta festeggiando le nozze d'argento e contemporaneamente anche i 60 anni di vita. Durante la celebrazione appare una fata e dice alla coppia: "Come premio per la vostra fedeltà di 25 anni, vorrei concedervi un desiderio a testa". La moglie entusiasta esclama: "Voglio fare un viaggio attorno al mondo con mio marito" e subito dopo che la fata ha dato un tocco con la bacchetta magica, appaiono i biglietti aerei e i voucher per gli alberghi. Il marito ci pensa un attimo, poi rivolto alla moglie: "Questo clima è molto romantico, ma questa chance c'è solo una volta nella vita, quindi scusami cara, ma il mio desiderio è di avere una moglie di 30 anni più giovane di me". La moglie rimane scioccata, ma un desiderio è un desiderio, quindi la fata lo accontenta. Dà un colpo di bacchetta e... ZAC! L'uomo diventa un novantenne! Morale: tutti gli uomini sono bastardi, ma le fate sono femmine!

***

Perché un carabiniere cambia il pannolino di suo figlio soltanto una volta al mese ? Perché c'è scritto: "Buono fino a 10 chili".

***

Il missionario al leone: "Signore, ispira al leone sentimenti cristiani". Il leone: "Signore, grazie per il cibo che mi hai inviato".

***

Un tizio si presenta alla reception di un hotel dopo aver pernottato una settimana nell'albergo. L'impiegato gli chiede: "Siete soddisfatto del nostro soggiorno?". "Purtroppo devo dire di no. Non tornerò mai più in questo albergo!". "Ma come mai?". "Tutte le volte che andavo al bagno non trovavo la carta igienica!". E l'impiegato: "Ma, signore, non avete la lingua?". "Ehhhh..., che sono contorsionista?"

***

Un paziente spiega i suoi sogni al psichiatra: "Non mi disturba se continuo a sognare in francese, quello che mi dà fastidio sono i sottotitoli in coreano!".

***

Odio gli amici, perché si vedono nel momento del bisogno e io voglio fare la cacca da solo.

***

In un manicomio un medico sta facendo il suo giro di ispezione quando scopre un paziente con l'orecchio incollato su un muro. Anche il dottore si avvicina e appoggia l'orecchio sul muro senza sentire nulla. Rimangono così per due ore, poi alla fine il dottore chiede: "Ma, non si sente nulla...". E il paziente: "Sì, lo so. Ed è così da mesi!".

***

Una bellissima signora si presenta dal dottore: "Dottore, mi è accaduta una cosa stranissima: il mio seno va in alto!". Il dottore prima si meraviglia e poi ordina alla donna di spogliarsi. "È proprio vero!". E la donna: "Ma, dottore, è una malattia grave?". "Questo non lo so, ma di sicuro è contagiosa...".

***

Tra vecchietti: "Ti ricordi, nel '42, quando eravamo militari e ci mettevano bromuro nel caffè perché non ci tirasse?". "He sì, mi ricordo... mi ricordo...". "Bè, mi sembra che cominci a fare effetto..."

***

La carta igienica non guarda in faccia a nessuno.

***

"Paolo, dimmi una parola con la doppia P". "Bottiglia". "E dov'è la doppia P?". "Nel tappo!".

***

Una suora che aveva il singhiozzo va dal medico e dice al dottore che soffre di questo disturbo che non le passa. Il dottore la visita e poi le dice: "Lei è incinta". La suora torna al convento e raccontata tutto alla Madre superiora che, il giorno seguente, si precipita dal medico: "Dottore, come ha potuto dire una cosa del genere a una suora?". E il dottore: "È stato per farle paura, in modo che il singhiozzo sparisca". E la Madre superiora: "Quello che si è preso paura è il vescovo che si è gettato dalla torre".

***

Se hai bisogno di qualcosa per scrivere, vai dai frati: loro sono... in chiostro.

***

In un frigo, reparto uova; 10 uova sono insieme, una accanto all'altra. Il primo uovo, a sinistra, guarda l'uovo più a destra di tutti e dice al suo vicino: "Ma l'hai visto l'ultimo uovo in fondo? Ha un aspetto terribile!". E il secondo uovo: "Oh, cazzo, hai ragione, è orribile!" e si gira verso il terzo uovo: "Ma hai visto che aspetto malandato ha l'ultimo uovo?". E il terzo: "Oh, mamma, ma non è possibile!" e si gira verso il quarto uovo: "Ehi, ci hai fatto caso all'aspetto di quell'ultimo uovo in fondo?". E il quarto uovo: "Cielo, che disgusto!". E così via fino all'ottavo uovo, che dice al nono: "Ma l'hai visto il tuo vicino? Non mi sembra che stia molto bene!". Il nono uovo si gira, guarda il suo vicino, si gira verso l'ottavo uovo e gli dice: "Pirla, è un kiwi!".

***

Colmo per un costruttore di damigiane: fare fiasco.

***

Due matti passeggiano in bicicletta. Dopo un po', uno dei due scende e sgonfia la ruota di dietro. "Perché l'hai fatto?" gli chiede l'altro matto. "Perché la bici era troppo alta...". L'altro allora prende il manubrio e lo gira al contrario. "E tu che fai?" gli chiede il primo. "Non ci resto più con te, me ne torno indietro!".

***

"Sono troppo sedentario" come diceva sempre Toro Seduto.

***

Un cannibale entra nella sua capanna, annusa il cibo che la moglie sta mangiando e chiede: "È per caso qualcuno che conoscevamo?".

***

Un ubriaco torna a casa la sera e traffica invano con la chiave cercando di infilarla nella serratura. La moglie dal piano di sopra lo sente e gli chiede: "Vuoi che ti butti la chiave?". "No, la chiave ce l'ho, piuttosto buttami la serratura che questa non va più bene!".

***

Come si chiama il più fortunato uomo cinese? Chon Gran Kull.

***

Una signora dal dottore: "Dottore, non ci sento più bene; ad esempio non sento più le scorregge". "Ecco la ricetta". "E con questa sentirò meglio?". E il dottore: "No, ma scorreggerà più forte!".

***

Qual è il parto più doloroso? Quello pilotato! Perché nasce con il casco!!!

***

La moglie al marito: "Sai, è un po' di tempo che mi frulla un'idea per la testa...". Il marito: "Non ti preoccupare, vedrai che presto o tardi morirà di solitudine...".

***

Un padre raccomanda alla figlia che sta uscendo con la macchina nuova: "Mi raccomando... non correre!". "Sì papà... sì". "Guarda che ti chiamo con il telefonino per stare tranquillo". "Sì, sì... papà". Alla sera la figlia rientra in orario e il padre senza dire una parola le molla due schiaffoni. La ragazza piangendo: "Ahi! Perché?". "Perché mi chiedi? Ti avrò telefonato venti volte e ogni volta la segreteria mi diceva l'utente non è raggiungibile... ma a quanto cazzo andavi?".

***

Un maggiordomo bussa alla porta della sala dove vive il conte e annuncia al nobile: "Milord, state per divenire il padre di un grazioso bambino!".

"Oh!  Wonderful, James! Vogliate informare subito Milady, please!"

***

Il Maresciallo dei carabinieri ordina all'appuntato di potare la siepe del giardino. Questi, potata la siepe, cerca di tagliare con la cesoia lo zampillo della fontana. Il maresciallo lo guarda dalla finestra e gli grida: "Che fai, non vedi: ACQUA NON POTABILE".

***

"Cameriere! Questa bistecca è una suola!". "Perché, per cinque euro voleva tutta la scarpa?"

***

Una sera, una coppia di amanti si sta divertendo, quando a un certo punto lei sente dei rumori. "Cielo, mio marito!" esclama e nasconde l'amante nell'armadio. Il marito arriva furibondo e dice di aver scoperto tutto. Dopo una serie di insulti alla moglie apre l'armadio e esclama "E lei chi è?". E l'amante: "Batman!". Il marito stupefatto: "Ma che cazzo di risposta è?". E l'amante: "E allora lei che cazzo di domande fa?".

***

Una donna dal dottore: "Dottore, ho un problema. Ogni volta che mio marito fa all'amore con me quando raggiunge l'orgasmo fa un urlo spaventoso". Il dottore: "Ma non mi sembra un gran problema". E la donna: "Sì, ma mi sveglia!".

***

Due cannibali, padre e figlio, stanno camminando per le strade del borgo turistico della loro isola in cerca del pranzo. "Papà, papà... Guarda quella donna... è così bella cicciotta... sarà sì e no 90 Kg!". E il padre: "Ma sei scemo? Tutto quel grasso, poi chi ce lo leva il colesterolo? No, no, andiamo avanti che troveremo qualche cosa di meglio". Dopo un po'... "Papà, papà, guarda quella... così alta e snella. E il padre: "Ma sei scemo? Tutte ossa. E poi la pelle fa male". Passano le due... e il cibo ancora non si vede. "Finalmente... Papà, papà, guarda quella: tutte curve, bionda, con due occhietti blu... guarda che gambe... slurp slurp...". E il padre: "Ma sei scemo? Quella la portiamo a casa e ci mangiamo la mamma!".

***

Un condannato a morte la mattina del giorno destinato è condotto nella stanza della sedia elettrica e chiede al secondino che lo accompagna: "Che cosa mi volete fare?". E il secondino: "Calma, si sieda su questa sedia che adesso la mettiamo... al corrente!".

***

Un matto è con la testa in giù, le mani sul pavimento e i piedi in aria. Un infermiere gli dice: "Bravo!". E lui: "Non è difficile stare in equilibrio. Il difficile è tenere la terra con le mani".

***

Un automobilista si avvicina a un vicino di casa un pomeriggio e gli dice: "Sono veramente spiacente, ma penso di aver investito il suo gatto. Posso sostituirlo?". Il vicino lo guarda bene e dice: "A dire la verità, dubito molto che lei sia in grado di acchiappare topi con l'abilità che aveva il mio gatto".

***

"Mamma, la liquirizia ha le zampe?". "No, Paolo!". "Allora mi sono mangiato uno scarafaggio".

***

Paolo chiede al papà: "Papà, sei certo che i padri ne sanno di più dei figli?". "Certamente, caro, è proprio cosi'". "Chi ha inventato il barometro, allora?". "Torricelli". "E allora, mi puoi dire perchè non è stato il padre di Torricelli a inventarlo?".

***

Un uomo fa alla moglie: "Sai, oggi al bar ci sarà una sfida per vedere chi ce l'ha più lungo". "Oh tesoro!" esclama lei "Non vorrai mostrarlo in pubblico?". "Ma, amore, il vincitore avrà un premio di 1000 euro!". "Non mi interessa: non voglio che lo mostri a tutti!". Il discorso si spegne così, però la sera il marito torna dal bar con 1000 euro... "Hai partecipato a quella sfida anche se io preferivo di no?". "Perdonami, cara". "...e tutti hanno potuto vedertelo?" continua lei con gli occhi umidi di lacrime... Lui la guarda fiero e fa: "No, solo quello che bastava a vincere"

***

"Paolo" - chiede la maestra in tono sarcastico - "puoi spiegarmi perché il tema che mi hai consegnato ieri è identico a quello scritto da tuo fratello l'anno scorso?". "Semplice, signora maestra... abbiamo la stessa sorella!"

***

Un contadino cammina per una strada tirandosi dietro una mucca, e curiosamente fa l'autostop! Una Ferrari si ferma e il conducente divertito offre il passaggio. Il contadino attacca la mucca dietro l'auto e si siede tranquillamente. "E la mucca ?". "Non si preoccupi, lei faccia come se niente fosse!". Perplesso il ferrarista parte e procede a passo d'uomo, ma il contadino gli dice: "Ma perché va così piano? Vada pure più forte". "Ma si è dimenticato che c'è la mucca?". "Lei non si preoccupi, faccia come se non ci fosse". La Ferrari accelera, e nonostante tutto, la mucca è sempre attaccata dietro. "Ma come mai questa macchina non va più forte?". "E poi la mucca?". "Ma non si preoccupi!". Il ferrarista, innervosito, accelera, ed a 50 Km/h guarda lo specchietto, e sbalordito constata che la mucca segue tranquilla. Accelera rabbiosamente, oltrepassa i 100 Km/h , mette la terza e... giù a tavoletta! A 230 Km/h finalmente: "Ecco! Vedo dallo specchietto che la sua mucca comincia a dare segni di stanchezza!". "Cooosa?". "Sì! Ha la lingua di fuori!". "Ma da che parte ha la lingua?". "A sinistra!". "No! Si è stufata di star dietro e mette la freccia per sorpassare!".

***

Natalino si presenta tutto agitato dallo psicanalista e senza tanti preamboli lo assale: "Dottore, la scongiuro, mi aiuti, soffro di sdoppiamento della personalità'". E il medico: "Stia calma, signore, e soprattutto non parlate tutte e due contemporaneamente!".

***

Natalino a Luca....L'altro giorno ho salvato una vecchietta da un maniaco; ho preso un sacco di botte". "Dal maniaco?". "No dalla vecchietta. Gridava: 'Fatti i fatti tuoi! Fatti i fatti tuoi!'"

***

"Anche questa è fatta" disse Natalino tirando la catena.

***

Due matti si incontrano fuori dall'ufficio postale. Uno fa all'altro "Natalino , ma che ci fai tu qui..." e Natalino : "Sai, visto che nessuno mi scrive mai, il mio dottore mi ha consigliato di spedire una lettera a me stesso... e così ho fatto". "Ma cosa ti sei scritto?" domanda l'altro. E Natalino: "E come faccio a saperlo?!? Deve ancora arrivarmi!".

***

Colmo per una donna delle pulizie: non avere uno straccio da mettersi addosso.

***

A scuola la maestra: "Paolo, dimmi una parola che inizi con la g". Paolo: "Oggi". La maestra: "Ma che dici?". Paolo: "Sì, perchè oggi è giovedì"

***

La scena si svolge in una sauna dove ci sono vari uomini, tutti completamente nudi, che stanno parlando del più e del meno. Improvvisamente suona un cellulare. Un tizio risponde e chiede: "Pronto. Chi parla?". "Pronto, caro, sono in un negozio di pellicce, ho visto una bellissima pelliccia di leopardo... Che dici, la posso comprare?". "Va bene, cara, comprala pure". Oh, grazie, amore mio. Ah, sai, passando davanti al concessionario della Ferrari ho visto l'ultimo modello: tutta rossa, interni in pelle... solo 250 mila. Non voglio abusare della tua gentilezza ma mi piacerebbe tanto". "Non c'è problema, cara, comprala pure!". "Caro, sei un vero gioiello, sono proprio felice, ti amo da morire! Grazie e a stasera". "A stasera, cara". L'uomo riattacca e riappoggia il cellulare lì vicino. Un  signore nei paraggi si complimenta con lui per la sua generosità. E il tizio, sorridendo soddisfatto: "A dir la verità questo cellulare non è il mio!"

***

"A vecchio, ammazza oh! Come te porti bene, camperai cent'anni!". Il vecchietto facendo le corna: "A 'mbecille ne ho novantanove!".

***

Durante un litigio furibondo, una signora grida al marito: "Se vuoi proprio saperlo, io ti ho sposato per i tuoi quattrini!". "Tu almeno - sospira lui - avevi una ragione!".

***

Un tizio all'amico: "Mio zio è un genio: ha preso la carrozzeria di una Mercedes, il motore di una Ferrari, le ruote di una Ford, i sedile di una Cadillac...". "E cosa ha fatto? Una nuova automobile?". "No, due anni di galera!".

***

Marito e moglie sono a letto. Il marito bacia la moglie e le chiede: " Cara, vorresti....?.La moglie risponde: " Scusa, ma ho proprio un mal di testa tremendo. Ho avuto uan giornata molto pesante e sono terribilmente stanca". Il marito dice: "Capisco, mi dispiace". La notte dopo lui ci riprova e la moglie risponde: " Mi spiace, ma ho un tremendo mal di denti". Lui dice: " Capisco, non preoccuparti". La terza notte fa un altro tentativo e questa volta la moglie urla:" Maniaco sessuale! Tre notti di fila!".

***

Conoscevo un tipo così tirchio che spegneva la luce quando sbatteva le palpebre

***

Due escursionisti in montagna sono vicini a un burrone. Il primo dice: "Qui l'anno scorso è caduta la mia guida...". "Ohhh che tragedia, mi dispiace". E il primo: "Ah non importa! Era vecchia... e mancavano anche delle pagine...".

***

Un generale si accorge che molti dei suoi soldati non sono ancora rientrati alla base. Finalmente ne arriva uno tutto di corsa e gli chiede la ragione del ritardo. Il soldato risponde: "Mi dispiace, signor Generale, ma posso spiegare. Ero a un appuntamento, e ho fatto un po' tardi. Sono corso alla fermata dell'autobus, ma l'ho perso, così ho affittato un taxi, ma si è rotto, poi ho trovato una fattoria, ho comprato un cavallo, che però è caduto a terra morto dopo un po'. Allora ho corso per 10 Km, ed eccomi qua". Il generale non è molto convinto della spiegazione, ma visto che almeno il soldato è arrivato, lascia correre. Poco dopo, un altro soldato arriva di corsa, anche lui con il fiatone. "Mi dispiace, signor Generale, ma posso spiegare. Ero a un appuntamento, e ho fatto un po' tardi. Sono corso alla fermata dell'autobus, ma l'ho perso, così ho affittato un taxi, ma si è rotto, poi ho trovato una fattoria, ho comprato un cavallo, che però è caduto a terra morto dopo un po'. Allora ho corso per 10 Km, ed eccomi qua". Anche stavolta il generale non è molto convinto, ma siccome è di buon umore non indaga oltre e lascia andare anche lui. Ma ecco che dopo un po' arriva un terzo soldato. "Mi dispiace, signor Generale, ma posso spiegare. Ero a un appuntamento, e ho fatto un po' tardi. Sono corso alla fermata dell'autobus, ma l'ho perso, così ho affittato un taxi, ma...". "Lasciami indovinare" fa il generale, "si è rotto". "No, ma per strada c'erano talmente tanti cavalli morti che ci è voluta un'eternità per passare".

***

Perché in Transilvania ci sono tante risaie? Perché il riso fa buon sangue.

***

Due postini vedono una lumaca per terra. Uno di loro la raccoglie e la butta lontano. "Perché?". "È tutto il giorno che mi segue!".

***

Un campagnolo è in treno, pallido, tremante e con l'aria agitata. Un giovanotto, nello scompartimento, gli chiede il motivo di quest'ansia. "Eh, devo andare a lavorare a Milano, ed ho una paura boia! Delinquenti, droga, sparatorie e tutte quelle cose lì". "Palle!" dice il giovanotto. "Io sto a Milano da quando sono nato, ci lavoro da sempre e non ho mai avuto problemi". E il campagnolo: "Oh, che notizia confortante! Ma lei che lavoro fa a Milano?". "Mitragliere di coda sul furgone blindato di un panettiere".

***

Pomodoro: un frutto che ha un passato davanti a sé.

***

"Dottore, sono molto preoccupata, perché mio figlio non smette di fare le sculture con la sua cacca". "Non si preoccupi, signora, fanno tutti cosi'". "Allora, mi rassicura dottore, perché sua moglie è molto preoccupata!".

***

Due uomini si sono sperduti nel deserto. Uno dice all'altro: "Devo darti due notizie: una bella e l'altra brutta! La brutta è che anche oggi mangiamo sabbia!". L'altro scoraggiato chiede: "E quella bella?". "Guarda quanta ce n'è!".

***

Il maestro fa agli alunni: "Bambini questo il compito per casa, scrivete: Il mio maestro prende 750 euro al mese di stipendio, sapendo che spende 350 euro per la casa, 300 euro per mangiare, 100 euro per spese varie e divertimenti. Domanda: Come si può fare per essere promossi?. Fatevi aiutare anche dai genitori!".

***

Perché le pecore bianche danno più latte delle pecore nere? Perché sono molto più numerose..

***

Paolo va a trovare suo nonno in campagna e gli chiede di andare a pescare insieme. Si mettono quindi a cercare nel cortile dietro casa dei vermi. A un tratto Paolo nota un vermiciattolo che sbuca dal terreno, lo afferra e lo estrae completamente dalla sua tana. Il nonno allora gli dice: "Paolo, scommetto 10 euro che non riesci a rimettere il verme nella sua tana. Paolo ci prova per un po', poi si alza, dice al nonno di aspettarlo e va dentro casa. Dopo qualche minuto ritorna con in mano una bomboletta di lacca per capelli, distende il verme, lo spruzza ben bene di lacca, aspetta qualche secondo che la lacca si asciuga... et voilà! Il verme è rigido come una matita. Paolo infila gentilmente il verme nel buco, si gira verso il nonno e tende la mano. Il nonno fa una bella risata e gli da 10 euro. Il giorno dopo Paolo ritorna dal nonno ma la porta d'ingresso è chiusa. Si mette perciò seduto fuori nella veranda ad aspettarlo. Dopo un po' il nonno esce e senza dire una parola gli mette in mano altri 10 euro. "Ma nonno, dice Paolo, i soldi me li hai già dati ieri!". "Lo so, risponde il nonno, questi sono della nonna...".

***

Una donna al marito: "Caro, sono 10 anni che siamo sposati e non mi hai mai comprato nulla...". Il marito solleva il naso dal giornale che sta leggendo e dice: "Perché? Avevi qualcosa da vendere?".

***

Re Artù affida Ginevra a Lancillotto. Quando torna li trova a letto insieme. Artù: "Ginevra, vergognati! Io che ti ho dato tutta la felicità che volevi, ti ho donato tutto quel che una donna poteva desiderare!". Ginevra piange copiosamente. Re Artù : "E tu, Lancillotto, mio prode e valoroso guerriero... MA... CAZZO! Non ti potresti fermare un attimino, ALMENO QUANDO PARLO?".

***

Una coppia da tempo sta cercando di avere un bambino. Un giorno, la moglie si rivolge fiera al marito e gli dice che va dal medico perché sente che questa è la volta buona. "Dottore, credo che questa volta sia riuscita a rimanere incinta". Il dottore la visita, le fa il test e le risponde: "No, signora, mi dispiace, è solamente aria". Allora la moglie, delusa, telefona al marito che fa il tassista, e chiama la centrale. "Per favore, mettetevi in contatto con Armidio e ditegli non sono incinta, che era solamente aria". La sera il marito torna a casa, incazzato: "Tesoro, la prossima volta non lasciare messaggi in centrale, che per tutto il pomeriggio ho ascoltato messaggi del tipo: Armidio, gonfiami la ruota; Armidio, gonfiami il pallone...".

***

Una coppia sta preparando le attrezzature per fare una grigliata il giorno dopo con gli amici, e quando il marito inizia a montare il grill, di quelli tondi col treppiede, gli viene di esclamare rivolto alla moglie, piegata di spalle: "Accidenti, cara, ma sai che è grosso come il tuo sedere ?". La moglie non dice nulla e continua con i suoi preparativi. Il marito continua a montare il grill, e quando prende in mano la cupola del coperchio non può fare a meno di appoggiarlo al sedere della moglie, chinata a pulire il pavimento, esclamando: "Hai visto? Hai visto? Il tuo sedere è giusto grosso come il grill!" La moglie fa finta di nulla, i due vanno a dormire, il marito comincia a strofinarsi contro la moglie che senza girarsi gli fa: "Non crederai mica che metta in funzione un grill così grosso per una sola misera salsiccetta?".

***

Gattaba telefona alla polizia..."Pronto, Polizia? Vorrei denunciare un furto. Poco fa sono salito in auto e ho visto che mi hanno rubato il cruscotto, il volante, la leva del cambio e tutti e tre i pedali!". Dopo dieci minuti...: "Pronto, Polizia? Sono quello di prima. Lasciate stare. Per sbaglio mi ero seduto sul sedile posteriore...".

***

Quattro chirurghi durante una pausa fra un intervento e l'altro discutono del loro lavoro. Il primo dice: "Io credo che i più facili da operare siano i bancari. Dentro di loro ogni cosa è numerata". Il secondo dice: "Io invece penso che i bibliotecari siano i più facili da operare. Quando li apri tutti i loro organi sono ordinati alfabeticamente". Il terzo dice: "Io preferisco operare gli elettricisti. Tutti i loro organi sono codificati per colore". E il quarto: "Io preferisco operare gli avvocati. Sono senza cuore, senza spina dorsale, senza fegato, e la loro testa e il loro didietro sono intercambiabili".

***

Perché Batman come prima cosa la mattina va in bagno? Perché è un pipi-strello!

***

Signor dottore, come mai io e mia moglie abbiamo avuto un figlio coi capelli rossi, mentre nessuno di noi li ha così?". "Ma voi quante volte fate l'amore?". "Una volta all'anno". "È chiaro: è la ruggine!".

***

Un tizio, anziano e malaticcio, si presenta in Vaticano alle guardie svizzere davanti alla residenza del Papa per chiedere come sta. Le guardie ovviamente gli rispondono gentilmente che il Papa sta bene. La scena si ripete tutti i giorni per settimane e settimane, finché una delle guardie incuriosita gli chiede: "Ma come mai, buon uomo, lei ha tanto a cuore la salute del Papa?". E questi risponde: "Beh, vede, non sto tanto bene e il dottore mi ha detto: niente vino, niente fumo e le donne, una a ogni morte di Papa!"

***

Quindici anni fa chiesi a una donna di sposarmi e lei mi disse di no. È uno dei ricordi più belli della mia vita

***

Durante il solito giro di visite, il dottore si avvicina a un paziente affetto da una bruttissima tosse. Gli fa togliere la canottiera e, mentre lo visita, gli fa: "Provi a tossire...." Il paziente obbedisce. Finita la visita il medico dice al paziente: "Bene, tossisce molto meglio rispetto a ieri". E il paziente: "Ci credo, mi sono allenato tutta la notte".

***

"Paola, quando finirai di essere gelosa?". "Quando tornerai a chiamarmi Antonella!"

***

Due amici si incontrano e dopo i soliti convenevoli uno chiede all'altro: "Come va con tua moglie?". "Sai, temo che mi tradisca" dice l'altro. "Ma va là, non è possibile, come fai a dirlo?". "Sai - risponde l'altro - per il mio lavoro ci trasferiamo per lunghi periodi in altre città". "E allora?". "Siamo stati due anni a Milano, tre a Napoli, quattro anni a Torino e adesso siamo qui a Palermo da un anno". "E allora?". "Sai - dice l'altro - il postino è sempre lo stesso!".

***

Qual è la pena prevista per la bigamia? Avere due suocere!!

***

Un uomo consulta il suo medico perché ha dei problemi a urinare: "Sono molto preoccupato perché ho delle perdite di urina notturne e improvvise". "È senz'altro la sua prostata. Si spogli". "Ma è proprio indispensabile?". "Certamente". "Anche le mutande?". "Certo, le devo fare un'esplorazione rettale. Si rilassi, le fa male qui?". "Senta, dottore, al punto in cui sono le nostre relazioni, credo che ci possiamo dare del tu".

***

Un uomo scopre che sua moglie lo tradisce; allora torna a casa tutto imbestialito e urla alla moglie: "Guarda che so tutto, proprio tutto". E lei: "Ah sì? Allora dimmi quando e dove è nato Giuseppe Mazzini...".

***

Un ragazzo torna a casa felice dicendo al padre: "Papà, ho trovato la donna della mia vita!". Il padre: "Sono felice per te, ma dimmi, chi è?". "È la figlia del farmacista". "Nooo... mi dispiace, devi sapere che lei... è tua sorella!". "Ma com'è possibile? Lei... tu... Nooo!". Sconvolto dalla risposta del padre il ragazzo fugge, ma col tempo lo shock è superato. Dopo un mese il ragazzo si ripresenta dal padre di nuovo felice: "Papà, ho conosciuto una donna eccezionale! È la figlia del benzinaio...". E il padre, preoccupato: "Sicuro?". "No...! Non di nuovo...nooo!". "E invece è proprio così. Sai, ero giovane...". Nuovamente col tempo il dolore passa. Dopo alcuni mesi il ragazzo torna dal padre: "Papà, mi sono innamorato di nuovo". E il padre: "Sono contento per te. Parlami di lei, chi è, dove abita?". "Questa volta l'ho conosciuta a Padova...". E il padre: "Padova?". "Sì, sta vicino al Santo. È la figlia di un militare, un ufficiale...". Il padre: "Ma porca miseria! Lo sai che ho fatto il militare a Padova? Ero l'autista del colonnello. A volte andavo a casa sua anche quando lui non c'era....". E il ragazzo: "Ma perché? Perché proprio a me?". Così distrutto da questa ennesima pugnalata al cuore il ragazzo va a piangere dalla madre: "Mammaaa, voglio farla finita!" e le racconta tutto. La madre lo consola: "Coraggio, figlio mio, perché non sei venuto prima da me?". "Ma, capisci, sono tutte mie sorelle!". E la madre: "Sì, ma lui non è mica tuo PADRE!"

***

Un contadino, seccato da continui furti di ciliegie dai suoi alberi, un giorno mette un cartello per intimorire i ladri: "Attenzione! Un albero è avvelenato". Il giorno dopo il contadino trova un altro cartello sotto al suo: "Ora sono due".

***

Tema in classe: "Un argomento a scelta descritto con non più di cento parole". Svolgimento di Paolo: "Ieri mia madre è tornata a casa con un vestito nuovo (le altre 89 parole le ha dette mio padre)".

***

Un carabiniere al collega: "Era così bellina e ora la mia auto ha un'ammaccatura che fa paura!". "Dai non ti disperare ho io la soluzione al tuo problema. Le auto moderne hanno la carrozzeria così sottile che basta soffiare nella marmitta per rimetterla in forma". "Davvero... vado a provare subito!". Così dicendo si precipita verso la sua auto e portatosi con la bocca sulla marmitta inizia a soffiare energicamente. Passa il maresciallo e molto stupito chiede: "Cosa sta facendo?". "Soffio nella marmitta per rimettere in forma l'auto che ha un'ammaccatura!". "Ma come si fa a essere così stupidi! Chiuda i finestrini no?!?".

***

Tre venditori ambulanti declamano le loro imprese: "Io sono il pù abile venditore del mondo. Ho venduto una stufa a un capo tribù nel centro Africa". Ma interviene il secondo: "Eh no, il più abile sono io, ho venduto frigoriferi a tutti gli abitanti di un villaggio di esquimesi...". Ma il terzo dice: "Mi fate un baffo, io ho venduto un orologio a cucù a un capitano dei carabinieri...". "Beh, che c'è di speciale?" esclamano gli altri. E lui: "Che insieme all'orologio gli ho anche venduto due quintali di mangime...".

***

Un uomo si sveglia in ospedale dopo un tremendo incidente automobilistico. "Dottore, dottore! Non mi sento più le gambe, è terribile". E l'infermiera: "Eh, sì: in effetti abbiamo dovuto amputarle entrambe le mani"

***

Due signori stanno parlando di una famiglia prodigiosa, uno fa all'altro: "È incredibile: pensa che il padre è stato il primo uomo a paracadutarsi da 3000 metri!". E l'amico: "Bestiale!". "Ma non è finita: la madre, si è gettatata da 5000 metri!". "Incredibile!". "La figlia, si è paracadutata da 7000 metri!". "Pauroso...". "Ma non finisce qui: il figlio di dieci anni da 9000 metri!". "Leggendario...". "Ma devi sentire questa: il figlio, il più piccolo, avrà sei o sette anni si sta preparando per paracadutarsi da 12000 metri!". E l'amico, sconcertatissimo: "Bestiale: chissà come saranno invidiosi gli altri parenti!". "Quali parenti, scusa?".

***

La sposina cerca il maritino per tutta la casa, quando si accorge che è in bagno. Allora lo chiama dalla porta: "Stai cagando amore?". E lui, seccato: "No, sto cagando cacca".

***

BUONO: spieghi il sesso alla tua bambina con i fiori e le api.... CATTIVO:lei ti interrompe di continuo.... PESSIMO: correggendoti.

***

Una vecchia signora dice al marito: "Caro, dopo tanti anni di matrimonio devo confessarti una cosa: ogni volta che facevamo l'amore pensavo a Pippo Baudo". E il marito: "Confessione per confessione: anch'io".

***

Il figlio di un carabiniere torna a casa con la pagella piena di 4. Battendo i pugni sul tavolo (knock, knock) il padre dice: "Ma sei proprio duro, non devi aver preso sicuramente da me". Al che il figlio: "Papà hanno bussato alla porta". "Tu aspetta qui: apro io"

***

Un negoziante ha dei problemi finanziari e così decide di vendere il retrobottega per realizzare un po' di soldi. Prepara un cartello con scritto: "Si vende il di dietro". La moglie, inavvertitamente, si siede sul cartello e poi esce a fare la spesa. Un passante, leggendo la scritta rimasta appiccicata sul sedere della donna, chiede: "Mi scusi, ma come mai vende il di dietro?". La donna, ignara, gli risponde: "Beh sa, sul davanti ci lavora ancora mio marito!".

***

Cosa dice una mosca davanti a un cancello? Moscavalco!

***

Hostess cerca compagno che la sappia capire al volo!

***

Corso preparatorio per neo mamme. L'istruttrice chiede a un'allieva: "Quando nascerà il suo piccolo?". "Il 20 gennaio". Poi chiede ad una seconda allieva: "E il suo quando nascerà?". "Il 20 gennaio". Chiede a una terza, poi alla quarta, e così via: "Quando nascerà il suo bimbo?". E tutte rispondono: "Il 20 gennaio". Alla fine chiede all'ultima: "Anche il suo nascerà il 20 gennaio?". E l'allieva: "No, io non sono andata alla gita aziendale".

***

Un tizio durante il carnevale arriva a una festa mascherata tutto nudo. L'usciere però lo blocca: "Guardi che questa è una festa mascherata, non una riunione di nudisti". E il tizio: "Ma io sono vestito da faro!". E l'usciere: "Ma cosa dice! Non vedo niente che mi ricordi un faro!". Allora il tizio comincia a girare su se stesso dicendo: "Guardi bene: ora lo vede, ora non lo vede, ora lo vede, ora non lo vede...".

***

Un venditore ambulante si ferma una sera in una fattoria sperduta e chiede se per favore possano ospitarlo per la notte. Il contadino è molto spiacente ma non ha camere libere. "Potrei farla dormire con mia figlia" gli dice a un tratto il contadino, "però deve promettere di non importunarla". Il venditore acconsente. Dopo una cena sostanziosa, è condotto nella sua stanza. Si spoglia nel buio, si mette a letto, sente la figlia del contadino al suo fianco. La mattina dopo chiede il conto. "Sono 10 euro perché ha diviso il letto con mia figlia", dice il contadino. "Sua figlia è stata un po' freddina" si lamenta il venditore. "Sì, lo so" dice il contadino, "la seppelliamo oggi pomeriggio".

***

"Un italiano su tre ha l'amante". "Ah. E gli altri due?". "La playstation".

***

La maestra ha finito di dettare i compiti per casa. Specifica ripetutamente quanto siano importanti e debbano essere consegnati la mattina dopo, inderogabilmente... Non saranno accettate scuse e giustificazioni. Un ragazzo che vuole fare il fighetto si alza e chiede: "È possibile essere giustificati a causa di mancanza totale di forze dovuta a continuativo rapporto sessuale?". La classe esplode in risate e quando il tumulto si seda la professoressa risponde: "Beh, non credo, in ogni caso dovrai adattarti a scrivere con l'altra mano...".

***

Paolo è un ragazzino un po' irrequieto. Va in camera e non trova alcuni suoi giochi preferiti. Chiama la mamma e chiede: "Mamma, hai visto i miei giochi?". E la mamma gli risponde: "Sì Paolo, li ho buttati nella spazzatura perché erano vecchi". Il giorno dopo la mamma cerca la nonna, non la trova e chiede al figlio: "Paolo, hai visto la nonna?". E Paolo: "Sì, mamma, l'ho buttata nella spazzatura perché era vecchia!".

***

A.A.A. Scambio suocera per serpente. Pago la differenza..

***

Un signore entra in un negozio e dice alla commessa: "Signorina, vorrei fare un regalo a mia moglie". La commessa: "Sarebbe interessato a della biancheria intima molto molto sexy?". "Certo, ma prima vorrei sbrigare il regalo per mia moglie"

***

Una signora ha un raffreddore persistente e resistente a tutti i trattamenti provati, quindi decide di recarsi dal suo medico per un'ennesima volta: "Dottore, tutti i suoi medicinali non sono serviti a nulla, mi dica cosa posso fare!". "A questo punto l'unico rimedio è che lei faccia un bel bagno freddo e che poi senza asciugarsi si metta sul balcone di sera". "E questo mi farà passare il raffreddore?". "No, però le verrà una polmonite e quella sì che la so curare!"

***

Due pesci rossi in una boccia. "Mamma, cos'è un angolo?".

***

Cosa fa un ginocchio sullo scivolo? Rotula..

***

Riddle chiede a Gattaba: "Cosa ti piace di più di me: la mia bellezza, la mia profonda intelligenza o la mia sincerità?". E Gattaba: "Il tuo senso dell'umorismo, cara!"

***

"Sono molto indeciso - dice un giovane a un amico - non so se sposare una bella ragazza di cui sono innamorato o la vedova stagionata e piena di soldi che ho conosciuto al mare". "Io non avrei dubbi - risponde l'amico - sposerei la ragazza. L'amore è la cosa più importante della vita, l'unica che possa darti la felicità". "Mi hai convinto". "Bene. Adesso ti dispiace darmi il numero di telefono della vedova?".

***

A scopo di beneficenza viene organizzata una partita tra l'Arma dei Carabinieri e la Polizia. Il campo scelto si trova vicino a una ferrovia. Poco dopo l'inizio della partita passa un treno e fischia fortissimo. I giocatori della Polizia, pensando che la partita sia finita, se ne vanno via. Dopo circa mezz'ora segnano i Carabinieri.

***

"Allora, domenica prossima facciamo la solita partita alle tre?". "No, mi dispiace, domenica mi sposo, dobbiamo rinviarla, facciamo verso le cinque?".

***

Un commerciante è molto preoccupato perché gli affari vanno molto male e racconta i suoi problemi a un amico: "Sai, ormai le cose vanno proprio male. Soldi non ne entrano più. Questa settimana poi... Hai presente quel mio negozio di elettrodomestici? Ebbene, lunedì è entrato un solo cliente, martedì addirittura nessuno, mercoledì è stato ancora peggio...". "E come poteva andare peggio?" ribatte l'altro. "Mercoledì è tornato il cliente del lunedì e mi ha riportato il televisore che aveva comprato!".

***

Due persone robuste, cercando di uscire contemporaneamente dall'ascensore, si incastrano nella porta. Il primo fa al secondo: "Ruoti, faccia da perno". E il secondo, stizzito, risponde: "Ruoti lei, faccia da culo!".

***

Il parroco indica il maresciallo durante la predica: "E lei, signor maresciallo... è un soldato nell'esercito del Signore?". Il maresciallo, sentendosi al centro dell'attenzione, deglutisce e con un po' di ansia risponde: "S... sì... signore, lo sono!". "E allora perché la vediamo a messa soltanto a Natale?". "Ci crederebbe se le dicessi che sono nel servizio segreto?".

***

Allo zoo un bambino vede una cicogna le si avvicina leggermente e le sussura: "Ti ricordi di me?"

***

Tra bambini: "Io sogno di guadagnare 200 mila euro al mese come il mio papà...". "Perché, il tuo papà guadagna 200 mila euro al mese?". "No, anche lui se lo sogna!".

***

Una signora si reca ogni giorno al cimitero a trovare il marito scomparso. Mentre sta sulla tomba a pregare vede un'altra vedova che arriva alla tomba vicino alla sua, ci piscia sopra e se ne va. La stessa cosa succede per svariati giorni al che a un certo punto decide di fermarla e chiederle se in questo modo non le sembrava di mancare di rispetto al marito. La vedova risponde: "Forse ha ragione ma io piango da dove mi manca!".

***

Il professore di Anatomia allo studente di medicina: "In quante parti si divide il cranio?". Lo studente: "Dipende dall'intensità del colpo!"

***

Due giovani sposi passeggiano, abbracciati, al chiaro di luna. A un certo punto, lei, contemplando il cielo costellato di stelle, fa dolcemente: "Dove sarà mai, caro, l'Orsa Maggiore?". E lui: "Ti prego, tesoro! È una serata troppo bella: non ricominciamo a parlare di tua madre!".

***

Ecologia: Mangiatevi un castoro! Salverete un albero!

***

Il figlio va dal papà e gli chiede: "Papà, da dove vengo?". "Bene figlio - comincia il papà chiaramente impacciato - Sai... il papà ha un piccolo seme...". E per mezz'ora spiega al figlio, attentissimo, come funziona tutto il processo riproduttivo. Finalmente alla fine il figlio lo guarda con fare serissimo e risponde: "Ho capito papà!". "Ma perché mi hai fatto questa domanda proprio adesso?". "È che Giovanni mi ha detto che veniva da Verona...".

***

"Pietro, che ore sono?". "Le quattro". Un'ora dopo: "Pietro, che ore sono?". "Le cinque". Un'ora dopo: "Pietro, che ore sono?". "Le sei". "Pietro, che ore...". "A Franco... l'ergastolo! C'hanno dato l'ergastolo!".

***

Colmo per un facchino: avere un peso sullo stomaco.

***

Come si chiama l'insegnante di storia dei pesci? Storione.

***

"Mamma, il babbo mi ha dato un morso". "Quante volte te l'ho detto di non avvicinarti alla gabbia!".

***

Marco e Laura si sono conosciuti per la prima volta in spiaggia. Si guardano, s'innamorano e presto si sposano. Nella prima notte della luna di miele Marco dice a Laura: "Tesoro, da ora in poi ti chiamerò Eva". "Perché?". "Perché sei la mia prima donna".

"Bene... benissimo, allora io ti chiamerò Peugeot". "Perché?". "Perché sei il numero 3008!".

***

"Papà, papà... ma cosa succede se prendono uno che ha fatto una rapina?". "Zitto e corri!"

***

Una giovane sposina telefona alla madre: "Mamma, io e Carlo abbiamo litigato!". "Oh, cara com'è romantico... è il vostro primo litigio...". "Si', mamma... ma ora col cadavere che ci faccio?".

***

Un ragazzo vanitoso continua a rimirare le sue doti allo specchio ma all'altezza del "cavallo" vede che c'è qualcosa che non va: "Oddio, ho un testicolo blu!". Va dal medico che drasticamente decide di eliminare la parte malata. Il giorno dopo questo ragazzo si guarda allo specchio: "Vabbè, anche senza un testicolo sono ugualmente un gran figo, ma... cosa vedo, anche l'altro testicolo è diventato blu, arrgghh!". Va ancora dal medico che, prontamente, zac, taglia anche l'altro. Passa una settimana e, superato lo choc, ritorna davanti all'amato specchio: "Ma quanto son bello, ma quanto son figo... ma... noooo... anche lui è blu!". Arriva terrorizzato dal dottore: "Non mi tagli anche quello, per favore, è possibile che non ci sia una cura?". No, via anche il quello che viene sostituito da una protesi. Il medico riceve una telefonata tre giorni dopo: "Dottore, dottore, anche la protesi è bluuuu". "Ma, scusa, ragazzo mio, non è che i tuoi jeans macchiano?".

***

"Dottore, mi fa male il fegato". "Beh, non lo mangi!"

***

Un avvocato particolarmente convincente è riuscito far assolvere il suo assistito che aveva ucciso sua madre, sua moglie e sua sorella. Prima che l'imputato esca, il presidente gli dice: "Poiché lei ha ancora un padre, non mi rimane che dire: A presto!".

***

Una donna è a letto con il suo amante, quando sente arrivare il marito. Mentre lui apre la porta, lei cosparge di vaselina l'amante e lo ricopre di borotalco, dicendogli di mettersi in un angolo e fare finta di essere una statua. "Cos'è questo?" - chiede il marito entrando in camera da letto. "Oh, è solo una statua" - risponde la moglie con nonchalance - "I nostri vicini, i signori Rossi, hanno comprato una statua per la loro camera da letto, mi è piaciuta così tanto che anche io ne ho voluta una...". Nient'altro viene aggiunto sulla statua, e infine marito e moglie vanno a letto. Verso le due di notte il marito si alza, va in cucina e ritorna nella camera da letto con un panino e un bicchiere di latte. "Tieni" - dice alla "statua" - "Mangia qualcosa... Io sono stato in quelle condizioni come un idiota per tre giorni dai signori Rossi e nessuno si è neanche preoccupato di portarmi un bicchiere d'acqua...".

***

Un boscaiolo entra in un negozio specializzato in abiti per boscaioli e chiede al commesso: "Vorrei un vestito per andare a tagliare la legna ". "Che taglia? ". "La legna, no? ".

***

Due soci d'affari sono molto amici. Uno dei due un giorno si sente male, si stende per terra e sente che sta per morire. Con un filo di voce dice all'amico: "Bruno, prima di morire devo confessarti due cose: in questi ultimi anni ho fatto moltissime volte l'amore con tua moglie e con tua figlia Carla. A parte questo sono diversi anni che rubo soldi dalla ditta...". E Bruno: "Non ti preoccupare e non pensarci più! Sono io che ho messo l'arsenico nel tuo Martini".

***

Perché i carabinieri quando si rompe l'auto sparano al motore? Per non far soffrire i cavalli.

***

Uno psichiatra sta conducendo una terapia di gruppo con alcune giovani madri e inizia a fare le sue osservazioni. A una madre dice: "Cara Mary, tu sei ossessionata dal cibo. Infatti hai chiamato tua figlia Candy". Poi si rivolge a una seconda mamma: "E tu sei ossessionata dal denaro, come denota il nome di tua figlia, Penny". Poi dice a una terza mamma: "La tua ossessione é l'alcool, visto che il nome di tuo figlio è Brandy". Al che la quarta madre si alza, prende per mano suo figlio e gli sussurra: "Andiamocene di qui, Dick".

***

Un angioletto si rivolge a Dio: "Signore, hanno scoperto i codici del genoma umano". E Dio: "Maledetti hacker, devo cambiare la password".

***

Nel cortile della caserma, il capitano sta passando in rassegna la compagnia schierata. Si ferma davanti a un nuovo arruolato: "E tu, come ti chiami?". Poi rivolto alla compagnia: "E che nessuno suggerisca, per favore!".

***

Una coppia in viaggio di nozze è appena entrata nella hall di un albergo di lusso, quando una stupenda bionda si avvicina allo sposo, gli sorride radiosa, lo abbraccia strettamente, lo bacia appassionatamente, e quindi se ne va ancheggiando. Silenzio di ghiaccio, poi lei si riprende e chiede con stizza: "Ma chi era quella strega?". E lui con aria assente: "Calma, cara! Avrò già abbastanza problemi a spiegare a lei chi sei tu!".

***

Conoscevo un verme a cui piaceva il fai-da-te. Lo chiamavano Lombricolage..

***

In un piccolo villaggio viveva una vecchia signora che, nonostante la sua età, era ancora vergine. Ed era anche molto orgogliosa di esserlo. Vicino alla fine dei suoi giorni chiese all'impresario funebre locale di mettere la seguente iscrizione sulla sua pietra tombale: "Nata vergine, vissuta vergine, morta vergine". Non molto tempo dopo, la vecchia domestica morì e l'impresario funebre ordinò ai suoi operai di preparare l'iscrizione tombale come aveva ordinato la signora. Ma questi per pigrizia, avendo trovato l'iscrizione troppo lunga, semplicemente scrissero: "Restituita non aperta".

***

Un ragazzo si presenta all'ufficio anagrafe e chiede: "Vorrei rinnovare la mia carta d'identità". "Bene, ha portato la vecchia?". E il giovane: "Certo! Nonna, vieni, che vogliono anche te!".

***

Un signore sta percorrendo una strada residenziale, quando vede in un giardino un bambino che gioca a scacchi con un cane. Poiché è un fatto alquanto insolito, il signore si ferma a guardare i due che giocano. Dopo 5 minuti, il cane fa scacco-matto. Così il signore dice: "Hai davvero un cane intelligente!". Il bambino gli risponde: "Non tanto... questa è la prima volta che vince".

***

Colmo per un fotografo: procedere per obiettivi!!

***

Cambiare il pannolino a un bambino è come aprire il regalo di una vecchia zia: non sai esattamente che cosa c'è dentro ma sei sicuro che non ti piacerà.

***

Io e mio marito abbiamo divorziato per differenze religiose. Lui pensava di essere Dio e io no.

***

Signora: "Pronto? È lei che ha salvato il mio bambino che stava annegando?". "Sì, signora, sono io". "... e il cappellino dove l'ha messo?".

***

Una coppia inglese è nel proprio tinello e squilla il telefono. Risponde il marito: "Pronto? Sì? Cosa vuole che ne sappia! Telefoni alla polizia stradale!". La moglie chiede chi fosse. E il marito: "Mah, un tipo che chiedeva se la via era libera...".

***

Un tizio, non sentendosi molto bene, si reca da un dottore, anzi, potendoselo permettere, va da uno dei più importanti e famosi luminari di medicina e gli racconta: "Dottore, da qualche tempo non mi sento affatto bene; sono stanco, ho mal di testa, non ho appetito, ho nausea, ecc". Il dottore lo visita attentamente e alla fine gli dice: "Non si preoccupi; non c'è nulla di grave. Lei ha solo bisogno di aria pura. Vada in vacanza in montagna in mezzo ai boschi e vedrà che tutti i suoi sintomi spariranno". E il tizio: "Ma è sicuro, dottore?". "Certo, non ho dubbi!". "Ma insisto, dottore, è proprio sicuro?". E il dottore: "Ma certo, glielo ripeto. Sono sicuro. In fondo ho un'esperienza da dottore di più di 20 anni!". E il tizio: "Beh, vede, dottore, io faccio il boscaiolo da più di 30 anni!"

***

Tra bambini: "Io sogno di guadagnare 200 mila euro al mese come il mio papà...". "Perché, il tuo papà guadagna 200 mila euro al mese?". "No, anche lui se lo sogna!".

***

Al circo, entrano i clown nella pista e cominciano il loro numero di lazzi e capriole, con grande successo di pubblico; tutti si divertono e battono le mani tranne un tizio in prima fila con l'aria leggermente schifata. Dopo un po' il tizio commenta ad alta voce: "Che cosa triste dover fare il buffone per tutta la vita!". E un clown risponde: "Perché non fa come me? Io lo faccio solo due volte al giorno!".

***

"Dottore, mio marito mi trascura; vorrei farlo tornare come un toro". "Bene si spogli!". "Ma dottore, che dice?". "Signora se vuole far tornare suo marito come un toro, incominciamo dalle corna!".

***

Mi sono sempre chiesto perché sia stata inventata la suocera. Ora credo di averlo finalmente capito: è perché il diavolo non può stare dappertutto.

***

"Mamma, mamma, non mi va di mangiare gli spaghetti al sugo!". "Zitto o ti sfilo le vene anche dall'altro braccio!"

***

"So che hai litigato con tua moglie. Com'è finita?". "Sapessi, è venuta da me in ginocchio". "Ah, sì? E che cosa ha detto?". "Vieni fuori da sotto il letto, vigliacco!".

***

Stefania sta viaggiando con la sua auto a 150 km all'ora. All'improvviso vede un cartello con scritto: "Rallentare: 80 km". - E va bene... - pensa, e rallenta un po'. Dopo una trentina di km ne trova un altro con scritto: "Rallentare: 50 km". Allora, un po' stizzita, solleva ancora un po' il piede dall'acceleratore. Percorre ancora una ventina di km e si trova davanti un altro cartello: "Rallentare: 30 km". - Che cosa!?... Va beh, rallento altrimenti mi danno la multa...- dice tra sè. Le altre auto, nel frattempo, la sorpassano a gran velocità e a ogni sorpasso Stefania viene coperta di insulti. Ma riesce a mantenere la calma. Dopo un po' vede un altro cartello: "Rallentare: 10km". Stefania, ormai all'esasperazione, rallenta ancora e continua per la sua strada per circa un'ora, finché incontra l'ennesimo cartello, sul quale è scritto a caratteri cubitali: "BENVENUTI A RALLENTARE".

***

Luca e Stefania si incontrano e Luca dice a Stefania: "Pensavo che fossi in vacanza in campagna. Come mai sei tornata così presto?". Stefania spiega: "Dunque, il primo giorno che ero là è morta una delle anatre e quella sera la moglie del fattore mi ha cucinato zuppa d'anatra per cena. Il giorno seguente è morta una delle mucche e lei mi ha cucinato del roastbeef". "Continuo a non capire perchè sei tornata così presto dalla tua vacanza" dice Luca. "Vedi, il terzo giorno è morto il nonno del fattore..."

***

Il re di un ricco paese deve sposare la sua bellissima figlia e decide così di fare un concorso aperto a tutti. Otterrà la sua mano chi si presenterà a corte con le più belle palline da ping pong! Il giorno della scelta, il re apre la finestra della camera e vede una fila lunghissima di baldi giovani; così incomincia a visitarli uno a uno. Al primo: "Oh, ma che bellissimo paio di palline in oro. Bravissimo". Al secondo: "Wow, un paio di palline da ping pong tutte tempestate di rubini e pietre preziose!". Al terzo: "Che fantastico paio di palline di avorio lavorato a mano". E cosi' via. L'ultimo è un uomo tutto sporco, stracciato, le faccia graffiata, il petto livido, i capelli per aria, le unghie lunghe.. con in mano due palline rosa e pelose. "Cazzo, ma ti sembrano due palline da ping pong queste?". E quello: "Ahhhhh PING PONG, avevo capito KING KONG!"

***

Un signore va dal barbiere per farsi radere. Mentre il barbiere gli mette la schiuma, il signore gli fa notare come sia difficile rasare la zona delle guance. Il barbiere gli risponde: "Esiste una soluzione" e gli passa una pallina legnosa "Basta che tenga questa in bocca tra la guancia e i denti!". Il cliente mette in bocca la pallina e il barbiere inizia a raderlo perfettamente. Dopo un po' il cliente fa: "Scusi, cosa succede se per errore la inghiottisco?". "Nulla" risponde il barbiere "basta che me la restituisca l'indomani come fanno tutti gli altri!!"

***

Un'albicocca va a pescare sul molo. Arrivano due nespole e chiedono: "Pesca?". "No! Albicocca!".

***

Cos'è un matrimonio? È una addizione di due esseri, una sottrazione di divertimento, una moltiplicazione di guai e un eventuale divisione.

***

Cosa fanno sul ring i pugili dilettanti? Si danno botte da... hobby!

***

Gli amici invitano Paolo ad andare a giocare a golf, e si danno appuntamento per sabato mattina alle dieci. "D'accordo - esclama Paolo - ma probabilmente arriverò dieci minuti dopo". Il sabato mattina, invece, Paolo arriva puntualissimo alle dieci, gioca con la mano sinistra e vince. Il venerdì seguente, la scena si ripete, e ancora Paolo dice che probabilmente l'indomani sarebbe arrivato dieci minuti dopo. Invece, arriva puntualissimo, questa volta gioca con la destra e vince ancora. E così altre volte, sempre con l'avviso che sarebbe arrivato dieci minuti dopo, invece arriva puntualissimo, gioca con la destra o con la sinistra, e vince. Finchè un sabato gli amici, incuriositi, gli chiedono: "Ma insomma, Paolo, ci dici sempre che arrivi dieci minuti dopo e invece arrivi puntuale. Come mai?". "Beh... - replica Paolo - ... io sono molto superstizioso. Quando mi sveglio, il sabato, osservo mia moglie che mi dorme accanto. Se dorme sul lato destro, gioco con la destra, se invece dorme sul lato sinistro, allora gioco con la sinistra". "Si ma, Paolo, e quando tua moglie dorme sulla schiena?". "Beh, in quel caso... arrivo dieci minuti dopo".

***

Il padre di Pierino viene chiamato dalla maestra che incazzatissima urla: "Passi pure che suo figlio sia convinto che la seconda guerra mondiale l'abbiano vinta i tedeschi, ma per 3 a 1 mi sembra troppo!"

***

Tre pipistrelli dormono in una grotta. Ad un certo punto uno si sveglia e ne vede uno che dorme in piedi e non appeso al soffitto. Così sveglia il terzo e gli fa: "Hey guarda... hai visto? Secondo te come mai sta così?". E l'altro: "Mah! Che sia svenuto?"

***

Qual è l'animale più stupido? Il moscerino, pensate che nelle strade ci sono due corsie di marcia separate e lui va sempre contromano.

***

Un postino di paese, un uomo semplice e lavoratore, come ogni giorno fa le sue consegne. Ad aiutarlo nel suo lavoro una vecchia bicicletta un po' scassata, ma utile e dal grande valore affettivo; purtroppo ad ogni consegna la ruota della fedele bicicletta deve essere gonfiata.... gonfia una volta, gonfia 2 volte, il postino era ormai abituato. Dopo l'ultima consegna il postino si gira e non trova più il suo mezzo di trasporto. Disperato scoppia in lacrime e comincia a vagare per il paese in cerca dello stronzo che gli ha rubato la bici! Con gli occhi rossi dal pianto incrocia il solito corteo funebre, la solita povera nonnina schiattata nel sonno, un uomo credendolo un parente gli sussurra: "Su, non faccia così era vecchia!". E il postino: "ERA VECCHIA SÌ, MA CON 2 POMPATE LA FACEVO CAMMINARE!".

***

I lavori per la costruzione di una casa stanno andando per le lunghe. Il proprietario, allora, si rivolge, risentito, all'ingegnere che dirige il cantiere: "Quanto ci vuole? Ma lo sa che Dio in sei giorni ha creato il mondo?". "Certo che lo so, signore. Ma, come vede, ora sta andando a pezzi!".

***

Come si fa a riconoscere un carabiniere in montagna sulle piste innevate? Semplice, è l'unico che mangia il salame e butta la pelle al... gatto delle nevi.

***

Una donna entra in cucina e vede suo marito che si aggira con in mano un ammazzamosche. Allora chiede: "Cosa stai facendo?". Marito: "Ammazzo le mosche!". Moglie: "Come procede?". Marito: "Ho già ucciso 3 mosche maschi e 2 mosche femmine!". La moglie un pò stranita dall'affermazione chiede: "Come fai a sapere di che sesso erano?". Marito: "Tre erano sulle lattine della birra e due sul telefono!".

***

Una mattina una donna, dopo essersi svegliata, dice al marito: "Caro, ho sognato che per San Valentino mi regalavi una collana di perle. Che cosa pensi voglia dire?". "Lo saprai stasera" le dice il marito. La sera il marito torna a casa con un pacchetto che dà alla moglie. Lei, eccitata e felice lo apre e... trova un libro intitolato: "Il Significato dei Sogni".

***

In un grande magazzino una signora sta cercando un vestito per l'inverno. Passando fra i vari reparti getta l'occhio alle etichette dei vestiti esposti: 50% lana, 70% lana, 100% lana... A un tratto ne vede uno marcato "200% lana". Allora si rivolge subito alla commessa e le chiede: "Mi scusi, cosa c'è scritto su questa etichetta?". E la ragazza tranquillamente: "200% lana". "E a lei sembra normale?". "Certo!". "Ah, sì, e come può essere possibile che un abito sia composto al 200% di lana?". "Beh, secondo me probabilmente la pecora conduceva una doppia vita...".

***

Qual è la differenza tra un avvocato disonesto e uno onesto? Il secondo è disoccupato.

***

Mia moglie si lamenta che non l'ascolto mai... o qualcosa del genere

***

Un giorno Paolo torna a casa e chiede alla mamma: "Mamma, il nonno è un meccanico?". La mamma perplessa per la domanda risponde: "Certo che no!". E Paolo ribatte: "E allora cosa ci fa sotto l'autobus?"

***

Una ragazza non si sente molto bene e decide di andare dal dottore. Mentre aspetta in sala d'attesa, una suora esce dallo studio del dottore con un aspetto molto affranto e disperato. Appena entrata dal dottore gli dice: "Ho appena visto una suora uscire dal suo studio con una cera terribile. Mai visto una donna con un aspetto così terribile". E il dottore le risponde: "Le ho appena detto che è incinta". E la donna: "Oh... ma lo è veramente?". "Beh, no, ma così è guarita dal singhiozzo".

***

Qual è l'animale che dopo morto gira molte volte su se stesso? Il pollo arrosto.

***

Un tipo entra in un negozio di abbigliamento. Il commesso gli chiede: "Il signore desidera?". "Vorrei una camicia di forza...". "Ma lei è matto!". "Ma come ha fatto a indovinare?".

***

La hostess si avvicina a un signore che si sta lamentando ad alta voce sull'aereo. "Che succede?" chiede. "Voglio lamentarmi di questa linea aerea! Ogni volta che volo mi danno sempre lo stesso posto da cui non riesco a vedere i film e senza la possibilità di schermare il finestrino per dormire!". La hostess sospira e fa: "Capitano, per favore, taccia e si prepari a questo fottuto atterraggio!".

***

Durante una trasmissione televisiva, a un paracadutista viene rivolta questa domanda: "Quanti lanci dall'aeroplano occorre superare per ottenere il brevetto?". "Tutti" è la risposta.

***

Tre leoni stanno cacciando. Passo dopo passo si avvicinano a una gazzella, lentamente, lentamente, senza far rumore... Ma improvvisamente la gazzella alza la testa, annusa l'aria e scappa via. I tre leoni si guardano in faccia e uno chiede: "Allora? Chi è stato a fare la scoreggia?".

***

Ventidue giocatori, 2 allenatori, 10 riserve, 1arbitro, 2 guardalinee, il quarto uomo, centomila spettatori, 8 cameramen, 2 telecronisti, almeno cento giornalisti sportivi, e questo colombo giusto me doveva beccare?

***

Un tipo a una festa sente uno che dice alla moglie: "Mi passi lo zucchero, dolcezza?" e anche: "Mi passi il miele, zucchero?". Pensa: "Che bello!" e così la mattina dopo, con la propria consorte mentre stanno facendo colazione, le dice: "Mi passi la pancetta, maiala!".

***

Due carabinieri: "Sai cos'è quella cosa che la gente comune può permettersi con uno stipendio e noi no?". "No, non saprei. Cos'è?". "Un paio di stivali! E sai cos'è quella cosa che la gente comune può permettersi con due stipendi e noi no?". Sempre più incuriosito: "No, non so neanche questa. Cos'è?". "Due paia di stivali! E sai qual è quell'animale grosso grosso, con due orecchie grandi e due zanne di avorio?". "Stavolta non mi freghi! Sono tre paia di stivali!".

***

Un tizio sta guidando nella campagna desolata, quando si accorge di essersi perso. Allora si ferma ad una casa di campagna, suona alla porta e gli viene ad aprire una vecchia contadina a cui chiede le informazioni di cui ha bisogno: "Mi scusi, sto cercando la casa dei signori Tizi che dovrebbero abitare da queste parti". "Mi dispiace, non li conosco" dice la vecchia. Allora l'uomo, sconsolato, ritorna in macchina e riparte. Ha appena fatto 50 metri che vede nello specchietto retrovisore la vecchina che urla e gli viene incontro. Allora il tizio fa un'inversione a U e va incontro alla vecchina. Quando la raggiunge questa gli dice: "Ho chiesto anche a mio marito... e anche lui ha detto che non li conosce".

***

Un vecchietto in un ospizio è molto orgoglioso dell'aspetto che ha in relazione alla sua età. Un giorno chiede a un amico: "Mario, secondo te quanti anni ho?". Mario lo guarda e fa: "Io direi ottantuno... ottantadue!". "No... ne ho ben novantacinque!". "Accidenti, te li porti veramente bene!". Dopo aver ringraziato Mario, tutto contento il vecchietto va a chiedere un altro parere ad un'altra ospite della casa di riposo: "Rosa, secondo te quanti anni ho?". "Beh... ti dovresti tirare giù i pantaloni!". "In che senso?". "Nel senso di slacciarli e tirarli giù!". Il vecchietto, di molto incuriosito, si tira giù le braghe. La donna gli prende in mano le palle, le soppesa, gli dà una schiacciatina e poi esclama: "Hai novantacinque anni!". "Perbacco Rosa! Ma come hai fatto ad indovinarlo?". "Ho sentito che lo dicevi a Mario poco fa...".

***

Lui: "Leggo nei tuoi occhi che mi ami". Lei: "Analfabeta!".

***

10 modi per coprire il rumore di un peto 1. Tossire forte al momento della botta 2. Spostare la sedia facendola strisciare per terra 3. Alzare la radio e dire: "Bella questa canzone, senti la rullata" 4. Cominciare a battere le mani sul tavolo 5. Ridere sguaiatamente alla minima battuta 6. Chiedere a tutti di farvi sentire la suoneria del telefonino 7. Mettersi a correre sbattendo i tacchi 8. Stringere fortemente le natiche, rilasciandole lentamente (questo metodo non ha alcuna garanzia di riuscita) 9. Sfidare tutti a riprodurre il rumore vero di una scoreggia con qualsiasi mezzo, vincerete! 10. Girarsi in un angolo e fiammeggiarla, tutti vi chiederanno cos'era, ma diventerete un mito.

***

Un tizio con la sua auto è in giro per le colline della Maremma. Sente il motore che balbetta un po', si ferma, e guarda dentro al cofano: "Sarà la testata?". A quel punto sente una voce alle sue spalle: "È lo spinterogeno!". Si gira spaventato, ma nulla. Solo un cavallo pascola lì vicino. Si china sul motore e continua ad osservarlo: "Sarà qualche fascia dei cilindri?". Di nuovo la voce : "È lo spinterogeno!". Si rigira di scatto e sorpreso nota che il cavallo ha parlato! Allora si mette a correre a rotta di collo e, arrivato al primo bar, dice al barista: "Bisogna avvisare i giornali, la TV... una cosa incredibile! Mentre controllavo il motore della mia auto guasta ho sentito una voce che diceva: "È lo spinterogeno!". Mi sono girato e ho visto un animale che parlava!". Un vecchietto lì vicino gli chiede: "Cos'era? Un cavallo?". "Sì! Un cavallo!". E il vecchietto: "Con una stella bianca in fronte?". "Sì!... Sì! Proprio lui!". E il vecchietto: "Ma quello lì non capisce un cazzo di motori!".

***

Dal barbiere: "Quanto costa il taglio dei capelli?". Il barbiere: "20 euro". "E il taglio della barba?". "10 euro". "Allora, mi sbarbi la testa".

***

Due maiali entrano in un ristorante e si siedono a un tavolo. Arriva il camerire che dice loro: "No, no. Vi dovete accomodare a un tavolo senza sedie". "E perché?" chiedono i due maiali. E il cameriere: "Beh, non potete fare i porci comodi!".

***

Un leprotto viene investito da un trattore. Si sta ancora riassestando dopo la botta che un toro si avvicina e lo deride: "Ma come, nonostante le orecchie che ti ritrovi non l'hai sentito arrivare?". "E tu allora - ribatte il leprotto - che, nonostante le palle che ti ritrovi, hai le corna?"

***

Come si chiama il primo cittadino di Trento? Trentuno.

***

Un esploratore deve recarsi in visita in un accampamento di beduini nel bel mezzo del deserto. Parte con la sua jeep ma dopo alcune ore si perde: scende dal mezzo ormai senza benzina e inizia a camminare... Dopo giorni di incessante cammino e dopo aver finito tutte le scorte d'acqua, stremato, inizia a strisciare sulla sabbia preso da una febbre incredibile per via degli stenti: ora inizia anche a sentire delle voci in lontananza: "Mike, se ti vuoi salvare... TAGLIATI UNA GAMBA!". Ormai preso dall'istinto di sopravvivenza, prende il macete e si taglia via la gamba destra. Continua a strisciare e poco dopo: "Mike, se ti vuoi salvare... TAGLIATI L'ALTRA GAMBA!". Prende il macete e ZACK! Via l'altra gamba. Poco dopo: "Mike, se ti vuoi salvare... TAGLIATI UN BRACCIO!". ZACK! Via il braccio sinistro. Altri pochi metri e: "Mike, se ti vuoi salvare... TAGLIATI L'ALTRO BRACCIO!". E l'esploratore: "Ma come faccio, come faccio...? Ma... aspetta... IO NON MI CHIAMO MIKE!".

***

Il chirurgo al paziente: "Mi spiace molto, ma dobbiamo operarla di nuovo. Ho dimenticato un guanto di gomma nel suo stomaco". E il paziente: "Perché rifare tutto quel lavoro, dottore? Eccole 5 euro e se ne compri un paio nuovi".

***

Un aereo sta volando da Milano a Roma quando si sente il capitano all'interfono: "Signore e signori, è il vostro capitano che vi sta parlando. Questo è il volo AZ293. Stiamo volando da Milano a Roma, siamo a 8000 metri di altitudine, il tempo è buono, l'arrivo previsto e alle ore 20.35... OH MIO DIO!". Seguono alcuni minuti di silenzio e poi di nuovo la voce del capitano all'interfono: "Signore e signori, mi scuso se poco fa vi ho fatto preoccupare, ma mentre parlavo la hostess mi ha fatto cadere sui pantaloni una tazza di caffè bollente che mi ha ustionato. Dovreste vedere come si è ridotto il davanti dei miei pantaloni!". E un passeggero, rivolto al vicino: "Beh, dovrebbe vedere lui come è ridotto il didietro dei miei!"

***

"Papà, papà, non mi piace il tennis...". "Zitto, Paolo, e RIMBALZA!"

***

Coppia Moderna. La moglie tornando a casa dopo una dura giornata di lavoro trova il marito che le sta facendo le corna con un'amica. A quel punto tra lo stupito e l'incredulo esclama: "E adesso come la mettiamo?". Il marito interrompendo l'azione per un istante: "Non ne ho proprio idea, le abbiamo già provate tutte..."

***

Gesù e San Pietro percorrono annoiati in Ferrari le vie della città quando San Pietro dice: "Maestro, guarda, lì c'è Lazzaro". "Ah, bene, adesso gli facciamo prendere un bello spavento!". Detto e fatto, Gesù accelera e investe il povero Lazzaro che viene scaraventato violentemente a terra. Gesù frena e retrocede fino al corpo esanime, abbassa il finestrino e dice: "Lazzaro, alzati e cammina!" ma il cadavere rimane immobile. "Lazzaro, alzati e cammina!" ma non ottiene alcun risultato. Gesù, un po' preoccupato, scende dall'auto e si avvicina al morto, lo osserva e ritorna di corsa all'auto, gridando: "Pietro, andiamocene di qui, presto! Quello non è Lazzaro!".

***

Tra due amiche: "Tuo marito è sempre geloso senza motivo?". "No!". "Non è più geloso?". "Sì, lo è sempre. Ma adesso almeno ha dei buoni motivi per esserlo!".

***

Un tizio, nel viottolo di accesso di casa sua, sta pulendo il giardino quando vede la sua bella e biondissima vicina andare alla cassetta delle lettere, aprirla, darle un'occhiata e richiuderla subito dopo, evidentemente contrariata. Poco dopo la ragazza esce nuovamente di casa, guarda nella cassetta delle lettere, la richiude con un colpo e rientra arrabbiatissima in casa. Alla terza volta il tizio le si avvicina e chiede: "Qualcosa non va?". "Tutto" - dice la biondona - "Quel maledetto computer continua a dirmi che è arrivata della posta!".

***

Cosa succede se un elefante si siede sulla tua macchina? Ti tocca comprare una macchina nuova.

***

"Cameriere! Questo lo chiamate brodo di pollo? Ma si rende conto che prende in giro i clienti?". "A dir la verità, signore, è brodo di pollo molto giovane, giovanissimo: è l'acqua in cui facciamo bollire le uova sode...".

***

La signora Maria incontra la signora Lucia all'uscita dal supermercato: "E suo marito come va?". "Oh, sono molto agitata. È all'ospedale e mi hanno detto che ha 3 mesi al massimo!". "Oh poverina, mi dispiace. Dev'essere dura...". "Oh certo che sì... ha già un mese di ritardo!".

***

"Perché sei seccato?". "Perché mi sono bagnato!"

***

Il dottore al paziente: "Ho una cattiva notizia per lei: ha una brutta malattia". "E si può guarire?". "Temo di no". "Che debbo fare?". "Provi con i bagni di fango". "E posso guarire?". "No, ma si abituerà alla terra...!".

***

Come si chiama il più famoso dentista giapponese? Tekuro Nakarie.

***

Simone ed una tipa conosciuta ad una serata tecno decidono di fare l'amore. A un certo punto lui fa a lei: "Lo sai che è morto il sindaco?". E lei: "... ma che c'entra adesso?". Lui: "Beh, se continui a pulirti il sedere col giornale...".

***

Simone entra all'ufficio postale con un secchio da muratore pieno di impasto bianco. Chiede un modulo e inizia a compilarlo. Il direttore lo vede e gli chiede: "Cosa fa con quel secchio?". "Sa, sul modulo c'è scritto firmare in calce!".

***

Simone il ganzo....: "Da te o da me?". Lei: "Tutti e due. Tu da te e io da me".

***

Un prete decide di prendersi un pappagallo da tenere in casa, così si reca in un negozio di animali e dice al negoziante: "Buongiorno, vorrei comprare un pappagallo ". "Guardi, ho quello che fa per lei; vede questo è un bellissimo pappagallo ...". "Sì, beh vedo, ma non vorrei fosse uno di quei pappagalli che dicono le parolacce...". "No, anzi, come può notare le due cordicelle che ha legate alle zampe, se tira quella di destra il pappagallo recita l'Ave Maria, mentre se tira quella di sinistra recita il Padre Nostro.". "E se le tiro contemporaneamente tutte e due ?". E il pappagallo : "Vado a culo per terra, brutta testa di cazzo!".

***

Nella vetrina di un farmacista c'è una bottiglia con un gran cartello: "Prodotto eccezionale! Vi farà ritornare subito giovani!". Passano Enrico e Luchino ormai anziani. "Hai sentito?" fa Enrico tutto interessato "Dice che quella roba fa ritornare giovani di volata!". "Magari!" risponde Luchino. Entrano nella farmacia e comprano il flacone. Si siedono su una panchina e iniziano a bere il prodotto. Passano cinque minuti e Luchino inizia a urlare: "Ecco, funziona! Sono tornato proprio come un bimbo!". "Perché, cos'è successo?". "Mi sono cacato addosso!".

***

Enrico e Luchino, due contadini vissuti sempre in campagna, un bel giorno decidono di andare a vedere il nuovo supermercato appena aperto in città. Quando entrano Enrico esclama stupefatto: "Guarda, Luchino, guarda quanta roba!". Entrano nel reparto dedicato all'agricoltura: "Guarda, cibo vitaminizzato per maiali!". Enrico: "Dai, compriamolo e vediamo come va". Entrano nel reparto elettrodomestici: "Guarda, lavatrice automatica che lava e asciuga!". Enrico: "Dai, compriamola e vediamo come va". Entrano nel reparto articoli sanitari: "Guarda il nuovo spazzolone per il cesso!". Enrico: "Dai, compriamolo e vediamo come va". Qualche giorno dopo, incontrandosi per la strada, Enrico chiede: "Ciao Luchino, dimmi, l'hai provato il cibo vitaminizzato per maiali?". E Luchino: "Certo, va benissimo, i maiali sono diventati belli grassi!". Enrico: "Anche i miei. E l'hai provata la lavatrice automatica che lava e asciuga?". Luchino: "Certo, è molto comoda, mia moglie è felice di non dover più fare il bucato a mano". Enrico: "Anche mia moglie. E l'hai provato il nuovo spazzolone per il cesso?". E Luchino: "Mah, ti dirò.... Forse sono all'antica, ma preferisco la carta igienica!".

***

Luchino il postino deve recapitare una lettera molto importante in una villetta al cui ingresso c'è un cartello: "Attenzione, pappagallo cattivo". Un po' perplesso Luchino il postino pensa: "Ma cosa potrà mai fare un pappagallo... mah" ed entra senza paura. Una volta dentro il giardino, sente la voce del pappagallo che dice: "Prendilo Bobby!!"

***

Enrico va dal dottore: "Dottore, non mi sento bene. Eppure faccio una vita molto regolare: mi alzo come un gallo, lavoro come un bue, mangio come un lupo, vado a letto come una gallina, dormo come un ghiro. Insomma dottore, che cos'ho?". Il dottore: "Ma io non saprei, però ora la mando per una consulenza dal veterinario!".

***

Luchino : "Hai sentito che hanno inventato un deodorante invisibile?". Enrico: "No... e a che serve?". Luchino: "Se lo usi, scompari e nessuno sa da dove arriva la puzza...".

***

Un vicino si reca a casa di un amico taccagno e lo trova interno a togliere la carta da parati dai muri: "Accidenti! Finalmente diamo una rinfrescatina alla stanza". "No, trasloco!".

***

Doping: la moglie di un ciclista torna dall'orto in giardino con un pomodoro di due chili nel cestino: "Tesoro, sarebbe ora che smettessi di pisciare nell'orto...".

***

Paolo torna a casa triste e avvilito. "Paolo cosa ti succede?" gli domanda preoccupata la madre. "Mamma... tutti a scuola mi chiamano Rambo!". La madre: "Non ti preoccupare Paolo. Domani andrò a parlare con le maestre!". Paolo con aria seria: "No mamma... questa è la mia guerra!".

***

Anche i miei erano poveri. Quando a 10 anni ho chiesto per regalo i mattoncini del LEGO mio padre mi ha mandato a fare il manovale da muratore.

***

"Ah no! Anche oggi uova al tegamino. Le odio! Le odio! Le odio!" dice il marito infuriato in preda a una crisi isterica. "Ma come - replica la moglie - è da quando ci siamo sposati che le mangi tutti i giorni e non ti sei mai lamentato...".

***

"Pronto? C'è Marco?". "No. Non ancora". "Non sa quando arriverà?". "E chi lo sa! Può essere domani, tra una settimana, tra un mese, tra dieci anni...". "Ma scusi, con chi sto parlando?". "Con il guardiano del cimitero!".

***

Due amici si incontrano, uno domanda all'altro: "Tu credi alla vita dopo la morte?". "No, io non ci credo e tu?". "Io non ci credevo, ma adesso sì, da quando è morta mia moglie, ho ricominciato a vivere...".

***

Una tartaruga, mentre sta rientrando a casa dopo essere stata al bar, è aggredita da tre lumache. Più tardi, quando va a fare la sua deposizione alla Polizia, l'ispettore le chiede: "Allora ci può dire come sono andati i fatti?". E la tartaruga: "Mi dispiace, ma tutto si è svolto così in fretta...".

***

Marco il contadino sta arando il suo campo e vi sta gettando le sementi quando una gallina andandogli dietro se le mangia tutte. Irritato da tale comportamento le tira un calcio nel sedere, per cui la gallina torna nell'aia ed entra nella stalla andando a piangere sulla spalla della mucca: "Ma guarda che riconoscenza! Mi rompo il culo da mesi per dargli delle magnifiche uova e guarda come mi tratta!". E la mucca: "Ma che ti lamenti? Guarda a me! Sono anni che mi strizza le tette e mai un bacino sulla bocca!".

***

Marco la prima notte di nozze va in bagno per rinfrescarsi. È esausto e mancando l'acqua ha l'idea geniale di ricorrere al latte del frigo bar. Laura lo scopre proprio mentre infila la punta del pene in un bicchiere di latte e gli dice: "È il primo che vedo che si ricarica come una stilografica".

***

Marco una mattina scopre che lo stallone, forse per saltare una staccionata, si è procurato una grossa ferita a una zampa anteriore. Visto che la ferita sanguinava in abbondanza e, non sapendo come arrestare l'emorragia, pensa bene di prendere in prestito un assorbente della moglie e di tamponare alla meno peggio con quello. L'indomani, avendo notato che l'assorbente aveva funzionato, si reca in farmacia per acquistarne una confezione: "Buongiorno, vorrei una scatola di assorbenti". "Sì, di che misura?". "Mah... mi servono per un taglio di trenta centimetri...".

***

Marco annuncia a Laura: "Ci sono! Abbiamo già la fortuna in tasca!". "Sarebbe a dire?". "Sono riuscito a incrociare un pisello salterino con un cetriolo!". "E qual è il risultato di quest'incrocio?". "Il primo vibratore al mondo a essere interamente ecologico!".

***

Marco a Luca "Ieri, alle corse, mi è successo un fatto incredibile. Stavo allacciandomi una scarpa ed ero chinato, quando un fantino molto miope mi ha gettato addosso una sella". "Oh! E tu cosa hai fatto?". "Cosa vuoi che facessi senza allenamento! Sono arrivato ultimo!".

***

Marco vede un ubriaco in terra vicino all'ingresso di un bar che borbotta: "Non è possibile... non lo sapevo...". Marco si ferma e gli domanda: "Amico cosa c'è?". "Non so... ho appena scoperto di essere Cristo". "Ma che dici... Sei proprio ubriaco!". "Non ci credi? Entra con me nel bar". L'ubriaco si alza barcollando ed entra nel bar con Marco . Il barman appena lo vede esclama: "Cristo! Sei di nuovo qui?".

***

Luca a Marco......"Perché sei scappato dalla sala operatoria prima dell'intervento?". "Perché l'infermiera diceva: coraggio, non si preoccupi, è un'operazione facile...". "E questo non ti ha tranquillizzato?". "Il fatto è che parlava con il chirurgo!".

***

Marco si reca dal dottore per una visita di controllo. Il dottore: "Per farle degli esami accurati ho bisogno di un campione di urine, di feci, di sperma". e Marco: "Forse è meglio se le lascio le mutande".

***

Come si fa a far impazzire Marco? È semplice: basta dirgli: "Ma va là, vieni qua!".

***

Cos'è marrone e nero e sta bene addosso a un avvocato? Un dobermann.

***

Un ragazzo dice al suo migliore amico: "Con ieri sera fanno due volte che al ritorno dal lavoro trovo mia moglie tra le braccia di un altro. Non so più cosa fare... hai qualche idea?". E l'amico: "Hai provato a fare delle ore di straordinario?".

***

Campionato dell'Universo delle Religioni di boxe. Finalissima: Gesù contro Budda. La folla incita, cristiani da una parte e buddisti dall'altra. Inizia il match. Budda al gong mette all'angolo Gesù, inizia a picchiarlo a sangue, sinistro, destro, gancio... Gesù a terra in dieci secondi. Il match è vinto, Budda esulta. Gesù si trascina al suo angolo malconcio, finito. San Pietro si avvicina e gli fa: "Cazzo però... va bene pure perdere la finale, ma così no!". E Gesù di rimando: "Sì, è vero, ne ho prese tante, ma vedessi come ci è rimasto male quando l'ho perdonato!".

***

Perché Dio ha creato Adamo prima di Eva? Per dargli la possibilità di dire qualcosa.

***

Un giorno un poveraccio, con gli abiti tutti stracciati, dopo aver passato in rassegna diverse osterie ed essersi ubriacato, si reca ai mercati generali e dicendo a un operaio che ogni ubriaco ha un senso molto più sviluppato degli altri, lo distoglie dal suo lavoro e gli frega un'anguilla che si infila in tasca. Dopo un po' che passeggia per la città gli viene voglia di fare pipì, si tira giù la lampo e, siccome si trova anche con le tasche rotte, estrae l'arnese e comincia a scrollarlo, a incitarlo, a fargli complimenti. A un certo punto abbassa lo sguardo e dice stupito: "Che fossi bello lo sapevo ma quei due occhietti azzurri in punta non li avevo mai visti".

***

"Sono veramente in pensiero. È tutto il giorno che vedo dei puntini luminosi". "Hai visto l'oculista?". "Ma che oculista! Ti dico che vedo dei puntini luminosi!".

***

Ciò che dice la donna: Questo posto fa schifo! Forza! Tu ed io dobbiamo pulire! La tua roba è buttata in giro sul pavimento e resterai senza vestiti puliti se non li portiamo immediatamente in lavanderia! Ciò che sente l'uomo: "bla, bla, bla, bla, FORZA... bla, bla, bla, bla, TU ED IO... bla, bla, bla, bla, SUL PAVIMENTO... bla, bla, bla, bla, SENZA VESTITI... bla, bla, bla, bla, IMMEDIATAMENTE!

***

Un povero carabiniere è coinvolto in un grave incidente automobilistico nel quale riporta così tante fratture che all'ospedale sono costretti a fargli un'ingessatura totale. Essendo impossibilitato ad aprire la bocca e a ingerire qualsiasi sostanza, deve essere alimentato esclusivamente per via rettale tramite un tubo. Il giorno del suo compleanno un'infermiera, impietosita dal suo stato, decide di dargli un po' di caffè attraverso il tubo. Mentre lo sta versando il carabiniere prende a urlare: "MMMMMMMHHHHHH... UUUUHHHHH!". L'infermiera si avvicina all'apertura della bocca: "Che c'è? È troppo caldo?". Il carabiniere con un filo di voce tra i denti serrati: "No... lo prendo senza zucchero!".

***

Suona il telefono. Risponde la cameriera. "È lei Carmen?". "Sì, dica...". "Può dire alla signora che questa sera non rientrerò a dormire a casa?". "Va bene... da parte di chi?".

***

La mamma manda il papà a fare il bagnetto al neonato. Dopo un po', non udendo alcun rumore, va a vedere come se la cava il neo paparino e lo vede che sta tenendo il bebè per le orecchie dentro l'acqua. "Ma caro che fai? Così annega!". "Eh, ma se non lo tengo così mi scotto le mani".

***

Al telefono: "Dottore, dottore, mia suocera è stata morsa dal mio serpente!". Il dottore interviene: "Ma scusi forse non lo sa, ma io sono veterinario!". "Infatti è il serpente che è svenuto!"

***

Che differenza c'è tra le donne e Windows? Nessuna: entrambi ti riempiono la testa di informazioni inutili e ti chiedono conferma mille volte quando vuoi fare qualcosa.

***

Paolo: "Papà, ma che occhi grandi che hai... ma che faccia rossa che hai... che orecchie rosse che hai... che puzza che fai...". "Ah, insomma, Paolo, neanche in bagno si può stare in pace!".

***

Un tale si reca dall'andrologo per sottoporsi alle analisi di fertilità. Il dottore lo tranquillizza e poi gli dà una provetta dicendogli di andare a casa e di riempirla: "Domani me la riporta cosi facciamo le analisi". L'indomani l'uomo torna allo studio del dottore tutto sconvolto. "Allora fatto tutto?". "Macché dottore! Ho fatto come lei mi ha detto sono tornato a casa, sono andato in bagno, e ho provato con la mano destra ... niente ... allora ho provato con la sinistra ... niente ... ho riprovato con la destra ... ancora niente! Allora ho chiamato mia moglie, ha provato lei con la destra... niente... con la sinistra... niente... le ho detto di provare con la bocca... niente... Allora disperati abbiamo deciso di chiedere aiuto alla nostra cameriera, le lascio immaginare l'imbarazzo, e lei ha accettato di aiutarci ha provato con la destra... niente... ha provato con la sinistra... niente... è arrivata a provare con la bocca anche lei... niente... disperate mia moglie e lei ci hanno provato insieme... niente... Dottore ma come si apre questa provetta?".

***

Alcune formiche stanno giocando a calcio sul fondo di un bicchiere. Una di esse le incita: "Forza! Se vinciamo, l'anno prossimo giochiamo in coppa".

***

Un papà esce di casa con suo figlio adolescente per andare a fare la spesa in un supermarket. Mentre girano tra gli scaffali il ragazzo chiama suo padre e gli domanda: "Papà, cosa sono questi?" e il padre un po' imbarazzato risponde: "Profilattici, servono ad avere rapporti sessuali sicuri". Il figlio, per approfondire l'argomento domanda: "Perché ci sono tre tipi di confezioni, da 3, da 6 e da 12 pezzi?". E il padre risponde: "Sai figliolo, quando andavo alle superiori io compravo la confezione da 3 e li usavo tutti alla domenica. Dopo, quando sono andato all'università ho iniziato a comprare quella da 6 pezzi, li usavo nel fine settimana...". E il figlio: "E quella da 12?". E il padre: "Quella l'hanno fatta apposta per gli sposati, uno al mese..."

***

Un tizio pieno di debiti sta meditando il suicidio. Il suo più caro amico tenta, invano, di dissuaderlo. Insieme, discutendo, arrivano alla scogliera. Poi, l'aspirante suicida si lega il masso intorno al collo, bacia l'amico e si lancia. Tocca l'acqua e l'amico lo vede riemergere e annaspare furiosamente, mentre grida: "Tirami fuori, presto! Aiutami!". Subito lo aiuta a uscire dall'acqua, lo abbraccia piangendo ed esclama: "Che bello, hai cambiato idea!". "No, è che là sotto c'è un tizio al quale devo 100 mila euro".

***

A una festa una ragazza e un ragazzo si incontrano e cominciano a parlare. Lei sente che tra di loro c'è un certo feeling. A fine serata lui la invita ad andare a casa sua e lei accetta. Arrivati sul posto, lui le fa visitare l'appartamento. Lei nota con stupore che nella stanza da letto ci sono diverse mensole (larghe quanto il muro) riempite di pupazzetti di peluche. Dei piccoli orsetti su quella più bassa, dei pupazzetti di taglia media su quella centrale e peluche enormi sulla mensola più alta. La ragazza è molto sorpresa di vedere questa strana collezione e allo stesso tempo ne deduce che il ragazzo deve avere una grande sensibilità e tutto questo le fa molta tenerezza. A questo punto, lei si gira, lo prende tra le sue braccia, lo bacia e fanno l'amore come ricci durante tutta la notte. Al mattino, lei si sveglia, lo guarda e gli dice: "Allora? Contento?". Lui ci pensa un attimo, la guarda e le dice: "Non c'è male! Puoi prendere uno dei premi che si trovano sulla mensola centrale".

***

Perché gli elefanti nella foresta si muovono tutti in gruppo ben serrato? Perché è quello di mezzo che ha la radio! E perché anche i rinoceronti si muovono tutti in gruppo ben serrato? Per far credere agli elefanti che anche loro hanno la radio!

***

Uno senza tetto è convocato all'ufficio tasse. All'ingresso incontra un signore che sta uscendo tutto disperato: "Mi hanno tolto tutto! Non ho più nulla!". Il senza tetto entra tranquillo pensando che tanto, non possedendo nulla, non gli possono togliere nulla. Poco dopo esce dall'ufficio nudo con due cerotti, uno sul sedere e uno sugli occhi gridando: "Mi hanno tolto il gas e la luce!".

***

Due bambini parlano: "Dimmi, voi pure pregate prima di mangiare?". "No, mia madre cucina bene!".

***

Che cosa sarebbe successo se ci fossero state tre sagge donne invece che tre saggi uomini? Avrebbero chiesto per la direzione arrivando in tempo e non in ritardo, avrebbero aiutato il bambinello a nascere, avrebbero pulito la stalla, fatto da mangiare e portato regali più pratici come i pannolini!

***

Leggi della stampante: 1) La prima volta non funziona; 2) Probabilmente non funzionerà neanche la seconda; 3) Non appena ti allontani dalla stampante, la carta si accartoccia.

***

In una strada molto affollata un distinto signore è intento a fare un prelievo al bancomat quando, improvvisamente, viene aggredito da uno sconosciuto che per rapinarlo gli rifila una coltellata nell'addome. L'uomo stramazza a terra sanguinante invocando aiuto. Per primo interviene un avvocato che gli dice: "Questa è senza dubbio una rapina a mano armata con lesioni volontarie! Se mi lascia un acconto potrei difenderla!". Allora si avvicina un medico che, guardando in malo modo l'avvocato dice allo sventurato: "Questa è certamente una ferita da taglio! Inoltre quel sangue che esce a zampilli indica un'emorragia arteriosa... la aiuterei... ma non ho nemmeno i guanti e sa... con queste malattie in giro...". Nel frattempo è accorso un sociologo che incomincia a inveire contro i bancomat e il sistema bancario fincé arriva uno psicologo che apostrofa tutti: "Ma siete tutti degli insensibili! Non vi rendete conto che bisogna immediatamente aiutare CHI HA FATTO QUESTO!".

***

Un distinto vecchietto inglese sta facendo lentamente manovra con la sua Rolls nell'ultimo posto rimasto nell'area di parcheggio, quando una velocissima spider rossa si insinua nello spazio occupando il parcheggio prima della Rolls. Saltando la portiera un giovanotto scende dalla spider dicendo al vecchietto: "Mi scusi, nonno, ma bisogna essere giovani e scattanti per fare quello che ho fatto io". Il vecchietto con flemma tutta inglese ingrana la retromarcia e schiaccia l'auto sportiva riducendola a un ammasso di ferro vecchio. Quindi si rivolge al ragazzo e gli dice: "Mi scusi, giovanotto, ma bisogna essere vecchi e ricchi per fare quello che ho fatto io!".

***

La vita è bella come un albero di Natale. Peccato che ci sia sempre qualcuno che rompe le palle...

***

Come fai a vedere la differenza tra i veri regali che gli uomini ti fanno e quelli fatti solo per senso di colpa? I regali fatti per senso di colpa sono i più belli.

***

Un turista in montagna: "Mi scusi, come si chiama quella montagna?". "Quale?". "E quella laggiù?"

***

Tra amici: "Pensa Paolo, sono sposato da trent'anni e amo sempre la stessa donna!". "È meraviglioso". "Certo, ma se lo sapesse mia moglie mi ucciderebbe!".

***

Due amici si incontrano e cominciano una conversazione: "Antonio, sai cosa significa metempsicosi?". "Mai sentita. Cos'è?". "Te lo spiego con un esempio, così capisci meglio: facciamo finta che tu muoia, ti seppelliscono, il tuo corpo imputridisce e feconda la terra, nasce l'erbetta, passa una mucca che la mangia, va un poco più avanti e fa un bisognino... Io passo da lì lo vedo e dico: "Ciao Antonio! Come ti sei ridotto!". Antonio ci resta un po' male ma no lo dà a vedere e dice: "Uhm, interessante. Vediamo se ho capito bene, Giorgio. Ora te la ripeto: facciamo finta, Giorgio, che tu muoia, ti seppelliscono, il tuo corpo imputridisce e feconda la terra, nasce l'erbetta, passa una mucca che la mangia e che, più avanti, fa il bisognino. Passo io lo vedo e dico: "Giorgio! Sei rimasto tale e quale!".

***

Un cacciatore muore e va in cielo. Dio, per punirlo dei delitti venatori, lo rimanda sulla terra con le sembianze di una lepre. Un giorno, si ritrova davanti a un cacciatore che sta per impallinarlo: "Non mi spari, la scongiuro! So che lei non mi crederà, ma io, prima, non ero una lepre come ora mi vede ma un cacciatore come lei!". Il cacciatore lo guarda e, puntandogli la canna del fucile tra gli occhi, dice: "No, no, guardi che io le credo per davvero! Il problema e che io, prima, ero una lepre".

***

Piansi per lei quando compresi l'errore. Se ne andò senza parlare ma capii subito che mi sarei pentito. Non avrei dovuto lasciarla andare: che scoreggia!

***

Una donna va dal dottore per una visita medica. Dopo averla auscultata il dottore le parla: "Ascolti, sarò franco con lei: soffre di blennorrhoea". "Blennorrhoea? Cos'è?". "Ehm... ecco... Viene dal greco...". "Il porco, lo sapevo che non dovevo fidarmi!".

***

Gesù dopo aver assolto l'adultera dice la fatidica frase: "Chi è senza peccato scagli la prima pietra". A quel punto parte un sasso che centra in fronte l'adultera. E Gesù: "Insomma, mamma, quante volte ti devo dire di non seguirmi!".

***

Il primario passa pomposamente davanti ai letti dei degenti seguito dal codazzo degli assistenti e dettando le sue indicazioni: "Al ventisei domani lo screening completo, al ventisette rx del torace, al ventotto... al ventotto niente... è morto". "Scusi professore" - geme timidamente il paziente del letto ventotto - "Guardi che io sono ancora vivo...". E uno degli assistenti: "Zitto lei! Che vuol saperne più del primario?".

***

Due vecchiette conversano amabilmente sedute in giardino quando una di queste nota il gatto di casa che agitatissimo corre sul terrazzo, salta sull'albero, entra in una casa, scende nel giardino di un'altra casa, sale sul tetto di un'altra ancora... e dice: "Che strano il tuo gatto sta correndo come un pazzo!". "Eh sì... ha saputo che domani lo faccio castrare e sta disdicendo tutti gli appuntamenti!".

***

Carabinieri: "Ieri ho fatto un esame e mi hanno bocciato". "E con che voto?". "Rh negativo!"

***

Un cane insegue un gatto che si nasconde in un buco. Dopo un po' il cane fa: "Miaooo, miaooo", il gatto esce e il cane se lo mangia ed esclama: "Al giorno d'oggi se non sai almeno due lingue non mangi!".

***

Due indiani e un cow-boy stanno camminando nel deserto, quando, improvvisamente uno dei due Indiani, vede una caverna. Con tre balzi arriva davanti all'imboccatura, porta le mani alla bocca e: "Woooooo!.....Woooooo!" poi si pone in ascolto di un qualche suono proveniente dall'interno e dopo poco: "Wooooo!... Woooooo!". Al che il pellerossa si strappa i pantaloni e si fionda dentro come un ossesso. Il cowboy, attonito, guarda l'imboccatura della caverna, nera e inquietante, poi guarda l'altro Indiano e fa: "Ma il tuo amico è deficiente o cosa ?". "Hi... calma... calma... devi sapere che questa per noi è la stagione degli amori ed è usanza appunto presentarsi davanti a una grande caverna, urlare e aspettare la risposta che se arriva sta a significare che, dentro, c'è "lei" che ci sta aspettando". Non ha nemmeno finito di parlare che il giovane, adocchiata un'altra caverna, ripete la scena: veloce arrampicata, urlo, risposta, strappo dei pantaloni e fuga verso l'interno. Il cowboy passato lo sgomento iniziale comincia a riflettere su tutta la faccenda e un dubbio si insinua nella sua mente: e se fosse tutto vero... doveva verificare la cosa. Girovagando per il deserto, ormai solo, intravede davanti a sè l'imboccatura di una enorme caverna. Davanti all'imponenza di questa comincia a pensare: "Se quei due mammalucchi si sono scaravoltati dentro come mufloni in quelle due caverne colla speranza di trovarci chissachè, io checcazzo ci troverò qui dentro... Ok facciamo la prova del nove: "Woooooo! Wooooooo!". Dopodichè si mette in attesa con l'orecchio teso: "WOO-O-O.....WOO-OO-OO.....WOO-O-OO". Una risposta potente non c'è che dire, la patta del cowboy aumenta a vista d'occhio, al che, vinto dal richiamo della carne il pistolero si straccia via tutti i vestiti e si fionda come un invasato dentro la caverna. Il giorno dopo sul quotidiano locale si legge a caratteri cubitali: "COWBOY COMPLETAMENTE NUDO SI SPALMA CONTRO IL TRENO MERCI PER TUCSON!".

***

Un ragazzo e la sua fidanzata entrano in un negozio di abbigliamento e lei vuole provare una camicia. "Amore ma secondo te questa camicia mi ingrassa?". E lui: "Ma perché amo', t'aavoi magna'?".

***

Ieri mi ero appartato in macchina con una mia amica. Era notte e i finestrini erano appannati. A un certo punto bussano alla portiera, tiro giù per qualche centimetro il vetro del finestrino e vedo la faccia di un carabiniere che mi dice: "Cosa sta facendo?". Per nulla intimorito gli dico: "Sto facendo l'amore". E lui: "Non lo sa che è proibito? C'è una multa di 200 euro!". A quel punto la mia ragazza esclama: "Però, un po' salata come multa! ". E il carabiniere: "Ah, siete in due! Allora la multa è di 400 euro!".

***

Un distinto signore entra in un ristorante e si mette a sedere. Subito arriva il cameriere che gli porge il menù. Ma il signore risponde: "No grazie, mi porti la forchetta". Il cameriere, un po' stupito, gli porta la forchetta e il signore dopo una rapida annusata riesce a riconoscere tutti i primi contenuti nella lista solo dall' odore e ne ordina uno. Al momento di ordinare il secondo il cameriere riporta il menù, ma il signore rifiuta e chiede il coltello. Con la stessa precisione di prima indovina tutti i secondi e ne sceglie uno. Il cameriere allora va in cucina e dice alla cuoca: "Maria, di là c'è uno che indovina il menù solamente annusando le posate pulite". E lei: "Dammi il cucchiaino per il dolce che gli facciamo un bello scherzo". Detto questo prende il cucchiaino e se lo struscia sulle parti basse. Quindi il cameriere porta il cucchiaino al signore e questo annusandolo sembra che esiti, ha un momento di sconforto e poi dice con molta gentilezza: "Scusi, Maria lavora qui?".

***

Un postino sta per consegnare la posta quando vede un bambino che sta giocando con la terra. Gli si avvicina e dice: "Ciao bel bambino, cosa stai facendo?". "Impasto". "E che cosa impasti?". "Fango e Merda!". "Che cosa ci fai?". "La tua faccia!". Indignato il postino se ne va. Il giorno dopo il postino ritorna per consegnare altra posta e vede sempre quel bambino che gioca con la terra. Si avvicina: "Ciao bel bambino, cosa stai facendo?". "Impasto". "E che cosa impasti?". "Fango e Merda!". "Che cosa ci fai?". "La tua faccia!". Arrabbiato il postino esce e incontra un vigile. Gli racconta tutta la storia e gli chiede se può far qualcosa. Il vigile quindi va dal bambino e gli dice: "Ciao bel bambino, cosa stai facendo?". "Impasto". "E che cosa impasti?". "Fango e Merda!". "Scommetto che ci fai la mia faccia?". "No! Ho TROPPA POCA MERDA!".

***

Che differenza c'è fra chi cade dal 20° piano e chi cade dal 1° piano? Il primo fa: "Aaaaaaah... splash!". Il 2° fa: "Splash... aaaaaah!".

***

Gattaba trova un pinguino per la strada per cui telefona in ditta e Riddle gli dice. "Portalo allo zoo". Il giorno dopo ritelefona e chiede: "E oggi dove lo porto, al cinema?".

***

Affarone. Ho trovato un cellulare a metà prezzo da un amico mio che fa il carabiniere. Bello, quasi nuovo, solo un po' scomodo da parcheggiare.

***

Durante un processo il giudice chiede alle parti di esprimere i loro argomenti. L'accusato si difende: "Signor giudice, sono innocente. Mi sono svegliato quella mattina, faceva un freddo della madonna. Ho bevuto un latte caldo, poi ho aperto la porta del mio appartamento e ho visto il mio vicino che apriva la finestra del corridoio. A quel punto gli ho detto: "Chiudi quella maledetta finestra, testa di cazzo, figlio di puttana, stronzo di merda" e quello squilibrato ha avuto un raptus e mi ha aggredito".

***

Gattaba è fermo davanti all'obelisco romano, quando un altro personaggio gli si avvicina e gli chiede con aria incuriosita: "Mi scusi, cos'è questo?" indicando l'obelisco. "Questa è una tomba, per la precisione è la tomba di mio padre... e questa è la riproduzione in formato naturale del suo pene". "Aaahh... interessante!" Quindi sorride, si appoggia di spalle all'obelisco e comincia a camminare in circolo attorno a esso con passi lunghi. Gattaba lo osserva stupito, finché vinto dalla curiosità gli chiede: "Mi scusi, ma che sta facendo?". "Niente... sto misurando le dimensioni della fregnaccia di tua madre!".

***

Le misure ideali di un uomo: 80 - 20 - 42 : 80 anni, 20 milioni sul conto in banca e 42 gradi di febbre.

***

In uno scompartimento ferroviario ci sono una bella ragazza, una rispettabile signora, un sergente e un soldato semplice. Il treno entra in una galleria buia e, per il solito "inconveniente tecnico", la luce dello scompartimento non si accende. All'improvviso, in mezzo all'oscurità, si sentono il rumore di un sonoro bacio... smack!; e subito dopo di uno schiaffone... sciaf! Il treno esce dalla galleria. La signora pensa: "Uno di quei due mascalzoni ha baciato la signorina e la signorina ha risposto con un ceffone. Brava!". La ragazza pensa: "Uno di quei militari voleva baciarmi, ha baciato la vecchia e si è preso una bella sberla". Il sergente pensa: "Accidenti, il soldato ha baciato la ragazza... ma lo schiaffo me lo sono preso io!". Il soldato pensa: "Speriamo che ci sia un'altra galleria, così mi bacio ancora il dorso della mano e rifilo un altro schiaffone al sergente!".

***

La maestra sta facendo lezione di scienze. Mentre sta spiegando i mammiferi fa delle domande agli studenti: "Paolo, sapresti farmi un esempio di un mammifero senza denti?". "Sì... mia nonna!".

***

Tre messicani fanno la siesta e parlano tra loro, mezzi addormentati, da sotto i sombreri: 1."Amigos, giochiamos a pallavolos!". 2."Cosa ci vuole per giocare a pallavolos?". 1."La pallas, la retes e il campos!". 2."Non abbiamo la pallas...". 3."Non abbiamo la retes...". 2."Non abbiamo il campos...". [pausa, guardandosi...] 1."Dormimos, dormimos...". [pausa] 1."Amigos, giochiamos a calcios!". 2."Cosa ci vuole per giocare a calcios?". 1."La pallas, la portas e il campos!". 2."Non abbiamo la pallas...". 3."Non abbiamo la portas...". 2."Non abbiamo il campos...". [pausa, guardandosi...] 1."Dormimos, dormimos...". [pausa] 1."Amigos, giochiamos a golf!". 2."Cosa ci vuole per giocare a golf?". 1."Les pallas, la mazzas e il bucos!". 2."Io ho les pallas...". 3."Io ho la mazzas...". [pausa, preoccupata...] 1."Dormimos, dormimos...!".

***

È mattino e Adamo si sveglia! Come tutte le altre mattine la prima cosa che fa è di contarsi le costole e alla fine esclama : " ....E ANCHE OGGI MI ARRANGIO DA SOLO!".

***

Un tizio è da sempre un irriducibile ottimista, qualsiasi cosa accada lui esclama "poteva andare peggio". Un bel giorno i suoi amici decidono di fargli uno scherzo e metterlo in condizione di non poter affermare che "poteva andare peggio". Quindi, riuniti al bar, uno gli dice: "Hai sentito di Mario?". Lui: "No, che è successo?". L'amico racconta che questo Mario, di ritorno a casa, trova la moglie a letto con un altro, perde il controllo e ammazza l'amante della moglie, poi, disperato, uccide anche la moglie e quindi si impicca al lampadario dopo aver incendiato la casa. Il tizio, imperturbabile, esclama: "Beh, poteva anche andare peggio". "MA COSA DICI!" gridano i suoi amici "come poteva succedere qualcosa peggio di questa grave tragedia!". Sempre composto l'ottimista dice: "Se Mario fosse rientrato a casa ieri sera... a letto con sua moglie avrebbe trovato ME!".

***

Paolo è nato con solo la testa. Un bel giorno se ne va all'asilo, ma già dal primo giorno torna a casa piangente: "Mamma, mamma, tutti i bambini mi prendono in giro perché non ho solo la testa. "Dai, Paolo - lo consola la mamma - stasera prima di andare a dormire, preghi forte forte Gesù perché ti faccia crescere le mani e vedrai che ti cresceranno". Quella sera Paolo prega forte forte: "Ti prego, Gesù, fammi crescere le mani". Il mattino dopo Paolo si sveglia e chiama eccitatissimo la mamma: "Mamma! Mamma, guarda, mi sono cresciute le mani!!". La mamma di Paolo corre a vedere ed effettivamente gli sono cresciute due manine giusto sotto la mascella. Paolo tutto contento va all'asilo, ma ancora una volta se ne torna tutto piangente: "Mamma, mamma, tutti i bambini mi prendono in giro perché ho solo la testa e le mani". "Dai, Pierino - lo consola la mamma - stasera prima di andare a dormire, preghi forte forte Gesù perché ti faccia crescere i piedi e vedrai che ti cresceranno". Quella sera Paolo prega forte forte: "Ti prego, Gesù, fammi crescere i piedi". Il mattino dopo Paolo si sveglia e chiama eccitatissimo la mamma: "Mamma! Mamma, guarda, mi sono cresciuti i piedi! Guarda!". La mamma di Paolo corre a vedere ed effettivamente gli sono cresciuti due piedini giusto sotto la testa. "Ma che bello, Paolo! Sei proprio fortunato! Dai, corri a far vedere le mani e i piedi al papà che sta lavorando nell'orto". Paolo sui suoi piedini nuovi nuovi trotterella via contentissimo. Nell'orto trova suo padre che sta zappando: "Papà, papà! - gli corre incontro - Papà, papà!". Il padre di Paolo si volta, sorpreso, alza la zappa e SCIAC. Si passa una mano sulla fronte e dice: "Fiuuu. Che razza di ragno!".

***

Una ragazza vuole partecipare a una gara di bellezza cercando di vincere l'elezione a Miss Italia. Lo confessa alla nonna che la sconsiglia dicendole che quel tipo di gara è poco raccomandabile. Lei tuttavia va e arriva seconda. Allora ritorna dalla nonna e le dice: "Non sono arrivata prima per un pelo!". E la nonna: "Perché? Ti hanno contato anche quelli?".

***

Due amici pescecani si incontrano dopo molti anni. Il primo dice all'altro: "Dopo tutto questo tempo siamo ancora TALI E SQUALI".

***

Due bimbi parlano: "Io per Natale mi faccio regalare un trenino elettrico e tu ?". L'altro: "Io una scatola di Tampax". "E che è ?". "Non lo so, ma so che si può giocare a tennis, saltare, nuotare, sciare e fare tante altre cose".

***

Se vuoi conquistare una donna: falle complimenti, ascoltala, falle regali, proteggila, riempila di coccole, passa molto tempo insieme a lei, portala a cena fuori, sostienila, preoccupati delle sue cose, baciala, accarezzala, sopportala quando è in crisi. Se vuoi conquistare un uomo: spogliati e portagli una birra.

***

Perché in genere una donna corre più veloce di un uomo? Perché è truccata.

***

Il più grande gigolo di tutta Parigi, l'uomo dalle mille e mille amanti, entra nel suo bar abituale, ordina da bere e scoppia a piangere. Jean, il barman, gli chiede cosa sia capitato. "Una cosa tremenda - replica lo stallone - Il marito di una mia amante mi ha scritto che se non smetto di farmi sua moglie, mi ammazza". "Non vedo dove sia il problema - replica il saggio Jean - Una più una meno... Fai quello che ti dice, dai!". "Facile a dirsi! Il marito mi ha spedito una lettera anonima!".

***

Uno psichiatra al suo paziente: "Sono tre anni che la vedo tre volte alla settimana, ascolto i suoi sogni, le sue associazioni di parole e pensieri, le emanazioni del suo subconscio, e infine oggi ho delle buone notizie per lei!". "Grazie mille, dottore. Le sono molto riconoscente per quanto ha fatto! Mi dica, allora sono guarito dal mio complesso di inferiorità?". "Assolutamente! Il problema infatti non è un complesso, bensì il fatto che lei è proprio inferiore!".

***

"Andiamo a dormire nelle tende". "Basta che poi le rimettiate alle finestre".

***

Siamo sul Jumbo, carico di passeggeri. Manca oramai poco all'arrivo. S'ode la voce del comandante: "Signore e signori, vi ringrazio per aver scelto la nostra compagnia, ecc. ecc. Ma se permettete vorrei fare un annuncio molto importante: ebbene, questo è il mio ultimo volo, da domani sarò in pensione. Per questo, sappiate che mi toglierò una soddisfazione che ho in serbo fin dal mio primo volo. Ebbene, signori, eseguirò un looping (giro della morte) con il Jumbo. Vi prego pertanto di allacciare le cinture e mantenere la calma". Inutilmente le hostess e i passeggeri tentano di fermarlo, la porta della cabina viene chiusa dall'interno. L'aereo inizia dapprima una discesa, acquistando velocità, poi il comandante richiama a sè il volantino, con uno sforzo immane. L'aereo si scuote, i motori vengono spinti al massimo della potenza, la struttura vibra fortemente. Il Jumbo prende quota, prima velocemente, poi sempre più lentamente. I passeggeri pregano ed invocano pietà, chi grida, chi prega. Lentamente, l'aereo esegue la manovra, giunge al suo apice, ruota su se stesso ed inizia la picchiata. Sfiorando le cime degli alberi, riprende lentamente quota finchè ritorna in volo livellato e poco dopo atterra felicemente, con grida di gioia ed applausi. Scesi a terra, tutti i passeggeri corrono a complimentarsi col comandante, gli stringono la mano, lo abbracciano calorosamente. Tutti tranne uno, sporco, bagnato, visibilmente incazzato, che se ne sta sulle sue aspettando la valigia. Gli si avvicina una hostess: "Come, mi scusi, lei non si complimenta col pilota per questa splendida manovra?". "Splendida un corno! Io ero alla toilette".

***

Colmo per un condannato alla sedia elettrica: avere un colpo di fulmine!

***

A un ricevimento di gran classe: "Le confesso, signova Contessa, che io pavlo poco, ma CHIAVO!". "Forte carica erotica, signor Duca?". "No... EVVE MOSCIA!"

***

Un consiglio da amico: non discutere mai con l'uomo che prepara i vostri paracadute...

***

Un signore acquista un orologio meraviglioso. Ogni giorno lo ripone con cura sul comodino, ma un giorno si accorge che l'orologio è fermo. Il signore: "Una disgrazia! Una disgrazia!". Comincia a smontare l'orologio e nell'ultimo ingranaggio trova un moscerino: "Lo sapevo, è morto il macchinista!"

***

La maestra sta facendo lezione di scienze. Mentre sta spiegando i mammiferi fa delle domande agli studenti: "Paolo, sapresti farmi un esempio di un mammifero senza denti?". "Sì... mia nonna!".

***

Un ingegnere si presenta sul posto di lavoro. È il suo primo giorno... Il principale gli mette una scopa in mano e gli dice: "Ecco, questa è una scopa, come prima cosa potresti dare una spazzata all'ufficio...". L'ingegnere replica: "Una scopa? Ma guardi che io sono un ingegnere!". E il principale: "Hai ragione, scusa, vieni di là che ti faccio vedere come funziona..."

***

Un poveretto da tempo non riesce a fare all'amore con la propria moglie. Cedendo all'insistenza di lei, egli accetta di farsi prescrivere il viagra. Di ritorno dalla farmacia l'uomo inghiotte la pillola miracolosa e in un attimo si ritrova rigido e pronto a tutto. Subito chiama la moglie e i due coniugi felicissimi rapidamente si spogliano e si buttano sul letto. La felicità dei due dura però solo un attimo; infatti appena la donna si avvicina al marito... la situazione si sgonfia completamente e in modo irrimediabile. La povera donna è naturalmente molto delusa, il consorte che invece non sembra affatto sorpreso. le dice con aria rassegnata: "Era da prevedersi cara, anche se l'abbiamo drogato... lui è riuscito a riconoscerti lo stesso!".

***

Fra amiche, in tono confidenziale e complice: "Sai la differenza fra un vaso da notte e una tazza di caffè?". "Non saprei, qual è?". "Va bene, non prenderò più il caffè a casa tua!".

***

Una giovane coppia in luna di miele cerca disperatamente un albergo dove alloggiare in un'amena località di campagna, ma, a causa di un congresso non riesce a trovare una stanza dove dormire. Disperati si rivolgono a un contadino il quale offre loro il fienile. La coppietta accetta volentieri, e si chiude nel fienile per consumare la prima notte di nozze. Alla mattina si presenta il contadino con della frutta e delle uova fresche, ma i due rifiutano il cibo, dicendo: "Noi viviamo dei frutti dell'amore". Al pomeriggio stessa scena, stessa risposta. Alla sera, idem. Dopo alcuni giorni di quest'andazzo si presenta il contadino, e alla solita risposta dice: "Vabbè che vivete dei frutti dell'amore, ma NON BUTTATE LE BUCCE NEL POLLAIO, PERCHÉ HO TUTTE LE GALLINE CON GLI STIVALI DI GOMMA!".

***

Un tizio mingherlino sta tranquillamente seduto in un bar bevendo una bibita quando all'improvviso irrompe un tale grande e grosso che lo colpisce violentemente al capo, stendendolo al suolo e dicendo: "Questo è un colpo di karatè della Korea". Il giorno dopo il tizio torna nel bar e mentre sta bevendo entra lo stesso tizio del giorno prima che lo colpisce stendendolo nuovamente al terreno e dicendo: "Questo è un colpo di judo del Giappone". Il piccoletto poco dopo si riprende, esce dal bar e rientra dopo un'ora. Senza dire una parola si avvicina al bruto e gli dà un colpo terribile in testa. Poi si rivolge al barista e gli dice: "Quando si riprende ditegli che questo è un colpo di crick dell'auto".

***

Vecchietta in Farmacia: "Dottore, menta forte". Il dottore: "Bella figona!".

***

Un uomo arriva a casa di sorpresa e molto arrabbiato dicendo alla moglie: "Parla sciagurata, dov'è il tuo amante, lo so che è in casa!". "Ma cosa dici caro (in vestaglia), ti giuro che non c'è nessuno!". "Non ci credo!". Allora incomincia dalla cucina, controlla: "Qui non c'è...". Va nel bagno, controlla: " Qui non c'è...". Va in tinello, controlla: "Qui non c'è...". Controlla nell'armadio della camera da letto, aprendo la porta vede un signore due metri per due con una classica cicatrice da duro sulla guancia che lo guarda incazzato: "Qui ce n'è uno, ma non è lui...".

***

Che differenza c'è fra un cardinale che fa l'amore con Miss Italia e tu che fai l'amore con Miss Italia? Se lo fa il Cardinale è un peccato, se lo fai tu è un miracolo!

***

A scuola la maestra chiede a Paolo: "Paolo, dimmi le prime tre lettere dell'alfabeto". Paolo risponde: "s,d,q". La maestra gli risponde: "Ma cosa dici, Paolo! Vai subito in castigo dietro la lavagna!". Da una finestra dietro la lavagna Paolo vede che gli stanno rubando la bicicletta. Allora corre dalla maestra e le grida: "Abbici!". E la maestra: "Bravo, Paolo! Puoi tornare al tuo posto...".

***

"Ieri ho preso un cane per mia moglie". "Ah, sì? e dove fanno questi scambi?".

***

"Che prezzo hanno le camere in questa pensione?". "Ci sono camere da 30 euro e camere da 50 euro". "E che differenza c'è tra i due tipi di camera?". "Quelle da 50 euro sono munite di trappola per i topi".

***

Sul letto di morte, all'ospedale. Lui le tiene la fragile e fredda mano, pregando, con le lacrime agli occhi. Lei muove appena le sue pallide labbra, mentre le parole paiono un lungo sospiro: "Tesoro...". "Shhh, non dire nulla, devi riposare". Lei, con voce stanca, insiste: "Amore mio, prima di morire ti devo confessare una cosa...". "Non c'è nulla da confessare, riposa adesso". "No, no, devo morire in pace con la mia coscienza. Vedi, sono andata a letto con tuo padre, con tuo fratello e col tuo migliore amico". "Sì, lo so..." risponde lui "...per questo ti ho avvelenato".

***

Cos'è la scoreggia? L'ultimo respiro di un fagiolo prima di volare in cielo!

***

Cosa disse Mosè quando ricevette e lesse le tavole dei Dieci Comandamenti? Ma allora dillo che non si può fare niente!

***

"Soffro di crisi di insonnia persistenti - dice una paziente - mi metto a letto con gli occhi che mi bruciano, immagino che mi farò un bel sonno per tutta la notte e, non appena sono lì sdraiata, ridivento lucidissima e la cosa dura fino alle 6 del mattino". "Il rimedio è semplice - fa il medico - appena prima di andare a letto abbia l'accortezza di riempirsi lo stomaco con una robusta cena. E poi dormirà come un ghiro". "Ma - protesta timidamente la malata di insonnia - ero già venuta a consultarla sei mesi fa e allora lei mi aveva consigliato di coricarmi senza cenare". "Questo le dimostra - risponde il medico impavido - i progressi che può fare la scienza in sei mesi"

***

Come si chiama il piu' grande idraulico italiano? Oscar Dabbagno

***

Una donna va da una ditta di pompe funebri per mettersi d'accordo su come seppellire il marito. Lei insiste che vuole il marito seppellito mentre veste un completo blu. Nonostante il responsabile tenti di dissuaderla, lei insiste e lascia un assegno in bianco per l'acquisto del vestito. Torna qualche giorno dopo per pagare e nota che il marito indossa uno stupendo completo blu. Si congratula con il responsabile e chiede quanto l'abbia pagato. Lui: "Beh, a essere sinceri niente! Quando lei è uscita è arrivata un'altra donna e l'uomo da seppellire aveva un vestito blu. Così, visto che i due morti avevano più o meno la stessa taglia, le ho domandato se non le faceva niente seppellirlo in un vestito nero. Lei non ha avuto nulla in contrario così... ho scambiato le teste!".

***

Una vecchietta sull'autobus è in piedi di fronte a un giovanotto che mastica una gomma. La vecchietta lo osserva per alcuni minuti e poi si rivolge al ragazzo ad alta voce: "È inutile che insiste giovanotto... non capisco... sono sorda!".

***

Un vecchietto entra in farmacia e chiede: "Vorrei una confezione di acido acetilsalicilico. Quel prodotto antipiretico e analgesico che contiene anche sodio carbonato". E il farmacista: "Vuol dire l'Aspirina?". "Ah, sì! Proprio quella. Mannaggia non mi ricordo mai come si chiama".

***

Ma se un cappone incappa nella cappona, il cuculo nella cucula cosa fa?

***

Un uomo tondo si alza dal suo letto tondo, si mette le pantofole tonde, si lava nella doccia tonda, si asciuga nell'accappatoio tondo, fa colazione con un cappuccino tondo, prepara la valigetta tonda per andare al lavoro tondo. Apre la porta tonda, scende le scale tonde, apre il portone tondo, prende le chiavi tonde della macchina tonda, accende il motore tondo. Percorre la via tonda, sul viale tondo, con gli alberi tondi, gira al semaforo tondo e improvvisamente si ferma la macchina tonda... prende il telefono tondo e chiama il suo meccanico tondo. Arriva il meccanico tondo, apre il cofano tondo, scruta il motore tondo ed esclama: "Qui c'è qualcosa che non quadra!".

***

Riddle e Gattaba stanno passeggiando per il centro guardando qualche vetrina quando la prima dice: "Guarda quel cane con un occhio solo!". L'altro si copre un occhio con la mano e dice: "Dove?".

***

Un tipo poco devoto viene convinto dalla moglie ad andare a confessarsi. "Quali sono i tuoi peccati, figliolo?" - chiede il prete. "Ho rubato del legname da costruzione, padre" - risponde il tipo. "E quanto ne hai preso?" - continua il prete. "Eh, padre, ho fatto una casetta nuova al mio cane da caccia". "Beh, non è così grave". "Eh, padre, ma ho anche fatto un garage per la macchina di mia moglie, la mia e il trattore". "La cosa diventa un po' più seria". "Eh, ma oltre alla cuccia del cane e al garage ho anche fatto una casetta di 4 camere 2 bagni soggiorno cucina e veranda per la mia famiglia". Allora il prete sbotta: "La cosa è grave: dovrai fare una novena". "Non so cosa sia, padre, ma se lei ci mette il progetto io ci metto il legname!".

***

Come si chiamano i pompieri del Brasile? Col telefono.

***

Un poliziotto rientra tardi a casa, si leva la divisa e, al buio, si infila nel letto. La moglie, con un filo di voce, lo supplica di andare in farmacia a comprarle delle aspirine per il suo tremendo mal di testa, e lui, premurosissimo, si riveste - sempre al buio - e corre via. Come entra nel negozio, il farmacista lo guarda perplesso e gli chiede: "Scusi, ma lei non faceva il poliziotto?". "Certo...". "E allora cosa ci fa con una divisa da pompiere?"

***

Un tizio incontra un vampiro con una pagnotta di pane sotto il braccio: "Ma dove va con quella pagnotta sotto il braccio?". "Giù all'angolo hanno fatto un incidente, vado a fare la scarpetta!".

***

Al manicomio. Un matto sta portando a passeggio un dentifricio legato a una corda. Due guardie parlano fra loro: "Guarda, quello crede di portare a spasso un cagnolino" e così dicendo uno di loro si china sullo spazzolino e dice: "Bello, Fuffi, come stai?". E il matto: "Ma non lo vede che è un dentifricio?" e poco dopo rivolgendosi al dentifricio: "Hai visto, anche stavolta l'abbiamo fregato!".

***

Cos'è un bigamo ? È un uomo che ama... soffrire il doppio

***

Esame di un carabiniere molto preparato: "A quanti gradi bolle l'acqua?". Carabiniere: "A 100 gradi". Il carabiniere esaminatore: "No! A 90 gradi... Vai pure, hai sbagliato... ". Ma il carabiniere insiste: "Ma sono sicuro, controlli, l'acqua bolle a 100 gradi!". Dopo qualche indecisione il maresciallo controlla: "Hai ragione tu, è l'angolo retto che bolle a 90 gradi...".

***

Cosa si ottiene dall'incrocio di una piccola macchina con un camion? Nella migliore delle ipotesi, sei mesi di ricovero.

***

"Paolo perché piangi?". "A papà è caduto un martello sul piede!". "Suvvia, non è un buon motivo per piangere...". "Infatti, io mi ero messo a ridere!".

***

Un uomo sta per andare sotto i ferri. È particolarmente terrorizzato. "Non si deve preoccupare" dice il chirurgo. "Ma so che il mio è un intervento difficilissimo" risponde il paziente. "Sì, è un intervento che riesce una volta su cento". "Ma come fa ad essere sicuro che sopravviverò?". "Perchè questo mese ne ho già operati 99 e sono morti tutti...".

***

Festa di zeri. Si presenta un Otto". "Tu cosa vuoi, cosa ci fai qua?". Otto: "Mannaggia, sapevo che non avrei dovuto mettermi la cintura!".

***

Tre bambini in cortile giocano e parlano. Dice il primo: "Mio papà quando fuma fa uscire il fumo dalla bocca!". Il secondo: "Il mio dal naso!". Il terzo: "Invece mio papà lo fa uscire dal sedere!". "Ma non è possibile!" gridano gli altri due. "Invece è vero, vi dico! Quando si è cambiato gli slip ho visto il segno della nicotina!".

***

Il nudo integrale è nato quando Adamo cominciò a mangiare la foglia.

***

Qual è il miglior amico dei pescatori? Il pescecane!

***

Un uomo possiede due pappagalli però non riesce mai a distinguere qual è il maschio e qual è la femmina. Decide di sorvegliarli mentre fanno l'amore. Prende dunque il maschio che sta sopra la femmina e gli taglia il ciuffo di penne sul capo. Qualche giorno dopo il pappagallo vede un frate e dopo un breve volo si posa sulla spalla del religioso e gli dice ironicamente: "Ti hanno sorpreso a fare l'amore, eh?".

***

"Sono un biscotto, sono un biscotto ... " così cantava un biscotto andando allegramente per il bosco. Un cacciatore lo vede e gli spara. "Sono una ciambella, sono una ciambella...".

***

Un ricco americano, il re delle Patatine Fritte Chip, chiede udienza al Papa. Quando arriva il suo turno gli fa questa proposta: "Santo Padre, se Lei domenica prossima durante la preghiera del Padre Nostro dai Palazzi Vaticani trasmessa in TV in mondovisione invece di dire Dacci il nostro pane quotidiano dicesse Dacci le nostre Patatine Fritte Chip, io sarei disposto a offrirle 1milione di dollari". Il Papa si indigna e fa cacciare via dalle guardie svizzere il ricco americano. Questi però non demorde e un mese dopo si fa ricevere di nuovo dal Papa con una proposta più allettante: 5milioni di dollari, ma il risultato è lo stesso. Un mese dopo di nuovo è ricevuto dal Papa e gli propone 10milioni di dollari, ma ovviamente il risultato è sempre lo stesso. Mentre se ne ritorna in America sul suo Jet personale pensa: "Ma chissà i fornai quanto l'avranno pagato...".

***

Il proprietario di una famosa scuderia di cavalli rientra a casa e trova la moglie col suo miglior fantino. Disgustato si rivolge al fantino: "Guarda che tu è l'ultima volta che monti per me!".

***

Al bar dello spaccio della caserma dei carabinieri: "Che gelati ci sono?" chiede il commilitone. "Vaniglia e cioccolato" risponde con voce molto roca il carabiniere di turno al bar. "Che hai la laringite?". "Macchè... ho solo vaniglia e cioccolato!".

***

In sala operatoria durante un intervento. Chirurgo: "Bisturi". Infermiera: "Bisturi". Assistente: "Bisturi". Ferrista: "Bisturi". Poco dopo il chirurgo: "Forbici". Infermiera: "Forbici". Assistente: "Forbici". Ferrista: "Forbici". Dopo un altro po': Chirurgo: "Garza". Infermiera: "Garza". Assistente: "Garza". Ferrista: "Garza". Poco dopo il chirurgo: "Mezza sega". Infermiera: "Stronzo". Assistente: "Stronza". Ferrista: "Vaffanculo".

***

A 4 anni, il successo è non pisciarsi nelle mutande. A 12 anni, il successo è avere degli amici. A 20 anni, il successo è fare sesso. A 35 anni, il successo è fare i soldi. A 60 anni, il successo è fare sesso. A 70 anni, il successo è avere degli amici. A 80 anni, il successo è non pisciarsi nelle mutande.

***

Davanti alla TV, una sera un uomo mangia le noccioline. Le tira in aria e le prende con la bocca quando ricadono. Mentre sta per prenderne una, la moglie lo chiama, lui si volta e la nocciolina gli finisce nell'orecchio. Prova a tirarla fuori in qualsiasi modo con le dita, con il risultato di spingerla sempre più dentro. Chiama sua moglie in aiuto, provano, provano, ma niente. Dopo circa un'ora decidono di andare al pronto soccorso e mentre stanno uscendo arriva la figlia con il suo ragazzo. La informano di quello che è successo e il ragazzo si offre di aiutarli. "Si sieda" dice il ragazzo all'uomo. Gli infila due dita nel naso e "Ora soffi forte". Come per miracolo la nocciolina esce fuori. Ringraziamenti vari, il ragazzo torna a casa, la moglie e il marito vanno a letto. La donna: "Che bel ragazzo! È anche bravo. Farà molta strada, vero caro? Secondo te, cosa farà da grande?". Il marito: "A giudicare dall'odore delle sue dita... nostro genero!".

***

n un pollaio il gallo Michele rendendosi conto di non riuscire più a soddisfare tutte le numerose ed esigenti galline decide di farsi aiutare da un altro galletto. Michele spiega al novizio la "tecnica" da utilizzare: si divideranno equamente le galline del pollaio, "ZAK ZAK" un veloce colpo per ognuna di esse e via! L'unica cosa che Michele si raccomanda è "velocità e cortesia", infatti dopo ogni..."ZAK ZAK" è di uso ringraziare! Il mattino dopo i due si presentano al "lavoro". È il turno di Michele... "ZAK ZAK"...  Buongiorno signora "ZAK ZAK"... Buongiorno signora "ZAK ZAK"... Buongiorno signora... e così via! Subito dopo è la volta del nuovo galletto, che non vuole certo sfigurare per cortesia e velocità: "ZAK ZAK"... Buongiorno signora "ZAK ZAK"... Buongiorno signora "ZAK ZAK"... Buongiorno signora "ZAK ZAK"... Scusa Michele!

***

HAI MAL DI TESTA? - Anno 2000 A.C... allora mangia questa radice! - Anno 1000 D.C... la radice è inutile e non serve, prega Dio per la tua guarigione! - Anno 1700 D.C... la preghiera non guarisce e non serve, fai un salasso! - Anno 1850 D.C... il salasso debilita e non serve, prendi questa pozione! - Anno 1940 D.C... la pozione è un intruglio e non serve, prendi questa pillola! - Anno 1980 D.C... la pillola ha effetti collaterali gravi e non serve, prendi questo antibiotico! - Anno 2000 D.C... l'antibiotico distrugge le difese del corpo e non serve, prendi medicine naturali... mangia questa radice!

***

Colmo per un dentista: essere poco incisivo.

***

Una giovane si presenta in ospedale con un braccio fasciato: "Credo di avere qualcosa di rotto". "Com'è successo?" chiede il medico. "È successo per evitare un bambino". "È finita contro un albero?". "Oh, no. Sono finita giù dal letto!".

***

Un medico sta facendo il suo giro di visita nelle corsie di un ospedale per malattie mentali. Arriva in una corsia e un matto, che sta seduto sul bordo del letto, fa finta di avere in mano un volante ed emette dei forti rumori: "VROOOMMM... VROOOOOMMMMM... VROOOM... VROOOM... PSTCHHHH...". Il dottore legge sulla cartella clinica che l'uomo era un camionista. Allora gli chiede: "Che stai facendo di bello?". "Niente, devo portare un carico a Brindisi!". Il dottore allora si sposta verso il secondo letto e vede la sagoma di un uomo sotto le coperte che si agita in su e in giù. Allora si avvicina al letto, solleva le coperte e trova il paziente nudo a pancia sotto che sbatte ritmicamente il bacino sul materasso. Il dottore perplesso: "Ma che stai facendo?". "Mentre lui va a Brindisi, io sono a letto con sua moglie!"

***

Un contadino si accorge che di notte viene derubato delle galline per cui decide di chiudere il recinto dei polli con un lucchetto. Il giorno dopo va a controllare e vede che il lucchetto è stato scassinato. Allora mette 2 lucchetti, ma il giorno dopo i 2 lucchetti sono saltati. Grande decisione: si apposta vicino al cancello nascosto nella paglia. Verso le tre di notte sente dei passi furtivi, poi qualcuno che armeggia con i lucchetti. Allora allunga un braccio e tenta di afferrare il ladro e lo prende per i coglioni e stringe. Il ladro si agita. "Dimmi chi sei o stringo di più!" urla il contadino. Il ladro... niente. Stringe le palle a due mani. Una forza incredibile... "Dimmelo! Bastardo! Dimmi chi sei!". Niente. "Dimmi chi sei!". E il ladro, con voce flebile: "Ugo... il muto...".

***

A volte rifletto... e a volte sono opaco.

***

Un bambino dice alla mamma: "Uffa! bussano sempre alla porta". E la mamma: "Ma è mai possibile che dimentichi sempre che hai una gamba di legno?"

***

Un avvocato e un ingegnere stanno pescando ai Caraibi. L'avvocato dice: "Io sono qui perché la mia casa é bruciata e con lei tutto ciò che possedevo. L'assicurazione ha pagato tutto". Allora l'ingegnere dice: "Ma guarda la coincidenza. Io sono qui perché la mia casa e tutti i miei beni sono stati distrutti da un'inondazione, e la mia assicurazione ha pagato per tutto". L'avvocato rimane un po' perplesso e poi chiede: "Ma come diavolo hai fatto a provocare l'inondazione?".

***

Un distinto signore arriva in un paese sconosciuto e avendo bisogno di farsi la barba entra dal primo barbiere che incontra. Una volta entrato capisce subito che non è un ambiente per lui. Ragnatele, sporcizia... ma non se la sente di uscire. Quando arriva il suo turno gli viene messa una tovaglia sporca... Il barbiere prende la ciotola del sapone, gli rifila due sputi e mischia col pennello il sapone. Il cliente vedendo questa manipolazione dice: "Scusi sa, ma l'insaponata la fate sempre così?". E il barbiere, tutto cerimonioso, risponde: "NO, NO... AI CLIENTI ABITUALI GLI SPUTIAMO DIRETTAMENTE IN FACCIA".

***

Come si chiama quella donna che sa perfettamente dove si trova suo marito ogni notte? Vedova!

***

"Signor vigile, signor vigile!" grida un bambino a una guardia "venga subito! Mio papà si sta prendendo a botte con un estraneo!". L'uomo arriva sul posto e trova due persone che si stanno picchiando selvaggiamente. "Beh, piccolo, quale dei due è tuo padre?". "Non lo so! È proprio per questo che si stanno picchiando!".

***

Due banane si incontrano e si mettono a parlare: "Ciao, come va?", chiede una. "Lascia perdere", risponde l'altra, "ieri sono caduta e mi sono sbucciata...".

***

Il generale sta passando in rivista una compagnia di carabinieri: "Grinta! Aspetto bellicoso!... Aspetto bellicoso, ho detto! Sembrate un branco di orfanelle spaurite! Ma guardateli! Petto in fuori! Sguardo fiero! Aspetto bellicoso!... NON VI FACCIO MUOVERE DI QUI FINCHÉ NON LO VEDO! FORZA! FORZA FEMMINUCCE! GRINTA! ASPETTO BELLICOSO... ". Un carabiniere: "Speriamo che sto cazzo di Bellicoso arrivi presto, sennò sto stronzo non ci fa manco mangiare.. ".

***

Una signora viene denunciata da un uomo, tale signor Franco, per diffamazione, per averlo definito un "maiale". La donna viene condannata a pagare una multa. Alla fine del processo chiede al giudice: "Così io non posso chiamare "maiale" il signor Franco". Il giudice conferma che non può. "E neppure posso chiamare un maiale "Signor Franco"?". Il giudice risponde che per legge può chiamare un maiale come vuole, anche signor Franco, senza rischi di azioni legali. Al che la signora guarda il signor Franco e fa: "Beh, buon giorno, signor Franco!".

***

Un elefante dice a un cammello: "Ma hai le bocce sulla schiena". E il cammello: "Ma guarda chi me lo doveva dire... uno con il pene sulla faccia...".

***
Una coppia di sposini la prima notte di nozze. Lei si prepara tutta profumata, lui pure, ma quando va a letto si avvicina alla sposa e le dice: "Un bacetto al boschetto e buona notte". Seconda notte: "Un bacetto al boschetto e buona notte". La terza notte: "Un bacetto al boschetto e...". "Eh no! - fa la sposina - o pianti il pino o do via il terreno!".

***

Marco il contadino sta arando il suo campo e vi sta gettando le sementi quando una gallina andandogli dietro se le mangia tutte. Irritato da tale comportamento le tira un calcio nel sedere, per cui la gallina torna nell'aia ed entra nella stalla andando a piangere sulla spalla della mucca: "Ma guarda che riconoscenza! Mi rompo il culo da mesi per dargli delle magnifiche uova e guarda come mi tratta!". E la mucca: "Ma che ti lamenti? Guarda a me! Sono anni che mi strizza le tette e mai un bacino sulla bocca!".

***

Gattaba arriva in ufficio, apre un giornale e ci legge l'annuncio della propria morte. Spaventato, telefona a casa per rassicurare Riddle. La quale gli risponde: "Certo che ho letto il giornale... Ma scusa... da dove chiami?".

***

Un tizio ben ubriaco entra in un bar e rimane un momento appoggiato al montante della porta per non cadere e quindi ne approfitta per dare un'occhiata all'interno della sala. Appena vede una bella ragazza seduta all'altro lato del bar si dirige verso di lei zigzagando e, arrivatole vicino, mette le sue due mani grandi aperte sul petto della ragazza. La tizia si gira istantaneamente e lo schiaffeggia violentemente. Il tizio si scusa e spiega: "Sono desolato, signorina, pensavo fosse mia moglie. Le assomiglia moltissimo tratto per tratto". Al che la ragazza lo insulta violentemente: "Specie di farabutto, buono a niente, villano, stronzo, miserabile!". E il tizio: "È incredibile, le assomiglia molto anche nel modo di parlare!".

***

Quando un tedesco non sa una cosa... LA IMPARA. Quando un americano non sa una cosa... PAGA PER SAPERLA. Quando un inglese non sa una cosa... CI SCOMMETTE SOPRA. Quando un francese non sa una cosa... FA FINTA DI SAPERLA. Quando uno spagnolo non sa una cosa... CHIEDE CHE GLI SIA SPIEGATA. Quando un greco non sa una cosa... TI SFIDA A CHI HA RAGIONE. Quando un irlandese non sa una cosa... CI BEVE SOPRA. Quando uno svizzero non sa una cosa... CI STUDIA SOPRA. Quando un italiano non sa una cosa... LA INSEGNA!

***

Se le zampe di coniglio sono così fortunate, cosa è successo al coniglio?

***

Un giovane noto per la sua avarizia è stato ospite di un amico per oltre un mese vivendo per tutto il tempo completamente "a sbafo". Arriva il giorno della partenza e l'amico lo accompagna alla stazione. Entrano in un bar per fare l'ultimo brindisi e, quando l'amico fa il gesto di pagare, l'avaro lo trattiene e dice: "Ah nooo! Per un mese ho vissuto alle tue spalle, ora basta! Questa volta tiriamo a sorte!"

***

Due mosche stanno mangiando su una cacchina di vacca. A un tratto una di esse fa un rutto "burp!". E l'altra, rivolgendole la parola: "Eccheccazzo, stiamo mangiando!"

***

Un ubriaco rientra a casa alle 3 del mattino e sua moglie, che lo sta aspettando sveglia, lo rimprovera: "Ma ti sembra questa l'ora di venire a casa?". E l'ubriaco: "Lucia, ma a quest'ora è l'unico posto aperto!".

***

Un contadino, che tutti i giorni porta a pascolare il proprio gregge in un campo, al ritorno si ferma regolarmente a fare i propri bisogni in piccolo canneto. Un giorno però si accorge che qualcuno ha usato il suo "bagno" privato. Ferito nell'orgoglio, decide di far capire che lui è proprietario del vespasiano e lascia uno stronzo veramente grosso accanto a quello dell'usurpatore. Se ne va tutto soddisfatto, ma il giorno dopo trova una brutta sorpresa: una cacca gigantesca lasciata dal suo rivale! Allora il contadino non ci vede più dalla rabbia e, con immenso sforzo, ne fa una che quasi lo lascia senza fiato. Se ne va ormai sicuro di aver vinto la sfida. Ma il giorno dopo... orrore! Torna nel canneto e trova la cacca più grossa che abbia mai visto! Roba da elefanti! Il contadino non si lascia intimorire e si comincia a sbottonare i pantaloni. Accovacciandosi però vede un pezzo di carta dove c'è scritto: "Non ci provare, perché io c'ho pianto!".

***

In piena notte un ubriaco si alza dal letto, va in cucina, poi ritorna in camera e dice alla moglie: "Anna, ma i limoni hanno le zampine?". "Le zampine i limoni?!? Mi sembri scemo!". "Allora, mi son fatto la limonata con il canarino!".

***

Un impiegato di un ufficio al suo direttore: "Mi scusi, signor direttore, ma sono costretto a chiederle un aumento di stipendio. Ci sono ben tre imprese interessate a me". "E quali sarebbero?". "Quella del telefono, quella elettrica e quella del gas".

***

Un italiano in Francia, d'inverno, vuole comprarsi un cappotto per ripararsi dal freddo. Pur conoscendo molto poco il francese, entra in un negozio e chiede: "Je vudrè asc-te' a cappott!". (Cappotte in francese non vuol dire "cappotto" ma preservativo). Il venditore perplesso gli chiede: "A capott, monsieur?". "Oui, et de la taille 45...". "De la taille 45?" strabuzza il venditore. "Et de coulor noir, aussi". "Porquoi monsieur de coulor noir?". "Pasque ma femme est mort!". "Oh, que delicatesse!".

***

"Pronto, dottore, mio marito è caduto e ha battuto la testa". "Ma è lucido?". "No, è sudato!".

***

Mamma: "Andrea , perché hai ingoiato i soldi che ti ho dato stamattina?". Andrea: "Ma mamma, non mi avevi detto che erano per la colazione?"

***

Una coppia con due figli di 7 e 8 anni va in chiesa e, da buoni praticanti si siedono in prima fila. Ai ragazzini di quest'età andare in chiesa non piace, e uno si addormenta durante la predica. Il prete se ne accorge, e domanda a voce alta: "Figliolo, chi creó il cielo e la terra?". L'altro ragazzino, per aiutarlo, gli infila uno spillo nel sedere. L'altro si sveglia gridando: "Mio DIO!". Il prete pensa allora che forse non dormiva. Dopo 5 minuti però... stessa cosa. "Chi é il figlio di Maria e Giuseppe?". Altra puntura... "GESÚ!". Il prete capisce, ma non puó dire nulla: la risposta é giusta! Quando il ragazzino si addormenta di nuovo... domanda cattiva: "Cosa disse Eva a Adamo quando si svegliarono il primo giorno?". Puntura... il ragazzino si sveglia di colpo e grida: "SE MI INFILI UN'ALTRA VOLTA QUEL COSO NEL SEDERE TI SPACCO LA FACCIA!"

***

"Papà, è morto il nonno mentre giocava a carte". "Collasso?". "Che ne so... non gli ho mica visto le carte!".

***

La moglie è triste e preoccupata perchè la madre sta morendo e attende con ansia l'arrivo del marito dall'ospedale con le ultime notizie. Quando l'uomo arriva, con la faccia bassa e cupa, lei spaventata gli chiede: "Come sta la mamma?". Lui con voce seria ed esitante: "Tua madre verrà a vivere con noi". "Ma che dici? La mamma sta meglio? L'hai vista?". "No, il medico non mi ha fatto entrare. Però mi ha detto di prepararmi al peggio!".

***

Un tale riceve una telefona dalla polizia: "Venga, abbiamo ritrovato sua moglie!". "Ah sì? E cosa vi ha detto?". "Beh, niente". "Allora vi siete sbagliati, non è mia moglie..."

***

Due contadini vanno a una fiera agricola per acquistare una vacca. A un certo punto ne trovano una a un ottimo prezzo e domandano al venditore: "Come mai questa vacca è in offerta speciale?". "Perchè è una vacca strabica, è un vero affare, potete farle tornare gli occhi dritti soffiandole nel sedere con un tubo". I due contadini decidono di comprarla e tornano in campagna con il nuovo acquisto. Si procurano un tubo da mettere nel sedere della vacca e provano a farle tornare gli occhi dritti. Il primo, dietro, soffia, soffia, ma gli occhi non si raddrizzano. L'altro contadino, davanti, che controlla se gli occhi si raddrizzano: "Non soffi abbastanza forte. Fammi provare a me". Si dirige a prendere il posto del compare, prende il tubo, lo gira dall'altro lato e soffia. Allora il primo contadino, notando la scena e leggermente indispettito, dice: "Scusa, perchè se usavi il tubo dal lato dove ho soffiato io ti faceva schifo...?".

***

Una signora sta andando in bici, e si accorge che ha una ruota sgonfia. Allora va da un biciclettaio e gli dice: "Buongiorno, avrei bisogno di una pompa!". "Signora, lei confonde i ruoli!"

***

"Commissario, c'è stato un furto al supermercato: hanno rubato duemila scatole di sigarette e una tonnellata di carote". "Avete dei sospetti?". "Stiamo cercando un coniglio con la tosse".

***

Cameriere, cosa fa questa mosca nella mia minestra?". "Mah, si direbbe che nuoti".

***

Una signora passeggia sulla spiaggia con la figlioletta di 4 anni. A un certo punto la bimba afferra la mano della mamma e le mostra un gabbiano morto che giace sulla sabbia. "Mamma cos'è successo a quel gabbiano?" chiede. "È morto ed è andato in cielo" risponde la mamma. La bimba ci pensa su un attimo e poi dice "E Dio lo ha rigettato giù?".

***

All'asilo: "Ciao bambina come ti chiami?". "Viola, perché alla mia nascita una viola è caduta su di me". "E tu come ti chiami?". "Rosa perché alla mia nascita una rosa è caduta su di me". "E tu?" rivolgendosi a un bimbo tutto malridotto: "Pino!".

***

Il meccanico al cliente: "Guardi che il problema è molto più grave di quello che pensavo... la sua batteria ha bisogno di un'auto nuova!".

***

Andrea si confida con Simone...."Il mio psichiatra mi disse che stavo diventando matto. Io gli dissi che desideravo una seconda opinione. "D'accordo - mi disse - lei è anche brutto!".

***

Un prete si sta preparando a dire la messa della domenica mattina quando la signora Maria accorre in lacrime da lui. "Cosa c'è figliola?" fa il prete. "Oh, reverendo, ho una notizia terribile...." singhiozza lei. "Dimmi, cara". "Mio marito è morto stanotte...". "Oh, ma è terribile! E quali sono state le sue ultime parole? Ha espresso un ultimo desiderio?". "Oh, si'". "E cosa ha chiesto?". "Ha detto: per favore... Maria... metti giù quella pistola...".

***

Notte di bufera sul Calvario e fra le urla del vento si ode una voce lontana che chiama: "Mariaaaa... Mariaaaa ... ". Maria sente e faticosamente, combattendo contro le intemperie arriva sul Calvario, e Cristo le fa: "Guarda come dondolo, guarda come dondolo ... ".

***

Il capufficio alla segretaria biondona: "Signorina, è libera domenica sera? ". "Oh, certo! ". "Non ha nessun impegno?". "Oh, no! ". "Bene, allora cerchi di essere puntuale lunedì mattina!".

***

Frate John entrò nel Monastero del Silenzio e il superiore gli disse: "Fratello, questo è un monastero silenzioso. Tu qui sei il benvenuto. Puoi rimanerci finché vuoi, ma non devi parlare finché non te ne do io il permesso". Frate John visse nel monastero un anno intero prima che il suo superiore gli dicesse: "Fratello John, tu sei qui da un anno ormai. Ora puoi dire due parole". Frate John rispose: "Letto duro". "Mi dispiace sentirti dire ciò" disse il superiore "ti daremo subito un letto migliore". L'anno seguente Frate John fu chiamato nuovamente dal superiore. "Oggi puoi dire altre due parole, frate John". "Cibo freddo" disse frate John e il superiore gli assicurò che in futuro il cibo sarebbe stato migliore. Al suo terzo anniversario al monastero, il superiore chiamò nuovamente frate John nel suo ufficio: "Puoi dire due parole, oggi". "Vado via" disse Frate John. "È meglio" commentò il superiore "da quando sei qui non hai fatto altro che lamentarti!".

***

Andrea dal Dottore...."Dottore, quando tocco qui mi fa male". "E lei non si tocchi!"

***

Un turista in Norvegia entra in un ristorante e legge il menù: "Merluzzo bollito. Merluzzo fritto. Merluzzo alla griglia. Merluzzo marinato. Merluzzo al sale. Merluzzo alle erbe. Spaghetti e merluzzo". "Avete un menù vario...". E il cameriere: "Già, questa è la settimana della cucina italiana... "

***

Hanno fatto un nuovissimo esperimento di bio-genetica. Un incrocio tra un cane, un gatto, un cavallo e uno struzzo ottenendo un essere molto simile a te... il CA.GA.CA.ZZO.

***

Gesù torna sulla terra. Gli fanno fare una prova per testimoniare la sua identità e gli chiedono di camminare sull'acqua. Ma a metà del percorso comincia ad affondare finché uno dei presenti non si tuffa per salvarlo. Tornato a riva Gesù commenta: "Da quando mi hanno bucato i piedi non sono più lo stesso...".

***

A che giocavano Giovanni Battista e Gesù da piccoli? A testa o croce.

***

Due camionisti stanno attraversando la nebbia della val padana. Quello che guida sveglia quello che stava dormendo: "Ehi, esistono i pinguini a Pavia in Dicembre?".

"No di certo. Ma perché?". "Beh allora abbiamo investito una suora!".

***

In California si incontrano due donne di cui una, tutta vestita di nero, è in stretto lutto. Dice la prima: "Ma che ti è successo?". E quella vestita a lutto: "Beh, sai, è morto mio marito". "Oh, mi dispiace, condoglianze. Ma di cosa è morto?". "Eh, se l'è portato via la corrente!". "Ho capito, è annegato durante l'ultima alluvione". "No, sedia elettrica!".

***

Una bella ragazza in vacanza se ne va sulla terrazza dell'albergo dove alloggia per prendere un po' di sole. Siccome non c'è nessuno in giro, si toglie il costume da bagno per un po' di tintarella integrale. Stando stesa sulla pancia, quasi addormentata, sente il rumore di qualcuno che si precipita su per le scale. In fretta si copre con l'asciugamano, giusto in tempo per veder apparire il direttore dell'albergo. "Mi scusi, signorina. Non ho nessun problema se lei prende il sole sulla terrazza dell'albergo, ma gradirei molto se lei rimettesse il costume...". "E che differenza fa? Non c'è nessuno, qui! Nessuno mi può vedere!". "Non è propriamente esatto... se lei si sdraia sul lucernario del ristorante...".

***

Andrea che soffre di flatulenze si reca al cinema, ma a un tratto si rende conto che deve liberarsi rumorosamente. Nel film c'è una scena con un treno che passa sferragliando ad alto volume e lui ne approfitta. A questo punto sente che il vicino gli dice: "Ma che cosa succede?". E Andrea: "Oh niente, solo che l'ultimo vagone trasportava del letame!".

Un tale riceve una telefona dalla polizia: "Venga, abbiamo ritrovato sua moglie!". "Ah sì? E cosa vi ha detto?". "Beh, niente". "Allora vi siete sbagliati, non è mia moglie...".

***

Un uomo si lancia con il paracadute, ma al momento di aprirlo non si apre. Allora prende il manuale del paracadute e legge: Risoluzione1. Tirare la leva A. Tira la leva A ma il paracadute non si apre. Legge ancora le istruzioni: se non funziona tirare la leva B. Tira la leva B, ma il paracadute non si apre. Ritorna a leggere le istruzioni: se non funziona andare all'ultima pagina. L'uomo scorre velocemente fino all'ultima pagina dove trova scritto: Padre Nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome...

***

Un cliente molto arrabbiato chiama il cameriere del ristorante e si lamenta del cibo: "La bistecca che mi ha portato è cattiva". "Mi dispiace molto, signore provvedo subito". Prende la bistecca e inizia a batterla gridando: "Cattiva, cattiva, cattiva". Quindi, rivolto al cliente, aggiunge: "Se le crea altri problemi me lo faccia sapere".

***

Suonano alla porta di una bella casa. Una signora elegantemente vestita va ad aprire e si trova davanti un vecchio mendicante male in arnese che le chiede: "Mi scusi, signora, sono 5 giorni che non mangio; avrebbe qualcosa anche di rimasto?". E la donna: "Le andrebbero delle polpette di ieri?". E il barbone: "Ma certo!". E la signora: "Bene, allora ritorni domani!".

***

Che differenza c'è tra un avvocato e un condor ? L'uno spolpa le sue vittime fino all'osso... L'altro... è un volatile!

***

Un indiano entra in una farmacia, chiama un commesso e dice: "Grande Capo, niente cacca". E il farmacista: "Ho capito tutto, non ti preoccupare. Usa questo". Dopo qualche giorno, l'indiano ritorna alla farmacia. "Grande Capo, niente cacca". E il commesso: "Ma com'è possibile? Vabbè, prova quest'altro, è più efficace". E dopo tre giorni, l'indiano torna ancora. "Grande Capo, niente cacca". E il farmacista: "D'accordo. Ora basta. Questa è la dose per elefanti! Tieni!". E dopo tre giorni, l'indiano torna ancora e dice: "Grande cacca, niente Capo!"

***

Un tale entra in cartoleria: "Mi serve del cartone!". "Molto spesso?". "No... qualche volta!".

***

Quando è sfortuna incontrare un gatto nero? Quando sei un topo!!

***

Simone, Andrea e Luca sono seduti nella sala d'aspetto di un famoso andrologo. Mentre attendono il loro turno, cominciano a parlare fra loro. Uno è fortemente preoccupato perché i suoi testicoli sono diventati neri, l'altro perché sono diventati blu e il terzo perché invece sono diventati rossi. E così parlano del più e del meno, finché finalmente è il turno di Simone. Dopo un'ora di colloquio col dottore, il tale dai testicoli neri esce piangendo. "Che è successo?" chiedono gli altri due, preoccupati. "È mortale...". "Azz...". È il turno di Andrea, il tizio dai testicoli blu. Dopo due ore, esce pallido come un cadavere: "E allora, com'è andata?" chiedono gli altri due. "È mortale!". "Azz....". E ora il turno di Luca, il tizio dai testicoli rossi, che varca nervosissimo la soglia dello studio. Ma dopo appena due minuti, ne esce ridendo a crepapelle. "Che ti ha detto?" gli chiedono gli altri due, sorpresi. "È rossetto!".

***

Un pinguino figlio chiede al padre: "Papà, ma sono proprio figlio tuo?". "Certo". Stessa domanda alla madre con uguale risposta. Allora il pinguino figlio: "Ma allora perché ho freddo?".

***

Due ubriachi sono seduti al banco di un bar al quinto piano. Continuano a bere da un bel po'. A un certo punto uno dei due si alza, si avvicina alla finestra, e si tuffa. Dopo un poco ricompare a mezz'aria, rientra tranquillamente e torna a sedersi. L'altro ubriaco lo guarda esterrefatto e gli chiede: "Ora mi dici come cavolo hai fatto!". "Facilissimo, basta bere 4 birre e lo può fare chiunque". "Voglio provare..". Così il secondo ubriaco si beve 4 birre, va alla finestra, e si tuffa fuori e ovviamente si spiaccica sul marciapiede 5 piani più in basso. Il barista dice allora al primo ubriaco: "Certo che quando sei sbronzo sei veramente un pezzo di merda, Superman ..."

***

Un arbitro di calcio si reca da una maga per interrogare il suo futuro. E la maga gli rivela: "La vedo sopra un grande campo verde che corre, corre, a destra e poi a sinistra e poi ancora a destra, sempre a zig zag. Dietro di lei una grande folla urlante...". L'arbitro, livido in volto: "E ho abbastanza vantaggio?".

***

Un uomo mette un annuncio sul giornale: "Cercasi moglie". Il giorno dopo riceve centinaia di lettere. Dicono tutte: "Prenditi pure la mia!"

***

Colmo per un cane di razza boxer: portare gli slip!

***

In un convento di suore di clausura la Madre Superiora chiama a raccolta le consorelle: "Un gravissimo fatto pesa sul nostro convento. Suor Alice, la nostra consorella, è incinta. Ora siccome nessuna di voi si è mai mossa di qui e nessun visitatore ci ha fatto visita vi prego di aiutarmi a trovare chi sia stato il colpevole. Perciò a turno alzatevi la gonna e dite il vostro nome". Le consorelle accettano e rosse dalla vergogna fanno in ordine quello che la Superiora aveva detto: "Suor Paola!" (e alza la gonna); "Suor Vera!" (e alza la gonna); "Suor Alba!" (e alza la gonna); "Suor Alessia!" (e alza la gonna); "Suor Carla!" (e alza la gonna); "Suor Anna!" (e alza la gonna); "Suor Sara!" (e alza la gonna); "Suor Franca!" (e alza la gonna); "Suor Marta!" (e alza la gonna); "Suor Presa!" (e alza la gonna).

***

Cosa direbbe mio nonno se fosse ancora vivo? Fatemi uscire dalla bara!

***

Cosa fa un gatto davanti all'edicola? Aspetta Topolino!

***

Conferenza internazionale sulla nutrizione e sulle risorse future. Il conferenziere dichiara: "La sintesi degli ultimi studi ci porta a due notizie: una buona e una brutta. La notizia buona è che fra 70 od 80 anni l'umanità si nutrirà di merda". L'uditorio insorge:"Ma è assurdo! Questa sarebbe la buona notizia?". "La cattiva notizia - prosegue l'oratore - è che NON CE NE SARÀ PER TUTTI...".

***

Il fisco ha introdotto un nuovo, semplicissimo modello per la dichiarazione dei redditi con solamente due voci: A) Quanto guadagni? B) Mandaceli.

***

Alla reception di un albergo si presentano un uomo e una donna. Il portiere chiede: "Sposati?". Risposta: "Sì, tutti e due".

***

Il magistrato sta interrogando un testimone di un omicidio: "Allora ci dica, a quale distanza si trovava dal luogo del delitto quando è stato esploso il primo colpo?" "A circa venti metri...". "Così ha potuto assistere a tutta la scena! E invece a che distanza si trovava quando è stato esploso il secondo colpo?". "A circa due chilometri...".

***

Gesù: "Alzati e cammina"; niente. "Alzati e cammina!"; niente. Un seguace: "Guarda, Gesù, che quello è sordo, non ha problemi alle gambe".

***

"Voglio il divorzio!" dice Gattaba al suo avvocato. "Per quale motivo?" gli chiede il legale. "Mia moglie Riddle mi ha dato dell'imbecille!" "Mi sembra un motivo un po' fiacchino - risponde l'avvocato - comunque, mi dica esattamente come sono andate le cose". "L'altro giorno, sono tornato a casa prima del solito e l'ho trovata a letto con un tipo che se la inculava. Le ho urlato: che cosa stai facendo, Riddle?! E lei mi ha risposto: ma non lo vedi, imbecille!".

***

Un alunno agli esami: "Dimmi il passato remoto di masticare". Il ragazzo non ci pensa neanche un secondo e dice: "MASTICAZZI".

***

In un ristorante un cliente aspetta il pranzo che ha ordinato. Quando arriva grida al cameriere: "Ma guardi ci sono dei peli nelle polpette! È un'indecenza!". E il cameriere: "Mi scusi abbia un po' di pazienza, il fatto è che il cuoco che abbiamo è monco e per necessità arrotola la carne sul petto per fare le polpette e sarà così capitato qualche pelo...". Il cliente: "Ma che schifo!". Il cameriere: "Allora è meglio che non le dico come riempie i cannelloni!".

***

Andrea l'ipnotizzatore chiama sul palco un giovanotto per eseguire un numero di magia. Lo fissa dritto negli occhi muovendo un pendolino e poi con un rullo di tamburi dice: "E ora giovanotto... dammi un pugno!". Il ragazzo misura un gancio terribile e stende Andrea il povero Mago. Dieci anni dopo in ospedale Andrea il mago esce dal coma e sgranando gli occhi urla: "Ta...da! Ora il prossimo numero...".

***

Perché il cielo non ha mai prurito? Perché ci sono i grattacieli!

***

Dopo anni di naufragio in un'isola deserta un uomo viene salvato e intervistato: "Beh, si è annoiato a stare tanti anni da solo?". "Normalmente no! Ma la Domenica non sapevo cosa fare!".

***

Un contadino vuol fare uno scherzo a una delle sue galline e le sottrae di nascosto un uovo per dipingerlo di tutti i colori. Poi lo rimette in mezzo alle altre uova e si mette a spiare le reazioni della chioccia. Questa però resta del tutto indifferente. Deluso, il contadino sta per tornarsene ai suoi lavori, quando vede dall'altra parte dell'aia un gran putiferio: è il gallo che riempie di botte il pavone!

***

Luca ad Andrea "Lo sai come si fa a concepire dei figli belli?". "Non lo so". "La donna deve stare sotto e l'uomo sopra, come nella classica posizione del 'missionario'. E lo sai come si fa a fare dei figli brutti?". "Non lo so". "Prova a chiederglielo a tuo padre...".

***

"Dottore, che mi stia ritornando il calore della giovinezza? Sento uno strano prurito da quelle parti...". "Vediamo un po'... Piattole, signora, solo piattole!".

***

Cosa succede se si semina lana? Cresce un campo di golf.

***

Una donna è a letto con l'amante quando sente aprire la porta di casa: "Cielo, mio marito! Presto nasconditi dentro l'armadio!". Il marito entra e trova la moglie nuda sul letto: "Ma cosa ci fai a casa? Non dovevi stare in ufficio?". "Sì, caro, però prima di andare in ufficio sono andata al bar a prendermi un caffè e me lo sono rovesciato addosso, così sono venuta a casa a cambiarmi!". "Bene, allora ti prendo il tailleur rosso nell'armadio!". "Nooo! Ehm... no, caro, grazie, mi metto questo qui verde che sta sulla sedia!". "Ma quello rosso mi piace di più...". E così dicendo apre l'armadio: "E lei cosa ci fa qui?". "Ehm... io... io sono il falegname... la signora mi ha chiamato perchè ha detto che l'armadio è pieno di tarme...". "E come mai è nudo?". "Nudo? Caspita, come mangiano queste tarme!".

***

Cos'è verde e salta venti volte al minuto? Una cavalletta col singhiozzo

***

Gattaba ha subito un trapianto cardiaco. Prima di lasciare l'ospedale il chirurgo gli ha dato le ultime raccomandazioni: "Allora, mi raccomando, controllare spesso il colesterolo, niente alcool e fumo e almeno 8 ore di sonno al giorno". Allora ha chiesto: "E per quel che riguarda la mia vita sessuale? Posso continuare ad avere rapporti come in passato?". Risposta del dottore: "Soltanto con la sua Riddle... perché occorre che non si ecciti troppo!".

***

Durante la prova orale di un esame per carabinieri viene chiesto al candidato: "Qual è quella cosa con la suola e il tacco che si mette ai piedi?". "Ha le stringhe?". "Sì!". "Allora sono le scarpe!". "Bravo!". Questi poi parla con il suo compagno: "Guarda, mi ha chiesto questo e questo". Il compagno quindi entra nell'aula per l'interrogazione: "Qual è quella cosa con la coda che fa miao?". "Ha le stringhe?". "No!". "Allora è un mocassino!".

***

Due coppie di contadini stanno passeggiando. Le mogli davanti, i mariti dietro che parlano della mietitura del grano. A un certo punto uno di loro dice all'altro: "Guarda mia moglie, ha un culo come una mietitrebbia!". La moglie sente, ma fa finta di niente. A sera, nel letto, il marito tenta di fare l'amore e la moglie, girandosi dice: "Secondo te, posso mettere in moto la mietitrebbia per un filo di paglia?".

***

Un uomo all'amico: "Mia moglie è completamente fuori di testa... Pensa che non ha ancora smesso di prendere la pillola nonostante io mi sia fatto sterilizzare da più di un anno...".

***

Un uomo muore e va all'inferno. Qui c'è Satana che gli fa una proposta: "Puoi scegliere se andare all'inferno tedesco o a quello Italiano; all'inferno tedesco starai tutto il giorno con una pala a spalare la merda". E l'uomo: "E a quello Italiano?". E Satana: "Starai tutto il giorno con una pala a spalare la merda". L'uomo: "Ma quello italiano è uguale a quello tedesco!". Satana: "Beh, vedi, non è proprio così. In quello italiano un giorno manca la pala, un giorno manca la merda...".

***

Cosa fa un muro alla fine della sua vita? Crepa!

***

Esistono solo tre verità: la mia, la tua e la verità.

***

C'è sciopero in Paradiso e Gesù sostituisce S. Pietro all'ingresso. A un tratto Gesù vede avvicinarsi un arzillo vecchietto: "Benvenuto buon uomo, qual è il tuo nome?". "Mi chiamo Giuseppe, ma ho vari soprannomi". "E che lavoro facevi Giuseppe?". "Il falegname". "E dimmi: hai avuto prole ?". "Ho avuto un figlio ma per miracolo, non so neanch'io come è potuto accadere". "Ah sì?" (diventando pensieroso). "E... cosa faceva questo figlio?". "Eeeeh! Mi dava un sacco di grattacapi. Era sempre via insieme a persone sconosciute. Ma io lo sapevo che un giorno o l'altro lo avrebbero tradito!". Gesù sussulta un attimo, poi gli fa ancora una domanda: "E... senti, com'era il suo rapporto con... la gente?". "Mah, qualcuno gli voleva bene, altri no. Ha avuto problemi con le forze dell'ordine... Eppoi, tutta quella gente che lo voleva mettere sempre in croce!". Gesù, con gli occhi pieni di lacrime alza le braccia al cielo e grida: "Papà!". E il vecchietto: "Pinocchio!".

***

Andrea e la  moglie, felici, festeggiano le nozze d'oro con una cenetta intima. Verso la fine lui le chiede qualcosa che lo tormenta da tempo: "Cara, mi hai mai tradito?". Lei: "Oh, caro, ma perché chiedi questo?". Andrea: "È importante, lo devo sapere". Lei: "Allora, sì, ti ho tradito. Tre volte. La prima volta è stato quando avevi bisogno di tutti quei soldi per lavorare in proprio, e nessuno te li diede finché un giorno il direttore di banca venne da noi e li consegnò personalmente?". Andrea: "Non avevo mai capito cosa fosse successo. E la seconda volta?". Lei: "Caro, ti ricordi quando avevi bisogno di quella operazione al cuore, ed era troppo rischiosa e nessun chirurgo voleva farla? E che poi improvvisamente uno di loro cambiò idea?". Lui: "Oh, cara, hai fatto questo per salvarmi la vita? Ah, mi sento risollevato dal vedere come ti sei sacrificata per me! E dimmi, quand'è stata la terza volta?". Lei: "Caro, ti ricordi quando eri in campagna elettorale, e ti mancavano 1247 voti per essere eletto?".

***

Due pappagalli si incontrano dopo tanti anni: uno vestito bene e uno tutto malandato. Il primo: "Io faccio il pappagallo in una grande banca". Il secondo: "Io faccio il pappagallo in un ospedale!"

***

Un signore romano è all'aereoporto col nipote che gli fa: "Guarda zio, l'aereo decolla". L'uomo risponde: "A bello de zio, l'aereo non è de colla, è de fero!".

***

Luca e Andrea stanno passeggiando per strada quando vedono due cani che si stanno accoppiando. Luca dice a Andrea: "Secondo me quello è il modo migliore di fare sesso!". E Andrea: "Non credo che mia moglie sarebbe d'accordo, è un po' tradizionalista". Allora Luca gli consiglia di far ubriacare sua moglie con qualche bicchiere di vino e poi passare all'azione. Il giorno dopo i due si incontrano: "Allora come è andata, sei riuscito a convincere tua moglie?". "Sì, ma è stata dura, ci sono voluti 10 bicchieri di vino". "Dieci?" "Sì, dopo due era brilla, ma ce ne sono voluti altri otto per convincerla a venire fuori in strada!"

***

Il figlio va a trovare suo papà Andrea che si è ritirato in campagna. Arrivato alla fattoria vede il papà Andrea seduto sul portico nella sedia a dondolo con nulla addosso dalla vita in giù e gli chiede stupito: "Ehi, papà, che stai facendo così conciato?". Andrea prima non risponde, poi alle domande insistenti del figlio confessa: "Sai, la settimana scorsa sono rimasto seduto qui senza camicia per tutta la notte e la mattina dopo avevo il collo rigido...". E il figlio: "Ancora non capisco...". E Andrea: "Beh, se rimango tutta la notte qui nudo dalla vita in giù... o almeno questa è l'idea della mamma!".

***

Qual è il libro più letto al Polo Nord? Il Van...gelo!

***

"Dottore... - dice Andrea - Ogni volta che mi guardo allo specchio, mi viene da vomitare...!". E il medico: "Va bene così, signor Andrea! Vuol dire che la sua vista è ancora perfetta!".

***

Andrea entra in un bar: "Un panino con merda e cipolla". Il barista, un po' sconvolto, fa il giro dei bagni e trova uno stronzo bello fresco, lo prende con due forchette, lo mette nel panino con la cipolla e lo porta  ad Adnrea che se lo mangia senza problemi, paga ed esce. Il giorno dopo Andrea torna: "Un panino con merda e cipolla". Il barista, rifà il giro dei cessi ma deve aspettare che qualcuno "deponga". Fa il panino, Andrea se lo mangia e poi esce. Il giorno dopo Andrea torna. "Un panino con merda". Curioso, il barista gli chiede: "Niente cipolla, oggi?". E Andrea: "No, mi fa puzzare un po' l'alito".

***

Andrea a Luca e Simone....."Un volta volevo fare un peto e mi cagai addosso. Da quella volta non mi fido nemmeno del mio culo"

***

Andrea torna a casa dal lavoro e, siccome sente urla e gemiti provenire dall'appartamento dell'inquilino di sopra, dice al figlio: "Basta, non se ne può più di tutto questo casino! Adesso vado da quello di sopra e gli dico di piantarla di fare così tanto rumore quando scopa con le sue amanti!". "Ma papà, è già andata la mamma a dirglielo" gli dice il figlio. "Ah, bene! E lui che ha detto?". "Non lo so, la mamma non è ancora tornata!".

***

Un carabiniere va dal suo collega Andrea con 2 cappelli d'ordinanza in mano e gli rivolge un indovinello: "Sai dirmi perché questi 2 cappelli sono 2 pesci?". "2 pesci? Ma cosa dici? No, non lo so! Perché?". "Perché sono i-dentici!". Il collega si scompiscia dalle risate e poi dice: "Che bella, corro subito a raccontarla al maresciallo!". Entra di corsa nel suo ufficio: "Maresciallo, sa dirmi perché questi 2 cappelli sono 2 pesci?". "No, non lo so! Perché?". "Perché sono u-guali!".

***

Luca e Andrea si incontrano e cominciano a parlare tra loro: "Allora, Andrea, come va?". "Mah, non mi posso lamentare, lavoro!". "Ah, e cosa fai di bello?". "Lavoro da una contessa, una specie di maggiordomo. Alla mattina le porto la colazione e faccio all'amore, a mezzogiorno servo a tavola e rifaccio all'amore, alle cinque del pomeriggio le porto il thè e la faccio di nuovo felice, la sera dopo cena me la rifaccio di nuovo e a mezzanotte quando le porto la camomilla ne approfitto ancora e ci facciamo una sveltina!". Luca lo guarda con stupore ed esclama: "caspita! Alla tua età ancora ce la fai?". E Andrea: "E che ne so! Attacco domani!".

***

Andrea, che ha il problema di avere un alito veramente orrendo e fetente, si reca dal dottore. "Dottore mi aiuti la prego, questa sera devo incontrarmi con una ragazza che ho conosciuto tramite una chat su Internet. Il problema è che ho un alito molto pesante". "Me ne sono accorto, è veramente terribile" dice il dottore trattenendo a stento un conato di vomito. "Comunque ho quello che fa per lei. Prenda questo flacone, dentro c'è un'essenza concentratissima di pino, dieci gocce basteranno sicuramente per risolvere il suo problema". Andrea ringrazia e se ne va. Alla sera arriva il momento dell'incontro e mentre sta aspettando, si appresta ad assumere le dieci gocce prescrittegli dal medico. Ma poi si ferma e pensa tra sè e sè: "Quasi quasi bevo tutto, voglio proprio essere sicuro". Così si scola l'intero contenuto e getta via il flacone. Arriva la ragazza e lui si presenta: "Ciao, sono veramente felice di conoscerti". La ragazza con un sorriso contraccambia: "Ciao, anch'io sono contenta di incontrarti, ma...sniff sniff...che cos'è questo strano odore?". "Non saprei..." risponde lui cominciando a sentirsi imbarazzato. E lei assumendo un'espressione disgustata: "È un odore strano... come se qualcuno avesse cagato dietro a un pino!".

***

Andrea assai appassionato di tennis ha un apparizione nel sonno. È San Pietro, al quale chiede: "San Pietro, ti prego, lo so che ti sembrerà esagerato, ma dimmi se in Cielo esistono i campi da tennis, non posso dormire senza sapere se quando verrà il mio giorno potrò ancora giocare". E San Pietro: "Veramente non saprei dirti, l'addetto allo sport è San Tommaso, ma voglio aiutarti, andrò a chiederglielo e poi ti riapparirò in sogno". Passano alcuni giorni e San Pietro riappare in sogno: "Ho buone notizie per te. In Cielo esistono i migliori campi da tennis che tu abbia mai potuto immaginare, in erba, in terra, in cemento. Spogliatoi eccellenti, tutto gratis". "Grazie San Pietro, grazie". Ma San Pietro aggiunge: "C'è anche una brutta notizia... ". "Cioè? ". "C'è un campo prenotato per te per domani".

***

Luca, Simone e Andrea sono tre dissidenti, esponenti di spicco dell'opposizione, sono condannati a morte. Arriva il giorno della fucilazione e Luca è legato al palo. Quando tutto è pronto, grida: "Terremoto! Terremoto! Correte e salvatevi!". Tutti i componenti del plotone cominciano a correre spaventati e Luca scappa approfittando della confusione. È la volta di Simone, e quando è tutto pronto, questi grida: "Uragano! Uragano! Correte e salvatevi!". Per la seconda volta si crea un parapiglia e Simone riesce anch'egli a fuggire. Tocca infine ad Andrea il terzo: lo legano, il plotone punta, tutto è pronto e lui si mette a gridare con tutte le sue forze: "Fuoco! Fuoco! Corr...".

***

Cosa fa un carabiniere con un dito per nel sedere? Cerca di arrestare lo stronzo!

***

Marco la prima notte di nozze va in bagno per rinfrescarsi. È esausto e mancando l'acqua ha l'idea geniale di ricorrere al latte del frigo bar. Laura lo scopre proprio mentre infila la punta del pene in un bicchiere di latte e gli dice: "È il primo che vedo che si ricarica come una stilografica".

***

Un tacchino alla papera: "Dove sei domani?". "Qua".

***

*

Un signore vede un bambino che sta fumando un grosso sigaro e di tanto in tanto si tracanna una bottiglia di whiskey: "Ma che diavolo stai facendo? Perché non sei a scuola?". E il bambino: "Ma che scherza? Ho solo 5 anni!".

***

Un uomo viaggia in treno con un bambino, quando una donna incuriosita comincia a chiedergli: "Bel bambino! È suo figlio?". E l'uomo: "No". Donna: "È suo nipote?". Uomo: "No". Donna: "È il figlio di un suo amico?". Uomo: "No, guardi io sono un rappresentante di preservativi e questo bambino è un reclamo!".

***

Una contadina dice al marito: "Caro, siccome domani è il nostro 30° anniversario di matrimonio, perché non uccidiamo il maiale?" "E lui che colpa ne ha?" borbotta il marito.

***

"Maria, è venuto il postino?". "No, ma ansima forte".

***

Vengono selezionati 3 uomini per andare sulla luna: un tedesco, un francese, un siciliano. Il tedesco chiede 2 milioni di dollari. Perché? Uno per me e uno per la patria. Il francese chiede 3 milioni: uno per me, uno per mia moglie e uno per la mia amante. Il siciliano chiede 6 milioni. Perché? Due per me, due per te, e due li diamo al tedesco per andare sulla luna.

***

Il dottore al paziente: "Tranquillo, non c'è nulla di grave. Per il resto della sua vita deve prendere solo queste due pillole... ogni 5 minuti!"

***

I sette nani vanno in Vaticano e vengono ammessi a un'udienza con il Papa. Dopo i convenevoli di rito, il Papa chiede se i nani hanno domande. Allora Brontolo, un po' imbarazzato chiede: "Sua Santità, ci sono suore nane in Vaticano?". Il Papa, un po' sorpreso, esita e poi risponde: "No figliolo, niente suore nane in Vaticano". A questa risposta gli altri nani cominciano a ridacchiare. Brontolo li zittisce con un'occhiataccia e poi chiede: "Ma scusi, Santità, ci sono suore nane in Europa, da qualche parte?". Il Papa, sempre più sorpreso, risponde: "Temo di no, caro, niente suore nane in tutta Europa". Alché gli altri nanetti scoppiano a ridere più forte. Brontolo li incenerisce con lo sguardo, e ricomincia: "Ma Eminenza, ci sarà pure qualche suora nana nel mondo!". E il Papa a lui: "Mi spiace figliolo, niente suore nane nel mondo, che io sappia". A questo punto i nani, sghignazzando e trattenendo a stento le lacrime cominciano a cantare in coro: "Brontolo si è fatto un pinguino... Brontolo si è fatto un pinguino...".

***

Una vecchietta passeggia per il paese con una gallina sottobraccio. Un giovanotto: "Che bella! Me la dai per 20 euro?". "Certo, purché mi reggi la gallina!".

***

Due futuri sposi stanno scegliendo le fedi per il matrimonio. Lei è attratta da un anello in platino e diamanti e chiede al venditore: "Questo anello mi piace tanto. C'è qualche cura speciale da avere per conservarlo?". Con paterno sorriso l'uomo le risponde: "Uno dei migliori modi di proteggere un anello di matrimonio è quello di immergerlo nell'acqua per lavare i piatti tre volte al giorno".

***

Al telefono: "Pronto?". "È il Sig. Rossi?". "Sì, sono tutto orecchie...". "E chissà quanto sei brutto!".

***

Un uomo con un bambino per mano entra in un salone di parrucchiere e decide di farsi fare barba, capelli e manicure, poi fa sedere il bambino e dice al parrucchiere: "Intanto che fa i capelli a Marietto, non troppo corti mi raccomando, io vado a fare una commissione". Dopo più di un'ora il tizio ancora non è tornato. Il parrucchiere dice scherzando al bambino: "Ehi Marietto, tuo papà dev'essersi perso...". E il bambino: "Io non mi chiamo Marietto e quel signore non è mio papà ma un tale che mi ha preso per mano qui fuori e mi ha detto: Vieni piccolo, che ci facciamo tagliare i capelli gratis...".

***

Se il tuo cane sta abbaiando fuori dalla porta di servizio, e tua moglie sta urlando da dietro la porta principale, cosa fai? Faccio entrare il cane. Almeno, una volta dentro, starà zitto.

***

Un onorevole chiama un idraulico a casa sua per una piccola riparazione urgente. Fatta la riparazione l'idraulico chiede 6 mila euro e l'onorevole: "Però mi permetta di dirle che questi sono soldi rubati". E l'idraulico replica: "Guardi, della provenienza dei soldi non mi interessa niente!".

***

Due amici si incontrano dopo molto tempo. Uno, sapendo che l'altro si è risposato, chiede all'amico: "Scusa, ma mi vuoi spiegare come mai ti sei risposato con la sorella della tua defunta moglie?". "Beh, a te posso anche confessarlo" - spiega l'uomo abbassando la voce - "capisci, non ho avuto il coraggio di ricominciare da zero con un'altra suocera!".

***

Adamo ed Eva nel paradiso Terrestre. Lui dice a lei: "Sfogliati!".

***

Una passante mentre dà l'elemosina a un finto cieco si accorge che non è cieco: "Ma lei non è cieco!". "E per 10 centesimi vorrebbe che lo fossi sul serio?

***

La moglie di Toni non sta affatto bene. Problemi di cuore. Un giorno Toni incontra il suo vecchio amico Orfeo: "Ehi, Toni, come va? Ah, a proposito, ho saputo di tua moglie, ma dimmi come sta?". Toni si rabbuia e scuote il suo capoccione: "Mah, adesso vediamo... sai le hanno appena cambiato le pastiglie.... mah... vedremo...". Orfeo lo guarda, ripensa un attimo a quanto detto dall'amico e poi: "Ma adesso almeno frena meglio?".

***

Durante l'Ultima Cena gli apostoli hanno patito la fame perché il cameriere passava e diceva: "Siete a-posto-li?". E loro rispondevano di sì..

***

A una fermata dell'autobus un'anziana signora incontra un ragazzino con in braccio un cane. "Il tuo cane mi morde se gli accarezzo la testa?" chiede la signora. Il ragazzo risponde di no, così la signora cerca di toccarlo, ma, non appena la sua mano sfiora il cane, questo le stacca un dito con un morso. "Hai detto che il tuo cane non mordeva!" urla la signora guardandosi la mano con il dito mancante. E il ragazzino: "Il mio cane non morde, è a casa. Questo è il cane del mio vicino: è cattivissimo, vero?".

***

"Come me la vedo brutta!" disse la contessa camminando su uno specchio.

***

Un carabiniere sta salendo sulla Torre degli Asinelli. A un certo punto, stanchissimo, incontra una donna incinta in discesa: "Quanto manca?". E la donna: "Tre mesi". "Urca, sarà meglio che scenda!".

***

Una donna corre dal dottore: "Dottore, dotttore, aiuto, il mio bambino stava giocando con il lettore dvd e dopo averlo rotto ne ha mangiato un pezzetto, cosa devo fare?". E il dottore: "Tranquilla signora, anch'io da bambino stavo giocando col giradischi e ho inavvertitamente mangiato la puntina, e non è successo niente... e non è successo niente... e non è successo niente... e non è successo niente...".

***

La guardia al pescatore di frodo: "Adesso non mi dirai che insegni al verme a nuotare, eh?". Il pescatore: "Oh no, è già capace. Solo che si è messo in testa di fare il sub"

***

Mosè discende dal monte Sinai, dove ha ricevuto la parola di Dio, e parla alla folla: "Amici, ho due novelle importanti da annunciarvi: una buona e una cattiva. La buona è che sono riuscito a convincere Dio che 10 comandamenti sono sufficienti invece di 15... e la cattiva è che "Non desiderare la donna d'altri" fa parte dei dieci che sono rimasti

***

Cosa dice una esquimese trovata nuda nell'igloo col suo amante? Gelo! Mio marito!

***

Due fratellini e lo zio vanno in campagna a passare un pomeriggio all'aria aperta. Mentre lo zio legge il giornale i due bambini giocano allegri. A un certo punto il bambino torna preoccupatissimo dallo zio: "Zio, zio, mia sorella ha mangiato dei funghi velenosi. Presto, vieni". "Non rompere, sto leggendo il giornale adesso". Il bambino ancora più preoccupato torna dalla sorella, ma dopo meno di 5 minuti ritorna dallo zio: "Zio, zio, adesso la mia sorellina è caduta nel fiume, corri vieni!". "E chi se ne frega, tanto moriva già per i funghi velenosi...".

***

Come si chiama la più freddolosa donna spagnola? Amalia De Lana.

***

Una donna sta distesa su una barella prima di entrare in sala operatoria per un intervento di appendicite. È in attesa nel corridoio quando arriva un uomo con un camice bianco, le solleva il lenzuolo, le dà un'occhiata e se ne va. La terza volta che accade questo, la donna gli fa: "Dottore, ci vuole ancora molto per entrare in sala operatoria?, sa, sono nuda ed ho freddo". "E che ne so io? Io sono solo un imbianchino...".

***

La mamma: "Paolo, fai troppe cose alla carlona". "Mamma, non ti preoccupare che quando sono grande la sposo!".

***

Oggi passeggiavo tranquillo quando mi si affianca un tizio in macchina e mi fa: "Scusi, potrebbe dirmi dove mi trovo esattamente?". Io ho risposto: "A occhio e croce direi seduto dentro un'auto". Secondo te, perchè ha cercato di investirmi?

***

Un vecchietto di 90 anni si sposa con una bella figliola di 20 anni e dopo pochi mesi il tizio si reca dal dottore e gli dice che la sua donna aspetta un bambino. Il dottore allora gli dice: "Le voglio raccontare una storia. Un uomo molto distratto parte per la caccia, ma invece di prendere il fucile per distrazione prende l'ombrello. Durante la battuta di caccia un orso lo vede e si lancia contro di lui. L'uomo allora punta l'ombrello verso l'orso, spara e uccide l'orso". Il vecchietto lo interrompe subito: "Impossibile! Qualcun altro ha sparato contro l'orso uccidendolo". "Esattamente" risponde il dottore..

***

Perché i cavalli hanno le narici così larghe? Provate voi a scaccolarvi con gli zoccoli!

***

Un camionista dice a un altro camionista: "Appena arrivo a casa strappo le mutande di mia moglie!". "Sei così arrapato?". "No, è che mi stanno strette..."

***

Un parcheggiatore romano: "Venga, dotto', venga tranquillo. Dietro c'è il deserto!". Si sente un terribile tonfo. "Ah dotto', ha preso proprio una palma!".

***

Uno psichiatra sta sottoponendo una paziente ad alcuni test: schizza dei disegni e la ragazza deve dire che cosa ci vede. Il medico disegna due linee diritte e chiede: "Che cosa rappresentano?". La ragazza risponde: "Un uomo che fa all'amore con la sua donna". Il dottore disegna due linee curve e chiede: "E queste?". La paziente risponde: "Un uomo che fa all'amore con la sua ragazza". La terza volta lo psichiatra disegna un cerchio e chiede: "E questo?". Senza esitare la ragazza risponde: "Un uomo che fa all'amore con la sua fidanzata". Il medico si sofferma un po' a pensare e poi dice alla paziente: "Lei sembra ossessionata dal sesso". La ragazza ribatte: "Io? È lei che sta facendo i disegni osceni, mica io!".

***

Un cannibale vegetariano... quello che mangia solo le piante dei piedi!

***

Due vecchie signore escono senza i loro mariti per una serata un po' "free". Dopo la cena e il ballo in discoteca tornano verso casa abbastanza ubriache. A metà strada si fermano perché a entrambe scappa la popò. Purtroppo si fermano in un cimitero e, non trovando alcun pezzo di carta, una decide di pulirsi con la mutandina per poi buttarla. Invece l'altra si pulisce con un bigliettino appeso a una lapide. Il giorno dopo, i rispettivi mariti si incontrano e uno dice all'altro: "Mi sa che ieri le nostre signore si sono divertite molto. La mia è venuta a casa senza mutande..." E l'altro: "Sei fortunato! La mia aveva attaccato al sedere un bigliettino che diceva: Ti ricorderemo per sempre!".

***

Qual è il santo protettore dei giocatori del Lotto? Il PADRE-TERNO.

***

La madre superiore di un convento decide di riunire tutte le suore nell'atrio perché la sera prima è avvenuto un misfatto. Suora Madre: "Mie consorelle, ho deciso di riunirvi qui perché ieri sera nel convento è avvenuto un fatto deplorevole!". Tutte le suore: "OoooHhhh!"; una suora in fondo: "Hihihihihih!". La suora Madre continua: "Abbiamo trovato una giacca da uomo!". Tutte le suore: "OoooHhhh!"; la suora in fondo: "Hihihihihi!". La suora Madre: "C'erano anche un paio di calzoni da uomo !". Tutte le suore: "OoooHhhh!"; la suora in fondo: "ihihihihihi!". La suora Madre: "Vi erano anche un paio di mutande da uomo!". Tutte le suore: "OoooHhhh!"; la suora in fondo: "Hihihihihihi!". La suora Madre: "C'era anche un preservativo!". Tutte le suore: "OoooHhhh!"; la suora in fondo: "Hihihihihihi!". La suora Madre: "Il preservativo era bucato!!". Tutte le suore: "Hihihihihihihihi!"; la suora in fondo: "OoooHhhh!".

***

Due anziane signore sono in giro in macchina. Entrambe fanno fatica a vedere oltre il cruscotto. A un certo punto, giungono a un incrocio. Il semaforo è rosso, ma loro vanno diritte, senza fermarsi. La signora sul sedile dei passeggeri pensa tra sé e sé: "Mi sembrava ci fosse il semaforo rosso.. mah, mi sarò sbagliata...". Dopo un po' giungono a un altro semaforo: è rosso, ma loro sfrecciano come se niente fosse. La passeggera ritiene di aver visto il semaforo rosso, e, anche se pensa di essersi di nuovo sbagliata, decide di prestare più attenzione in futuro. Dopo pochi minuti giungono a un altro semaforo ovviamente rosso. E anche qui non si fermano. Allora la signora si gira verso quella che guida e fa: "Nina, ti sei accorta che hai passato tre semafori rossi di fila? Potevamo ucciderci!". Nina si gira e fa: "Oh, cielo! Ma sto guidando?!?".

***

Un tizio entra in una tabaccheria e dice: "Per favove mi dia una scatola di cevini". Il tabaccaio: "Diceva?". L'altro: "No, no di legno!"

***

Un uomo di novant'anni è seduto su una panchina del parco e piange a dirotto. Gli si avvicina un giovane che gli offre il suo appoggio. Tra le lacrime il vecchio gli racconta la sua storia. "Sono innamorato di una donna di 25 anni". "Cosa c'è di male?". Singhiozzando: "Tu non capisci. Ogni mattina, prima che lei vada al lavoro, facciamo l'amore. A mezzogiorno lei torna a casa, facciamo di nuovo sesso, poi mi cucina il pranzo. Al pomeriggio, lei fa un break al lavoro, corre a casa, e ancora sesso, il migliore che un uomo possa desiderare...". Il vecchio non ce la fa più e comincia a piangere sempre più disperato. "Io non capisco", fa il giovane, "mi sembra che abbiate una relazione magnifica. Allora perché piange?". Tra le lacrime il vecchio: "Ho dimenticato dove abito".

***

"Non si sa mai da dove cominciare" diceva la zanzara in un campo di nudisti

***

Chi ha grandi assi da mettere in squadra? Il falegname.

***

Gattaba a Riddle: "Allora, cosa vuoi fare oggi?". Lei: "Uhm, non saprei... Fammi pensare". e Gattaba: "No, cerca di fare qualcosa che può riuscirti."

***

Un tacchino selvatico chiacchierava con un toro: "Mi piacerebbe tanto arrivare in cima a quell'albero, ma non ho la forza. Gli rispose il toro: "Beh, perché non mangi un po' della mia merda: è piena di roba nutritiva". Il tacchino becchettò un po' di merda e scoprì che di fatto gli aveva dato forza sufficiente per arrivare al primo ramo dell'albero. Il giorno dopo, mangiando un altro po' di merda, arrivò al secondo ramo. Dopo un paio di settimane, il tacchino era fieramente appollaiato sulla cima dell'albero. Ma fu subito visto da un cacciatore che lo abbattè. MORALE: MANGIANDO MERDA PUOI ARRIVARE IN CIMA, MA NON È DETTO CHE CI RESTI.

***

Un peto e una scorreggina si fidanzano, escono una sera e al chiaro di luna il peto vuole dichiarare il proprio sentimento. La serata è propizia, il cielo è magicamente luminoso, allora lui guarda lei e le sussurra: "Baby, i loffff you..!"

***

L'altro giorno il mio capo mi ha invitato a cena. Durante il pasto gli ho chiesto: "Mi dica, qual è il segreto del suo successo?". "Del mio successo? È facile: si può riassumere in due parole". "Ah sì? E quali sono queste due parole?". E lui: "Buone decisioni". Allora io insisto: "Hmm, ma come si fa a prendere sempre delle buone decisioni?". E lui: "Ah ciò è ancora più facile: si può riassumere in una sola parola: ESPERIENZA". Allora io: "Sì, va bene. Ma come si acquisisce l'esperienza?". E lui: "Due parole: CATTIVE DECISIONI"

***

"Papà, perchè quando cammino giro sempre in tondo?". "Zitto, Paolo, o ti inchiodo anche l'altra scarpa!".

***

Una giovane donna all'ottavo mese di gravidanza va a consultare il ginecologo. Questi le chiede: "Al momento del parto il padre del bambino, secondo lei, vorrà essere presente?". E la donna: "No, non credo. Lui e mio marito non si possono vedere...".

***

Un padre attende la nascita del suo primo figlio. L'ostetrica: "Purtroppo è senza braccia". "Lo amerò lo stesso". "È anche senza gambe". "Lo amerò lo stesso, in fondo è figlio mio!". "Ma è anche senza tronco". "Lo amerò lo stesso!". "Guardi, purtroppo è anche senza testa". "Lo amerò lo stesso". "Mi dispiace: è nato solo quest'orecchio". "Lo amerò lo stesso". "Gli parli più vicino: è sordo!"

***

Perché le zanzare si sentono delle dive? Perché dove passano, tutti applaudono!

***

Gattaba chiede a Riddle: "Eccoti due banconote da 5 euro e comprami le sigarette e i giornali". Poco dopo Riddle frastornata ritorna: "Scusa caro, ma non mi ha detto quali sono le 5 euro per le sigarette e quelle per i giornali!".

***

In tribunale il giudice chiede: "In che modo si è resa conto che suo marito era bigamo?". E la querelante: "È successo il giorno in cui gli ho detto che volevo il divorzio. Lui si è tradito rispondendomi: "È una decisione importante. Bisogna che ne parli con mia moglie".

***

Un uomo decide di passare un bel pomeriggio con la segretaria. La porta fuori a pranzo e poi a casa di lei. Dopo tre ore di sesso scatenato l'uomo si reca in bagno e nota con orrore che la sua segretaria le ha lasciato un vistoso succhiotto sul collo. Disperato pensa come potersi giustificare con la moglie. Arriva a casa e gli si fa incontro il cane per fargli le feste. L'uomo allora coglie la palla al balzo e finge di lottare con il cane stesso. Dopo un pò si alza e dice alla moglie: "Guarda, cara, cosa mi ha fatto il cane al collo" mostrandogli il succhiotto. E lei, aprendosi la camicetta: "Cavolo, guarda cosa mi ha fatto sul petto!".

***

Ritardo in ufficio. Il capoufficio: "Scusi, lei hai fatto il militare?". Il neoassunto ritardatario: "Sì, certo". "E cosa le diceva il sergente quando lei arrivava in ritardo?". "Mi diceva: "Buongiorno, signor Tenente"

***

Una vecchia siede davanti al caminetto, quando ecco apparire una fata che le concede tre desideri. - Vorrei che questa casa tornasse bella com'era una volta. Colpo di bacchetta ed ecco fatto. - Ora vorrei tornare bella come ero in gioventù. Zakkete e fatto anche questo. - E come ultimo desidero vorrei che il mio gatto si trasformi in un bellissimo Principe Azzurro. Detto e fatto. Il Principe Azzurro si avvicina allora alla non più vecchia e cingendole la vita le sussurra: "Ti penti, adesso, di avermi fatto castrare eh?".

***

"Dottore, mi si addormenta spesso la gamba". Il dottore visita, ma non trova nulla: "Stia tranquillo, non è nulla". "Sì, ma la mia russa!".

***

Una coppia decide di sposarsi, lui ha 90 anni, lei 88. Entrano in una farmacia e il fidanzato chiede al farmacista: "Avete rimedi per il cuore?". "Sì". "E rimedi per l'artrite?". "Sì, certo". E rimedi per i reumatismi?". "Sì". "E per il colesterolo?". "Certamente". Allora il fidanzato guarda teneramente la fidanzata e le dice: "Tesoro, che ne dici se facciamo qui la lista di nozze?".

***

L'insalata preferita dai cannibali? Quella con-dita!

***

Una moglie si lamenta che il marito ha la pessima abitudine di fumare il sigaro alla sera in camera da letto. Visto che il marito doveva andare a lavorare in trasferta con un collega lo chiama al telefono pregandolo di fare pressioni per far perdere quel vizio al marito. Detto fatto nei mesi in trasferta ogni sera, quando l'uomo è in bagno, l'amico prende il sigaro dal comodino e se lo infilava nel sedere. E infatti l'uomo ogni volta accendeva il sigaro e poi borbottando che sapeva di merda lo spegneva... fino al punto che non fumava più. Ritornato a casa la moglie ritelefona all'amico per ringraziarlo: "Grazie, ma come hai fatto?". "Semplice! Ogni sera mi infilavo il sigaro nel sedere...". "Perfetto... infatti ha perso il vizio...". "Lui sì... ma io... ora... se alla sera non mi metto un sigaro in sedere non dormo!".

***

Gattaba e Riddle sono in auto, quando al Riddle scappa la pipì. Gattaba si ferma e la tipa va a espletare le sue esigenze al riparo di un arbusto. A Gattaba vengono in mente alcune cose e inizia a strisciare dietro all'arbusto: arrivato al punto giusto allunga una mano in mezzo alle gambe a Riddle e, sorpresa! Sente qualcosa di cilindrico. "Ma hai cambiato sesso?". "No, ho cambiato opinione, sto cagando!".

***

Quindici anni fa chiesi a una donna di sposarmi e lei mi disse di no. È uno dei ricordi più belli della mia vita.

***

Gattaba e Riddle durante un tour in Croazia trovano una ameno villaggio che si vanta di possedere un pozzo dei desideri tra le attrazioni turistiche. Quasi per gioco raggiungono il pozzo e Gattaba sorridendo lancia una monetina. Riddle per non essere da meno si sporge nel pozzo con la monetina in mano, scivola... e cade. "No! - dice l'uomo - funziona davvero...!"

***

Marco annuncia a Laura: "Ci sono! Abbiamo già la fortuna in tasca!". "Sarebbe a dire?". "Sono riuscito a incrociare un pisello salterino con un cetriolo!". "E qual è il risultato di quest'incrocio?". "Il primo vibratore al mondo a essere interamente ecologico!".

***

"Paolo, perché hai scritto camino con la K ?". "Perché camini senza cappa non esistono!"

***

Marco a Luca "Ieri, alle corse, mi è successo un fatto incredibile. Stavo allacciandomi una scarpa ed ero chinato, quando un fantino molto miope mi ha gettato addosso una sella". "Oh! E tu cosa hai fatto?". "Cosa vuoi che facessi senza allenamento! Sono arrivato ultimo!".

***

Marco vede un ubriaco in terra vicino all'ingresso di un bar che borbotta: "Non è possibile... non lo sapevo...". Marco si ferma e gli domanda: "Amico cosa c'è?". "Non so... ho appena scoperto di essere Cristo". "Ma che dici... Sei proprio ubriaco!". "Non ci credi? Entra con me nel bar". L'ubriaco si alza barcollando ed entra nel bar con Marco . Il barman appena lo vede esclama: "Cristo! Sei di nuovo qui?".

***

Luca a Marco......"Perché sei scappato dalla sala operatoria prima dell'intervento?". "Perché l'infermiera diceva: coraggio, non si preoccupi, è un'operazione facile...". "E questo non ti ha tranquillizzato?". "Il fatto è che parlava con il chirurgo!".

***

Marco si reca dal dottore per una visita di controllo. Il dottore: "Per farle degli esami accurati ho bisogno di un campione di urine, di feci, di sperma". e Marco: "Forse è meglio se le lascio le mutande".

***

Come si fa a far impazzire Marco? È semplice: basta dirgli: "Ma va là, vieni qua!".

***

Noè prima del diluvio fa salire sull'arca tutti gli animali a due a due. Arriva il leone con la leonessa, l'elefante con l'elefantessa e così via. A un tratto arriva un pesce da solo: "E tu chi sei?". "Il pesce sega!".

***

Un aeroplano precipita e sopravvive solo un uomo. L'uomo che non ha da mangiare e nell'impatto si frattura una gamba, come nei film d'avventura, inizia a nutrirsi dell'equipaggio. Quando arriva la squadra di soccorso lo trova seduto su una pila di ossa umane. Il capo spedizione lo guarda schifato e lui si difende: "Ma dovevo pur mangiare per sopravvivere!". Il capo spedizione: "Si, ma l'aereo è caduto ieri!".

***

Un tizio sta pranzando in una bettola di infimo ordine quando ha la sorpresa di vedersi capitare davanti, come cameriere, un amico d'infanzia. "Ma come? Tu qui?" chiede con aria di commiserazione "Cameriere in un locale come questo?". "Eh, sì..." risponde l'altro "ma almeno io non ci mangio!".

***

"Ho promesso a mia moglie che se avessimo vinto la lotteria le avrei fatto vedere un po' di mondo". "E adesso cosa hai intenzione di fare?". "Le comprerò un mappamondo".

***

Natalino a Luca "Ieri, alle corse, mi è successo un fatto incredibile. Stavo allacciandomi una scarpa ed ero chinato, quando un fantino molto miope mi ha gettato addosso una sella". "Oh! E tu cosa hai fatto?". "Cosa vuoi che facessi senza allenamento! Sono arrivato ultimo!".

***

Una chiappa chiede all'altra chiappa: "Ci mettiamo assieme ?". E l'altra: "No, non vorrei che il primo stronzo ci dividesse...".

***

Una giovane suora entra in un negozio di articoli religiosi e dice al bel giovanotto dietro al bancone: "Vorrei una raffigurazione di Adamo ed Eva". Il commesso, spiritosone, le chiede: "Prima o dopo il peccato originale?". E la suorina risponde: "Durante!"

***

Cosa fa una cassiera con due automobiline? Uno scontrino

***

Inghilterra. Scompartimento di un treno. Un americano decide di attaccare bottone con un inglese, (bombettina, ombrello e Times sotto il braccio), e gli fa la morale proprio sulla riservatezza: "Certo che voi inglesi siete davvero troppo chiusi, troppo riservati. Per esempio, sono due ore che siamo qui, insieme, nello stesso scompartimento, e lei non ha scambiato nemmeno due parole. Con la sua aria superiore continua a fare finta di leggere il Times... Noi americani, al contrario, siamo più rilassati, più socievoli. Probabilmente viene dal miscuglio dei popoli... Prenda me: ho sangue italiano, sangue francese, un po' di sangue indiano e anche un po' di sangue svedese... Lei che ne dice?". "Sportiva, vostra madre, sir".

***

Un uomo che lavora in comune torna a casa tutto felice, fa le scale tre alla volta e urla alla moglie: "Nina... Nina... m'hanno fatto membro della giunta!". E la moglie: "Mah, avrebbero fatto meglio a farti una giunta al membro!".

***

Un giorno un tizio si perde nella foresta e dopo 5 giorni di digiuno completo (non trova per sfamarsi neppure delle bacche), quando oramai è vicino alla morte, vede un'aquila reale. Con le ultime forze rimaste riesce a catturarla e a mangiarsela. Ma proprio quando sta per finire il pasto passano delle guardie forestali che lo arrestano per l'uccisione di una specie in via di estinzione. In tribunale egli si difende dicendo che se non avesse ucciso l'aquila sarebbe morto di lì a poco di fame. Incredibilmente il giudice gli dà ragione e lo assolve. Una volta fuori dal tribunale il giudice avvicina l'uomo e gli chiede: "Mi scusi, ma mi piacerebbe sapere una cosa prima che lei ritorni a casa sua. Non ho mai assaggiato un'aquila reale e sicuramente mai l'assaggerò e mi piacerebbe sapere che sapore ha". E l'uomo: "Mah, direi un sapore a metà fra la gru americana e il gufo maculato!".

***

Un contadino vede sfrecciare nel cielo il dio Apollo col suo carro alato, e lo chiama: "APOLLOOOOOO!". E Apollo: "ASCEMOOOOO!"

***

Due sposini in luna di miele si fermano in un albergo. Arriva l'ora di pranzo e loro non si vedono, a cena nemmeno, alla colazione dell'indomani neanche. Passa una settimana e loro non escono dalla stanza. Un cameriere bussa alla porta della loro stanza e loro rispondono : "Chi è?". "Sono il cameriere, sono venuto ad avvisarvi che vi siete dimenticati di mangiare". E la sposina: "Noi mangiamo il frutto dell'amore". Al che il cameriere: "Va bene, ma non buttate le bucce dalla finestra che i bambini le raccolgono e i genitori si lamentano con noi dell'albergo"

***

Cosa fa il cuoco con il fuoco? La rima

***

Due colleghi d'uffico si incontrano e uno dice all'altro: "Hai sentito? Quel trojone di Riddle si è operata ma ci ha lasciato le penne". E l'altro: "Va bene! Io prendo la blu, la rossa è tua!"

***

Dopo 30 anni di perplessità sul fatto di essere così diverso dal fratello più piccolo, Gattaba trova il coraggio di chiedere alla madre: "Mamma, dimmi la verità. Io da piccolo, sono stato adottato?".La madre dice di sì, e poi comincia a piangere a dirotto. Infine aggiunge: "...ma eri così schifoso e rompiscatole che ti hanno riportato indietro!".

***

Un uomo entra di corsa in un ufficio postale e chiede all'impiegata: "Scusi, dove posso fare un versamento?" "Qui, signore". E lui (vomitando): "Bleeeah"

***

Gattaba un po' attempato, volendo a tutti i costi un figlio, si fa iniettare degli ormoni di scimmia nella speranza di mettere incinta la giovane e bella moglie (Riddle era morta). La cura riesce e dopo qualche mese la donna, felice, annuncia al marito che è in attesa di un bimbo. Arriva il giorno del parto e Gattaba, nervoso, passeggia nella sala d'attesa finché blocca un medico che sta passando e gli chiede: "Allora, dottore, è andato tutto bene? È maschio o femmina?". Il medico lo guarda ed esclama con tono burbero: "Beh, in effetti è andato tutto bene, ma non possiamo ancora dirle di che sesso è! Stiamo aspettando che scenda dal lampadario...".

***

Due astronauti mangiano in un ristorante sulla luna. Uno dice: "Guarda, non è incredibile? Eccoci qui, che mangiamo in un ristorante sulla luna! Che te ne pare?". "Sì, è carino, e il cibo è decente, ma non c'è atmosfera"

***

Un bimbo torna a casa da scuola molto triste e dice alla mamma: "La maestra è sempre gentile con tutti i miei compagni tranne con me! Chiama gli altri Giorgino, Robertino, Paolino, Natalino e a me invece no!". La mamma lo consola: "Non te la prendere Pompeo... te lo spiego quando sarai più grande..."

***

In caserma un sergente interroga una recluta: "Soldato, cosa vedi là?". "Un militare, signore". "Un militare? Ma sei cieco? Quelli sono due carri armati!". "Appunto, signore! Ogni carro armato è un mezzo militare, quindi...".

***

Un ateo sta tranquillamente pescando su un lago della Scozia quando all'improvviso la sua barca è attaccata dal mostro di Loch Ness. In un attimo la barca va a pezzi e lui vola in alto. Mentre sta cadendo verso il basso, cioè verso le fauci spalancate del mostro, ha la forza di gridare: "Oh, mio Dio, aiutami!". Così in un attimo la scena viene bloccata e l'ateo rimane a mezz'aria, mente una voce tonante viene giù dalle nuvole: "Io pensavo che tu non credessi in Me!". E l'uomo: "Ti prego, aiutami. Del resto due minuti fa anch'io non credevo che esistesse il mostro di Loch Ness!".

***

"Meglio una gallina oggi che un uovo domani", come disse il gallo.

***

Rientrando a casa dal lavoro un marito si dirige dritto verso il televisore, ma prima di accenderlo domanda alla moglie: "Cara! Hai qualcosa da dirmi prima che inizi la stagione di calcio?"

***

Natalino sta passeggiando con il cane quando un signore gli dice "Ma che bel cane,  Alano?". "Mah, per cagare, caga...!"

***

Natalino agitato telefona ai pompieri: "Venite presto! La mia casa sta bruciando!". I pompieri: "Va bene, arriviamo, ma ci dica come fare per arrivare a casa sua". e Natalino : "Eh? Ma con quel camioncino rosso, no?".

***

L'intelligentone di Natalino....."Perché ci sono tante formiche al mondo? Perché non hanno ancora inventato preservativi così piccoli!"

***

Natalino in un negozio di biancheria: "Vorrei una camicia!". "Certo....la taglia?". "No, la porto via intera!".

***

Riddle sta passeggiando con il cane quando un signore le dice "Ma che bel cane, signora. Alano?". "Mah, per cagare, caga...!"

***

Riddle agitata telefona ai pompieri: "Venite presto! La mia casa sta bruciando!". I pompieri: "Va bene, arriviamo, ma ci dica come fare per arrivare a casa sua". e Riddle: "Eh? Ma con quel camioncino rosso, no?".

***

Perché ci sono tante formiche al mondo? Perché non hanno ancora inventato preservativi così piccoli!

***

Gattaba in un negozio di biancheria: "Vorrei una camicia!". "Certo....la taglia?". "No, la porto via intera!".

***

Un pilota vuole atterrare. La torre di controllo domanda: "Comunicate la vostra posizione e l'altezza". Il pilota: "Seduto e alto 1 metro e 80".

***

Una sera, una coppia di amanti si sta divertendo, quando a un certo punto lei sente dei rumori. "Cielo, mio marito!" esclama e nasconde l'amante nell'armadio. Il marito arriva furibondo e dice di aver scoperto tutto. Dopo una serie di insulti alla moglie apre l'armadio e esclama "E lei chi è?". E l'amante: "Batman!". Il marito stupefatto: "Ma che cazzo di risposta è?". E l'amante: "E allora lei che cazzo di domande fa?".

***

Giacomino a Riddle...."Mamma, ma non aspettiamo papà per mangiare?". "Se avessi aspettato tuo padre, tu non saresti mai nato!"

***

l capitano Festicoli si presenta alla sua compagnia: "...in particolar modo non tollererò giochi di parole sul mio nome come ad esempio una certa trasposizione di lettere del mio cognome... credo che abbiate capito... Anzi, facciamo delle prove. Tu in prima fila, come mi chiamo io?". "Festicoli!". "Bravo. Bene. E tu laggiù in fondo?". "Festicoli, signor capitano". "Bene, bene... E tu di là con il naso per aria e la testa fra le nuvole, come mi chiamo io?". "Eh... mmmh... ah! Foglioni!".

***

Gattaba ha un problema allo stomaco; va dal dottore e questi gli dice che deve prendere due supposte. Lo fa mettere a 90 gradi, gli infila la prima e gli dice di prendere l'altra dopo sei ore. Sei ore dopo siccome Gattaba non ce la fa da solo si fa aiutare da Riddle, che lo fa chinare, gli mette una mano sulla spalla e gli infila la supposta. "UUhhh... che schifo!" dice lui. "Cosa c'è, ti ho fatto male?" chiede lei. "No, è che ho realizzato adesso che quando me l'ha messa il dottore aveva entrambe le mani sulle mie spalle!".

***

Gattaba e Riddle decidono di andare alla fiera del paese. Qui vedono alcuni recinti in cui sono esposti i tori da monta. Vicino alla prima gabbia c'è un cartello con scritto: "Questo toro si è accoppiato più di 50 volte lo scorso anno". Riddle allora si gira verso Gattaba e dice: "Però, questo si è accoppiato una volta a settimana. Avresti qualcosa da imparare da lui". Arrivano vicino alla seconda gabbia, dove c'è un altro cartello che dice "Questo toro si è accoppiato 100 volte lo scorso anno". Di nuovo, girandosi verso Gattaba, Riddle esclama "Però, questo si è accoppiato quasi 2 volte a settimana. Avresti qualcosa da imparare da lui". Arrivano quindi vicino al terzo recinto, dove il cartello dice "Questo toro si è accoppiato 350 volte lo scorso anno". "Accidenti, questo toro si è accoppiato quasi ogni giorno! Avresti molto da imparare da lui." dice Riddle . Allora Gattaba si gira verso Riddle e sorridendo ed esclama: "Ma guarda che non l'ha mica sempre fatto con la stessa vecchia vacca!".

***

Gattaba a Riddle ....Sei la cosa più bella che mi sia capitata nella vita... Pensa che vita di merda!

***

Gattaba dal dottore..."Dottore, ho un problema: mangio una mela... e cago una mela! Mangio un panino... e cago un panino ! Mangio un biscotto... e cago un biscotto!! Dottore, cosa posso fare?"... "Mangi un po' di merda!"

***

Riddle si avvicina piangendo a un poliziotto e gli dice che ha perso il suo cane. L'agente le consiglia: "Perché non mette un'inserzione sul giornale?". E Riddle: "Ci avevo pensato, ma il mio piccolo Fido non sa leggere!".
***

I veri geni non dicono di esserlo... io ad esempio sono un vero genio.

***

Paolo è a scuola. La maestra ha portato un biscotto per ogni alunno e chiama Paolo: "Vieni qui, Paolo, ti do il tuo biscottino". Ma Paolo risponde: "Non lo voglio il suo schifoso biscotto!". La maestra è scioccata e chiama la mamma di Paolo. Il giorno dopo la mamma si presenta in classe, la maestra la fa nascondere dietro una tenda e ripete la scena: "Vieni qui, Paolo, ti do il tuo biscottino". Il bambino risponde ancora: "Non lo voglio il suo schifoso biscotto!". Al che la maestra si rivolge alla madre che era nascosta: "Ha sentito cos'ha detto suo figlio?". "Sì" risponde la madre "E lei non gli dia quel fottuto biscotto schifoso!".

***

Due matti camminano carponi sulle rotaie. A un certo punto quello più indietro fa all'altro: "Ma quanto è lunga questa scala?". E l'altro girandosi: "Tranquillo, non lo vedi che arriva l'ascensore?".

***

Cosa fanno una Suzuki, una Kawasaki e una Yamaha in riva al mare? Aspettano l'Honda!

***

Un domatore presenta il suo favoloso numero: un enorme coccodrillo del Nilo. "Signore e signori, ora vedrete qualcosa di veramente forte!". Rullo di tamburi. Il domatore si avvicina al mostro. Apre la patta dei suoi pantaloni e fa uscire il suo sesso mettendolo nella gola del coccodrillo. Applausi ... "E ora, ancora più difficile!". Una giovane assistente arriva con una mazza da baseball e vibra dei colpi violenti sulla testa della bestia. Ma la gola armata di terribili denti rimane chiusa senza liberare il sesso del domatore. "TADAA!" Di nuovo applausi... "E ora vi chiedo se c'è qualcuno fra il pubblico che è capace di fare la stessa cosa. Forza, chi è capace?". In quel momento una vecchietta si alza e grida: "Io, vengo io! Ma a una condizione: non voglio che mi si colpisca sulla testa!".

***

Dobbiamo restare a galla... conviene essere stronzi!

***

Re Artù deve partire per la guerra. Preoccupato della fedeltà di Ginevra si rivolge a mago Merlino. Questi confeziona una speciale cintura di castità: chiunque avesse tentato di intromettersi in Ginevra avrebbe subito una istantanea castrazione. Re Artù a questo punto parte tranquillo. Al suo ritorno riunisce tutti i cavalieri della tavola rotonda e ordina loro di spogliarsi. Sono tutti sprovvisti del loro nobile augello tranne Lancillotto. Re Artù si commuove di fronte alla prova di fedeltà del cavaliere e lo incita: "Dai Lancillotto diglielo tu a questi traditori cosa significa rispettare il proprio re e la sua donna! E Lancillotto: "Allll NGHEOV...GGGCCCYYAAA".

***

Un'inserzione sul giornale dice che si offre lavoro purché si sia disposti a tutto. Si presenta al colloquio preliminare un tale e gli viene chiesto se è disposto a tutto. Quando costui afferma di sì il datore di lavoro tira fuori una pistola e gli dice: "Se vuoi il lavoro devi andare a casa e uccidere tua moglie". Il tizio ovviamente si rifiuta: "Mi dispiace ma siamo sposati da poco..." e così è costretto ad andarsene. Si presenta il secondo signore ma alla domanda se è disposto a uccidere la moglie, alla vista della pistola, si rifiuta: "Mi dispiace ma mia moglie è incinta...". Si presenta il terzo tizio che accetta. Prende la pistola e va a casa. Qualche ora dopo torna tutto arrabbiato: "Me lo poteva dire che era scarica. Sono stato costretto a strangolarla!".

***

Due amici si incontrano al parco. Uno dei due ha un cane: "Bello il tuo cane, di che razza è?". "È un incrocio tra uno spinone e un segugio". "Ah, uno spigugio!". "No, purtroppo è un segone".

***

Come si chiama il più fortunato uomo cinese? Chon Gran Kull.

***

Al convegno degli spermatozoi, per il loro classico ritrovo annuale, l'oratore, davanti all'immensa platea, urla: "CARI AMICI, VI RINGRAZIO DI ESSERE VENUTI!".

***

Carlo e suo fratello più grande sono il terrore del quartiere: ne combinano ogni giorno di tutti i colori. La madre non ne può più finché un giorno viene a sapere che è arrivato nella parrocchia un nuovo prete con una buona fama di educatore. La madre si confida con lui e il prete le dice di portargli Carlo per primo e da solo. Il giorno dopo Carlo va dal prete e lo trova dietro una grande scrivania; lo fa sedere davanti a lui, lo fissa a lungo negli occhi e alla fine puntandogli un dito verso il viso gli chiede con tono autoritario: "Dov'è Dio?". Carlo si guarda attorno, ma non dice niente. Il prete gli punta ancora il dito contro e grida più forte: "Dov'è Dio?". Stessa scena di prima, ma Carlo non dice nulla. Allora il prete si alza, sale sulla scrivania e con voce ancora più forte e puntando il dito sul naso di Carlo gli grida: "Dov'è Dio?". Carlo questa volta è preso dal panico e scappa a casa; sale in camera dal fratello e gli dice: "Stavolta siamo proprio nella merda!". Il fratello gli chiede perché e Carlo: "Dio è scomparso e nel quartiere pensano che siamo stati noi a rapirlo!"

***

Ma se lo spirito è forte e la carne è debole, come mai è sempre la carne che la spunta?
***

Colmo per un facchino: avere un peso sullo stomaco

***

In una caserma un sergente interroga le nuove reclute: "CHI È CHE SA COSA È LA PATRIA?". Nessuna risposta. Il sergente: "TU... COME TI CHIAMI?". "Rossi". Il sergente: "SECONDO TE COSA È LA PATRIA?". "Non saprei...". E il sergente: "IGNORANTE E BUONO A NULLA! LA PATRIA È TUA MADRE!". Il giorno dopo si ripete la solita scena, soliti soldati, solito sergente, stesse domande. Il sergente: "TU COME TI CHIAMI?". "Bianchi". Il sergente: "COSA È SECONDO TE LA PATRIA?". Questa volta il soldato convinto della risposta esclama: "La patria è la madre del soldato Rossi...".

***

Un elicottero è precipitato su un cimitero. I primi ad accorrere sono stati i carabinieri che hanno già recuperato i corpi di oltre 300 vittime

***

In una scuola media, un prof di scienze naturali sta tenendo una lezione sulla circolazione sanguigna. Volendo fare un esempio pratico dice ai suoi studenti: "Vedete, se io camminassi sulle mani per un certo tempo, il sangue si accumulerebbe nella testa e il viso mi diventerebbe tutto rosso. Siete d'accordo?". "Sì!". "Bene, ora mi potete spiegare perché quando mi metto in posizione normale il sangue non si accumula nei miei piedi?". Paolo alza subito la mano e risponde: "È perché i suoi piedi non sono vuoti...

***

Un dentista sta compilando una breve cartella clinica di Amedeo suo nuovo paziente. Così si rivolge all'assistito e domanda: "Apparecchio?". "No, grazie, già mangiato..." risponde lui.

***

"Amedeo come si producono i venti?". "Moltiplicando i quattro per i cinque"

***

Amedeo: "Hai visto che bel cane che ho?". Nazario ..: "Ma non vedi che è una capra!". "Ho detto che è un cane!". "Ma non vedi che ha le corna!". "Ma saranno cazzi suoi, no!".

***

Amedeo il guru......"IO mangio merda: miliardi di mosche non possono essersi tutte sbagliate"

***

Un ragazzino molto timido si invaghisce di una ragazza che lavora in una gelateria. Dopo vari tentativi di approccio e dopo aver provato tutti i gusti possibili immaginari di gelato, decide di cambiare tattica, di diventare più duro, più rude, più aggressivo... così, trovandosi davanti alla ragazza, come ogni giorno, lei gli dice: "Cosa posso farti oggi di buono?". Lui tutto agitato con il cuore a mille gli risponde quasi urlando: "TIRAMISÙ la BANANA col BACIO!

***

Perché se rubano una carta di credito a un uomo questi non denuncia il furto? Perché il ladro spende meno della moglie.

***

Un paziente spiega i suoi sogni al psichiatra: "Non mi disturba se continuo a sognare in francese, quello che mi dà fastidio sono i sottotitoli in coreano!"

***

Due amici si incontrano. Dice il primo: "Ho saputo di un localetto niente male, in via Roma, si sta bene, buona la musica e lo spettacolo, se prendi un paio di aperitivi e qualche drinks te la cavi con meno di 20 euro, è proprio un bell'ambiente, e se ci sai fare, ogni sera rimorchi!". E il secondo: "Fantastico! Tu ci sei già stato?". E il primo: "Io ancora no, ma mia moglie ci va tutte le sere!".

***

Colmo per una donna delle pulizie: non avere uno straccio da mettersi addosso.

***

Dopo 30 anni di vita solitaria nella jungla con la sola compagnia delle scimmie e per sesso i buchi della giusta forma negli alberi, Tarzan incontra Jane. Jane lo scopre la prima volta mentre sta vigorosamente accoppiandosi con un buco di un albero. Colpita da tale visione Jane si offre a Tarzan e si distende nuda per terra a gambe aperte. Allora Tarzan le salta addosso e le molla un gran calcio proprio nella zona che sappiamo. Lei urla di dolore: "Ma che cazzo stai facendo?". E Tarzan: "Beh, io controllo sempre prima se ci sono degli scoiattoli...".

***

Su un rasoio usa e getta: "Non usare durante un terremoto".

***

"Cara, prepara le valigie perché te ne devi andare. Ti ho perso a poker!". "Ma, caro, come hai potuto fare una cosa del genere?". "Beh, ho dovuto barare!".

***

Il poeta Joshua....."Che differenza c'è fra una vedova e una carota? Nessuna, tutte e due hanno il manico sotto terra!"

***

Tre messicani stanno facendo la siesta. Il primo, per rompere la monotonia: "Amigos, conosco un nuevo giocos. Occorrono una mazzas, le palles e un bucos. Io metto la mazzas!". Il secondo: "Io metto le palles!". Il terzo: "Io non giocos!".

***

Un marito rientra a casa e trova la giovane e bella moglie completamente nuda seduta sopra al termosifone: "Ma, cara, che stai facendo?". E la moglie: "Sai, caro, è venuto il padrone dell'appartamento... beh, vedi, erano 6 mesi che non pagavamo l'affitto.. ". "E allora?". "Bene, caro, sto asciugando la ricevuta!".

***

Un tizio piccolo e magro sta tranquillamente seduto in un bar bevendo una bibita quando all'improvviso irrompe un tale grande e grosso che lo colpisce violentemente al capo, stendendolo al suolo e dicendo: "Questo è un colpo di karatè della Korea". Il giorno dopo il tizio torna nel bar e mentre sta bevendo entra lo stesso tizio del giorno prima che lo colpisce stendendolo nuovamente al terreno e dicendo: "Questo è un colpo di judo del Giappone". Il piccoletto poco dopo si riprende, esce dal bar e rientra dopo un'ora. Senza dire una parola si avvicina al bruto e gli dà un colpo terribile in testa. Poi si rivolge al barista e gli dice: "Quando si riprende gli dica che questo è un colpo di crick della 500".

***

Pierino: "Papà, papà: mi compri un salvagente a forma di bagnino?". "Ma, Pierino, non esistono...". "Sì che esistono: la mamma ne sta gonfiando uno dietro le cabine!"

***

Un uomo va, disperato, dal dottore: "Mi aiuti la prego, quando tento di fare l'amore con mia moglie... non sono in grado. Sono disperato". "Ho capito. Prenda allora questa pastiglia di Viagra, corra a casa da sua moglie e vedrà che tutto andrà per il meglio". L'uomo fa come detto dal dottore. Ma a casa non c'è nessuno. 5...10... 30... 60 minuti passano. L'uomo, preoccupato, telefona al dottore: "Dottore, come devo fare, mia moglie non è in casa e la situazione sta diventando insostenibile. Mi consigli qualcosa...". "Beh, se proprio non ce la fa, vada dalla vicina di casa...". "Ma no, dottore, con la mia vicina non ho bisogno del Viagra...".

***

Un tizio aveva tre fidanzate. Bene, questo tizio non sapeva decidere quale delle tre sposare. Così decise di affidare a ciascuna di esse 10 mila euro per vedere come avrebbero speso i soldi. La prima impiegò il denaro per migliorare il proprio aspetto: nuovi vestiti, pettinature alla moda, manicure, pedicure. Alla fine disse al tizio: "Ho speso i soldi per farmi bella perché ti amo moltissimo". La seconda lo iscrisse a un club di golf, gli acquistò un cellulare, un televisore e un mega stereo, poi disse: "Ti ho comprato tutte queste cose perché ti amo moltissimo". La terza investì i soldi nel titolo giusto, raddoppiò il capitale, gli restituì 10 mila euro e reinvestì a suo nome il resto. Infine disse: "Ho investito il resto del denaro pensando al nostro futuro perché ti amo moltissimo". L'uomo pensò a lungo al modo in cui ciascuna aveva utilizzato il denaro. Alla fine decise: sposò quella che aveva le tette più grosse.

***

Gattaba sta parlando al telefono e Riddle intanto gira per la casa canticchiando: "Icaro qua! Icaro là!". Quando Gattaba finisce la telefonata le dice: "Guarda che era Figaro!". E lei: "Ah sì, e che voleva?"

***

Joshua si reca a casa sua in compagnia di una ragazza. Lei va in bagno a prepararsi ma torna ben presto da Lui e con sguardo rammaricato spiega: "Mi dispiace caro ma ho il ciclo... ti va di bere qualcosa?". E lui: "Scusa! Ma per chi mi hai preso? Per Dracula?".

***

Simone entra in un bar e chiede al barista: "Ehi faccia da culo, dammi una birra!". La scena si ripete ogni giorno e alla fine il barista si incazza e pesta Simone. Dopo alcuni giorni Simone torna tutto incerottato e il barista, che sta sorseggiando una bibita, vedendolo gli chiede: "Allora, ti è bastata la lezione?". E lui: "Certamente, ma appena hai finito di farti il clistere, dammi una birra!"

***

Su una nave da crociera un prestigiatore intrattiene i passeggeri. Ma il suo partner, un pappagallo, gli rovina tutti i trucchi. "Il coniglio è sotto il tavolo!". "La carta è nascosta nella manica!". "La corda è più corta dell'originale!". Un brutto giorno la nave affonda. Il pappagallo e il prestigiatore sono gli unici superstiti su una scialuppa che va alla deriva. Per qualche tempo il pappagallo se ne sta a poppa a osservare torvo il suo padrone, poi esclama: "Ok, mi arrendo: dove hai nascosto la nave?".

***

Simone ha un problema: tutte le volte che si addormenta sogna uno gnomo che gli dice: "E fai pipì! E fai pipì!...". E allora lui Psssssss... si piscia sotto, a letto. Un giorno va dal dottore e gli dice: "Dottore, tutte le volte sogno uno gnomo che mi incita a pisciare, io me la faccio sotto...". E il dottore: "E lei gli dica NO, con sicurezza!". Quella notte di nuovo lo gnomo: "E fai pipì!", e lui: "NO!", e lo gnomo: "E fai pipì!", e lui: "NOO!", e lo gnomo: "E fai la pipì!!!" e lui: "NOOOOO!!!", e lo gnomo: "E allora vai a cagare!".

***

Perché i pesci puzzano? Adamo ed Eva hanno appena finito di fare all'amore la prima volta dalla creazione e mentre Adamo è coricato sull'erba morbida del Paradiso Terrestre, Dio gli si avvicina e gli dice: "Figlio mio, che cosa ne pensi?". "È stato davvero incredibile - dice Adamo - Non so esprimere quanto mi sia piaciuto". "Ed è piaciuto anche ad Eva?" chiede Dio. "Anche lei ne è entusiasta" risponde Adamo. Dio si guarda intorno e chiede: "Ma dimmi, Adamo, dov'è la tua donna?". Adamo risponde: "È laggiù, vicino al fiume, si sta lavando". I cieli si oscurano e Dio esclama angosciato: "Non riuscirò mai più a togliere quell'odore dai pesci!".

***

Come si chiama uno che corre nudo in mezzo alla foresta? Robi Nud.

***

Joshua, un ragazzo di 13 anni ha ingerito per errore 10 compresse di Viagra del padre. Condotto subito all'ospedale, il medico riscontra solo... ustioni di terzo grado sulle mani!

***

Un ragazzo esce dal suo appartamento quando si apre la porta accanto e vede la nuova vicina, una bionda favolosa, che sta raccogliendo il giornale. Cortesemente la saluta e attacca discorso notando che la bionda è in sottoveste e non ha niente sotto. Lei chiacchiera amabilmente mentre lui se la mangia con gli occhi. A certo punto la ragazza dice: "Sento venire qualcuno ... entra nel mio appartamento!". Il ragazzo entra mentre la bionda lascia cadere la sottoveste dicendo: "Cosa trovi di formidabile in me?". "Le orecchie!" risponde il ragazzo. "Ma come? - replica la ragazza - guarda che tette sode, guarda che culo perfetto, che pelle liscia e vellutata... perché mai tu trovi le mie orecchie formidabili?". E il ragazzo: "Perché prima nel corridoio, quando hai sentito qualcuno venire... ero io! "

***

Studio medico. Squilla il telefono. Il medico risponde, e all'altro capo c'è una donna che, con voce profonda, dice: "Dottore, credo che lei mi abbia prescritto troppi ormoni... Senta come parlo!". E il medico: "Non si preoccupi, è un normale effetto collaterale. Appena finirà la cura, la voce le tornerà normalissima". "Sì, ma mi stanno anche crescendo dei peli sul petto!". E il medico: "Ah. Questo è già più strano... E, mi dica, fino a dove le arrivano questi peli?". "Giù, giù, fin sotto ai coglioni".

***

Colmo per un dermatologo: avere un amico per la pelle.

***

Cosa fa un gambero quando sbaglia strada? Va avanti!

***

Un ragioniere di 54 anni lascia a sua moglie una lettera un venerdì sera. Su di essa c'è scritto: "Cara moglie, io ho 54 anni e quando leggerai questa mia lettera io sarò all'Hotel Miramare con la mia bellissima segretaria di 18 anni". Quando l'uomo arriva all'hotel trova una lettera ad attenderlo che dice: "Caro marito, anch'io ho 54 anni e quando tu leggerai questa lettera io sarò all'Hotel Bellavista col mio giovane amante di 18 anni. Dato che sei un ragioniere comprenderai come il 18 sta nel 54 molte più volte che il 54 nel 18".

***

Un cane corre per la strada senza guinzaglio ed entra in una macelleria arraffando una bella e grossa bistecca. Il macellaio si reca dall'avvocato e gli chiede: "Se un cane entra nel mio negozio e mi ruba una pezzo di carne ho diritto di chiedere un risarcimento al padrone?". La risposta dell'avvocato è chiara: "Certo, è ovvio!". "Allora lei mi deve 20 euro. Il suo cane mi ha portato via dal negozio una bella bistecca questa mattina". L'avvocato senza una parola prende il portafoglio e paga il macellaio. Alcuni giorni dopo il macellaio si vede recapitare per posta una fattura di 150 euro con la dicitura: spese di consultazione.

***

Una mamma scopre che sua figlia gioca al dottore con il figlio del vicino. Arrabbiata, afferra il ragazzo per un orecchio e lo porta dalla sua vicina. Ma la vicina ribatte: "È naturale che ragazzini e ragazzine esplorino la loro sessualità giocando al dottore alla loro età...". "Sessualità un corno!" urla la madre della ragazza "Le ha appena tolto l'appendice!".

***

Due avvocati si incontrano al bar del tribunale. "Ehi, che ti succede? Sei di cattivo umore?". "Non me ne parlare...stamattina un biberon mi ha bucato un pneumatico". "E non hai visto il biberon sulla strada?". "No, quel maledetto bebè lo nascondeva sotto la coperta".

***

Il Maresciallo dei carabinieri ordina all'appuntato di potare la siepe del giardino. Questi, potata la siepe, cerca di tagliare con la cesoia lo zampillo della fontana. Il maresciallo lo guarda dalla finestra e gli grida: "Che fai, non vedi: ACQUA NON POTABILE".

***

Due carabinieri vivono in due palazzi uno di fronte all'altro. Un giorno uno dice all'altro: "Hei, sei proprio cretino! La sera faresti meglio a chiudere le persiane. Ieri ti ho visto mentre eri a letto con tua moglie!". E l'altro: "Guarda che il cretino sei tu! Io ieri non ero neppure a casa!".

***

Epitaffio su una tomba famosa: "Qui giace Napoleone, non tutto... Bonaparte!".

***

Due amiche si incontrano casualmente per strada: "Allora, Luisa, ho saputo che sei riuscita a convincere Carlo a sposarti!". "Sì... ma sapessi quello che ho dovuto ingoiare!".

***

Un camionista insieme al suo pappagallo stanno trasportando un carico di galline vive. Durante il viaggio carica una bella autostoppista, e alla prima occasione, le appoggia una mano sulle gambe. "MAIALE cosa fai? Come ti permetti!". "Senti, bella, qui funziona così: o me la dai o scendi". Questa naturalmente scende e subito il pappagallo: "MAIALE, MAIALE, MAIALE...". "Smettila o ti spenno". Dopo un po' un'altra autostoppista viene caricata e si ritrova una mano sulla gamba: "BRUTTO STRONZO, leva subito la mano...". "Senti, bella, qui funziona così: o me la dai o scendi". Anche questa naturalmente scende e subito il pappagallo: "BRUTTO STRONZO, BRUTTO STRONZO, BRUTTO STRONZO". Il camionista seccato lo prende e lo scaraventa in mezzo alle galline. Trascorsi pochi minuti una volante della Polizia li ferma: "Lei trasporta galline?". "Beh sì, perché?". "Vorremmo sapere perchè le sta seminando per strada". Il camionista allibito si volta e sente il pappagallo che dice: "Senti bella, qui funziona così: o me la dai o scendi...".

***

"Mamma, mamma, gli altri bambini mi prendono in giro dicendo che ho dei piedi grandissimi...". "Scherzano soltanto, bimbo mio. Su, ora vai a parcheggiare le scarpe in garage che tra un po' si mangia".

***

Una distinta signora di mezza età entra in pasticceria del paese e ordina una torta per il suo compleanno. Il titolare le chiede: "...e quante candeline devo mettere?". La signora, un po' irritata, risponde: "Le solite!".

***

Un tizio che si era sempre dedicato ai piaceri muore e finisce all'inferno dove lo attende un custode vestito con uno bell'abito che lo invita ad accomodarsi. Il tizio entra e molto incredulo trova un ambiente da favola: ampi saloni, comode poltrone, gente che si diverte. Gli offrono un aperitivo e inizia a conversare con altri dannati: "Ma siamo davvero all'Inferno?". "Sì, certo!". "Ma come passate il tempo?". "Beh, facciamo quello che ci pare, mangiamo, ci divertiamo, facciamo all'amore... io sono qui da 500 anni e mi diverto moltissimo!". A un certo punto i nuovi arrivati, compreso il tizio, sono invitati a fare un giro dell'Inferno. Visitano vari posti uno più bello dell'altro con divertimenti di ogni genere, finché arrivano in una zona di crateri infuocati con dei dannati e dei demoni che li infilzano. Al che il tizio esclama: "Lo sapevo, questo è il vero inferno!". "No, no, questo è solo l'inferno dei cristiani: loro lo vogliono così!".

***

Ho visto un verme battersi per farsi chiamare single e non solitario.

***

Un uomo va dal medico dicendogli che ha un problema: sono 7 mesi che sua moglie non vuole più fare sesso con lui. Il dottore gli dice di portargli la moglie per una visita. Quando la moglie arriva dal dottore, il medico le chiede cos'ha di particolare per non voler far sesso con il marito. E la donna gli spiega: "Negli ultimi 7 mesi, vado a lavorare in taxi, ma non ho denaro per pagare l'autista e lui mi chiede "Intende pagare oggi o cosa?" e cosa scelgo la seconda alternativa. Poi arrivo a lavorare in ritardo e il padrone mi chiede "Le trattengo parte dello stipendio o cosa?" e anche qui scelgo "o cosa". Torno ancora a casa in taxi, senza denaro per pagare, e il taxista mi chiede ancora "Intende pagare stavolta o cosa?" e io ancora "o cosa" e lei capisce che la sera sono troppo stanca per farlo ancora". Il dottore medita un attimo e poi le chiede: "Bene, allora ne parlo con suo marito o cosa?".

***

ARITMETICA DELL'UFFICIO: Capo intelligente + Impiegato intelligente = Lucro; Capo intelligente + Impiegato stupido = Produzione; Capo stupido + Impiegato intelligente = Promozioni; Capo stupido + Impiegato stupido = Straordinario.

***

Perché Adamo è stato l'uomo più fortunato del mondo ? È stato l'unico al mondo a non avere una suocera.

***

Lui: "Sai, cara, ho aperto un negozio". La moglie: "Di cosa?". Lui: "Non lo so, è arrivata la polizia e sono dovuto scappare".

***

"Dottore, sono venuto a renderla partecipe di questa grande notizia: dopo cinque anni di sofferenze, le devo dire che la sciatica mi è passata. E tutto grazie al suo consiglio: fare l'amore almeno tre volte con mia moglie tutte le sere. Ma, mi consenta dottore, come le è venuta questa straordinaria intuizione?". "Eh sa... - risponde quello con un pizzico di imbarazzo - il segreto professionale mi impedirebbe di dirglielo. Comunque le confesso che anch'io come lei ho sofferto di sciatica fino a sei anni fa, anno in cui sua moglie ha iniziato a curarsi qui da me..."

***

Marco a Luca....."Il dottore mi ha ordinato di prendere sessanta pastiglie al giorno". "Accidenti! Che cos'hai?". "Non bevo abbastanza acqua".

***

Una trentina di fedeli si recano da un prete in odore di santità per farsi battezzare. Una volta arrivati, il prete comincia la cerimonia facendo il segno della croce al primo fedele e immergendogli la testa nell'acqua santa contenuta in una vasca battesimale di marmo pregiatissimo. Dopodiché il prete chiede al fedele: "Hai visto Gesù?" e il fedele gli dà una risposta affermativa. Continuando con la stessa procedura il sacerdote arriva a Marco all'ultimo credente e ponendogli la stessa domanda sulla visione di Gesù, Marco il fedele gli risponde negativamente. Allora il prete lo immerge nuovamente ottenendo come prima una risposta negativa. Allorché dopo ripetute immersioni Marco si rivolge al prete scocciato dicendogli: "Padre, ma è sicuro di averlo smarrito qua sotto?"

***

Una signora si avvicina Marco e gli dice: "Io sono una chiromante e con 15 euro le dirò il futuro!". "Ecco le 15 euro!". "Io sarò chiromante, tu sarai chiromante, egli sarà chiromante, noi saremo chiromanti, voi sarete chiromanti, essi saranno chiromanti!".

***

Marco a Luca: "Sai che assomigli in modo impressionante a mia moglie Laura? Tranne i baffi, naturalmente". "Ma io non ho i baffi!". "Tu no, ma mia moglie sì!".

***

Tre donne arrivano in Paradiso e San Pietro dice loro: "Quante di voi hanno tradito il marito? Chi l'ha tradito alzi la mano". Allora due donne alzano la mano. San Pietro dice: "Tutte e tre in purgatorio, anche la sorda!".

***

Un nonno decide di portare il nipote a pescare in mare e così partono di buon'ora con tutta l'attrezzatura. Nel primo pomeriggio però il bimbo torna a casa da solo con un grosso pesce nel secchio. Appena la madre lo vede: "Accidenti che pescione hai preso...". "E non hai visto il pescecane che ha mangiato il nonno!".

***

Due pazzi conversano tranquilli raccontandosi i loro guai personali. Dice il primo: "Io sono qui per colpa di una donna. L'ho amata tanto da impazzire. Le ho dato amore, casa, soldi, tutto ciò che avevo. Alla fine per ringraziamento è scappata con un altro. E tu, invece?". "Io sono l'altro".

***

Un bullo sale su un bus ad Harlem e dice: "Oggi, Johnny il duro non paga". Stessa scena per vari giorni finché trova un controllore ben piantato che gli chiede: "E perché Johnny non paga?". "Perchè ha la tessera!".

***

Due amici discutono sulla validità delle terapie psichiatriche. Dice il primo: "Non servono a niente. Per me gli psichiatri servono solo ad arricchirsi coi soldi di noi pazienti". Ma il secondo non è d'accordo: "Ma no, non è vero. Sono molto bravi a curare la mente umana. Io ad esempio l'anno scorso ero affetto da una terribile mania: non volevo assolutamente andare a rispondere al telefono. Ne avevo una paura folle". Al che il primo chiede: "E allora? Ora sei guarito?". "Certo, ora vado sempre a rispondere al telefono... sia che squilli oppure no!".

***

Paolo è un ragazzino un po' irrequieto. Va in camera e non trova alcuni suoi giochi preferiti. Chiama la mamma e chiede: "Mamma, hai visto i miei giochi?". E la mamma gli risponde: "Sì Paolo, li ho buttati nella spazzatura perché erano vecchi". Il giorno dopo la mamma cerca la nonna, non la trova e chiede al figlio: "Paolo, hai visto la nonna?". E Paolo: "Sì, mamma, l'ho buttata nella spazzatura perché era vecchia!".

***

Un veterinario che non sta bene si reca dal suo dottore. Questi comincia a fare l'anamnesi, cioè comincia a fargli le solite domande: quali sono i sintomi, quando sono iniziati, ecc. Il veterinario però lo interrompe subito: "Ma come? Noi veterinari non abbiamo bisogno di fare domande ai nostri pazienti per fare una diagnosi. Per favore, faccia così anche lei". Il medico allora visita il veterinario e poi gli prescrive una ricetta dicendogli: "Ecco, prenda queste medicine per una settimana. Se non vede miglioramenti bisognerà ricorrere all'abbattimento"

***

Un carabiniere e la lotteria Gratta e Vinci: "Ma com'è che sono tre giorni che mi gratto e non ho vinto nulla?".

***

Un tale va a trovare un amico al quale è morta la moglie il giorno prima. Bussa alla porta ma nessuno gli apre: preoccupato allora si arrampica fino a una finestra aperta del primo piano, guarda dentro, e vede il suo amico a letto con la cameriera. "Ma Giovanni! - esclama scandalizzato - tua moglie è morta solo ieri!". E l'altro "Vedi? sono così sconvolto che non so più cosa faccio...".

***

Un ragazzo torna a casa felice dicendo al padre: "Papà, ho trovato la donna della mia vita!". Il padre: "Sono felice per te, ma dimmi, chi è?". "È la figlia del farmacista". "Nooo... mi dispiace, devi sapere che lei... è tua sorella!". "Ma com'è possibile? Lei... tu... Nooo!". Sconvolto dalla risposta del padre il ragazzo fugge, ma col tempo lo shock è superato. Dopo un mese il ragazzo si ripresenta dal padre di nuovo felice: "Papà, ho conosciuto una donna eccezionale! È la figlia del benzinaio...". E il padre, preoccupato: "Sicuro?". "No...! Non di nuovo...nooo!". "E invece è proprio così. Sai, ero giovane...". Nuovamente col tempo il dolore passa. Dopo alcuni mesi il ragazzo torna dal padre: "Papà, mi sono innamorato di nuovo". E il padre: "Sono contento per te. Parlami di lei, chi è, dove abita?". "Questa volta l'ho conosciuta a Padova...". E il padre: "Padova?". "Sì, sta vicino al Santo. È la figlia di un militare, un ufficiale...". Il padre: "Ma porca miseria! Lo sai che ho fatto il militare a Padova? Ero l'autista del colonnello. A volte andavo a casa sua anche quando lui non c'era....". E il ragazzo: "Ma perché? Perché proprio a me?". Così distrutto da questa ennesima pugnalata al cuore il ragazzo va a piangere dalla madre: "Mammaaa, voglio farla finita!" e le racconta tutto. La madre lo consola: "Coraggio, figlio mio, perché non sei venuto prima da me?". "Ma, capisci, sono tutte mie sorelle!". E la madre: "Sì, ma lui non è mica tuo PADRE!".

***

Un americano a Pisa decide di fare un giro su di una carrozza. Mentre sta seduto racconta delle grandi strutture presenti in America: "In america statua libertà costruita in 10 giorni". "Ponte Brooklin in 7 giorni" e così via. Una volta giunti in Piazza dei Miracoli l'americano vede la Torre di Pisa e chiede: "Cosa essere questa?" e il padrone della carrozza gli dice: "Quella! Non lo so, ieri non c'era!".

***

Marco ormai diventato vecchietto entra in una farmacia e chiede al dottore: "Per favore mi dia una confezione di Viagra". Il farmacista prende la scatola di Viagra che sta per incartare, ma Marco il vecchietto gli chiede: "Per favore, dottore, dovrebbe tagliarmi tutte le pasticche in quattro parti uguali". Il farmacista allora stupito gli chiede il motivo e Marco risponde: "Sa, dottore, a me basta che tiri quel poco per non farmi più la pipì sulle scarpe".

***

Luca a Marco"Allora come va il tuo matrimonio?". "Ah bene!". "E come se la cava tua moglie Laura nell'arte culinaria?". "Fantastica, e per di più cucina benissimo!".

***

Un autobus pieno di politici, percorrendo una strada di montagna, precipita per una scarpata e si va a fermare alcune centinaia di metri di sotto vicino alla casa di un contadino. Questi esce per vedere l'accaduto, poi scava una fossa e seppellisce tutti i politici. Alcuni giorni dopo passa di lì una macchina della polizia che ritrova il bus e chiede al contadino se sa dove siano finiti i politici. "Li ho seppelliti". "Ma perché erano morti tutti?". E il contadino: "Veramente alcuni dicevano di no, ma tanto lo sappiamo tutti come siano bugiardi...".

***

Un tizio si presenta al bar e ordina un cappuccino e una pasta. Il barista prontamente serve il cliente. Finito di mangiare e bere l'uomo fa per andarsene e il barista: "Scusi, ma lei non ha pagato" e l'altro: "Io non pago perché sono grosso e non ho paura di nessuno". E dicendo così esce dal bar. La mattina dopo si ripresenta, ordina un cappuccino e una pasta. Dopo esserseli finiti si avvia verso la porta e il barista: "Guardi che lei neanche oggi ha pagato" e il tizio: "Io non pago perché sono grosso e non ho paura di nessuno" e dicendo così esce dal bar. Allora il barista, incazzato come una belva, pensa fra sé e sé: "Adesso ti sistemo io" e telefona subito ad un suo amico molto grosso chiedendogli una mano per il giorno dopo. Infatti il giorno dopo arriva questo suo amico e il barista lo fa nascondere sotto il bancone. Puntuale come sempre si presenta il solito tizio che chiede un cappuccino e una pasta e non appena terminata la consumazione si incammina verso la porta. A questo punto il barista gli domanda: "E il conto?" e lui: "Io non pago perché sono grosso e non ho paura di nessuno". A questa risposta allora il barista fa un cenno all'amico che si alza in piedi e dice: "Anch'io sono grosso e non ho paura di nessuno". Sentendo così il tizio, allora, si gira verso il barista e dice: "Allora per domani mattina facci trovare due cappuccini e due paste".

***

Passeggera: "Tassista sia prudente, sono madre di nove figli". Tassista: "E dice a me di essere prudente?

***

Due carabinieri si incontrano: "Oh! Ciao! È un po' di tempo che non ci vediamo". "Eh, sono stato in coma". "Urca! Ma sei sempre in viaggio!".

***

I passeggeri di un aeroplano, guardando fuori dai finestrini, si accorgono che uno dei motori è esploso. All'improvviso esplode anche un altro motore e le hostess non sono più in grado di controllare il panico dei passeggeri. Il capitano esce dalla cabina di pilotaggio e inizia a rassicurare tutti che non c'è nulla di cui preoccuparsi. I passeggeri sembrano rilassarsi e si siedono di nuovo ai loro posti. Il pilota estrae diversi pacchi da sotto i sedili e li dà ai membri dell'equipaggio. Notando le sue mosse, uno dei passeggeri chiede: "Ma quelli non sono paracadute?". Il pilota risponde affermativamente e il passeggero continua: "Ma lei aveva detto che non c'era niente di cui preoccuparsi!". "Infatti - risponde il pilota mentre un terzo motore smette di funzionare - non c'è nulla di cui preoccuparsi. Aspettate qui e rilassatevi, noi andiamo a cercare aiuto".

***

Un tale entra in un negozio e chiede al commesso: "Gnio gnao gnero gnogno?". Il commesso, non capendo cosa voglia, si fa ripetere la richiesta, e il cliente replicando furiosamente dice: "Gnio gnao gnero gnogno!". Il commesso, rassegnato, chiama il direttore spiegandogli che non riesce a capire quello che desidera il cliente. Allora il direttore si ricorda che un altro commesso ha un simile difetto di pronuncia e dal magazzino chiama urgentemente Antonio. Questo chiede al cliente: "Gnosa gnegniniera?" e il cliente risponde: "Gnio gnao gnero gnogno". Antonio subito capisce la richiesta e dice: "Ah, gnogno!" prepara il pacchetto con lo scontrino e lo saluta. Il direttore, curioso dell'acquisto fatto, chiede ad Antonio: "Ma cosa voleva quel signore?". Antonio tranquillamente risponde: "Gnogno!", e se ne torna in magazzino.

***

Il dottore al paziente: "Lei beve?". "No, non bevo!". "Lei fuma?". "No, non fumo!". "Le piacciono i dolci?". "No, non mi piacciono i dolci!". "Qual è la cosa che le piace di più?". "Le mele...". "Allora non mangi più mele!".

***

Due suore stanno pedalando per tornare al paese, quando sbagliano strada e si infilano in un sentiero sconnesso, fatto di sassi. Dopo un po' capiscono di essersi confuse e una dice all'altra: "Sei già venuta qui?". E l'altra risponde: "No, è la prima volta, devono essere i sassi".

***

Qual è il modo migliore per ricordarsi del compleanno della propria ragazza? Dimenticarlo una volta.

***

Gesù sta arrancando sotto il peso della croce mentre sale al calvario. A un certo punto, vinto dal peso, cade a terra. Appena si rialza grida: "Pietro, Pietro, presto! Il pettine!". Pietro, perplesso, lo raggiunge e gli porge l'oggetto, e Gesù si sistema accuratamente i capelli. Poi riparte. Ma dopo poche centinaia di metri ecco la seconda caduta. E di nuovo grida: "Pietro! Il pettine, presto!". Il discepolo, sempre più dubbioso glielo dà, e il Signore si sistema ancora la lunga chioma. Alla terza caduta, stessa scena. Al che Pietro, incapace di reprimere la curiosità, domanda: "Maestro, vai sulla croce e ti preoccupi dei capelli?". E Gesù: "Ah Pie', ma sui santini ce vai tu o ce vado io?".

***

Due amici, Luca e Giovanni, sono al cinema: "Giovanni, vuoi fare una scommessa? Lo vedi il tipo che è seduto laggiù in quarta fila, ora vado là, gli tiro una scoppola e quello non mi dice niente!!! Scommetti 5 euro?!?". "Ma dai, Luca, è impossibile!!! Va beh, se vuoi perdere scommetto...". Il tipo si alza, scende alla quarta fila e BOOM tira uno scoppolone al tipo dicendo: "Mario!!!!! Quanto tempo che non ci vediamo!!!!!". Il tipo seduto in quarta fila, stupito, si gira: "Guardi che deve aver sbagliato persona... io non sono Mario...". "Scusi, scusi... l'avevo scambiata per Mario... mi perdoni". Il tipo torna indietro e riscuote la vincita. 5 minuti dopo Luca ripropone a Giovanni la scommessa con in palio 10 euro e dopo che i due hanno accettato la nuova sfida, Luca scende ancora... BOOM, altro scoppolone e dice: "Mario!!!!!! Caspita è un secolo che non ti vedo, come stai!!!??!!!". Il tipo della quarta fila è ora spazientito: "Mi scusi, ma le ho già detto prima che non sono Mario, ora tra l'altro mi sto innervosendo, quindi...". "Scusi scusi.... sono mortificato... mi perdoni ancora...". Luca torna a posto e nuovamente riscuote la vincita. Intanto, visto l'andamento della serata, il tipo della quarta fila si alza e scende fino alla prima. 10 minuti dopo: "Giovanni, lo vedi il tipo a cui ho tirato due scoppole che si è spostato, ora scendo fino alla prima fila, gliene tiro una terza e lui ancora non mi dice niente!!!!! Dai scommettiamo 50 Euro!!!!!". "Ma tu sei pazzo!!!!". "Ok 50 euro così rientro delle due scommesse precedenti!". Luca scende fino alla prima fila.... BOOOOMMMMM, altra scoppola e poi...: "Maaarriiiiioooo, bella lì... ma lo sai che in quarta fila c'è uno che ti assomiglia di brutto!!!!!!!"

***

Infermiera: "Dottore, la paziente ha la febbre". Dottore "È alta?". Infermiera "Mah, sarà un metro e sessanta, perchè?".

***

Una bambina fa saltellare in mano una pallina e canta: "Io ho la caramellina! Io ho la caramellina! Io ho la caramellina!". Il fratello arriva da dietro, agguanta la caramella al volo e la mangia: "Adesso non ce l'hai più!". La piccola, senza scomporsi, si mette un dito nel naso: "...e io me ne faccio un'altra...".

***

Gattaba ha dei problemi finanziari e così decide di vendere il retromagazzino per realizzare un po' di soldi. Prepara un cartello con scritto: "Si vende il di dietro". Riddle, inavvertitamente, si siede sul cartello e poi esce a fare la spesa. Un passante, leggendo la scritta rimasta appiccicata sul sedere della donna, chiede: "Mi scusi, ma come mai vende il di dietro?". Riddle, ignara, gli risponde: "Beh sa, sul davanti ci lavora ancora il mio Gattaba!".

***

Dry Pussy e Riddle  si incontrano dopo tanto tempo: "Sai, ho guadagnato un sacco di soldi!". "E come hai fatto?" chiede Riddle. "Un'intuizione. Un giorno passavo attraverso i campi e ho visto alla mia destra un campo di mandarini e alla mia sinistra un campo di arance, così ho pensato di produrre mandaranci. È stato un successo popolare". Un anno dopo le due amiche si incontrano nuovamente. Riddle dice a Dry Pussy: "Sai, ho guadagnato un sacco di soldi!". "Come?". "Passavo attraverso i campi e ho avuto un'intuizione: alla mia destra c'era un campo di pompelmi e alla mia sinistra un campo di pini. Un successo mondiale!"

***

Un ubriaco in auto viene fermato dai vigili: "Prego, ci fornisca la patente". E l'ubriaco con voce impastata: "Ma come? Ve l'ho data ieri e già l'avete persa?".

***

Un curato affetto da esaurimento nervoso viene consigliato dal vescovo di rivolgersi a uno psichiatra. Così fa e lo psichiatra interpellato gli consiglia 15 giorni di congedo e di allontanarsi un po' dal paese per schiarirsi le idee. Il curato allora parte e si reca in una cittadina vicina; entra in un bar e si siede a un tavolo. Subito si avvicina una giovane barista vestita con un bolerino molto attillato e trasparente, nonché una minigonna alquanto provocante che gli chiede: "Cosa desidera, padre?". Il curato guarda con molta attenzione cosa possa averlo tradito ma niente, è tutto a posto, gli abiti sono rigorosamente laici. Allora chiede alla ragazza: "Ma come ha indovinato che sono un prete?". E lei: "Facile, io sono Suor Caterina, e sono stata dal suo stesso psichiatra!".

***

Un dentista sta compilando una breve cartella clinica di Joshua suo nuovo paziente. Così si rivolge all'assistito e domanda: "Apparecchio?". "No, grazie, già mangiato..." risponde lui.

***

Gattaba e Riddle stanno cenando in un ristorante di lusso quando entra una stupenda donna, bionda e sexy, che si avvicina al loro tavolo, saluta l'uomo calorosamente, gli dà un grosso bacio sulla bocca e se ne va dicendo: "Ci vediamo domani al solito posto". Riddle è scandalizzata: "Ma chi è quella?". E Gattaba tranquillo: "Niente, cara, è la mia amante".Riddle grida arrabbiatissima: "Porco! Voglio il divorzio!". "Non c'è problema - replica Gattaba - ma pensaci bene: dopo il divorzio niente cameriera, niente spese in centro, niente auto sportiva, niente gioielli , niente cene in ristoranti di lusso, niente direzione aziendale . Decidi pure liberamente". Mentre sta dicendo ciò entra nel ristorante un loro amico accompagnato da una bella ragazza, anch'essa vestita elegante e sexy. Riddle allora chiede: "Ma chi è quella bella ragazza insieme a Giovanni?". "È la sua amante!" replica Gattaba. E Riddle: "La nostra è meglio!"

***

Sapete che adoro mia suocera! La porto con me dappertutto, ma lei riesce sempre a ritrovare la strada di casa.

***

"Joshua come si producono i venti?". "Moltiplicando i quattro per i cinque"

***

Un notaio a Riddle vedova inconsolabile: "Nel testamento del suo Gattaba c'è scritto: 'Ti lascio'...". "Ti lascio... che cosa?" domanda la donna, con impazienza. E il notaio: "Niente. Dice soltanto 'Ti lascio'".

***

Gattaba è così tirchio che spegne la luce quando sbatte le palpebre!!

***

Giovanni è l'uomo più buono della terra, è praticamente un santo e quando muore, l'anima esce dal corpo, ed è così buona che schizza in alto alla velocità della luce e sale, sale, sale... Arriva alle nuvole e le supera; arriva al paradiso, sorpassa i cherubini perchè è più buono di loro, sorpassa i serafini perchè è ancora più buono di loro, sorpassa i beati perchè è ancora più buono di loro, sorpassa i santi perchè è ancora più buono di loro e continua a salire... Arriva ai santi, ma è così buono che li supera senza rallentare, e sale, sale, arriva agli angeli, li supera, supera anche gli arcangeli talmente era buono! Supera San Pietro, affianca la Madonna e supera anche lei, passa accanto a Gesù, lo supera, supera lo Spirito Santo, supera anche il Padreterno, e continua a salire, salire, salire... A un certo punto dal basso sente la voce di San Pietro che gli urla: "Giovanniiiiiiiiiiiiii...". "Cosaaaaaaaaa...". "Tira un porcone che senò vai in orbitaaaaaaaaaaaaa!".

***

Colmo per un chirurgo: difendere il proprio operato!!

***

Un uomo su un pallone aerostatico finisce su un albero in mezzo alla campagna in una zona desolata. Passa di lì una persona, allora l'uomo sul pallone gli chiede: "Scusi, mi sa dire dove ci troviamo ?". "Guardi, lei si trova su un albero, a dieci metri di altezza, siamo a 40 km dal centro abitato più vicino e io non ho una scala per farla scendere". "Senta, lei nella vita è ingegnere di sistemi informatici?". "Perbacco, come fa a saperlo?". "Vede, lei mi ha dato una serie di informazioni perfettamente corrette, ma assolutamente inutili per risolvere i miei problemi". L'altro da terra gli risponde: "Senta, lei nella vita è dirigente di qualche azienda?". "Caspita, come lo sa?". "Perché, vede, lei sta nella merda, non sa cosa fare, ma ha trovato il modo di dare la colpa a un altro".

***

La delimitazione tra cielo e inferno è stata danneggiata da sconosciuti. Il diavolo manda su una lettera: "I nostri avvocati quaggiù dicono che dovete pagare voi la riparazione". Poco dopo dal cielo la risposta: "Siamo costretti a darvi ragione, visto che quassù non ne abbiamo trovato neanche uno di avvocato"

***

Come si fa a dare la caccia a un elefante? Ci si nasconde nell'erba alta e si fa il verso della nocciolina.

***

Cosa mangiano i fantasmini appena nati? Hecto-plasmon

***

Questa mattina è entrato un lupo nel mio bar. Mi ha chiesto brioche e cappuccetto..

***

Cliente al ristorante: "Cosa consiglia oggi lo chef?". Cameriere: "Filetto alla James Bond". Cliente: "Sembra buono. In cosa consiste?". "Freddo, duro e con nervi di acciaio".

***

Due sposini in viaggio di nozze arrivano in un paesino della Spagna e cercano un posto per dormire nell'unico albergo dei dintorni: "Buonasera, siamo una coppia appena sposata, vorremmo una stanza per la notte...". "Sì senor... hemos una habitacion al plan terreno, pero es sin barre a las fenestras...". "SBARRE alle finestre? E a cosa mai dovrebbero servire?". "Para defenderse da Pedro el Trombador! Ha escobado todas las feminas de la ciudad, ninguna es evitata! Para esto motivo hemos barre a todas las fenestras!". "Ma noi siamo in viaggio di nozze, non mi preoccupa questo Pedro... mi va bene la stanza che ci offrite!". I due sposini fanno l'amore fino ad essere esausti, poi il marito si addormenta ma, per accorgersi di eventuali presenze estranee, dorme con la mano appoggiata sull'inguine di lei, pensando: "Di qua ci dovrà pur passare...". Gli viene voglia di accendere una sigaretta, con la mano libera prende le sigarette, poi sposta la mano che teneva in mezzo alle gambe per prendere i fiammiferi. Veloce come un fulmine prende i fiammiferi, accende la sigaretta e rimette la mano al suo posto. Una voce spagnoleggiante esclama: "Leveme subito le mani dal culo, amigo!"

***

In pieno oceano una nave da crociera, carica di turisti, incomincia ad affondare. "Gettarsi in mare!" ordina il comandante. Ma nessuno si muove. Il comandante, allora, chiama il suo vice e gli dice : "Cerca di convincerli". Dopo un po' questi ritorna e dice al comandante: "Si sono buttati tutti in mare". "Come sei riuscito a convincerli?". "Con la psicologia. Ho detto agli inglesi che sarebbe stato un gesto sportivo e si sono buttati. Ho detto ai francesi che era una cosa chic; ai tedeschi che era un ordine; agli italiani che era proibito; ai russi che era rivoluzionario". "Ma come hai convinto gli americani?". "Facilissimo. Ho detto che erano assicurati".

***

Cosa fa una molla in aeroporto? Boeing Boeing Boeing...

***

Un tizio, anziano e malaticcio, si presenta in Vaticano alle guardie svizzere davanti alla residenza del Papa per chiedere come sta. Le guardie ovviamente gli rispondono gentilmente che il Papa sta bene. La scena si ripete tutti i giorni per settimane e settimane, finché una delle guardie incuriosita gli chiede: "Ma come mai, buon uomo, lei ha tanto a cuore la salute del Papa?". E questi risponde: "Beh, vede, non sto tanto bene e il dottore mi ha detto: niente vino, niente fumo e le donne, una a ogni morte di Papa!"

***

Joshua va dal medico: "Dottore, dottore, sono un ermafrodito". Il medico: "Ma cosa dice; comunque si spogli che la visito". Dopo la visita il dottore dice al paziente: "Mi sembra tutto a posto davanti, ma dov'è l'altro sesso?". E Joshua...: "Sempre in testa!".

***

Perché i negozi che sono aperti 24 ore su 24 hanno la serratura alla porta?

***

Tra mamme topo: "Sai mio figlio quest'anno si è iscritto all'università!". "Davvero? Il mio invece si è laureato proprio quest'anno". "Ah si, e in cosa?". "Ingegneria informatica e pensa che ha già trovato lavoro!". "Bravo! E cosa fa?". "Il mouse!".

***

Una bella e attraente signora si presenta dal dentista: "Dottore, fa più male togliere un dente o fare un bambino?". E il dottore: "Signora, si decida! Devo saperlo per sistemare la poltrona!

***

Una coppietta di ragazzi, dopo una pizza, si ritrova in macchina a parlare. Dopo un po' di tempo, lui inizia ad allungare le mani e con un po' di imbarazzo chiede alla ragazza: "Ma tu sei vergine?". E lei, sfilandosi le mutandine: "Ma ti pare questo il momento di pensare all'oroscopo?".

***

"Mia moglie vuole dimagrire. Ecco perché va sempre a cavallo". "E i risultati ?". "Il cavallo ha perso dieci chili!"

***

Colmo per un costruttore di damigiane: fare fiasco.

***

Un neopadre è nella sala d'attesa del reparto maternità che aspetta fremente. Arriva un'infermiera tutta sorridente che porta in braccio due bei gemellini. L'uomo li guarda un po' in silenzio poi fa: "OK! Prendo questo a destra!".

***

A mezzanotte due zombi escono dalla tomba e barcollando si avviano al cancello del cimitero. Improvvisamente uno torna indietro, prende la lapide e se la infila sottobraccio. L'altro gli chiede: "Che fai ?". E lui: "Di questi tempi è meglio girare con i documenti..."

***

Un'anziana signora è dal medico che le prova la pressione, studia il suo elettrocardiogramma e poi le fa: "Bene, siamo molto migliorati dal mese scorso. Ora può riprendere a fare le scale tranquillamente!". "Meno male dottore! Mi ero proprio stufata di salire e scendere dalla grondaia!".

***

Un uomo si sveglia in ospedale dopo un incidente stradale, tutto incerottato con la bocca cucita in parte. Riesce a parlare solo di lato e chiede: "Mia moglie come sta?". Risposta: "Se l'è cavata anche lei". "E mio figlio?". Risposta: "Anche a lui è andata bene". "E mia suocera?". Risposta: "È morta". E lui: "Non mi fate ridere, se no mi si staccano i punti".

***

Il grezzo di Joshua, entra per la prima volta in un ristorante molto chic. Consulta il menù, poi, molto timidamente, chiama il cameriere e gli chiede: "Non ho mai mangiato il caviale e oggi voglio proprio provare... Mi dica: cos'è?". "Sono uova di storione, signore". "Benissimo... me ne porti due alla coque!".

***

Gattaba e Riddle una coppia di mezza età che discutono del loro futuro. "Che farai se io muoio prima di te?" chiede lui a lei. Riddle ci pensa su e poi risponde che le piacerebbe vivere con qualche altra donna single o vedova, magari più giovane, per non sentirsi troppo vecchia e sola. "E tu caro cosa faresti, invece, se morissi prima io?". "Penso, la stessa cosa!".

***

Un prete che sta viaggiando con la vettura parrocchiale incontra lungo la strada una bellissima e giovane suora. Si ferma e le dice: "Cara sorella, salga sulla mia macchina che sono ben lieto di darle un passaggio fino al convento". La suora sale e si siede a fianco del prete incrociando le gambe, la tunica si apre leggermente facendo intravedere una parte delle gambe. Il prete non riesce a distogliere gli occhi da tale visione, quindi colto da passione comincia ad accarezzare le gambe della giovane suora. La suora gli dice "Padre, si ricordi del versetto 129". Il prete si scusa e continua a guidare. Passa un po' di tempo e la visione di queste cosce semi-scoperte annebbia la volontà del prete che ricomincia a toccare le gambe dell'avvenente suora. La suora gli dice: "Padre, si ricordi del versetto 129". Il prete toglie la mano e risponde: "Mi perdoni sorella, ma la carne è debole". Nel frattempo il tragitto fino al convento è terminato, la suora scende dall'auto e saluta il prete ringraziandolo. Una volta rientrato nella sua parrocchia il prete decide di visionare il famoso versetto 129 a cui la suora faceva riferimento e scopre che dice: "Continuate a cercare più in alto e troverete la Gloria". Morale femminile: Se non volete restare tutta la vita insoddisfatte parlate chiaro! Morale maschile: Mettetevi in testa una volta per tutte che le donne non ve lo diranno mai direttamente!

***

Due amici: "La vedi quella signora, io farei con lei tutte le fantasie che mi vengono in mente". "Ma quella è mia moglie!". "...Pagando, s'intende!"

***

Odio gli amici, perché si vedono nel momento del bisogno e io voglio fare la cacca da solo.

***

Un aereo precipita in una foresta infestata dai cannibali. Il figlio cannibale dice al padre: "Che cos'è quello?". E il padre leccandosi le dita: "Carne in scatola, figliolo, carne in scatola...".

***

Due vicine di casa sui rispettivi balconi chiacchierano del più e del meno; a un certo momento, la prima dice: "Uuuuh, guardi chi arriva, suo marito; e che bel mazzo di fiori che ha! Beata lei che suo marito ha di questi gentili pensieri!". E la seconda signora: "Beata me un cazzo! Mi sa che mi tocca passare un'altra settimana a gambe aperte!". "Oh perché? Non ce l'avete un vaso in casa?".

***

Due persone robuste, cercando di uscire contemporaneamente dall'ascensore, si incastrano nella porta. Il primo fa al secondo: "Ruoti, faccia da perno". E il secondo, stizzito, risponde: "Ruoti lei, faccia da culo!".

***

Marco va dal medico per sentire un suo parere: "Dottore, ho 40 anni e quando mi guardo allo specchio vedo un uomo calvo dal colorito giallastro, con gli occhi spenti e i denti guasti. Che cosa ne pensa?". E il medico: "Io non lo so, ma quello che le posso dire è che la sua vista è perfetta".

***

Un signore entra in una gelateria e chiede: "Buongiorno, vorrei un gelato: che gusti ha?". Quello, con voce roca (ha una faringite), dice: "Fragola e panna". "Ma, scusi, che ha un po' di raucedine?". "No, no, solo fragola e panna...".

***

Un dottore visita una signora sola di mezza età. Mentre ascolta la schiena col fonendoscopio le chiede i dati: " Signora, come si chiama?". " Pasqualina". "Quanti anni ha?". "Quarantanove". Poi, sempre auscultando la schiena nel fonendoscopio: "Dica trentatrè"... e lei: "Sa, dottore, io lo dico anche, ma non mi crede nessuno..."

***

Da un'intervista: "Ho 70 anni e nel fare all'amore ho sempre usato il metodo M.S.". "E in cosa consiste?". "Da 20 a 40 anni: Mattina e Sera. Dai 40 ai 50 anni: Martedì e Sabato. Dai 50 ai 60 anni: Marzo e Settembre. Dai 60 anni in poi ... Mortacci Sua!".

***

I figli sono come le scoregge: sopporti solo le tue!

***

"Dottore, sono molto preoccupata, perché mio figlio non smette di fare le sculture con la sua cacca". "Non si preoccupi, signora, fanno tutti cosi'". "Allora, mi rassicura dottore, perché sua moglie è molto preoccupata!".

***

"Ma dimmi: cosa sono quelle urla che sento tutte le sere provenire da casa tua?". "Sai, io e mia moglie siamo un po' perversi". "Va bene, ma fammi capire". "Sai, io amo cospargere di Nutella mia moglie e poi la lecco tutta". "Capisco, ma le urla?". "Ah, quelle le fa mia moglie quando alla fine mi pulisco la bocca nelle tende.

***

Da bambino facevo la collezione di uova. Dove le tenevo? Nell'albume!

***

Una sera una coppia che da molti anni è sposata decide di confessare le loro scappatelle. "Cara io ti ho tradito. Ti ricordi quando abitavamo vicino a Maria?". "Sì". "Bene, quel corpo è stato mio!". "E ti ricordi quando abitavamo vicino a Susi?". "Sì". "Bene, quel corpo è stato mio!". "E ti ricordi quando abitavamo vicino a Carla?". "Sì". "Bene, quel corpo è stato mio". "Questo è tutto cara e tu quando mi hai tradito?". "Caro ti ricordi quando abitavamo vicino alla stazione dei pompieri?". "Sì". "Bene quel corpo è stato mio!".

***

In farmacia: "Vorrei delle supposte contro il mal d'auto, cosa mi suggerisce?". Il farmacista: "VALONTAN". E la cliente: "Solo 300 kilometri".

***

Paolo chiede al papà: "Papà, sei certo che i padri ne sanno di più dei figli?". "Certamente, caro, è proprio cosi'". "Chi ha inventato il barometro, allora?". "Torricelli". "E allora, mi puoi dire perchè non è stato il padre di Torricelli a inventarlo?".

***

"Dottore, ho dei momenti di amnesia". "Da quanto tempo?". "Da quanto tempo che cosa?".

***

Un tale è su un autobus, a un certo punto si aprono le porte ed entra un uomo gridando: "Fermi tutti, questa è una rapina! ", e il tale tra sè e sè pensa: "Meno male, credevo che fosse il controllore!".

***

Esame di anatomia, scena muta sugli organi genitali femminili. Il professore, sadicamente, dice con disprezzo allo studente: "Guardi, le do 50 euro, lei stasera tardi va nella zona del porto e vedrà quante signorine le spiegano volentieri queste cose..." Lo studente incassa (in tutti i sensi) e torna all'appello successivo. Conquistato un soffertissimo 18 lo studente mette 20 euro in mano all'incredulo professore, commentando: "Sua moglie prende di meno".

***

Cosa dice una scimmia con la diarrea? Macaco addosso.

***

Ci sono due caprette che stanno passeggiando, quando vedono una panca lungo la strada. La capretta più anziana fa alla più giovane: "Attenta! MAI andare sotto a una di quelle!". "E perché?" chiede l'altra. "Dicono che porta sfiga!".

***

Due archeologi dilettanti scoprono in pieno deserto la punta di una strana roccia. Scavano e scoprono che si tratta della sommità di una piramide antichissima. Incerti sul da farsi, decidono di chiamare il gruppo archeologico americano. Sono professionisti e sicuramente scopriranno qualcosa. Arrivano gli americani con le loro jeep, caravan, elicotteri, strumenti scientifici. Dopo due anni di studi, se ne ripartono sconsolati. "Dopo lunghe analisi e verifiche abbiamo scoperto solo che questa piramide è stata costruita tra il 1500 e il 2500 AC". I due si consultano e decidono di chiamare una squadra tedesca che sicuramente è più metodica. Dopo altri due anni di studi arriva finalmente la loro risposta: "Abbiamo verificato che la piramide è stata sicuramente costruita intorno al 2000 AC. Non abbiamo potuto scoprire altro, i geroglifici sono molto complicati" I due si osservano sconsolati finché uno dice: "Non ci sono altri rimedi che chiamare i carabinieri italiani". Arriva una coppia di carabinieri, entra nella piramide e ne esce dopo circa due ore. "Però, che veloci! Avete scoperto qualcosa?" "Sì. La piramide fu costruita tra il 12 febbraio 1858 e il 22 luglio 1857 AC, agli ordini di tale faraone Ankhetop IV, l'architetto fu tale Tutmosis detto Il Giovane. Il giorno dell'inaugurazione era nuvoloso. I sacerdoti si opponevano a detto progetto a causa di una malefica eclisse parziale di luna in Sagittario... Parteciparono 2118 schiavi non classificati che tentarono una rivolta per le insane condizioni di lavoro, soffocata il 5 settembre dai soldati del faraone con il risultato di 42 morti. Il costo dell'opera fu di 48 libbre d'oro e 3 libbre di diamanti. La influenza nella lingua si comprova nell'accento delle terre alte che presentavano i nobili di... bla bla bla... (e così via, per un'ora)". "Cazzo! Ma come avete fatto?". "Eh, ci è costato molto, è stato difficile, ma alla fine la mummia ha parlato".

***

Ieri ero per strada, stavo per attraversare a un semaforo quando sento una voce: "Attento, non muovere un passo". Mi guardo intorno e... nessuno, ma chi ha parlato? Sento un gran botto, mi giro e vedo che un camion ha attraversato col rosso a velocità folle e si è schiantato contro un'auto rovesciandosi in mezzo all'incrocio. Mi rendo conto che senza l'avviso di quella voce ora sarei sicuramente morto. "Va bene", urlo sconvolto, "chi ha parlato?" e una voce risponde: "Io". Ancora non capisco chi parli: "Dove sei, non ti vedo, chi mi ha salvato la vita?". "Sono il tuo angelo custode!" la voce risponde. "Da sempre sono accanto a te e ti proteggo dai pericoli". "Ah è così", rispondo arrabbiato, "e si può sapere dove cazzo eri il giorno che mi sono sposato?".

***

Joshua e il suo amico Luchino vanno spesso a pescare insieme sul ghiaccio e fanno a gara chi prende più pesci. Joshua non riesce a prenderne mai uno, mentre Luchino ne tira su sempre uno dietro l'altro. Così Joshua decide di mandare una spia a carpire il segreto dell'amico. Quando la spia torna gli dice: "Ho scoperto il suo segreto: lui fa un buco nel ghiaccio".

***

Riddle chiama al telefono il dottore...: "Pronto?". "Dottore... Mio figlio Giacomino mentre giocava ha ingoiato tre biglie! Cosa devo fare?". "Guardi, signora, che ha sbagliato numero...". "E no! Le ho contate, e ne mancano proprio tre!".

***

Tre leoni stanno cacciando. Passo dopo passo si avvicinano a una gazzella, lentamente, lentamente, senza far rumore... Ma improvvisamente la gazzella alza la testa, annusa l'aria e scappa via. I tre leoni si guardano in faccia e uno chiede: "Allora? Chi è stato a fare la scoreggia?".

***

"Qual è il posto più strano dove hai fatto l'amore?". "In un letto...". "Eeeh... capirai che fantasia!". "Sì, ma era durante il trasloco..."

***

Stamattina ho fatto testa o croce: testa restavo a lavorare, croce me ne andavo a spasso. È venuto testa... per quarantasei volte, poi ho perso la moneta.

***

"Mi hanno messo in cinta!" come disse la fibbia.

***

Cos'è quella cosa con due occhi e centoventi denti? Il coccodrillo. E che cos'è quella cosa con centoventi occhi e due denti? Un pullman di anziani!

***

Due giovani fidanzati sono in macchina di sera. Mentre percorrono l'autostrada il ragazzo dice alla ragazza: "Se supero i 150 km/h ti spogli?". La ragazza dice di sì e lui comincia ad accelerare. Appena il tachimetro supera i 150, lei si spoglia. Ovviamente il tizio si distrae così tanto a guardare la tipa che perde il controllo della vettura e finiscono fuori strada, capottando. La ragazza riesce a uscire dalla macchina, ma i suoi vestiti e il suo ragazzo sono intrappolati nella macchina. "Corri a chiedere aiuto!" - chiede lui. "Non posso, sono nuda!" - risponde lei. "Copriti con quella e vai a chiedere aiuto" - dice lui indicando una sua scarpa che è finita fuori dalla macchina. Lei raccoglie la scarpa, si copre e corre fino alla vicina stazione di servizio, gridando verso il gestore: "Aiuto! Aiuto! Il mio ragazzo è rimasto intrappolato!". "Mi dispiace signorina, ma è andato a finire troppo in fondo..." risponde il gestore guardando la scarpa!

***

Cosa fa un cammello su un budino? Attraversa il dessert...

***

Joshua: "Hai visto che bel cane che ho?". Luchino..: "Ma non vedi che è una capra, cretino!". "Ho detto che è un cane!". "Ma non vedi che ha le corna!". "Ma saranno cazzi suoi, no!".

***

Un camionista si ferma a un semaforo rosso. Da una macchina dietro di lui scende Riddle, che si avvicina al finestrino e bussa: "Mi chiamo Riddle, lei sta seminando il carico lungo la strada". Diventa verde e il camionista riparte. Ma al semaforo dopo la scena si ripete. E anche a quello dopo, e a quello dopo, e a quello dopo ancora. Finché l'uomo, esasperato, risponde a Riddle: "Io sono Roberto, siamo in inverno, e questo è uno spargi sale".

***

Paziente: "Divento nervoso e ho paura quando devo fare gli esami di guida". Dottore: "Non si preoccupi, prima o poi le passerà...". Paziente: "Ma io sono l'esaminatore!".

***

Un tizio si presenta in una fattoria isolata e bussa alla porta. Viene ad aprire un bambino con un sigaro in bocca. Il tizio gli chiede: "Carino, c'è tuo padre?". E il bambino con voce da duro: "No, non ci sta". "e dov'è?". "È morto sotto al trattore". "Oh, mi dispiace! Allora posso parlare con tua madre?". "No, non ci sta". "E dov'è?". E il bambino, sempre con voce grave: "È morta, sta sotto al trattore". "Va bene, ma avrai dei fratelli più grandi?". "Sì'". "E dove sono?". "Morti, sotto al trattore". E il tizio: "Ma insomma, non c'è nessuno con te?". "No". "E tu cosa fai tutto solo?". "Guido il trattore!".

***

Il professore a Joshua...: "Il capitano Cook fece tre viaggi in Australia. Durante quale dei tre venne ucciso dai selvaggi?". "Mi rifaccia un'altra domanda. Non sono molto preparato in storia".

***

Due carabinieri percorrono in auto di primo mattino la piazza del paese quando a un tratto vedono degli asini volare intorno al campanile. Presi dal panico, SBAAMMM, distruggono la macchina. Il maresciallo ascolta il racconto e poi, scettico, va a riferire al colonnello: "Mah, degli asini intorno a un campanile... ". E il colonnello: "Ebbene, che c'è di strano? Ci sarà un nido!".

***

La moglie: "Tu odi tutti i miei parenti!". Il marito: "Non è vero! Amo tua suocera più della mia".

***

Lui: "Usciresti con me domani sera". Lei: "Sono già stanca; forse ho già un altro impegno". Lui: "Beh, poco male così vedo i miei amici". Lei: "Sono libera".

***

Mi ha telefonato Dio, e mi ha detto: "Cos'è un uomo senza fede?". Gli ho risposto: "Uno scapolo"

***

Cinzia a Demetra: "Sai, ho comprato un nuovo apparecchio acustico, è molto bello, tecnologico e costa anche poco...". "Che modello è?". "Sono le due e un quarto!"

***

Un angioletto si rivolge a Dio: "Signore, hanno scoperto i codici del genoma umano". E Dio: "Maledetti hacker, devo cambiare la password".

***

Nella foresta un coniglietto gira tutto nervoso perché deve fare un bisognino urgente (non liquido!). Arriva un leone e il coniglietto chiede un posto dove poterla fare. Allora il leone gli dice: "Vai sempre dritto. Alla prima quercia a destra, poi sempre dritto e poi a sinistra. Lì c'è una grossa buca dove tutti la fanno!". Allora il coniglietto corre e arrivato alla buca si sfoga! Arriva un gorilla grossissimo e anche lui si sfoga. Guarda il coniglietto e dice: "Perdi il pelo?". E il coniglietto: "No!". E il gorilla: "Allora vieni qui che ho dimenticato la carta igienica!".

***

Cinzia e Nausicaa si recano in città in un ristorante di lusso. Mentre aspettano il cameriere Cinzia ha necessità di andare in bagno. Al ritorno si siede e rilassata esclama: "Che cacata ho fatto!". Nausicaa correggendola per non fare figuracce le dice sottovoce: "Si dice feci!" e Cinzia: "Che cacata feci!".

***

Cinzia e Nausicaa sono sedute su una panchina ad Abano. "Ho un nuovo hobby", dice Cinzia. "Allevo api". "Bello", dice Nausicaa. "Sì, ne ho 2.000 in camera". "Duemila? E dove le tieni?". "In una scatola da scarpe". "Una scatola da scarpe? Non è un po' scomodo?". "Sono cazzi loro".

***

Cinzia sale per la prima volta sull'aereo che la condurrà al primo lancio. L'istruttore Le spiega: "Quando ti lanci tira la cordicella di sinistra. Se non si dovesse aprire il paracadute tira la cordicella di emergenza, che si trova più a destra. Dopodiché una volta giunta a terra troverai la jeep che ti ricondurrà al campo di addestramento. Cinzia allora, giunta sul punto di lancio, si getta e lesto tira la cordicella di sinistra. Niente, il paracadute non si apre. Tira la seconda cordicella, e niente, ancora chiuso. Allora tra sè e sè dice: "Vuoi vedere che quando arrivo a terra non trovo neanche la jeep?".

***

Cinzia prende il taxi e chiede all'autista: "Quanto costa?". "Dipende dal tempo". e Cinzia "Ammettiamo che piova...".

***

Colmo del dispettoso: non te lo dico!

***

In spiaggia Joshua diventato un vecchietto cieco sta gonfiando una bambola di gomma. Alle proteste degli astanti Joshua il vecchietto tasta la bambola ed esclama: "Porca miseria, mi sono scopato il canotto tutto l'inverno!"

***

"Signor dottore, come mai io e mia moglie abbiamo avuto un figlio coi capelli rossi, mentre nessuno di noi li ha così?". "Ma voi quante volte fate l'amore?". "Una volta all'anno". "È chiaro: è la ruggine!".

***

Un signore va dal medico tutto sconvolto e fa: "Dottore, dottore, mia moglie è una donna molto bella e mi tradisce continuamente! Ogni sera va al bar di Mario e si fa il primo uomo che le chiede di andare a letto con lei! Sto impazzendo! Mi dica cosa fare!". "Innanzitutto si calmi, respiri profondamente e mi dica, esattamente, dov'è questo bar di Mario?"

***

Joshua il guru......"IO mangio merda: miliardi di mosche non possono essersi tutte sbagliate"

***

Joshua ubriaco giunge in una chiesa nel bel mezzo di un battesimo e getta la testa nell'acqua benedetta. Il prete lo guarda attentamente e gli fa: "Scusi... è pronto per cercare Gesù?". Joshua l'ubriaco lo guarda a sua volta e risponde: "Sì lo sono!". Allora il prete lo tuffa per bene con la testa sott'acqua e poi lo tira fuori e gli fa: "Ha trovato Gesù?". "No!" risponde Joshua l'ubriaco. Allora il prete lo rituffa nuovamente con la testa sott'acqua, lasciandocelo qualche secondo in più, e poi lo tira fuori e gli fa: "E ora fratello, ha trovato Gesù?". "No!" risponde di nuovo Joshua l'ubriaco. Disgustato, il prete lo tiene sott'acqua per almeno 30 secondi, poi lo tira fuori e chiede: "Allora, ha trovato Gesù?". Joshua l'ubriaco si asciuga gli occhi e fa: "È proprio sicuro che sia caduto lì dentro?"

***

Luchino telefona al dottore: "Dottore, corra subito, Joshua si è ingoiata la penna!". "E Lei intanto cosa sta facendo?". "Beh, uso la matita!".

***

Cappuccetto Rosso attraversa il bosco e incontra il lupo. "Ciao Cappuccetto Azzurro!". "Ciao Lupo daltonico!"

***

La maestra interroga Joshua: "Dimmi il nome di un rettile". "Una vipera". "Bravo ... e ora dimmi il nome di un altro rettile". E Joshua: "Un'altra vipera!"

***

Un uomo sposato è a letto in dolce compagnia della sua giovane e bella amante che gli chiede: "Joshua, mi piacerebbe moltissimo fare all'amore con te, ma senza la barba". Ma Joshua non è d'accordo: "Ma, cara, se mi rado la barba la mia ragazza mi uccide!". L'amante, con voce sempre più sexy e da gattina innamorata, insiste e insiste finché il nostro Joshua è costretto ad accettare. Dopo la notte di fuoco Joshua si accomiata dall'amante e torna a casa. La ragazza sta dormendo e lui piano piano si infila sotto le coperte. Ma un brusco movimento fa svegliare la ragazza che si gira verso di lui e accarezzandogli il viso al buio gli dice: "Ma Mohamed, non dovresti essere qui, il mio ragazzo dovrebbe tornare da un momento all'altro!".

***

Il dottore chiama tre pazzi e gli chiede quanto fa 3x3. Luchino, il primo risponde "163"; Enrico il secondo risponde: "Martedì"; Joshua il terzo risponde invece "9". "Bravo" dice il dottore, "stai davvero migliorando ma come hai fatto?". "Facile" risponde "è bastato fare la sottrazione tra 163 e martedì"

***

Tre bambini stanno discutendo di chi ha la memoria migliore. Il primo dice: "Mi ricordo del tempo in cui mia mamma mi allattava e sentivo il calore del suo petto...". Fa il secondo: "Beh io mi ricordo del giorno in cui sono nato, quel tunnel scuro e il medico che mi tirava la testa...". E il terzo: "Questo non è niente, io mi ricordo di essere andato a un picnic con mio padre e di essere tornato con mia madre".

***

Colmo della siccità: un albero che corre dietro a un cane!!

***

Una signora, afflitta da un terribile mal di testa, viene a sapere di una nuova cura: va dal medico che le hanno indicato il quale le dice "Signora, è semplice: torni a casa, si metta in bagno davanti allo specchio per dieci minuti al giorno per tre giorni, tenga l'indice della mano destra e l'indice della mano sinistra sulle tempie, appoggi la fronte allo specchio e si ripeta convinta: NON HO MAL DI TESTA, NON HO MAL DI TESTA". La signora va a casa, fa tutto quello che le è stato prescritto e, al terzo giorno, miracolosamente il mal di testa passa. Parla di questo miracolo a una sua amica, da anni afflitta da mal di schiena, che immediatamente si reca dallo stesso medico, riceve le stesse indicazioni, soltanto con le parole "NON HO MAL DI SCHIENA, NON HO MAL DI SCHIENA" e guarisce anche lei in tre giorni. Una terza amica, saputo dell'accaduto, manda dal medico il marito, che da anni "non funziona". Il marito torna a casa, passa i tre giorni canonici in bagno e poi, giunta la sera, si esibisce in una prestazione "di altissimo livello"; finita la prima, chiede scusa alla moglie, torna in bagno e dopo dieci minuti si esibisce in un'altra "prestazione" miracolosa. Così succede per quattro volte. Per l'ennesima volta il marito chiede di assentarsi, va in bagno, e a quel punto la moglie, soddisfatta ma curiosa, lo sbircia attraverso il buco della serratura: con le dita sulle tempie, appoggiato allo specchio, con aria convinta l'uomo sta dicendo "NON È MIA MOGLIE, NON È MIA MOGLIE".
***

Natalino su un treno non la smette di gridare: "Formidabile, eccezionale". A un certo punto un passeggero chiede: "Scusi, ma si complimenta per il paesaggio o cosa?". E Natalino: "Ma no, mi complimento con il macchinista: saremo entrati in una ventina di tunnel a duecento all'ora e non ha ancora beccato un pilone".

***

Il piccolo Natalino ha saputo dalla maestra che i bambini non nascono sotto i cavoli. Torna dalla madre e vuol sapere la verità. La madre alla fine gli spiega tutto ...e gliela fa anche vedere. Natalino: "Cavoli, pochi centimetri più in là e nascevo stronzo!"

***

Cinzia in preda all'eccitazione salta e balla per casa. Natalino, infastidito da tanta innocente allegria, le dice: "Hai quarant'anni e ti comporti come una ragazzina scema, si può sapere cosa ti è successo oggi ?". Cinzia ridacchiando felice risponde: "Sono stata dal nostro dottore per una visita, mi ha assicurato che i miei sono i seni di una diciottenne". Natalino, irritato, replica: "Bene, sono contento di saperlo; ma dimmi, del grasso culo quarantenne che ti porti sempre dietro, che cosa ha detto?". Sorridendo Cinzia ribatte: "Caro non arrabbiarti, ti assicuro che di te non abbiamo parlato".

***

Natalino a Luca....."Cosa diventa il formaggio dopo un mese? Forgiugno"

***

Natalino va dallo psichiatra e gli dice: "la mia ragazza Cinzia soffre di manie di persecuzione". "E come si manifesta questa malattia?" domanda il dottore. "Ha sempre paura che le venga rubato qualcosa. Pensi che ieri ho trovato un uomo nell'armadio in camera da letto; l'aveva messo lì lei per fare la guardia ai suoi vestiti!".

***

Natalino parla di ricordi con Luca....."Il mio primo amore durò pochi secondi. Lei mi chiese: "Dimmi qualcosa di profondo" e io: "Pozzo!" e lei "Non in quel senso!" e io: "Tunnel!"

***

Cinzia è orma una donna di 80 anni si sposa con Natalino anche lui un vecchietto di 80. Dopo 6 mesi la donna presenta degli strani sintomi per cui si reca dal dottore per una visita. Dopo la visita e alcuni esami il dottore le dice: "Le mie felicitazioni, signora, lei è incinta". Cinzia è perplessa: "Ma andiamo, dottore, siamo seri: io ho 80 anni!". Il dottore spiega: "Per questo ho dovuto fare degli esami e questi hanno confermato il mio dubbio: sicuramente lei aspetta un bambino!". Cinzia , sconvolta da questa rivelazione chiama subito Natalino col cellulare e gli urla: "Pronto? Brutta specie di figlio di puttana... Io sono incinta per colpa tua!". Dall'altra parte, dopo un breve periodo di silenzio, Natalino risponde: "Pronto? Ma chi è all'apparecchio?".

***

Natalino, molto povero, ruba un pollo per sfamarsi e va sulle rive del fiume a mangiarlo. Accende un fuocherello, tira il collo alla gallina e comincia a spennarla. All'improvviso arriva un vigile, Natalino butta subito il pollo nell'acqua, ma il vigile avendolo notato: "Cosa ha buttato nell'acqua?". "Nell'acqua? Io? Niente, perché?". "E allora cosa sono tutte queste penne?". "Niente... c'era un pollo che si voleva fare un tuffo e m'ha detto se gli davo un'occhiata ai vestiti!".

***

Un dottore si trova nel suo studio quando arriva correndo l'infermiera che gli dice: "Dottore, dottore, il paziente che lei ha appena dimesso è caduto morto davanti alla clinica". Il dottore allora le chiede: "È caduto con la faccia sul marciapiede?". "Sì". "Allora lo giri, così crederanno che stesse entrando".

***

Una coppia sta visitando lo zoo dove è rinchiusa fra gli altri animali una scimmia famosa per la sua intelligenza. Arrivati in vicinanza della gabbia i due porgono un dattero alla scimmia e questa felice lo prende, lo sbuccia, ne estrae il nocciolo, se lo infila nel sedere, poi lo fa uscire di nuovo, lo rimette nel dattero e se lo mangia. Meravigliati dello strano comportamento i due continuano a offrire datteri, ma il comportamento della scimmia è sempre uguale. A un certo punto passa di lì il custode dello zoo e i due ne approfittano per raccontargli l'accaduto e chiedergli: "Ci avevano detto che questa scimmia era un esemplare dall'intelligenza prodigiosa, ma ci sembra che si sia comportata in modo molto stupido". E il custode spiega: "Vede, l'altro giorno un visitatore gli ha offerto una pesca e il nocciolo ha ostruito il sedere della scimmia che è stata molto male per diversi giorni". "E allora?". "Beh, adesso la scimmia quando le regalano un frutto prende bene le misure...! "

***

Lei: "Caro, ho come l'impressione che, col passare del tempo, tu sia sempre meno dolce e delicato con me". Lui: "Ma tesoro, che cazzo dici, sei rincoglionita? Ma vaffanculo!".

***

Qual è la differenza tra un chiodo e uno stronzo? Il chiodo ti fora una gomma, lo stronzo tutte e quattro!

***

Oggi appena ho detto alla mia ragazza che le avrei fatto un regalo da farla rimanere senza fiato... sapete cosa mi ha risposto? "Se scorreggi di nuovo ti lascio!".

***

dopo tanti anni passati rinchiuso al manicomio di Roma, un matto decide che è giunta l'ora di fuggire. Poichè di giorno è sempre controllato, decide di farlo di notte, passando per il tetto e da lì calandosi dalla grondaia. Infatti giunta l'ora tarda della sera, mentre tutti dormono, si alza e va sulla scala che porta sul tetto, fatti pochi passi inciampa su una tegola che per l'urto cade al suolo, il rumore attira l'attenzione del guardiano notturno che fa: "Chi va là?". Il matto per non farsi scoprire risponde con un "miaoo, miaaaooo", il guardiano si rassicura, dopo un po' che il matto si è ripreso dallo spavento di essere stato scoperto, riprende a camminare, ma, ahimè dopo poco inciampa e fa cadere un'altra tegola, il guardiano prontamente urla: "Chi va là?". E il matto risponde: "Nun te preoccupà, so er gatto de prima!".

***

Al Luna Park Joshua ubriaco dalla mira infallibile colleziona centri su centri al tiro al bersaglio. Gli regalano una tartaruga. Joshua ubriaco va a fare un giro e un'ora dopo ritorna al tiro a segno e vince ancora un'altra tartaruga. Così via per altre 3-4 volte. All'ultimo giro vince ancora, ma le tartarughe sono finite, per cui il proprietario della bancarella gli vuole regalare un orsacchiotto di pelouche, ma Joshua ubriaco: "Non mi potrebbe dare un altro panino come prima?".

***

Un prete e una suora che devono partecipare a un convegno di religiosi arrivano molto tardi presso l'albergo e trovano una sola stanza libera. Essendo molto tardi decidono di prendere ugualmente la stanza (tanto fra religiosi...). Entrano nella stanza e trovano un letto matrimoniale. Il prete decide pertanto di dormire sulla poltrona. La suora però, eccitata al pensiero di un uomo nella stanza con lei, dice: "Padre, ho molto freddo. Perché non viene qui nel letto con me?". "Va bene sorella... se è per fare un'opera buona vengo!". La suora sempre più eccitata al pensiero di un uomo nel suo letto dice al prete ammiccando: "Padre, ma io ho ancora freddo...". Il prete si alza, apre l'armadio, prende una coperta, copre la suora e si rimette a letto. La suora non demorde: "Ma padre, io ho sempre freddo. Perché non facciamo come marito e moglie?". "Allora VAFFANCULO e prenditele da sola le coperte!"

***

Piattola: il nemico pubico numero uno.

***

Un giorno Paolo torna a casa e chiede alla mamma: "Mamma, il nonno è un meccanico?". La mamma perplessa per la domanda risponde: "Certo che no!". E Paolo ribatte: "E allora cosa ci fa sotto l'autobus?".

***

A scopo di beneficenza viene organizzata una partita tra l'Arma dei Carabinieri e la Polizia. Il campo scelto si trova vicino a una ferrovia. Poco dopo l'inizio della partita passa un treno e fischia fortissimo. I giocatori della Polizia, pensando che la partita sia finita, se ne vanno via. Dopo circa mezz'ora segnano i Carabinieri.

***

"Come è successo ?" chiede il dottore al contadino di mezza età che gli si è presentato con una gamba rotta. "Dottore, 25 anni fa...". "Non occorre partire da così lontano, mi dica semplicemente come si è rotto la gamba stamani". "Come stavo dicendo... 25 anni fa, quando avevo appena iniziato a lavorare alla fattoria, la prima notte, appena sono andato a letto, la figlia del fattore (ragazza stupenda, mi creda..) è entrata nella mia stanza e mi ha chiesto se volessi qualcosa. Io le risposi che no, andava tutto bene. "Sei sicuro ?" - mi chiese di nuovo. "Sono sicuro" - le dissi. "Non c'è proprio niente che io possa fare per te ?" - continuò a chiedermi. "Credo proprio di no..." - conclusi. "Mi scusi," - chiede il dottore al contadino - "ma cosa ha a che fare questa storia con la sua gamba?". "Beh, stamattina, quando mi sono finalmente reso conto di che cosa volesse dire quella ragazza, sono caduto dal tetto...".

***

Alcune suore sono in visita alla basilica del Santo a Padova in un giorno di caldo opprimente. Una suorina chiede alla superiora se è possibile alleggerire un po' la nera divisa togliendo qualche cosa. La risposta è ovviamente negativa. Il calore è forte e presto iniziano i primi malori. Sulla piazza non c'è ombra, se non un gruppo di alberi ai vicini giardinetti dove le suore decidono di spostarsi. La suorina riprova: "Superiora, potremmo almeno toglierci le mutande di lana... tanto con questi sottanoni non ci vede nessuno". Ma la risposta è ancora negativa. Poco dopo arriva ai giardinetti Riddle con una fetta di anguria, si siede su una panchina, si tira su la gonna al ginocchio e inizia a mangiare la sua anguria. La suorina, curiosa, osserva... NON HA LE MUTANDE! Ormai cecata dal calore infernale la suorina si avvicina alla manager Riddle e chiede con voce flebile: "Mi scusi, ma non ha le mutande, vero?". La signora: "Per forza! Vuoi che tutte le mosche mi vadano sull'anguria?".

***

Riddle al suo amato Gattaba: "Gattaba, puoi accendere la luce?"......certo!  Tic tac tic tac tic tac ... "Ma che sta facendo?". "C'è scritto 220 volt!".

***

Riddle a Dry Pussy...il Mio Gattaba è una noia, da quando è in pensione esce di casa solo per portare fuori il cane. Gli ho chiesto: "Qualche sera potresti portare fuori anche me!". Lui mi ha guardato sbalordito: "Alla tua età vuoi metterti fuori a pisciare contro gli alberi?".

***

Un tizio va da una agenzia funebre per predisporre il funerale della suocera. L'addetto gli chiede: "Vuole che sia cremata o semplicemente interrata?". "Tutte e due le cose. Non voglio correre rischi".

***

Quando ho chiesto a mia moglie di sposarmi, lei ha fatto molta resistenza. Mi diceva: "Caro, ma tu sei un ateo, come faccio a sposarti? Non credi neanche all'esistenza dell'Inferno". Poi, dopo molte insistenze, ha ceduto e mi ha sposato. E mi ha anche dimostrato che avevo torto: l'Inferno esiste, eccome...

***

Cappuccetto Rosso sta per uscire di casa. La mamma chiede: "Dove vai cara?". "Dalla nonna...". E la mamma: "In bocca al lupo!".

***

Un tizio in un'osteria dialoga con un compagno di bevute: "A me basta un bicchiere per ubriacarmi... ma non mi ricordo se è il 16° o il 17°"

***

Gattaba al ristorante ordina tortellini in brodo. Dopo poco arriva il cameriere con la scodella fumante di tortellini e Gattaba nota che il cameriere tiene il pollice ben dentro il brodo. Per evitare polemiche non dice niente e, anche se un po' schifato, mangia i tortellini. Poi ordina per secondo cotoletta e purè di patate. Dopo poco arriva lo stesso cameriere con il pollice infilato nel purè. Ancora una volta Gattaba fa finta di niente e si mangia il secondo, sempre più schifato. Poi ordina un caffè. Dopo poco arriva lo stesso cameriere ancora con il pollice tutto dentro la tazzina. A questo punto Gattaba sbotta: "Ora basta, ragazzo! Non puoi proprio fare a meno di tenere il tuo dannato pollice dentro tutto quello che mi devo mangiare?". "Abbia comprensione, signore. Ho il legamento del pollice slogato, e il mio medico si è raccomandato di tenerlo sempre al caldo!". E Gattaba, con tutto il cuore: "E allora, ficcatelo nel sedere!". "È quello che faccio, signore, tra una portata e l'altra..."

***

Cosa fa un ginocchio sullo scivolo? Rotula..

***

Due amici si incontrano e dopo i soliti convenevoli uno chiede all'altro: "Come va con tua moglie?". "Sai, temo che mi tradisca" dice l'altro. "Ma va là, non è possibile, come fai a dirlo?". "Sai - risponde l'altro - per il mio lavoro ci trasferiamo per lunghi periodi in altre città". "E allora?". "Siamo stati due anni a Milano, tre a Napoli, quattro anni a Torino e adesso siamo qui a Palermo da un anno". "E allora?". "Sai - dice l'altro - il postino è sempre lo stesso!"

***

Un malato dal dottore: "Quanto mi rimane? Un anno?". "Meno!". "Un mese?". "Meno!". "Un giorno?". "Meno!". Esce sconsolato e vede passare un carro funebre: "Taxi!".

***

Quale frutto fa paura ai pesci? La pesca!!

***

Il figlio di un barbiere è alle prime armi e per fargli fare esperienza il padre lo mette a fare le barbe ai clienti. Il figlio è molto teso alla sua prima barba e gli trema un po' la mano... zipppp e fa un taglietto sulla guancia del cliente. Il padre vede l'accaduto e fa per tirare una sberla al figlio che velocemente la evita; solo che il padre prende in pieno la faccia del cliente. Si scusa e dice al figlio di fare più attenzione. Il figlio è sempre più agitato... zipppp e fa un altro taglio sulla guancia del cliente. Il padre arrabbiato prende di mira il figlio e... riprende la faccia del cliente perchè il figlio è più veloce. Il figlio è ormai in preda al panico; le mani gli tremano forsennatamente e... zac... via un orecchio al cliente. Il cliente allora: "Ragazzo, nascondi subito quell'orecchio altrimenti tuo padre mi ammazza...".

***

Cos'è la pura lana vergine? Quella della pecora brutta brutta!!

***

Durante la guerra d'Africa un soldato americano ha mangiato per settimane razioni "K". Durante una breve licenza va al Cairo e la prima sera mangia e beve a più non posso e alla fine si ubriaca. I suoi compagni approfittano del suo stato di incoscienza e gli mettono nel letto una mummia che hanno rubato in un museo. Quando si sveglia, il soldato trova la mummia ed esclama: "Eh no, adesso basta! Posso sopportare le razioni K, ma una donna disidratata è veramente troppo!"

***

Giacomino alla mamma Riddle...."Mamma, mamma, c'è il lattaio. Hai i soldi o devo andare fuori a giocare?

***

Al circo, entrano i clown nella pista e cominciano il loro numero di lazzi e capriole, con grande successo di pubblico; tutti si divertono e battono le mani tranne un tizio in prima fila con l'aria leggermente schifata. Dopo un po' il tizio commenta ad alta voce: "Che cosa triste dover fare il buffone per tutta la vita!". E un clown risponde: "Perché non fa come me? Io lo faccio solo due volte al giorno!".

***

Riddle al suo amato GAttaba: "Tutte le volte che mi guardo allo specchio non posso fare a meno di ammirare il mio corpo perfetto. Credi sia vanità?". e Gattaba: "No! È immaginazione".

***

Tre pipistrelli vampiri entrano in un bar. Il barista chiede: "Cosa posso servirvi?". "Sangue" dice quello più grosso. "Sangue" dice anche quello di media grossezza. "Plasma" dice quello più piccolo. Il barista si rivolge al cameriere e grida: "Due sangui e un sangue light".

***

Un bimbo giocava sempre col suo piccolo palloncino rosso. Dopo qualche mese, il padre, stufatosi di trovarsi il palloncino sempre tra i piedi, disse al figlio di smetterla, altrimenti gliele avrebbe date di santa ragione. Allora il bimbo cominciò a giocarci solo quando il padre non c'era. Un giorno, mentre il bimbo giocava allegramente nel corridoio, il babbo tornò a casa in anticipo. Mentre si apriva la porta, il bimbo disperato entrò in bagno e gettò il palloncino rosso nel water. Una volta entrato si diresse di corsa verso il bagno, chiuse la porta, si sedette sul water senza neppure guardarci dentro e dopo aver fatto una grossa cagata tirò un sospiro di sollievo. Dopo essersi sollevato, lanciò un'occhiata al WC e si accorse del palloncino che per l'occasione era diventato di un orrendo colore blu-marrone. L'uomo si spaventò moltissimo, pensò che facendola con tale sforzo gli fosse uscito un organo, forse il fegato, e chiamò la moglie. Quest'ultima, al vedere il supposto organo, si preoccupò anch'essa e chiamò urgentemente il medico, che arrivò poco dopo. Si diresse subito in bagno, osservò perplesso quella massa rossa e marrone e cominciò a toccarla con le sue pinzette appuntite, facendo esplodere il palloncino. Il babbo chiese al dottore cosa diavolo fosse, e questi gli rispose, pulendosi gli occhiali sporchi di merda: "Mi creda, è la prima volta che vedo una scoreggia col guscio".

***

Marco e Laura, neosposini passeggiano, abbracciati, al chiaro di luna. A un certo punto, lei, contemplando il cielo costellato di stelle, fa dolcemente: "Dove sarà mai, caro, l'Orsa Maggiore?". E lui: "Ti prego, tesoro! È una serata troppo bella: non ricominciamo a parlare di tua madre!"

***

Gino viene mandato dalla moglie al mercato a comprare delle lumache. Per questo viene svegliato una mattina molto presto e va al mercato, rimbambito dal sonno e anche molto incavolato, e compra le maledette lumache. Mentre sta per tornare a casa trova una sua vecchia compagna di scuola. Dopo un'ora di rimembranze la conversazione si sposta su temi più intimi, si parla di vecchi amori propri e degli ex compagni di scuola. Alla fine i due scoprono che si erano sempre piaciuti e la donna invita Gino a casa sua per vedere le vecchie foto dei tempi della scuola. Gino va e... finiscono a letto. Finita la scopata Gino guarda l'ora e si accorge di aver fatto molto tardi (è ormai sera). Immaginando le ire della moglie si riveste, corre a casa, suona al campanello. La moglie apre con un'espressione di ira e ringhia: "Ma dove cazzo sei stato fino a ora brutto ...". Gino guarda per terra e facendo con le mani un gesto di esortazione dice "Su, su, lumachine, ancora due metri e siamo a casa!".

***

Senzaciolla e Riddle, due colleghe di lavoro si confidano. Dice la prima: "Ma è vero che sei finita a letto col capo Gattaba?". E l'altra: "Sì, in confidenza è vero. Sai mi aveva promesso un visone...". "E te l'ha regalato dopo?". "Purtroppo sì". "Beh, perché purtroppo?". "Sai, tutte le mattine gli devo pulire la gabbietta!".

***

Laura va dal dottore lamentandosi che suo marito Marco la trascura. Il dottore le prescrive delle pillole e le ricorda: "Mi raccomando una pillola al giorno e non di più!". La donna però per sicurezza triplica la dose e un giorno il dottore riceve un biglietto: "Dottore, la sua cura è veramente formidabile, mio marito Marco fa all'amore con me in ogni momento e ovunque. PS: Mi scusi, dottore, per la mia scrittura tremolante...".

***

Fra amici. "Marco, è vero che in casa tua sei tu a lavare i piatti?". "Sì lavo i piatti, pulisco i pavimenti, i vetri, le piastrelle, tutto". "E tua moglie?". "No, lei si lava da sè"

***

Giacomino chiede a sua madre Riddle: "Mamma, è più lontana la Luna o New York?". la madre si incazza pensando a quanto è ignorante il figlio, così lo prende per un orecchio, lo porta fuori casa e lo costringe a guardare il cielo: "Cosa vedi?". "La Luna, mamma". "E vedi New York da qualche parte?". "No, mamma". "Allora dimmi cosa è più lontano. Ovviamente New York, stupido".

***

"Dottore, mi fa male il fegato". "Beh, non lo mangi!".

***

Un elicottero dei carabinieri precipita e muoiono due carabinieri. Viene recuperata la scatola nera da cui risulta che le ultime parole sono state: "Appuntato, lo vogliamo spegnere questo ventilatore, che qui c'è troppo vento!"

***

Un anziano signore, prima di morire, decide di togliersi un vecchio sfizio: fare un giro su un aereo acrobatico. Si reca pertanto nell'aeroporto più vicino e offre a un famoso e spericolato pilota una congrua somma di denaro. Dopo i preparativi avviene il decollo con una brusca salita verso il cielo. Il vecchietto per nulla sorpreso dice al pilota: "Questo me l'aspettavo". Il pilota sorpreso con una rapida discesa porta l'aereo in picchiata sorvolando l'aeroporto e il vecchietto ripete: "Anche questo me l'aspettavo". Per ultimo l'aereo si mette a testa in giù e il vecchietto dice: "Questo non me l'aspettavo". Poco dopo l'aereo atterra e il pilota chiede al vecchio: "Mi tolga una curiosità. Perché in volo diceva: questo me l'aspettavo, questo non me l'aspettavo?". E il vecchietto: "Le spiego: la prima volta mi sono fatto la pipì addosso e me l'aspettavo, la seconda volta mi sono cagato addosso e anche questa me l'aspettavo, ma quando ha volato a testa in giù, mi è venuta fuori dal colletto della camicia e quello proprio no che non me l'aspettavo".

***

Cosa ci fa un'alice con un accappatoio? S'ACCIUGA!

***

La vecchia signora Martin, la vedova del notaio, si fa accompagnare da almeno 5 anni dal signor Durand, un anziano colonnello, vedovo anche lui. Durante una cena al ristorante il colonnello chiede alla signora se lo vuole sposare e immediatamente la donna risponde "Sì". Il giorno dopo, quando il colonnello si sveglia (dormono ancora ciascuno a casa sua), non si ricorda più cosa la signora Martin ha risposto alla sua domanda: "Mi sembrava felice, forse ha detto di sì, eppure mi ha guardato in uno strano modo, mah". E così per tutta la mattina il colonnello cerca di ricordare invano la risposta della signora ma senza alcun successo. Allora si decide a prendere il telefono e la chiama. Un po' imbarazzato finisce col dirle che non si ricorda più la sua risposta alla richiesta di matrimonio. E la donna: "Oh, colonnello, sono molto contenta che mi abbia chiamato: mi ricordavo di aver detto di sì a qualcuno ma non mi ricordavo più a chi".

 

Il filosofo Luchino ai suoi amici..."l'amore è come il rotolo di carta igienica, si consuma ogni volta che fai una cagata".

***

Al bar dello spaccio della caserma dei carabinieri: "Che gelati ci sono?". chiede l'appuntato Luchino. "Vaniglia e cioccolato" risponde con voce molto roca Joshua, il carabiniere di turno al bar. "Che hai la laringite?". "Macché... ho solo vaniglia e cioccolato!".

***

Gattaba e Riddle stanno tornando a casa in macchina da una gita in campagna quando vedono una puzzola ferita lungo la strada. Si fermano, Riddle la raccoglie e la porta in macchina. "Guarda" fa a Gattaba "sta tutta tremando, deve avere freddo... Che faccio?". Gattaba consiglia "Tienila in mezzo alle gambe...". "Ma... e l'odore?". "Non penso che le dia fastidio..."

***

Gattaba: "Ma lei è certo che il computer sappia tutto?". Tecnico: "Certo, basta fargli qualsiasi domanda". Lui: "Bene, la mia Riddle mi tradisce?". Computer: "No". Lui: "Non è possibile, l'ho vista a letto con un uomo". Computer: "No, non ti tradisce". Gattaba rivolgendosi al tecnico: "Queste macchine non valgono niente. Ho visto mia moglie a letto con un altro uomo, vogliamo mettere in dubbio la mia parola?". Computer: "Cretino! Lei non ti tradisce, lo fa per mestiere!".

***

"Cameriere in questa salsa c'è un capello!". "Strano, è stata fatta con pomodori pelati!"

***

Un ragazzo deve sostenere un importante esame scritto all'università. È preparato, ma affronta la prova con una certa tensione. Il professore è un'ulteriore fonte di paura: corre voce che abbia la mania di misurare attentamente il tempo dell'esame. Chi consegna dopo che tale tempo è scaduto è bocciato. Il ragazzo scrive e scrive e non si accorge che il tempo è scaduto e il professore non accetta il foglio. Inutile ogni protesta da parte dell'allievo, il quale lo prega in tutti i modi. La pila degli altri elaborati degli altri studenti è già sulla cattedra. In preda allo sconforto si dirige verso l'uscita dell'aula, ma poi si blocca, torna su i suoi passi e affronta il professore di petto: "Lei non sa chi sono io!" grida al docente. E il professore di rimando: "No, e non mi interessa proprio!". E il ragazzo: "Benissimo". alza la pila dei compiti, infila il suo nel mezzo, e fugge a gambe levate.

***

A scuola Paolo dice alla maestra: "Me stanotte ho dormito con il babbo!". E la maestra: "No ME. IO stanotte ho dormito con il babbo!". Il bambino ci pensa un po' e poi: "Vedrà che è stata un'altra sera, stanotte c'era anche la mia mamma!".

***

Un tizio, nel viottolo di accesso di casa sua, sta pulendo il giardino quando vede la sua vicina Riddle andare alla cassetta delle lettere, aprirla, darle un'occhiata e richiuderla subito dopo, evidentemente contrariata. Poco dopo la donna esce nuovamente di casa, guarda nella cassetta delle lettere, la richiude con un colpo e rientra arrabbiatissima in casa. Alla terza volta il tizio le si avvicina e chiede: "Qualcosa non va?". "Tutto" - dice Riddle - "Quel maledetto computer continua a dirmi che è arrivata della posta!"

***

Joshua dal barbiere: "Quanto costa il taglio dei capelli?". Il barbiere: "20 euro". "E il taglio della barba?". "10 euro". "Allora, mi sbarbi la testa".

***

Marco a una festa sente uno che dice alla moglie: "Mi passi lo zucchero, dolcezza?" e anche: "Mi passi il miele, zucchero?". Pensa: "Che bello!" e così la mattina dopo, con la propria consorte mentre stanno facendo colazione, le dice: "Mi passi la pancetta, maiala!".

***

Come si chiama il più famoso dentista giapponese? Tekuro Nakarie

***

Come si chiama il primo cittadino di Trento? Trentuno.

***

In un manicomio un medico sta facendo il suo giro di ispezione quando scopre Joshua, un paziente, con l'orecchio incollato su un muro. Anche il dottore si avvicina e appoggia l'orecchio sul muro senza sentire nulla. Rimangono così per due ore, poi alla fine il dottore chiede: "Ma, non si sente nulla...". E Joshua sottovoce....: "Sì, lo so. Ed è così da mesi!".

***

Luchino entra in biblioteca. Si avvicina al banco e fa: "Vorrei un hamburger e delle patatine". "Guardi che siamo in una biblioteca!". "Ops, mi scusi" fa Luchino imbarazzato. E poi, sussurrando, "Vorrei un hamburger e delle patatine".

***

Joshua ed Enrico, due ergastolani del manicomio criminale con le gambe incatenate alla classica palla di ferro stanno pulendo il cortile del carcere quando si mette a nevicare: "Andiamo dentro, qui nevica! ". Ed Enrico: "Che ci frega! Abbiamo le catene!" .

***

Ci sono un Americano, un Francese e Joshua. Trovano una piscina in cui tuffandocisi dentro si può far contenere ciò che si vuole. Parte il francese, prende la rincorsa e grida, CHAMPAGNE, e la piscina si riempie di champagne, si fa la sua nuotatina ed esce. Tocca all'Americano, prende la rincorsa e grida COCA-COLA e la piscina si riempie di coca cola. Arriva il turno di Joshua che parte, prende la rincorsa, inciampa... MERDA!... SPLASHH!

***

"È un mese che Joshua sta seguendo una dieta!". "E i risultati?". "Non l'ha ancora raggiunta!".

***

Luchino entra di corsa in un bar con in mano un escremento canino ed esclama: "Guardate cosa stavo per pestare!".

***

Gattaba entra in un bar e chiede al barista: "Quanto costa questa fetta di torta?". E il barista risponde: "Un euro!". "E queste briciole?". "Le briciole niente!". "Allora me ne sbricioli cinque o sei fette!".

***

Un cardinale sta facendo le parole crociate. Passa di là un prete e il cardinale dice: "Padre, scusi... secondo lei... 4 lettere... definizione: un uomo può starci sopra". "Uhmmm BIGA, Eminenza...". "Ah, ecco, dicevo! Una cortesia, padre... ha una gomma da cancellare?".

***

Un pappagallo sul trespolo è solito dire parolacce irripetibili. Il padrone esasperato gli urla: "Loreto... basta parolacce!". Ma il pappagallo insiste: "Fanculo! Merda!". In un attacco d'ira il padrone lo prende e lo sbatte nel frigorifero: "Così ti passano i bollenti spiriti!". Dopo due ore, passata la rabbia, lo riprende dal frigo e lo rimette sul trespolo. Il pappagallo si è convinto a parlare bene: "Basta, non dirò più parolacce! Sarò veramente a modo... Basta, lo giuro!". "Bene, ti è servita la lezione?". "Sì, sì, ma il pollo che cosa diavolo ha fatto?!?".

***

Luchino a Joshua....: "Sai cos'è quella cosa che la gente comune può permettersi con uno stipendio e noi no?". "No, non saprei. Cos'è?". "Un paio di stivali! E sai cos'è quella cosa che la gente comune può permettersi con due stipendi e noi no?". Sempre più incuriosito: "No, non so neanche questa. Cos'è?". "Due paia di stivali! E sai qual è quell'animale grosso grosso, con due orecchie grandi e due zanne di avorio?". "Stavolta non mi freghi! Sono tre paia di stivali!"

***

Luchino arriva con la macchina, abbastanza scassata, davanti a Montecitorio e posteggia proprio in mezzo alla strada. Un vigile gli si avvicina e gli dice: "Ma cosa fa? Non si può parcheggiare qua!". "Perché?". "Come perché?". "Perché qui passano ministri, deputati, senatori... ". E Luchino: "E che mi frega? Tanto io ho l'antifurto!"

***

Cosa fa un pasticciere quando gli muore la moglie? La crema!

***

Paola: "Mamma, mamma, guarda che mi ha dato Paolo! 10 euro!". Mamma: "Sì, vabbè, ma perché mai te le ha date ?". Paola: "Mi ha detto: se sali su quell'albero ti do 10 euro e io sono salita". Mamma: "Paola, ma sei ingenua. Non lo sai che Paolo è un birbantello? Lui ti ha fatto salire sull'albero per poterti guardare le mutandine". E Paola: "Ma io, mamma, sono più furba di lui, eh eh... Prima di salire me le sono tolte!"

***

Gattaba sta facendo una crociera su una nave, quando questa urta uno scoglio e incomincia a inabissarsi. È disperato, ma per fortuna un marinaio lo prende sotto la sua custodia e gli dice: "Vieni con me e fai come faccio io". Il marinaio prende un'ascia e con pochi colpi decisi recide le funi di una barca di salvataggio. Allora anche Gattaba prende un'ascia e comincia a dare dei gran colpi sulla barca facendola a pezzi. Il marinaio, inorridito, gli chiede: "Ma che fai?". E Gattaba: "Ti aiuto a fare la zattera!".

***

Un'albicocca va a pescare sul molo. Arrivano due nespole e chiedono: "Pesca?". "No! Albicocca!".

***

"Mamma, mamma, durano tanto gli inseguimenti di polizia?". "Zitto e corri!".

***

Marco entra in un negozio di abbigliamento. Il commesso gli chiede: "Il signore desidera?". "Vorrei una camicia di forza...". "Ma lei è matto!". "Ma come ha fatto a indovinare?".

***

Gattaba e Riddle sono in macchina e stanno litigando violentemente. Lei per la rabbia si sposta sul sedile posteriore e continua a litigare e a insultarlo. Nell'eccitazione della lite lei lascia la portiera posteriore aperta e a un certo punto vola fuori. Qualche isolato più in là un vicino che ha visto tutto lo ferma e gli dice: "la Tua Riddle è caduta dalla macchina qualche isolato più in là". Gattaba guarda dietro verso il sedile posteriore ed esclama: "Grazie a Dio! Credevo di essere diventato sordo!"

***

Joshua con una ragazza....ammiccando.....: "Da te o da me?". Lei: "Tutti e due. Tu da te e io da me".

***

Il chirurgo al paziente: "Mi spiace molto, ma dobbiamo operarla di nuovo. Ho dimenticato un guanto di gomma nel suo stomaco". E il paziente: "Perché rifare tutto quel lavoro, dottore? Eccole 5 euro e se ne compri un paio nuovi".
***

Un automobilista si avvicina a un vicino di casa un pomeriggio e gli dice: "Sono veramente spiacente, ma penso di aver investito il suo gatto. Posso sostituirlo?". Il vicino lo guarda bene e dice: "A dire la verità, dubito molto che lei sia in grado di acchiappare topi con l'abilità che aveva il mio gatto".

***

Due allevatori danno da mangiare alle colombe. "Guardale, sono come i politici". "Perché?". "Finché sono in basso, ci mangiano dalle mani, ma quando sono in alto, ci smerdano!".

***

Papà e figlio sono in giro in auto. A un semaforo attraversa la strada una biondona con una super minigonna. Il padre esclama: "Che culo! ". "Come hai detto, papà? ". Il padre pensando che il figlio dica tutto alla madre prova a imbrogliarlo: "Ehmm... ho detto gufo! ". "gufo? e cos'è un gufo?". Il papà, contento di avere salvato la faccia e orgoglioso di potere spiegare qualcosa al pargolo, inizia a spiegare: "Il gufo è un uccello, ha le ali, il becco e vola!". Passa un minuto e il figlio chiede: "Papà, ma i gufi hanno figli?". "Certo! Si chiamano gufini, hanno le aline, i becchini e volano!". Passa un minuto e il figlio chiede ancora: "Papà, ma i gufini hanno figli?". "Certo! Si chiamano gufetti, hanno le alette, i becchetti e volano!". Passa un minuto e il figlio torna a chiedere: "Papà, ma i gufetti hanno figli?". "Certo! Si chiamano gufettini, hanno le alettine, i becchettini e volano!". Passa un altro minuto e il figlio: "Papà, ma... ". E il padre, esasperato: "CULO! Ho detto CULO!".

***

Cosa fa una lavandaia su un vulcano con una t-shirt sporca? Semplice! La LAVA!

***

Anni 80.....Al lungo bancone di un bar sono seduti ad una estremità un uomo già abbastanza alticcio e dall'altro una ragazza con un abito nero senza maniche e un po' scollato. Nello stesso momento, alzano tutti e due un braccio per chiamare il barman, e la ragazza ha l'ascella non depilata. Il barman si avvicina per primo all'uomo che dice: "Da bere a me e offro anche a quella ballerina laggiù in fondo". Il barman gli chiede: "Ma come fa a sapere che fa la ballerina?". E lui: "Perché solo una ballerina potrebbe alzare tanto in alto una gamba!".

***

Una donna con sua figlia si trovano al cimitero per fare visita alla tomba della nonna della bambina. Dopo la visita, mentre si dirigono verso l'uscita, la bambina chiede alla mamma: "Mamma, seppelliscono mai due persone nella stessa tomba?". "Certo che no, bambina mia! Ma perché me lo chiedi?". "Perché su quella tomba c'è scritto Qui giace un avvocato e un uomo onesto"

***

Un dottore si presenta al capezzale di Marco molto malato e gli dice: "Signore, ho due notizie da darle: una buona e una cattiva. Quale preferisce per prima?". Marco ci pensa un po' e poi dice: "Beh, cominciamo dalla cattiva". E il dottore: "Bene... emh... Le restano che pochi giorni di vita e saranno per di più molto dolorosi". Marco è distrutto ma si aggrappa disperatamente alla bella notizia: "E quella bella?". E il dottore: "Vede quella bella infermiera, bionda, alta, sexy con un corpo magnifico e uno sguardo angelico?". "Siiiii...". "Ecco, me la sono fatta questa notte!".

***

Laura dal dottore...."Dottore, dottore, quando scorreggio mi si gonfiano le gambe!". "Signora, ha provato prima a levarsi i collant?".

***

Un mattino a colazione Laura dice a Marco: "Scommetto che non sai che giorno è oggi...". "Certo che lo so!" risponde lui, offeso. Quindi Marco esce frettolosamente per andare al lavoro. Verso le 10 suonano alla porta, la donna va ad aprire e un fattorino le porge un mazzo di 21 bellissime rose rosse. All'una suona di nuovo il campanello e, aprendo, Laura riceve una scatola grandissima dei suoi cioccolatini preferiti. Più tardi da un negozio di moda le arriva uno stupendo abito da sera firmato. Laura impaziente che Marco torni dal lavoro: "Prima i fiori, poi i cioccolatini e infine questo bellissimo abito! - gli dice entusiasta - che bel modo di festeggiare il compleanno di mia madre!".

***

 

Gattaba e Riddle si apprestano ad andare a letto. Riddle è davanti a uno specchio, si guarda e dice: "Sai, caro, che mi sono guardata allo specchio e mi sono vista vecchia? Il mio viso è tutto pieno di rughe, i miei seni pendenti. Ho dei grossi rotoli di grasso e le mie braccia sono molli". Poi si volge verso Gattaba e dice: "Per favore, dimmi qualcosa di positivo affinché mi senta meglio". Gattaba ci pensa un po' e poi con voce dolce dice: "Ebbene... tu non hai alcun problema di vista!"

***

"Non c'è scampo" come disse il pescivendolo che aveva venduto tutto...

***

Carlo, Alessandro e Gattaba si ritrovano a parlare della fedeltà delle rispettive mogli. "Oh ragazzi, secondo me mia moglie se la fa con un muratore!". "Nooo, ma non è possibile! Ma come fai a dirlo?". "Beh sai, tutte le sere vado a casa, guardo sotto il letto, e vedo delle cazzuole, della calce, dei mattoni". Interviene Alessandro: "Oh mah, lo sai che allora mia moglie forse va a letto con un macellaio?". "E perché?". "Mah, anch'io la sera guardo sotto il letto e vedo dei coltelli, degli ossi, della carne". Allora Gattaba, sbiancato in volto guarda gli altri e fa: "Ma ragazzi, allora la mia Riddle va a letto con un cavallo!". "Ma come con un cavallo, ma cosa dici!". "No non sono proprio sicuro. Pensa che tutte le sere quando vado a casa e guardo sotto il letto trovo il fantino!".

***

Un prete bussa alla porta di un condominio e gli viene ad aprire una bellissima donna, nuda, che gli dice: "Mi sa, padre, che ha sbagliato porta". E il prete: "No, signora, ho sbagliato a farmi prete!"

***

Laura domanda incuriosita a Marco: "Ehi! Perchè fai degli impacchi di acqua fredda a quella parete?" "... il dottore mi ha ordinato di bagnare dove ho battuto la testa!"

***

"Cosa? Lei vuole un altro giorno di permesso? E che scusa ha trovato visto che già quattro volte mi ha detto che doveva andare al funerale di suo nonno?". "Domani la nonna si risposa"

***

Nonna e nipote ventenne vanno dal dottore. Il dottore chiede: "Qual è il problema?". E la nipote: "Mal di gola...". Il dottore: "Va bene, si spogli". La nipote: "Veramente è mia nonna che sta male...". E il dottore: "Capisco: signora, tiri fuori la lingua..."

***

Un contadino vede sfrecciare nel cielo il dio Apollo col suo carro alato e lo chiama: "APOLLOOOOOO!". E Apollo: "ASCEMOOOOO!".

***

Signora: "Pronto? È lei che ha salvato il mio bambino che stava annegando?". "Sì, signora, sono io". "... e il cappellino dove l'ha messo?".

***

A scuola, mentre il professore di educazione fisica saltella a ritmo d'aerobica, rivolgendosi ai ragazzi e sorridendo dice tutto entusiasta: "Buongiorno, arrivederci, ciao, buonasera, a domani...".

Uno dei ragazzi, un po' stravolto gli chiede: "Ma professore che cosa sta facendo?". E il professore: "Ragazzi, non sapete che lo sport è salutare?"

***

Tra bambini: "Io sogno di guadagnare 200 mila euro al mese come il mio papà...". "Perché, il tuo papà guadagna 200 mila euro al mese?". "No, anche lui se lo sogna!".

***

Qual è l'animale che dopo morto gira molte volte su se stesso? Il pollo arrosto.

***

Qualche giorno prima di Natale un milionario e sua moglie entrano in una galleria d'arte molto esclusiva e acquistano cinque Van Gogh, tre Picasso, quindici Dalì e una dozzina di Monet. Uscendo, il milionario dice alla moglie: "Bene, con i biglietti d'auguri siamo a posto. Adesso compriamo i regali".

***

Perché i carabinieri girano con la giacca tagliata a metà? Perché è la divisa!

***

Una dolce vecchietta entra dal macellaio e gentilmente domanda: "Buongiorno, ha della carne da fare ai ferri?". "Ma certo, signora, quanta gliene occorre?". "Beh, diciamo un gomitolo...!"

***

"Pietro, che ore sono?". "Le quattro". Un'ora dopo: "Pietro, che ore sono?". "Le cinque". Un'ora dopo: "Pietro, che ore sono?". "Le sei". "Pietro, che ore...". "A Franco... l'ergastolo! C'hanno dato l'ergastolo!"

***

L'ultimo litigio è stato per causa mia. Mia moglie ha chiesto: "Cosa c'è sulla tele?". E io ho risposto: "Polvere"

***

Giornata freddissima. Marco il pescatore è seduto sul molo con le guance gonfie. Passa un tizio che non si fa i fatti suoi e gli chiede: "Ma le sembra il caso di stare qui a pescare, con questo freddo e con il mal di denti?". E Marco il pescatore: "Non ho mal di denti, ma in qualche modo devo pur scongelare i vermi!".

***

Luchino entra in un bar e, pur non avendo il becco di un quattrino, ordina una birra. Gliela servono, si ritira in fondo al locale e se la beve. A quel punto, non sapendo come pagarla, gli viene il lampo di genio: fa pipì nel boccale riempiendolo e ritorna al bancone rivolgendosi al barista: "Barista, questa birra fa schifo.... senta com'è calda!". Il barista tocca il boccale, lo sente ovviamente caldo e si scusa: "La prego, mi scusi, gliela cambio subito...". E Luchino: "No, qui il servizio è pessimo, me ne vado a bere da un'altra parte". Il tirchio barista non volendo buttare via un boccale di quella che crede, seppure calda, birra, lo rimette in frigo. Qualche ora dopo entra nel locale Joshua, altro avventore, che chiede, guarda caso, un boccale di birra. Il barista, furbacchione, tira fuori dal frigo il boccale ormai raffreddato e lo serve all'avventore. Questi lo abbocca tirando una lunga sorsata, e poi, schioccando la bocca dice: "Ecco... quel che ci vorrebbe adesso è un bel panino alla merda...".

***

"Questa situazione mi secca" come disse una merda nel deserto.

***

Un parroco e il suo sagrestano osservano il passare della gente davanti alla chiesa. A un certo punto il parroco fa: "Vedi quella mora? Me la sono fatta tante volte!". Il sagrestano: "Anch'io!". Il parroco: "E quella bionda? Sapessi che giochetti sa fare...". Il sagrestano: "Lo so, lo so...!". "Senti - fa il prete - non è bello parlare di queste cose! Facciamo così: ogni volta che vediamo passare una bella donna con la quale abbiamo fatto l'amore schiocchiamo le dita, d'accordo?". Passa una signora elegante e il parroco: Tlac. Il sagrestano: Tlac. Passa una ragazza bellissima e il parroco: Tlac. Il sagrestano: Tlac. Va avanti così per un po' fino a quando il sacerdote dice: "Senti, tagliamo la testa al toro! Io le donne di questo paese me le sono fatte tutte, tranne mia madre e mia sorella...". E il sagrestano: TLAC, TLAC!

***

Riddle a Gattaba...."Il mondo è una merda....... Tu sì che sei un uomo di mondo"

***

Tra donne vegane. "Mio marito è proprio un mascalzone: mi cornifica in continuazione approfittando del fatto che non posso mettergli le mani addosso!".

"Perché non puoi mettergli le mani addosso?". "Perché è un porco!"

***

Laura a Marco: "Amore... facciamo il cruciverba?". Lui stava guardando la televisione e rassegnato risponde: "E vabbè...". Allora lei tutta contenta gli legge la prima definizione: "23 verticale, 2 lettere, "Nota Bene". Lui rapidissimamente: "e quale è il problema... M.R.!". "M.R.? Perché M.R.?". "Massimiliano Rosolino! Non  m'hai detto che nota bene?"

Marco a Laura in un momento romantico...."Togliersi le caccole dal naso senza mangiarle è come raccogliere ciliegie per poi buttarle"

***

Una giornalista bella e intraprendente vuole effettuare un servizio su un manicomio. Il direttore la accoglie nel suo studio, fanno una chiacchierata e poi la giornalista manifesta la sua voglia di intervistare i pazienti. Il direttore risponde che va bene ma lui deve essere sempre presente. Nessun problema per lei. Si avviano e quando la giornalista vede un tizio con la mano infilata nel doppiopetto, dice: "Sig. Direttore? Posso intervistare quello?". "Certo, non si preoccupi, quello è abbastanza tranquillo". E lei rivolgendosi al paziente: "Ok, ciao, come ti chiami?". "Napoleone!". E così cominciano a parlare delle varie battaglie e dell'esilio a Sant'Elena. Finita la prima intervista, vede un altro tizio con la barba folta e la camicia rossa. E lei: "Sig. direttore, posso con quello?". "Certo, vada tranquilla. Lui è molto buono". E lei all'uomo: "Come ti chiami?". "Garibaldi". E così via... chi si crede Gesù, chi Mosè, chi il Papa... A fine giornata mentre la giornalista e il direttore si ritirano, la giovane ne vede uno accovacciato in un angolo e chiede: "Sig. Direttore, faccio l'ultima intervista. Posso intervistare quello?". "NOOO, quello lo lasci perdere!". "Ma perché?". "Si fidi di me, non è pericoloso ma lo lasci perdere!". Insiste, insiste e il direttore: "Vabbè, io non voglio sapere niente. Io la ho avvertita!". Allora la giovane si china e gli chiede: "Ciao, tu chi sei?". "Io sono una pipa!". "Scusa ma non capisco...". E lui: "Ok, ci penso io..." e tira fuori un cerino. Poi chiede: "Mi dai una sigaretta?". Allora la giovane gli porge una sigaretta. Lui la sbriciola, si mette il tabacco in testa, accende il cerino, tira giù le mutande e dice: "TIRA TIRA ALTRIMENTI SI SPEGNE!"

***

Samuele va spesso a fare la spesa (la ragione vera è che incontra spesso delle massaie che cerca di intortare). Un giorno conosce Maria e organizzano un incontro a casa di lei. Lei gli dice: "Vieni questa sera dopo le 21; mio marito esce verso quell'ora e non ritorna mai prima di mezzanotte. Ma siccome non so l'ora esatta in cui esce, tu aspetta di sotto, perché dopo che è uscito ti tiro giù una moneta da 10 centesimi". La sera Maria aspetta che il marito esca, poi getta la monetina dalla finestra e si metta in trepida attesa del suo amante. Ma aspetta aspetta e questi non arriva. La mattina dopo esce per fare alcune spese e trova Samuele ancora giù in giardino e gli chiede: "Beh, cosa è successo? Perché non sei salito?". E Samuele: "Non riesco a trovare la monetina!"

***

Scuola militare di paracadutismo. In aereo il tenente esorta gli allievi: "Allora ragazzi, è giunta l'ora del vostro primo lancio dopo tanta teoria. Siamo a 10.000 metri. Preparatevi al lancio!". Dal fondo dell'aereo si ode una vocina: "Ma non è troppo alto?". Il tenente ci pensa su e fa: "In effetti 10.000 metri per il primo lancio sono un po' troppi. Pilota, scendi a quota 7.000 metri!". Scesi a 7.000 metri: "Forza ragazzi, preparatevi al lancio, non abbiate paura! Siamo a 7.000 metri!". Sempre la solita vocina dal fondo: "Ma non è troppo alto?". Il tenente ci pensa un po' e poi: "Avete ragione, è ancora troppo! Pilota, scendi a 5.000 metri". Giunti a 5.000 metri il tenente esorta gli uomini: "Questa volta niente storie! Siamo solo a 5.000 metri! Prepararsi al lancio!". La stessa vocina: "Ma non è troppo alto?". Il tenente si sta per incazzare sul serio, poi però fa: "OK, pilota, abbassati a 2.500 metri! Ma non scendere oltre!". Quando l'altimetro segna 2.500 metri il tenente tuona: "Siamo a 2.500 metri! Indossate e controllate il paracadute e lanciatevi! È un ordine!". E la solita vocina: "Aaaaahhh... ma col paracadute!"

***

Che differenza c'è fra Lady D e i Beatles? Nessuna, ambedue hanno avuto un grosso impatto in Europa.

***

Al Convegno Internazionale di Medicina prende la parola il Prof. Cacace: "La nostra equipe ha verificato le innumerevoli qualità terapeutiche del mango e ha sintetizzato un estratto con il quale abbiamo realizzato due medicine: la prima ha la proprietà di curare tutte le forme di cefalea e la seconda è invece un potente stimolante della potenza sessuale superiore al Viagra. Un dottore in sala domanda: "Professore, queste nuove medicine sono in commercio?. "Certamente! Le stiamo distribuendo in Svizzera, Francia e Gran Bretagna e siamo in attesa dell'approvazione per la vendita in Usa...". "E con che nome sono commercializzate?". "Dunque... le compresse per la cefalea 'Mango pa acapa' e le fiale per l'impotenza 'Mango po u cazzo'"

***

Una coppia di anziani coniugi sta festeggiando il loro 75° anniversario di matrimonio in un elegante ristorante. Alla fine della cena il marito si rivolge affabilmente alla moglie e le chiede: "Cara, c'è una cosa che è da tanto tempo che ti vorrei chiedere. Mi ha sempre colpito il fatto che il nostro decimo figlio non assomiglia per niente agli altri nove. Ora voglio assicurarti che questi 75 anni con te sono stati un'esperienza stupenda e la tua risposta non potrà in alcun modo modificare questo mio giudizio. Ma io debbo sapere, il dubbio mi assilla da molti anni. Ha egli un padre differente?". La moglie china la testa incapace di guardare negli occhi il marito e commossa dal candore del marito, dopo alcuni secondi di pausa, confessa: "Sì, caro, perdonami. È così". Il vecchio è profondamente abbattuto, la realtà di quello che la donna ha appena confessato è più forte di quello che si sarebbe aspettato. Con le lacrime agli occhi egli chiede: "Chi? Chi è il padre?". Nuovamente l'anziana donna china la testa, non vorrebbe rispondere, non riesce a trovare il coraggio di dire tutta la verità al marito. Ma alla fine, con un filo di voce, esclama: "Tu"

***

Una scolaresca va allo zoo e la maestra soffermandosi davanti alle gabbie fornisce delle spiegazioni abbastanza generiche dei vari animali. Quando si fermano davanti a quella del gorilla, la maestra dice: "Il gorilla è nella forma del corpo e nell'aspetto il più simile all'uomo: sta in posizione eretta, usa le mani per manovrare utensili...". Al che Paolo domanda: "Scusi, signora maestra, ma il gorilla può avere rapporti con una donna?". La maestra imbarazzata si rivolge al guardiano: "Scusi, uno dei miei studenti vuole sapere se il gorilla può avere rapporti con una donna". E il guardiano indicando il gorilla: "Chi quello? ... ma non c'ha un euro!".

***

Un giornalista domanda al capitano della Roma: "Cosa ne pensa del ritorno dei Savoia a Roma?". E il capitano risponde: "Prima de tutto dovemo vede' che famo all'andata, poi...".

***

Legionari: "Perché ti sei arruolato?". "Perché sono scapolo e mi piace la guerra; e tu perchè sei quà?". "Perché sono sposato e mi piace la pace"

***

La maestra vuol fare un gioco con i suoi allievi: "Allora, ditemi il nome di una cosa rotonda e pelosa". Luigi alza la mano e dice: "La pesca, maestra!". "Bravo Luigi!". Maria alza anch'essa la mano e dice: "Il kiwi". Poi si alza Paolo e dice: "Le palle di Natale!". La maestra lo guarda stupita e dice: "Ma Paolo! Le palle di Natale sono rotonde, ma non hanno dei peli!". E Paolo rivolgendosi al suo compagno di banco: "Dai, Natale, togliti i pantaloni e mostra le palle alla maestra!

***

Un generale per le feste di Natale è in visita all'ospedale militare. Chiede al primo malato ricoverato in corsia: "Che cos'hai?". "Emorroidi". "E cosa ti fanno?". "Spennellature". "E cosa vorresti per regalo natalizio?". "Una bottiglia di liquore". Il generale acconsente e passa al secondo ricoverato: "E tu che cos'hai?". "Emorroidi". "E cosa ti fanno?". "Spennellature". "E cosa vuoi per Natale?". "Una scatola di cioccolatini". Terzo malato, stessa domanda: "E tu che cos'hai?". "Tonsillite". "E cosa ti fanno?". "Spennellature". "E cosa vorresti per Natale?". "Che cambiassero pennello!"

***

Alessandro e Gattaba si trovano al supermercato. Alessandro .."Sai, mia moglie mi ha detto di comprare un spazzolone per metterlo in bagno". Gattaba : Se lo ha detto tua moglie allora lo compro anche io! per far contenta la mia Riddle. Il giorno dopo, Alessandro: "E allora come è andata con il nuovo spazzolone?". Gattaba: "Per essere bello, è bello ma andavo meglio con la carta igienica!

***

Qual è la differenza fra uno svizzero ricco e uno povero? Lo svizzero povero deve lavarsi la Mercedes da solo!

***

Due preti vanno a fare la doccia. È tardi. Si spogliano ed entrano nelle docce ma si accorgono che non c'è sapone. Padre John dice: "Io ho del sapone in camera, vado a prenderlo". Essendo tardi non si cura di coprirsi pensando di fare presto. Prende due saponette, una per mano e si riavvia verso le docce. A metà corridoio vede tre suore che si avvicinano. Non avendo dove nascondersi si accosta al muro e si blocca come una statua. Le tre suore si avvicinano commentando quanto è ben fatta. Improvvisamente una suora allunga una mano e gli tira le parti basse! Il prete preso alla sprovvista si fa sfuggire una saponetta! La seconda suora: "Ehi, è un distributore di saponette!" e per avvalorare la sua teoria anche lei gli tira il membro e il prete lascia l'altra saponetta. La terza suora tira una volta: niente! Tira due: niente! Comincia a fare avanti e indietro e urla contenta: "Guardate: c'è anche il sapone liquido!".

***

Marco incontra Tiziano, un suo amico,  che porta un fiasco di vino. Lo vede ed esclama: "Ehi, ce lo ciucciamo?". E Tiziano: "Buona idea, ma prima beviamo il vino!".

***

Tre balbuzienti leggono di una cura sperimentale, e si presentano alla clinica. Una dottoressa molto sexy spiega loro i dettagli promettendo una lauta ricompensa e conclude dicendo: "Chiunque di voi guarirà dalla balbuzie potrà far l'amore con me per una notte intera". I tre si sottopongono così alle torture di cui è fatta la cura, e alla fine si presentano al test. La dottoressa chiede al primo: "Tu, dove sei nato?" e lui risponde: "R-r-r-r-r-r-roma!". "Mi dispiace, non sei guarito. Avanti il prossimo!". Di nuovo la dottoressa dice "Tu, dove sei nato?" e lui: "M-m-m-m-milano!". "No, no", dice la dottoressa, "anche tu non sei guarito! Avanti il terzo!". Questi entra nella stanza. "Bene", fa la dottoressa, "dimmi tu dove sei nato". "Ascoli" risponde quello. "Bene", dice lei, "sei guarito!". E vanno entrambi in una stanza attigua dove passano l'intera notte. "Ah, che fantastica nottata", dice la dottoressa quando escono dalla stanza. "E sono felice di averti guarito". E quello risponde: "Piceno!".

***

In una chiesa c'è il prete che confessa un uomo. "Cosa hai da confessare figliolo?". "Sono fidanzato con una bella ragazza. L'altro giorno abbiamo fatto per la prima volta l'amore, sa, era una giornata fredda e pioveva". "C'è dell'altro?". "Il giorno dopo ho fatto l'amore anche con sua madre, sa, era una giornata fredda e pioveva e non ho resistito". "Ma sei un depravato! Comunque se ti penti seriamente... c'è dell'altro?". "Il giorno dopo pioveva e faceva freddo, ero solo con la sorella della mia fidanzata quando d'un tratto ho fatto l'amore anche con lei". "Porco!". Nel frattempo si vede il bagliore di un lampo ed il rombo di un tuono e comincia a piovere a dirotto. Il prete si guarda attorno e vede la chiesa vuota, allora si alza e scappa via. "Padre, ma cosa fa?; e l'assoluzione?". "Ripassa domani col bel tempo; oggi piove e fa freddo, non sono mica scemo io!".

***

Come fai a far ridere Laura di venerdì? Raccontale una battuta il lunedì precedente..

***

Un uomo molto ubriaco siede al bancone di un bar quando vede tre giovanotti seduti a bere a un tavolino. Squadra il primo e poi gli dice borbottando: "Io mi sono fatto più volte tua madre... barman, una birra!". Si scola la birra e poi indicando il secondo giovane dice: "Tua madre faceva delle cose favolose a letto!". Riprende a bere e quindi indica il terzo giovane e gli dice: "Una volta mi sono fatto pure tua madre... Che notte! ... barman, un'altra birra!". A questo punto i tre giovanotti si alzano, si avvicinano all'ubriaco e lo sollevano di peso dicendo: "Dai, papà, per oggi hai bevuto abbastanza. Andiamo a casa!"

***

Numerosi cartelli esposti all'ingresso di un grande magazzino annunciano: "SOLTANTO PER OGGI GRANDE LIQUIDAZIONE - APERTURA ORE 9". Dalle 8 di mattina le persone in attesa di entrare nel negozio aumentano. C'è molta agitazione. A un certo punto arriva un vecchietto che, zitto zitto, a furia di gomitate, scavalcando gli ultimi arrivati, tenta di risalire la corrente. Scoppiano le proteste e sul vecchietto piombano schiaffi, pugni, pedate. "Non ci ha guadagnato molto a farsi avanti con la forza!" dice l'infermiera che lo assiste al pronto soccorso. "Già..." risponde il vecchietto sputando un dente "visto che le cose stanno così, per oggi rinuncio ad aprire il negozio!"

***

Un recente sondaggio negli Stati Uniti su 1000 donne in cui si chiedeva se erano disposte ad andare a letto con Trump l'80% ha risposto di no e il 20% ha risposto: "Un'altra volta?"

***

Come si chiamano le più famose donne giapponesi di facili costumi? Sudo Magodo, Lafika Mifuma, Minkia Sukai, Tosuko Simodai, Yosuko Tugody, Setikyni Telosukio, Simosuki Sinamiko.

***

In una chiesa un prete sta pregando davanti all'altare quando entra correndo una giovane donna che si getta ai suoi piedi gridando: "Padre, padre, mi aiuti... non ce la faccio più. Voglio essere posseduta da lei sull'altare". E così dicendo si accarezza in modo lascivo. E il prete: "Ma cara ragazza, sei nella casa di Dio, non comportarti in questo modo indecente!". Ma la ragazza incomincia a spogliarsi accarezzandosi in modo volgare: "Padre, voglio essere posseduta come una bestia, qui sull'altare". Ma il prete, tutto sudato riesce a proferire: "Ma no... non si può, siamo nella casa di Dio. Io non posso...". La ragazza però continua a spogliarsi fino a trovarsi completamente nuda e continua a contorcersi provocando il prete. Questi non sapendo più che fare si rivolge verso il crocefisso, si inginocchia e dice: "Gesù, che debbo fare?". E Gesù sulla croce: "Slegami e ti faccio vedere io!"

***

Gattaba sta facendo sesso con la sua Riddle sul pavimento del bagno e dice: "Apri le gambe! Apri le gambe! Di più! DI PIÙ!". E Riddle fa: "Che vuoi fare? Far entrare anche le balle?". "No, sto cercando di tirarle fuori!"

***

Tre cacciatori in Africa discutono quale sia l'animale più cattivo. Dice il primo: "L'animale più cattivo è il coccodrillo". Il secondo ribatte: "Eh no! È più cattivo il leone! ". Allora interviene il terzo: "Mi dispiace avete torto tutti e due. L'animale più cattivo è il coccoleone". "?!?". "Si tratta di un animale che da un lato ha la testa di coccodrillo e dall'altro lato ha la testa di leone". E gli altri due esclamano: "Ma come può fare la cacca? ". "Non può ed è per questo che è il più cattivo! "

***

Un aereo sta precipitando. Il comandante ai passeggeri: "Non preoccupatevi. Dovete solo seguire le mie istruzioni: prendete il passaporto, infilatevelo bene in bocca e stringete forte". La hostess: "Ma ha senso fargli fare tutto questo?". "Certo che ce l'ha! Sa poi il casino al momento di riconoscere le salme!"

***

Gattaba in giro per New York ha fame, vede l'insegna di un negozio che dice "hot dog" (cane caldo) e decide di provare. Entra nel negozio e chiede un hot dog. Il cameriere prende il panino, lo taglia, ci mette dentro il wurstel, poi la senape, lo incarta, e lo consegna a Gattaba che paga ed esce fuori dal negozio. Preso dalla curiosità, non appena uscito dal negozio, Gattaba apre il pacchetto, tira fuori il panino, lo scarta e lo apre per vedere che cosa c'è dentro e d'improvviso sobbalza arrabbiatissimo con un'esclamazione di sdegno. Rientra velocemente nel negozio di hot dog e apostrofa il cameriere: "Vabbene che si tratta di cane caldo, ma proprio il pisello mi doveva dare?"

***

Riddle insieme a due amiche, una mora e una rossa stanno per essere giustiziate mediante fucilazione. La prima è la mora. L'esecutore, prima di eseguire, le chiede se abbia un ultimo desiderio, ma lei risponde di no. Il tipo inizia "Caricaaaaat! Puntaaaaaat!..." ma la mora grida improvvisamente: "TERREMOTO!". I soldati si guardano tra di loro confusi e spaventati e la mora ne approfitta per fuggire. È il turno della rossa. Anche a lei chiedono se abbia un ultimo desiderio ma lei risponde di no. Di nuovo: "Caricaaaaaaaaat! Puntaaaaaat!..." e la rossa grida: "TORNADO!". I soldati sono ancora più confusi di prima, e la rossa coglie l'occasione per defilarsi. Infine tocca a Riddle. Neanche lei ha un ultimo desiderio, ovviamente. Il tipo inizia "CARICAAAAAAT, PUNTAAAAAAAAT!" e Riddle: "FUOCO!"

***

Ai giardini pubblici un vecchietto vede una bambina che piange disperata: "Perché piangi piccolina? Cosa ti hanno fatto?". "Ihhh... ihhh... lo voglio pure io un cosino come il mio fratellino... ihhh... che diventa tutto dritto e duro...poi s'abbassa e si rialza...i hhh... lo voglio anch'io...". Il vecchietto la guarda e risponde: "Ihhh... ihhh... a chi lo dici bimba!"

***

a Joshua e Luchino regalano due cavalli, ma non sanno come riconoscerli. Il primo propone: "Tagliamo la coda a uno dei due cavalli, così li riconosciamo; proposta accettata, zacchete, ciascuno taglia la coda del suo e... sono al punto di prima. Joshua propone allora: "Tagliamo la criniera, così li distinguiamo"... zac zac zac zac... entrambi tagliano la criniera del proprio... e sono al punto di prima. "Oh caspita, e che si fa, ora? Tagliamo la gamba, così li riconosciamo l'uno dall'altro!". E si stanno accingendo a questa operazione, quando si avvicina un contadino e chiede che cavolo stiano facendo. "Eh, dobbiamo tagliare una gamba per distinguere il cavallo di uno dal cavallo dell'altro". E il contadino: "Ma perché non fate così: uno prende il cavallo nero e l'altro quello bianco?"

***

Laura decide che ha bisogno di una bella sfoltita alla chioma e si reca dal suo parrucchiere di fiducia. Entra e si siede, vista la consuetudine, in una sedia pronta per il taglio. Si avvicina sculettando e il coiffeur che la squadra le dice: "Cara o ti togli quelle orribili cuffiette e non riuscirò mai a scolpirti il caschetto!". Laura, allontanandosi per un momento uno degli auricolari, gli fa: "Non posso farlo!". Allora il parrucchiere: "Maddaaaaaiii... non fare la schiocchina... ma ragiona un attimo... come faccio a tagliarti i capelli con quelle orribili cose sulla testa!". Allora Laura, sempre scostandosi appena un auricolare, con gli occhi un pò sgranati: "Se me le tolgo, morirò!". "Che stupidina! Sempre voglia di scherzare... che pazza! Facciamo una piccola prova... rischiamo la vita...". Avvicinandosi repentinamente le sfila le cuffiette e le appoggia sul tavolo e poi se ne va a prendere i forbicioni per partire col taglio. Al ritorno trova Laura lunga distesa sul pavimento, un corpo esanime. Il suo sorriso si trasforma ben presto in smorfia e si butta sulla poverina, afferrandogli il polso fermo... A questo punto in preda al panico più totale, il coiffeur fissa lo sguardo stravolto sulle cuffiette che stringeva ancora nella mano sinistra e con mano tremolante se le avvicina lentamente alle orecchie. Una voce energica, martellante stava dicendo: "Inspirate... e un...due...tre. Espirate.... e un....due....tre. Inspirate..."

***

La madre superiore di un convento decide di riunire tutte le suore nell'atrio perché la sera prima è avvenuto un misfatto. Suora Madre: "Mie consorelle, ho deciso di riunirvi qui perché ieri sera nel convento è avvenuto un fatto deplorevole!". Tutte le suore: "OoooHhhh!"; una suora in fondo: "Hihihihihih!". La suora Madre continua: "Abbiamo trovato una giacca da uomo!". Tutte le suore: "OoooHhhh!"; la suora in fondo: "Hihihihihi!". La suora Madre: "C'erano anche un paio di calzoni da uomo!". Tutte le suore: "OoooHhhh!"; la suora in fondo: "ihihihihihi!!". La suora Madre: "Vi erano anche un paio di mutande da uomo!". Tutte le suore: "OoooHhhh!"; la suora in fondo: "Hihihihihihi!!". La suora Madre: "C'era anche un profilattico!". Tutte le suore: "OoooHhhh!"; la suora in fondo: "Hihihihihihi!!". La suora Madre: "Il profilattico era bucato!". Tutte le suore: "Hihihihihihihihi!"; la suora in fondo: "OoooHhhh!".

***

Gattaba si reca in chiesa con l'intenzione di sfottere il prete. Entra nel confessionale e gli dice: "Qualche volta, mentre faccio l'amore con la mia Riddle, mi capita di pensare come sarebbe con una suora!". E il prete: "Anche a me capita la stessa cosa, ma la tua Riddle è meglio!".

***

Nell'intervallo tra due numeri di acrobazia il presentatore propone un gioco per coinvolgere il pubblico. Si tratta di superare tre prove per vincere 1000 euro: 1) bere in 1 minuto 20 grappini; 2) tagliare la criniera di un ferocissimo leone; 3) Andare a letto con una donna di 80 anni. Si presenta il primo: crolla dopo 10 grappini, il secondo ha troppa paura del leone, il terzo.... (inventate un po'voi). Finché si presenta alla gara un Gattaba, orgoglio della sua amata Riddle. In 30 secondi si scola i grappini. Poi, un po' barcollante, entra nella gabbia, che viene celata al pubblico da un enorme telone. Inizia così una lotta furibonda che il pubblico può solo intuire. Finché, dopo qualche minuto, il ruggito di resa del leone; poi il silenzio. Il tendone si alza, Gattaba, uscendo dalla gabbia, tutto stracci, esclama: "E adesso... dov'è la vecchia che la rapo a zero?".

***

Una bambina sta preparando il discorso della sua comunione, quando, sentendo rumori nell'altra stanza, nota che il padre sta facendo l'amore con la cameriera. La bambina, tutta preoccupata, corre dalla madre e le dice: "Mamma, ho visto papà che toglieva le mutandine alla cameriera!". La madre la interrompe e le dice: "Domani, invece di dire il tuo discorso in Chiesa, dì ciò che hai detto a me, così lo roviniamo in pubblico!". Il giorno seguente al momento del discorso l'innocente creatura dice "Ho visto papà che toglieva le mutandine alla cameriera e usava quel coso, quel coso... Mamma, come si chiama quel coso che usi sempre con il postino ogni volta che viene a casa?"

***

Nausicaa la studiosa...."Perché le pulci non hanno le balle? Non c'é spazio..."

***

Nausicaa la risparmiosa alla mamma....."Perché i tamponi vaginali hanno la cordicella? ......???.....Così li puoi usare come filo interdentale dopo i pasti!!!"

***

Nausicaa la filosofa newage....."Perché si chiama asteroide se è fuori dell'emisfero ed emorroide se è dentro al tuo sedere?"

***

Nausicaa rientra a casa dopo la prima notte in discoteca gridando: "A me mi piace il cazzo; a me mi piace il cazzo...". La madre, esterrefatta, le grida: "Quante volte ti ho detto che non si dice 'a me mi piace'?".

***

Un medico viene chiamato al capezzale di un bambino malato. Quando arriva il padre lo fa entrare nella camera da letto dove il bambino è accudito dalla madre, mentre egli stesso aspetta fuori. Dopo un po' il medico esce dalla camera e chiede con urgenza: "Per favore, un martello, una pinza e una tenaglia!". Il padre lo guarda preoccupato e chiede: "Ma è così grave?". E il dottore: "Questo non lo so, se prima non apro la valigetta!"

***

Come escono 3245 cinesi dal Mar Rosso? Bagnati!!

***

Laura e Marco, una coppia di sposi ritorna dal viaggio di nozze. Laura è visibilmente infuriata e va a sfogarsi dalla madre: "Mamma, mio marito non ha voluto fare l'amore con me!". "Ma nemmeno la prima notte?". "No, neppure quella". "Spiegami come è andata". "Io sono entrata nella stanza, mi sono spogliata e mi sono distesa sul letto aspettando". "E lui?". "Lui si è messo il pigiama, poi si è messo nel letto vicino a me a leggere un libro!". "E tu cosa hai fatto?". "Io mi sono avvicinata, gli ho preso una mano e l'ho appoggiata sulla spalla". "E lui cosa ha fatto?". "Lui ha continuato a leggere come se niente fosse. Allora gli ho ripreso la mano e me la sono messa sul petto!". "E lui cosa ha fatto?". "Lui niente, continuava a leggere il libro, così gli ho preso la mano e l'ho messa lì". "E lui cosa ha fatto?". "Si è inumidito il dito e ha girato pagina!".

***

Un uomo di colore entra in un negozio di scarpe e domanda a Marco il commesso: "Scusa, quanto costano quelle scarpe?". E Marco il commesso: "Quali? Queste marroni testa di moro?". "No - risponde il nero - Quelle nere, testa di cazzo".

***

Al bar Luca dice a Marco: "Come mai ti sei licenziato dal posto di lavoro che avevi al cimitero? Non ti piaceva?". E Marco: "No, per niente! Ovunque mi girassi vedevo scritto: "Qui riposa Tizio", "qui riposa Caio", "lì riposa Sempronio"... Ti pare giusto che dovessi lavorare solo io?"

***

Due amici si vedono dopo anni: "Oreste, come stai?". "Non troppo bene, Luigi, sono sfortunato con le donne, non riesco ad avere una vita sentimentale tranquilla, proprio il mese scorso mi sono sposato per la quarta volta". "E le altre tre mogli?". "Sono morte!". "E come sono morte?". "Alla prima piacevano tanto i funghi, una volta ne ha mangiato uno avvelenato e non c'è stato niente da fare, è morta subito. "E le altre?". "Anche alla seconda piacevano tanto i funghi. Ha fatto la stessa fine". "Non mi dirai mica che anche la 3a moglie è morta avvelenata dai funghi?". "No Luigi, la terza è morta perché non voleva mangiare i funghi!".

***

Che fanno due caramelle che si sparano? Guerre Sperlari..

***

Siamo nati per lavorare. Lo prova il fatto che madre natura ci ha dotati di 10 dita e un pene. Se fossimo nati per fare l'amore, ci saremmo ritrovati 10 peni e un dito

***

Un balbuziente telefona: "Pr Pr pr proooonto. Qua Qua Qua Qua qua quanto co co co co co costa te te te te tele tele tele tele telefona telefona telefona telefonare in A A A Ame Ame Ame Ame America?". "Credo proprio che a lei convenga prendere l'aereo...

***

Un gruppo di uomini traditi dalle mogli sta gridando "Abbasso la figa... abbasso la figa". Passa di lì un gruppo di nani che tutti eccitati commentano: "Era ora!"

***

I Signori Du Pont vanno a vivere in Scozia, in una casetta vicino ai Signori Mc Gregor. La Signora Du Pont va a far visita di cortesia ai vicini. Quando torna a casa dal marito gli dice sconvolta che la Signora Mc Gregor l'ha fatta accomodare in cucina per scambiarsi quattro chiacchere, mentre sbucciava i piselli... con i guantoni da Box! All'offerta di un paio di guanti sottili come una seconda pelle, la Signora Mc Gregor ha risposto: "A noi Mc Gregor piace fare le cose difficili...". Il Signor Du Pont, scettico al racconto della moglie, decide di far visita ai Mc Gregor. Alla porta si presenta il Signor Mc Gregor e lo fa accomodare in giardino per scambiarsi i convenevoli mentre continua a tagliare l'erba del giardino. Alla vista dell'irrazionale tosaerba (un paio di forbicine da unghie!!!) il Signor Du Pont offre in prestito l'ultimo modello di tosaerba che possiede. Anche il Signor Mc Gregor risponde: "A noi Mc Gregor piace fare le cose difficili...". Allora il Signor Du Pont chiede: "Ma... mi spieghi... con sua moglie come fa?". "Semplice... - risponde flemmaticamente il Signor Mc Gregor - ...come tutti i Mc Gregor: in piedi sull'amaca!"

***

Laura e Marco stanno pomiciando pesantemente. Pomicia, pomicia, lui le infila la mano lì sotto. A un certo punto lei dice: "METTICI DUE DITI, METTICI DUE DITI...". E Marco: "Perché? La vuoi far fischiare???"

***

Un ladro entra in un appartamento buio, ma fatti due passi sente una voce: "Attento! Gesù ti vede e ti sta giudicando!". Terrorizzato resta immobile, ma dopo pochi secondi la voce continua: "Attento! Gesù ti ha visto, ti ha giudicato e ora ti punirà". A quel punto il ladro accende la torcia elettrica e la punta verso la voce. Illumina un pappagallo sul suo trespolo. Fra l'incazzato e il sollevato gli chiede: " E tu chi sei!?". E il pappagallo " Io sono Joshua, il pappagallo". E il ladro: "Che nome idiota per un pappagallo!". Al che il pappagallo: "Perché Gesù per un Pastore Tedesco ti sembra un nome intelligente?".

***

Perché gli uomini scoreggiano più delle donne? Perché le donne non stanno zitte abbastanza a lungo da aumentare la pressione.

***

In Purgatorio si sta svolgendo una partita amichevole tra diavoli e angeli. L'allenatore per i diavoli è LUCIFERO e per gli angeli GESÙ. La partita va avanti con molta monotonia e con continui rimpalli. A un tratto, quasi allo scadere del secondo tempo, San Gennaro stoppa di petto e passa a San Filippo il quale, ricevendo la palla, si ringalluzzisce e inizia a dribblare tutti gli avversari, arrivando solo in area. Di fronte a lui il portiere, un diavolaccio di prima categoria, prova a fermarlo con tutti i mezzi più indecenti e più subdoli, ma San Filippo, ormai caricato dribbla anche quello, prende la mira, tira e... palo! "Oh Porcamado***!" esclama San Filippo. "San Filippo!" urla Gesù e con il sangue agli occhi si avvicina a lui con fare minaccioso. "Scusami, Gesù, non volevo offendere tua madre, scusami, scusami..." implora San Filippo tutto impaurito per la bestemmia che gli è uscita di bocca. E Gesù tutto imbelvito: "Mia madre 'na sega! Come hai fatto a sbagliare quel gol?".

***

La moglie torna a casa all'improvviso e trova il marito a letto con un'altra. Approfittando della sorpresa lo immobilizza, riesce a portarlo in garage, e gli blocca il membro dentro una morsa. Poi va in cucina e torna con il coltellaccio da macellaio. "Hei, che fai, non vorrai mica tagliarmelo?". "No, caro, te lo taglierai da solo, perché sto per dare fuoco al garage!"

***

Due carabinieri sono in missione in un paese dell'Africa. Nel loro giorno libero vanno a caccia, vedono un leone, gli sparano e lo fanno secco al primo colpo. Scendono dalla Jeep per caricare la bestia e cominciano a tirare il leone per la criniera. Ma tira tira, il leone è troppo pesante e non riescono a spostarlo. Passa di lì un locale che dice loro: "Guardate che se tirate il leone per la coda fate meno fatica!". I due carabinieri applaudono subito alla bella idea e si mettono a tirare dalla coda. Solo che dopo un'ora di sforzi uno dei due dice: "Sarà una bella idea, ma mi sembra che invece di avvicinarci alla Jeep ci stiamo allontanando!"

***

Marco a Laura...."Lo so che amare è donare se stessi, completamente, ma io preferirei andare per gradi. Me la dai?"

***

Marco si reca in viaggio negli Stati Uniti. Lì è colpito dalle dimensioni di ciò che lo circonda, tutto è più grande, ogni cosa è il doppio rispetto all'equivalente italiano. Camminando per la strada vede una automobile gigantesca, allora ferma un passante e gli fa: "Scusi, ma di chi è quella macchina così grande?". Marco, non capendo una parola di italiano, risponde: "What?". Prosegue allora nel suo giro turistico, quando si imbatte in una casa a dir poco monumentale, di proporzioni spaventose. Ferma allora un altro passante: "Ma chi ci abita in quella casa?". "What?". Gli succede la stessa cosa facendo altre domande, cioè ottiene sempre la medesima risposta. Si convince del fatto che questo What debba essere una persona di dimensioni spropositate. Un giorno, camminando per la città vede passare un corteo funebre molto lungo con in testa un normale carro funebre. Incuriosito chiede ad un passante: "Lei sa per caso chi è morto?". "What?". "Ma che stai a dì... lì dentro nemmeno il membro di What ci entra!"

***

Un politico italiano viene catturato in vacanza dai cannibali. Dice il capo tribù ai suoi: "Ma si buò sabere berché non lo avede angora guginado?". E di rimando il cuoco: "Gi abbiamo provado, ma lui mangiare tutte le badadine"

***

Un turista arriva all'aeroporto di Roma. All'uscita, gli si avvicina un tale che gli bisbiglia: "Amico, vuoi una romana? Appena trenta euro". "Per favore, non mi molesti, io sono qui per vedere il papa". Più tardi, mentre il turista visita un monumento, lo stesso tale gli si avvicina nuovamente: "Amico, una napoletana? Appena cinquanta euro". "Le ho detto che non mi interessa! Io sono qui solo per vedere il papa". Più tardi, mentre il turista è ormai giunto in Vaticano, il tale lo riavvicina e gli bisbiglia all'orecchio: "Papa, impossibile. Però ho fra le mani un cardinale per appena cento euro, un affare".

***

I soldi possono comprare una dimora... ma non un focolare... I soldi possono comprare un letto... ma non il sonno... I soldi possono comprare un orologio... ma non il tempo... I soldi possono comprare un libro... ma non la conoscenza... I soldi possono comprare il cibo... ma non l'appetito... I soldi possono comprare una posizione... ma non il rispetto... I soldi possono comprare il sangue...ma non la vita... I soldi possono comprare le medicine... ma non la salute... I soldi possono comprare il sesso... ma non l'amore... I soldi possono comprare un'assicurazione... ma non la sicurezza... Per questo... vedi... I soldi non sono tutto... Quindi... se ne hai troppi... Ti prego... mandameli... al più presto possibile!

***

Chi sono le tre persone più pericolose che un uomo può incontrare? 1: Un uomo con un'arma da fuoco. 2: Un uomo con un coltello. 3: Una donna con un dente scheggiato!

***

Ho regalato alla mia ragazza degli slip così piccoli che me li hanno incartati nell'etichetta!

***

Linda: "Mamma, il gattino è morto!". Mamma: "Linda, ti avevo detto che i gatti non si lavano". Linda: "Mamma, ma il gatto non è morto a lavarlo; è morto a strizzarlo!"

***

Marco possiede un organo sessuale molto lungo, ma ha l'handicap di essere balbuziente, il che gli rende difficile abbordare le ragazze. Un giorno non ne può più e decide di fare qualche cosa per cui va dal dottore: "Aaaappena aaaapro la bobobocca le dooonne fufuggono!...nonon popotrò mamai seservirmi di queeeello di cui Dio mimi ha dodotato!". E il dottore: "Non è grave. Voi conoscete senza dubbio il rapporto fra corde vocali e organo sessuale. Basterà con una piccola operazione tagliare il pene e la voce tornerà normale". Dopo l'intervento effettivamente Marco non balbetta più, ma una settimana dopo ritorna dal dottore per lamentarsi: "Dottore, è orribile. Ora con quello che mi resta non posso fare grandi cose, Laura si lamenta.... Potreste rendermi il pene lungo come prima?". E il dottore: "Tr...Tr... Troppo ta...tardi!".

***

Gattaba si sveglia di notte con una sana voglia di fumare. Si spara una sigaretta in bocca, prende un fiammifero e si accorge che sono tutti usati. Si alza dal letto, va in cucina, cerca, cerca e cerca in tutti i posti ma niente fiammiferi. Gattaba si innervosisce, mette a soqquadro tutta casa, va alla finestra per vedere se passa qualcuno, niente. Notando l'impazienza dell'amante , Riddle decide di calmarlo: "Gattaba, lascia stare, hai visto che non c'è ombra di fiammiferi! Vieni. Spegni la candela e torna a letto"

***

Marco, trasferitosi in America per fare fortuna, durante una giornata di libertà si reca a visitare i modernissimi Grandi Magazzini quando scorge in una zona appartata del terzo piano una macchina con un cartello "Sostituisce la donna ! Introdurre 20 cents". Incuriosito esamina la macchina che presenta molte lucine colorate ed un unico foro centrale contornato di gomma nera... Meravigliato pensa: "Questi Americani... fanno fare tutto dalle macchine!". Tentato di provare, mette il suo membro nel foro e inserisce 20 centesimi. La macchina s'illumina, emette una serie di suoni e... si ritrova con un bottone cucito lì sopra!

***

In una sauna due bambini si avvicinano Marco che ormai ha una grossa pancia. "Cos'hai lì dentro?". E Marco  ridendo: "Un fuoco d'artificio!". Uno dei bambini sussurra all'orecchio dell'altro: "Dai, lo facciamo scoppiare?". "No, è pericoloso, non hai visto che miccia corta?"

***

Marco disoccupato vede un cartello fuori di un bar: "Cercasi persona per mansioni delicate". Entra per vedere di cosa si tratta e il padrone gli dice: "Sa, qui tutte le sere viene Gigi la Bestia, un tipaccio grande e grosso che fa sempre il prepotente. Allora mi servirebbe una persona ben piantata come lei per fargli capire educatamente che il suo modo di fare è un po' fuori luogo. Perché se lo si prende per il verso giusto, non è cattivo... ". "Beh, ci posso anche provare... quanto mi date?". "150 euro a sera". "Affare fatto!". Sicché il giorno dopo si presenta al bar alle sette, vestito elegante. A un certo punto entra nel bar un omone grande e grosso che comincia a urlare, dando cazzotti sul banco, e si mette a mangiare e bere come uno sfondato ruttando in faccia alla gente e mollando scoregge a tutto gas. Allora il tizio si avvicina ed educatamente gli fa: "Buonasera, io sono...". Ma il tipaccio non lo lascia neanche finire, lo prende per la collottola, lo butta per terra, lo rialza, lo copre di pugni, poi prende un boccale di birra e glielo rovescia in testa. Quindi finisce di bere, gli fa un ruttone in faccia e se ne va senza neanche pagare. "No, aspetti, non vada via! Devo dirle una cosa...". E l'omone allungando il passo: "No, ora devo scappare, tra poco arriva Gigi la Bestia e sono cazzi amari per tutti!"

***

Marco a Luca "Al telefonino non posso in nessun modo rinunciare!". "Non pensi di esagerare?". "No, mi è indispensabile, lo porto ovunque, ma proprio ovunque e non lo spengo mai, neanche a messa!". "Almeno quando fai sesso!". "Neanche lì!". "E come fai?". "Beh... rispondo con l'altra mano..."

***

Due peni entrano in una banca, incappucciati con un profilattico, estraggono due pistole urlando: "Fermi tutti! Questa è una rapina!". A un certo punto, mentre stanno raccogliendo il denaro, si spalanca la porta della banca ed entra un vibratore... i due peni impauriti si guardano, tremano, e tra le lacrime urlano: "NO! Robocop no!"

***

Perché gli uomini amano le donne vestite di pelle? Perché hanno lo stesso odore delle vetture nuove.

***

Che differenza c'e' fra un biliardo e l'organo femminile? Nel biliardo la stecca sta fuori e le palle dentro; nell'organo femminile la stecca sta dentro e le palle fuori!

***

Un vecchio prete di un paesino aveva insegnato alle sue parrocchiane a dire in confessione "Sono caduta" invece del più volgare "Ho tradito". Col tempo le donne, un po' bigotte, avevano imparato a esprimersi in questo modo per cui quando andavano a confessarsi si esprimevano così: "Padre, mi perdoni perché questa settimana sono caduta tre volte" (oppure due volte o una volta, ecc). Per anni le cose filano lisce finché un giorno il vecchio prete muore e viene sostituito da un giovane pretino che non sa dell'usanza del paese. Rimane quindi colpito dal fatto che molte parrocchiane si presentano per la confessione dicendo: "Sono caduta due volte" (o tre volte, ecc), però attribuisce il fatto alla cattiva condizione delle strade del paesino. Passano le settimane, ma le confessioni sono sempre le stesse. Un giorno il pretino decide di andare a protestare dal sindaco: "Signor Sindaco, da quando sono giunto in questo paese non vedo altro che parrocchiani che si lamentano di essere caduti, chi una volta, chi due, chi tre e chi più volte. È ora di porvi rimedio!". Il Sindaco capisce subito l'equivoco in cui è caduto il prete e quindi lo tranquillizza subito: "Ma no, signor parroco, non si preoccupi!". E il prete: "Ma non è vero che non ci sia da preoccuparsi! Anche sua moglie questa settimana è caduta due volte!".

***

Cos'è questo? (mimare con il dito indice a cerchio un piccolo buco) Un buco del sedere. E questo? (mimare con l'indice un buco molto più grande) Il tuo buco del sedere.

***

In un ascensore di un Grand Hotel di Roma entra una bella bionda vestita molto elegantemente. Insieme a lei entra una cameriera. La cameriera sente un profumo intenso nell'ascensore, e comincia ad annusare. Al che la bella bionda dice con voce calda e sensuale: "Acqua di vose del maestvo Chapel. Compvato a Pavigi a Natale. 50 euvo al millilitvo. L'ascensore intanto sale. Si ferma al decimo piano ed entra una bellissima bruna anche lei tutta elegante e stratirata. Un altro intenso odore si diffonde nell'ascensore. La biondona e la cameriera annusano. La bruna: "Fiovi di Chantel Lugavz, compvato a New Yovk. 51 dollavi al millilitvo". L'ascensore sale. Arrivati al 15° piano si sente un enorme boato... BROOOOOOOOMMMMM!!!. La cameriera: "Broccoli, 50 centesimi ar ciuffo"

***

Marco a Laura..."Credo che cinque persone su quattro abbiano problemi con le frazioni"

***

Marco innamorato pazzamente di Laura si fa tatuare il suo nome sul pene in erezione: Laura. Naturalmente in condizioni di riposo si leggono solamente la prima e l'ultima lettera: L ed A. In estate va in vacanza in Kenia. Capitato in una spiaggia locale di nudisti nota che anche il bagnino ha tatuate le lettere L ed A sul pene. - Anche tu LaurA? - No... Limpida acqua e spiaggia pulita..buon soggiorno in keniA
***

Qual è la differenza fra la penisola greca e un membro maschile chiuso in una cerniera lampo? Una è il Peloponneso, l'altro è un "pene un po' leso"

***

Un'avvenente contadina cerca a tutti i costi di sedurre il ricco possidente del paese per farsi mettere incinta e per poi sposarlo. La contadina riesce a portarselo in un fienile e a farsi scopare. Dopo un amplesso selvaggio lei, massaggiandosi con dolcezza il ventre, gli dice: "Allora, come lo chiamiamo nostro figlio?". E lui, levandosi il preservativo e facendogli un nodo: "Se riesce ad uscire da qui lo chiamiamo MANDRAKE!"

***

Dal letame nascono i fiori, ma non è una buona ragione per cagare nei vasi.

***

La piccola Laetitia chiede alla mamma: "Dimmi, mamma, come si scrive 'cazzo'? Con una z o con due?". "Puoi metterne tre, non è mai abbastanza lungo!"

***

Gattaba e Riddle si sono conosciuti per la prima volta tanti anni fa al lavoro.... Si guardano, ognuno lascia il proprio compagno e vivono segretamente il loro amore. Nella prima notte dopo mesi di toccamenti al lavoro Gattaba dice a Riddle: "Tesoro, da ora in poi ti chiamerò Eva". "Perché?". "Perché sei la mia prima donna di cui sono innamorato". "Bene... benissimo, allora io ti chiamerò Peugeot". "Perché?". "Perché sei il numero 3008!"

***

Laura a Marco: "Qual è l'ultimo libro che ha letto?". "Mah... qualche tempo fa leggetti Rin Tin Tin...". "Semmai LESSI...". "No, no... proprio Rin Tin Tin!"

***

Il lunedì è un pessimo modo di trascorrere un settimo della propria vita.
***

In un WC: il buco del mondo è davanti a te, guardalo dentro, scorgi le viscere infernali della terra che calpesti, guarda quello che ti aspetta, o egregio produttore di feci....laggiù c'è il tuo essere, la tua mente, il tuo pensiero, il vomito della tua vita.... la giù scorgi te stesso

***

Qual è la differenza fra un abominevole uomo delle nevi e una abominevole donna delle nevi? Un abominevole paio di balle!!

***

Un uomo coinvolto in un incidente stradale si risveglia in ospedale. Arriva un chirurgo, il quale gli spiega che purtroppo è stato necessario amputargli il pene, ma a parte questo non ci sono altri danni. L'uomo è disperato, ma il medico gli assicura di essere in grado di ricostruirlo, con una piccola operazione da effettuare immediatamente. Uomo: "Per carità dottore, mi operi subito". Medico: "C'è solo un problema, questo tipo d'operazione è considerata cosmetica e quindi non mutuabile, lei dovrebbe pagarsela interamente". Uomo: "E quanto mi verrebbe a costare?". Medico: "Per un pene piccolo 3.500 euro, 6.500 per uno medio, e 14.000 per quello veramente grande". Uomo: "Stupendo, ma sono indeciso tra quello medio e quello grande, forse è meglio che chieda il parere di mia moglie". Così dicendo l'uomo prende dal comodino il proprio telefonino, e chiama la moglie a casa, spiegandole la situazione. Uomo: "Sì cara.. io pensavo che.. ma.. amore .. sei sicura? ". Medico: "Allora? avete preso una decisione?". Uomo: "Sì dottore, abbiamo deciso che preferiamo usare quei soldi per comprare una cucina nuova"

***

Cosa ci fa un clitoride dal macellaio ? Ordina due chili di lingua.
***

Riddle va dal ginecologo per una visita e il dottore le dice: "Signora si spogli"; lei si spoglia e quando è nuda il dottore vede che ha sul seno il disegno di un grosso pene. Il medico sorpreso dice: "Signora. lei mi stupisce. Non mi sarei mai aspettato un tatuaggio del genere da lei...". E Riddle: "Dottore, non è un tatuaggio, è una voglia!"

***

Marco il filosofo: sai tu dirmi il segreto della Sfinge... che prima caga e dopo spinge?

***

Nella giungla un coniglietto sta fumando appoggiato a un albero. Passa la gazzella e dice: "Ciao coniglietto cosa fai?", e lui: "Sto qui... fumo... se passa il leone gli faccio un culo così...". Passa la giraffa e dice: "Ciao coniglietto cosa fai?" e lui: "Sto qui...